(stra)Vizi privati e pubbliche virtu'

 

 

Apprendo che il video di cui si parla (ma pare ne stia spuntando un secondo. e non fate finta di non sapere di cosa stiamo parlando!) era stato offerto a Alfonso Signorini, direttore di CHI, il quale  ha raccontato a Sky Tg 24 che la decisione di non diffondere il video era stata sua.

Tuttavia ne ha dovuto informare il suo editore, Marina Berlusconi,  che ,a sua volta, lo ha riferito al padre.

 

A questo punto il Presidente del Consiglio, nella persona di Silvio Berlusconi,  ha telefonato al Governatore del Lazio, Pietro Marrazzo, comunicandogli l’esistenza di un video poco edificante sul suo conto e, nello stesso tempo, confermandogli la sua solidarietà,

 

Un Proverbio?

“Una mano lava l’altra e tutte e due lavano il viso” 

Oppure?

”“Do ut des”

Oppure?   Dite voi.

 

Caro Marrazzo, ai tempi della sua gloriosa conduzione di “MI manda Rai 3” come avrebbe affrontato questo problema?

Con che coraggio affronterà a viso aperto noi, cittadini romani che l’abbiamo votata, lasciandoci seppur tra fiumi di lacrime, in questo  mare di merda a poche mesi dalle regionali?

Ancora, pare che sia applicabile da parte dei farmacisti cattolici l’obiezione di coscienza rispetto alla vendita della pillola RU 486.  

.

Se così fosse, in ugual misura, questi poveri autisti delle auto blu, utilizzati – diciamo eufemisticamente ‘fuori servizio’ e per ‘certi servizi’ – non potrebbero fare altrettanto? Obiettare.

Ore, immagino, ad aspettare dietro l’angolo che lorsignori scarichino le loro pulsioni.

Davvero tutto è permesso? anche umiliare in questo modo tanto abietto un lavoratore?

.

.

I am just looking for an honest man

.

.

.

Annunci

Cara AAAmica ti scrivo,

 

 

Carissima Aurora….
 

Qualcosa di buono l’ho fatta.

Una riconcilazione , uno stringersi quasi per mano con la cruda terra, anche se per poco è una buona cosa , è rigenerante, ed ha del riconciliante. Gli alberi di ulivo sono strani, se li osservi con attenzione da vicino vedi il tronco che comicia ad alzarsi verso il cielo si biforca in altri rami come tutti gli alberi , ma la stranezza sta nel vedere rami in salute e rami svuotati dentro, quasi privi di vita che a malapena si reggono e in un’intreccio assomigliante a coppe pronti a brindare invitano chi li degna d’ attenzione.  Il raccolto c’è stato, non è stato un granchè per la magra dell’annata ,ma c’è stato, col solito spasso,  col solito tornare ad essere fanciulli ,con le chiacchiere più strampalate fra una risata un monito e sproni alla mia lentezza . Per i bambini è stato un toccasana. Rotolarsi per i campi ,sporcarsi di terra, liberarsi da ogni rimprovero  ”non fate questo e non fate quest’altro ,attenti che vi fate male”  li rinvigorisce e poi vederli inseguirsi fra di loro con canne,  legni, tirarsi olive è un salto ai ricordi della mia infanzia.

Si aspettava la vendemmia come un evento sacrale  e quella fenomenale  ballata sull’uva dentro i tini per la spremitura, compito che spettava a noi piccoli ed alle donne. Poi c’erano le vespe,  le api,  i pungiglioni,  i pianti, i rimproveri,lo scappare di continuo , il mangiare per i campi,bere di nascosto il vino degli adulti, i quali portavano dei  fazzoletti annodatiche si calavano in testa  fieri come generali in alta uniforme,.E poi dormire tutti insieme, con i nonni,  gli zii , su letti preparati sopra la paglia con l’anziano del gruppo che faceva l’ultimo giro di ronda con le candele in mano per controllare tutto e tutti e poi il soffio sulla candela  che metteva fine alla giornata.

Tutto adesso è finito , non è rimasto nulla. Solo ricordi .

 Con un po’ della mia tristezza voglio augurarti una buona domenica.
 

F

Il sesso verde (siamo tutti ecologisti)

 

 

 

Quotidiani, nel bene e nel male, come  giornalacci  pornografici in bianco e nero che i ragazzi tiravano fuori da sopra gli sciacquoni dei bagni delle superiori e che  poi di nascosto guardavamo anche noi ragazzine un po’ tremebonde ma certe di avere osato molto ed avere, poi, molto su cui fantasticare.

 

Oggi, tette e culi, labbra come gommoni che quelli che arrivano a Lampedusa sono niente.

Ragazze aviotrasportate che sbarcano per girotondi su bianchi cavallucci di carta pesta, 

bagni di sole integrali con in primo piano un bel popò maschile perché anche quello fà coreografia…gira coca(inaina)? È marginale perché si (s)balla  al ritmo impietoso del menestrello di corte mentre il vetusto nonno sovrano pregusta la (pre)scelta, modello Escort e non proprio nuovissima.

 

Dicevo? Ah, sì. Troppe donne intelligenti che ingenerano paure e turbamenti, “zitelle petulanti”  troppo brutte per essere utilizzate, senza che sfiori il pensiero che troppi uomini sono molto peggio e le zitelle intelligenti (altrimenti anche dette ‘singles’) non si mettono davvero al loro livello tanto per.

 

Da queste ed altre considerazioni,  la mia necessità di sfogliare lestamente e rumorosamente ogni pagina di politica e annesse volgarità per dedicarmi alle pagine di cultura e a eventuali notizie sfiziose, allegre e maliziose che possano lasciarmi sfuggire un sorriso.

 

E una curiosità che ingenera  un sorriso che diventa un a bella risata, un toccasana, e anche, chissà, una prospettiva futura, la voila ed è anche educativa.  Ha a che fare con la maggiore sensibilizzazione che si è venuta, giustamente, a creare per il pianeta, l’eco sistema in generale, per tutto ciò che ha il sapore di genuinità.

 

Insomma tutti ecologisti  e in questo caso senza pruderies  visto che i comportamenti responsabili entrano, adesso, anche in camera da letto. E mentre  nelle situazioni più severe c’è chi, rifiutando la chimica della pillola, ritorna al coito interrotto, o al famoso calcolo delle probabilità della nonna (che non a caso aveva fatto almeno 8 figli),  altri scelgono preservativi di plastica riciclata. E poi ci sono i  lubrificanti naturali (Ultimo tango), e – udite udite – vibratori senza pile a ‘impatto zero’ il cui segreto sta in una ma novellina che consente di ricaricare le batterie “da estrarre prima dell’uso”. Gente precisa ‘st’ ammericani!

Queste e tante altre innovazioni ‘verdi’ sono ad opera della  Hearth Erotics una ditta dell’Oregon all’avanguardia  del settore che per ora  accorcia le distanze attraverso internet.

 

Recente è anche l’abitudine di formare dei gruppi di acquisto che mirano alla qualità comprando alla fonte  e al miglior prezzo che deriva dalle maggiori quantità ordinate….un pensierino di ordine collettivo lo facciamo anche noi?  

 

 

 .

.

.

..

.

Vis-à-vis

 

 

Perchè mai insisti nel dirmi che

"è destino"

se ci incontriamo un giorno sì e l’altro pure?

Semplicemente

"facciamo la stessa strada" anche adesso che di fatto si sono separate.

,

 

"Quando  si guarda la verità solo di profilo o di tre quarti la si vede sempre male.

Sono pochi quelli che sanno guardarla in faccia."

Gustave Flaubert

 

 

"Lei è più bella che intelligente…”

 

(il Premier Berlusconi all’onorevole  Rosi Bindi, vicepresidente della Camera

 

Quale bassezza  poteva inventarsi – a  ulteriore dispregio delle donne –  quell’ inqualificabile figuro ‘utilizzatore finale’ di belle femmine (certo, consenzienti) consegnate a grappoli da papponi che, recapitandole presso un qualche di lui domicilio, le (s)vendono come merce di scambio po-li-ti-co?

 

Ma  la mia indignazione ha raggiunto l’acme ieri sera quando in quel bel ‘salotto’ con tanti uomini politici e giornalisti, non uno, conduttore incluso, abbia sentito forte la vergogna e il dovere di intervenire a scusarsi ‘in proprio’ per quell’ affronto fatto ad una, donna, ad una loro collega?

Che ne è dell’onestà  intellettuale di tante donne che a dispetto della politica non si indignano e lo hanno votato?

 

Qualcosa mi sfugge, non capisco.

.

 

 

 

.

La mia stima e la mia solidarietà a Rosi Bindi.

.

Sì, viaggiare.

 

 

Hotel Peninsular – Barcellona

 

Ex convento di monaci agostiniani trasformato in Hotel nel 1876.

 

Incredibilmente silenzioso il patio su cui si affacciano le stanze, spartane ma pulitissime.

 

Un Hotel d’atmosfere nel cuore dell’ex Barrio Chino, la zona più famigerata della città, ancora abbastanza pittoresca, a due passi dalle Ramblas (78 euro la doppia, il che non storpia).

.

.

Altri desideri? Dove ancora potremmo trovarci?

.

.

.