Far sorridere il mondo

I bambini giocano alla guerra.
E’ raro che giochino alla pace
perché gli adulti
da sempre fanno la guerra,
tu fai “pum” e ridi;
il soldato spara
e un altro uomo
non ride più.
E’ la guerra.
C’è un altro gioco
da inventare:
far sorridere il mondo, non farlo piangere.  (…)       Bertold Brecht

Buon Anno Nuovo 2012 

.

.

Allunaggio e altre amenità

 

Con il termine allunaggio si intende la discesa di un veicolo sulla Luna.
Si distingue tra allunaggio duro ( hard Moon landing) di fatto un impatto che comporta la distruzione del veicolo e…
allunaggio morbido (soft Moon landing) che grazie all’azione frenante dei retrorazzi permette al veicolo di arrivare intatto sulla superficie lunare.
Al 31 dicembre: meno 3 e mezzo

 


qualcosa che desidero

Emily Dickinson – “il sogno” di Pablo Picasso

Portami il tramonto in una tazza                                                                      
sommami le caraffe del mattino
e dimmi quant’ la Rugiada.
Dimmi fin dove si spinge il mattino –
Dimmi a che ora va a dormire il tessitore
che filò e intrecciò le vastità d’azzurro (…)

 

.

.


Un sonoro cinguettio

SE I TWEETS  fossero davvero cinguettii, sentireste un rumore assordante. Più di tre al secondo, duecento al minuto, dodicimila l’ora, considerando solo  quelli in italiano. 140 caratteri per comunicare velocemente quel che passa per la testa, qualcosa che ci colpisce, un cinguettio, appunto..
Il rapporto, in forte ascesa, con il libro faccia è di1 a 10
La battaglia non sarà né dura né troppo lunga  perchè non è esatto continuare a chiamarli Tweet perché allo spazio di 140 caratteri si aggiungono una serie di opzioni proprie dei blog o dei social network come quella per modificarli in  tweetlonger  o, ancora,  di rimandare al link di  articoli che si vuole commentare, postare fotografie o video o indicare il luogo dove ci si trova (chi se ne frega? Ma ad alcuni piacerà).
Con il cancelletto  #  si definiscono gli argomenti che diventeranno oggetto di discussione: i  trending topic,  che riguardano tutti i temi di attualità segnalati da chicchessia, seguirli dipende dall’originalità del tema: in questo Twitter è molto ‘democratico’. La differenza abissale fra le due piattaforme (l’altra è FB) ha trovato molte definizioni, ma  eccone  un paio interessanti:
“Su Twitter si trovano i migliori sconosciuti che si conoscano” (by specchionero). Oppure: “Twitter ti fa amare persone che non hai mai conosciuto. Facebook ti fa odiare persone che conosci da tanto tempo” (by ItsNoraJMalik). Ecco, uno è un posto dove stare in famiglia e con gli amici a guardare vecchie foto e spettegolare anche creando danni; l’altro è come spalancare le finestre ed essere investiti dal battito del mondo.”
Non è una esagerazione! ogni settimana viene inviato un miliardo di tweet “.
E’ un cinguettio potente e mirato che ha avuto un ruolo di rilievo  nella  Primavera araba e nei movimenti di piazza.
Su Twitter Obama ha creato e “sfruttato” il contatto con i suoi elettori, potenziandoli.
Usato dai giornalisti di tutto il mondo potrebbe sostituire l’Ansa e già sta dando filo da torcere..
Nello spettacolo pare che anche i Cold Play nei momenti di back stage abbiano twittato le loro emozioni. Mi direte “e allora”? Bene se non vi interessa il loro cinguettio forse vi interesserà di più quello di qualcun altro perché, statene certi, chi ha buon becco ha già il suo spazio canterino, inclusa la sottoscritta.
Il blog resta il blog ma è qualcosa di terribilmente concreto mentre il twitterio si spande velocemente come i pensieri che si susseguono.
Con un telefonino ‘smart’ e il collegamento a internet (il mio gestore con 16 euro mensili garantisce internet flat +250 mdi telefonate  e 250 sms al mese) tutto avviene in simultanea con un ‘dling’ ogni volta che qualcuno ti menziona  oppure ricevi i tweet dei tuoi follover (coloro che segui). Stesso divertimento anche dal pc ma devi starci davanti. In ufficio è sfizioso assai.

Twit-ti-amo? Ma come ti trovo?

.

azzurro acceso e pesci gialli

Oggi ho comprato due tappeti indiani dell’India,  chiari, disegni geometrici,  sarebbe meglio dire due lingue di tappeto 70×140 carini e carestosi nel loro piccolo.
Vanno a rimpinguare il corredo accumulato con la venuta di Sally-ina, in ordine: copri-divano (4), pareo di varia grandezza e foggia comprati di volta in volta al mare oppure al mercato posizionati e cambiati con una certa frequenza dopo essere stati distesi sul sedile posteriore della macchina o sulle poltroncine o, ancora,  avvolti al cuscino delle poltrone.
Diciamo che la lavatrice ha il suo bel ronfare e centrifugare.
Alcuni dicono che
“Il cane, sì, gli voglio tanto bene ma è pur sempre  un cane e salvo qualche momento va tenuto in giardino o nel terrazzetto”.
La Sally-ina la sta in casa e la occupa senza vergogna. Ora che sto scrivendo lei se la dorme appallottolata sul piumone del mio letto, anche lui rigorosamente ricoperto da un pareo.. aspetta che controllo…azzurro acceso e pesci gialli (orrore?).
Voi penserete che se ho il problema dell’invadenza a tutto campo della Sally-ina  avrei potuto risparmiare di comperare anche altri due tappeti da sbattere e alla fine lavare. Invece un senso c’è.
I tappeti debbono in qualche misura fare  in modo che, rientrando dal giardino dove la signorina va e viene a suo piacimento, almeno in parte assorbano la polvere e il terriccio cosicchè lei non vada girando lasciando zampette per tutta casa. Perché una delle mie fisse è  mantenere (anche) i pavimenti lucidissimi.
Vita grama vero?

Gradire sembra che abbia gradito e così a essere soddisfatte siamo in due.

Con buona pace dei sensi

Una scadenza particolare anticipa  il Natale con una festa che potremmo definire pagana e che  ci  viene offerta su un piatto d’argento. Che dico,  piatto? Letto, lettino, divanetto, sedile ribaltabile, lavatrice (taluni suggeriscono in fase di centrifuga), tavolo da cucina con o senza postino tanto anche se lui o lei non sono attori consumati devono  allenarsi a cuocere e consumarsi a fuoco lento.
Dopo il giorno della mamma, del papà del nonno, dei ‘diversamente abili’ (dolce eufemismo) e così via, finalmente un giorno tutto da godere soli o in compagnia, perché mie care e miei cari il 22 dicembre sarà all’insegna dell’orgasmo.
Infatti alcuni anni fa, una coppia di pacifisti Usa ha lanciato  questa  bizzarra iniziativa 
22 dicembre
Contro la guerra, il sesso di massa.
“Il Global Orgasm salverà il pianeta”.
 
 il pensiero trainante e: 
“Fare l’amore tutti insieme e veicolare quel gigantesco flusso di energia” 
Imperativo per la perfettta riuscita dell’iniziativa è:
” Pensare intensamente alla pace, prima e durante l’orgasmo, concentrandosi sull’immagine,  di una colomba, piuttosto che di una bandiera arcobaleno o di un garofano rosso infilato nella bocca di un fucile.”
E, nessuna scusa! 
“Non preoccupatevi se non avete un/a partner”  si partecipa anche in piena autonomia.”
Ahhh (sospiro pre-orgasmico) Ohhhh (sospiro del coccodrillo ‘dopo’ che ha consumato il lauto orgasmo ops.. pasto, volevo dire pasto! “Oh tempora o mores”.
Allora vogliamo orga..cioè vogliamo cominciare a orga-nizzarci?i? 
Una volta tanto che nessuno viene a battere cassa, e in tempi di magra il fai-da-te è un manna dal cielo prima che dal cielo scenda la fredda neve e la stella cometa annunci…che Gesù Bambino per quest’anno preferisce non farsi vedere. L’ici sulla grotta è un lusso troppo caro.