noi donne ~ 25 novembre

 Laura Sabbadini ex dirigente  responsabile  del Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali dell’Istat, all’interno di una intervista risponde così alla domanda :

“Cosa risponde a coloro che obiettano che gli uomini vengono comunque uccisi in misura maggiore delle donne?”

“Che è vero e non solo in Italia. Ma gli uomini vengono uccisi da altri uomini per motivi differenti, spesso per criminalità organizzata. Le donne, invece, vengono uccise in quanto donne, mogli, fidanzate, ex compagne. Per contro la percentuale di uomini uccisi dalle loro compagne o ex compagne è bassissima. Per questo dobbiamo parlare di un fenomeno fortemente connotato e strutturale che trae le sue origini dallo squilibrio nei rapporti di genere.”

🌻🌷🌼🌺🌸

E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo i baci lenti sulla bocca,
sul collo, sulla pancia, sulla schiena,
i morsi sulle labbra, le mani intrecciate,
e occhi dentro occhi.
Intendo abbracci talmente stretti
da diventare una cosa sola,
corpi incastrati e anime in collisione,
carezze sui graffi, vestiti tolti insieme alle paure,
baci sulle debolezze,
sui segni di una vita.

Alda Merini

20190401_180644

Io me, Sherazade, il figliolo e la cuginetta Michela

Teniamoci strettestretti anzi strettissime ❤

November ( rain)

Siamo arrivati a Novembre.

Un Novembre anomalo con una media, a Roma, di 26°/14° che alla lunga sfiancato. E se ci mettiamo il ritorno dell’ora legale,  buio alle 5pm e finestre spalancate…

Le cose per me non vanno. Mio fratello mi ha lasciato  un vuoto immenso e ci sono momenti che  improvvisamente mi scontro con la realtà e mi spuntano le lacrime, come ora, e so che lui non lo vorrebbe. Oggi con questa bella,  calda. giornata,  avremmo pranzato in giardino parlato di tante cose e soprattutto mangiato perché Fracis era un buongustaio e i suoi apprezzamenti mi inorgoglivano non poco visto che sono una cuoca mediocre ma che sa applicarsi.

Mi sono comunque esibita nel ‘mio’ castagnaccio,  molto ben riuscito.

Il Castagnaccio è dolce autunnale tipico della regione toscana; una torta semplice e povera a base di farina di castagne, uvetta, pinoli e rosmarino; dal sapore rustico, poco dolce e una consistenza morbida, umida, quasi tenera al centro. Una preparazione deliziosa, che ha antiche origini contadine nelle campagne toscane nel 1500; quando conpochi ingredienti, semplicemente mescolando acqua e farina di castagne; veniva fuori un piatto energetico e gustoso anche per il giorno successivo! Ben presto si diffuse intutta la zona appeninica del centro Italia; assumendo nomi diversi come BaldinoPattona; per poi giungere nell’ 800 anche nelle regioni del settentrione; dove la Ricetta Castagnaccio fu arricchita con uvetta e pinoli.

Inutile riportarvi la ricetta che travate facilmente in rete.  Io uso arricchire il Castagnaccio cpn uvetta e pinoli.

Da bere naturalmente un buon vino Novello toscano come il Banfi- Santa Costanza.

Forse a breve è prevista pioggia…David Garrett e Guns  ‘n Roses per la vita!

Teniamoci strettestretti anzi  strettissimi

Picture of the moon

A mio fratello Francis

Blues man sopraffino, cresciuto e vissuto con la ppassione della musica sua compagna interiore sino alla fine. E che quanto è stato troppo faticoso imbracciare la chitarra ha iniziato a suonare l’ukulele strumento più leggero e maneggevole.

Forse sarebbe servito più tempo?!
“…se solo lo avessi saputo”.


Immagine della luna
Picture of the moon

Mi hai dato quella notte.
You gave to me that night.

Le stelle erano fuori per giocare,
The stars were out to play
,

La luna brillava luminosa.
The moon was shining bright.

Se solo l’avessi saputo
If only I had known

Che finisse così presto.
That it would end so soon
.

Mi è rimasta una foto della luna.
I was left with a picture of the g

20221008_023507

teniamoci strettistrette anzi strettissimi ❤️

Solo per i tuoi occhi

26 agosto

Giornata mondiale del cane.

“Io sono io perché
mi riconosce
il mio cagnolino.”
Geltrude Stein

20220617_103257

So di scadere nel banale nell’asserire che la devozione è l’amore che ricevo dalla mia Sally – così come, purtroppo prima di lei, da Golia e Perla superbi levrieri afgani e Cirilla la spioncino con cui sono cresciuta, ebbene ben oltre il grande dolore del vuoto che lasciano, non potrei concepire la mia vita senza il loro sguardo intelligente sempre amorevole a volte languido ma anche ‘furbetto’. Certo sono anche un impegno a volte potrebbero anche  sembrare d’intralcio. Ma lo è  stato in più  occasioni  anche mio figlio ma mica l’ho abbandonato in autostrada!!!

Molti tra voi sono ‘gattari’ eppure vi assicuro che condividere tante belle passeggiate con il vostro cane non ha prezzo, altro che palestra! Camminare, correre, giocare  trasmette energia.

C’è intorno a noi così tanta solitudine e tristezza  che un amico cosi al nostri fianco  allunga la vita oltre che a renderla migliore.

Teniamoci strettistrette anzi strettissimi ❤️ 🐶20180428_211932

pensiero ferragostano

“Mantenersi, il mio verbo preferito, tenersi per mano. Ti può bastare per la vita intera, un attimo, un incontro. Rinunciarvi è folle, sempre e comunque.”    Erri De Luca

dopo cena

A voi tutte e tutti ovunque e con chi siate, il mio augurio di un sereno e giocoso Ferragosto e… teniamoci strettistrette anzi strettissimi ❤️

un giorno d’estate

E poi e’ di nuovo il giorno del tuo compleanno e davvero vorresti essere altrove ma gli amici solerti pungolati dai vari promemoria ti raggiungono con voce festosa in partenza per il Guatemala l’altoparlante che invita i passeggeri al check in.
AuguriAuguriAuguri❤️
Vi consegno a questo spensierato post del 2015 e …teniamoci strettistrette anzi strettissimi.

sherazade2011

La giornata non promette ‘malaccio’ e la colazione vuol essere propiziatoria

colazione

Basta poco per rendersi conto i che noi boccheggiamo e Bollo è l’unico a nuotare

bollo

La Piccoletta si fa ranocchia

Ranocchia

mentre in giardino non di muove foglia o girandola

Girandola

Tenere le gambe alzate aiuta la circolazione….

gambe

intanto i pomodori a chilometro zero crescono

pomodori

Il sole tramontando arrossa il cielo e le case

tramonto

dei pomodori al riso sono una buona idea, appetitosi e freschi

pomodori al riso

fa ancora molto caldo ma noi mano nella mano

dopo cena

ascoltiamo la canzone di un molto vecchio film, quelli di “una volta”,  ma che, insomma! non fanno mai male

si aprono al buio le Belle di notte per incantare la luna

bella di notte

 quella luna piena che ci sovrasta

luna

Estate, un giorno d’ estate. Un po’ di me.

E se per qualche tempo vi lasciassi giusto quel che basta  per farvi sentire la mia mancanza 😉  ?

Un abbraccio…

View original post 8 altre parole

Da sabato a sabato

Quando ti alzi il mattino
ricorda quale prezioso privilegio  è  essere vivi: respirare, pensare,
provare gioia e amare.

In questa settimana sono entrata   due volte in chiesa.
In questa settimana la mia piccola famiglia  ha vissuto il dolore profondo della perdita di un padre, di un fratello di uno zio di un amico sempre presente.

Mi è venuto in aiuto Marco Aurelio  per  sottolineare – tra i molti –  che la vita è questa. Dobbiamo onoraria soprattutto nel dolore e aprirci  alle gioie che continuerà ad offrirci se solo sapremo riconoscerle.

Da sabato a sabato.

Con rito misto si sono sposati mio nipote Tommaso e Marilore. I loro due bambini eccitatissimi.

20220618_132309

Gioia. E’ con questo sentimento, con queste immagini che vi lascio per un po’.

20220615_191034

Teniamoci strettistrette anzi strettissimi.

Grazie del vostro affetto. Grazie di ❤️

20220619_202716

Son tornate a fiorire le rose!

Foto Sherazade2011 non riproducibili.

no more tears in heaven

Questo è (stato) il mio fratello Francis, più piccolo di 15 anni, ‘cocco di mamma sua, l’ accusavamo noi due maggiori! quello che veniva trovarmi e mi nascondeva ❤️ persino nel frigorifero!

20220612_100201

Ma soprattutto e stato un artista a tutto tondo, pazzoide quanto basta, diplomato in contrabbasso a Santa Cecilia ha seguito il richiamo delle vie del blues, delle sue origini americane. Suonava ma soprattutto insegnava, meglio, condivideva la sua arte. Nell’ultimo anno la chitarra era diventata troppo pesante, la mano destra intorpidita, ed allora ha iniziato a sperimentare l ‘ukulele, a suonarlo con entusiasmo.

Alcuni/e tra voi mi hanno chiesto del mio silenzio : ecco.

 C’è una sofferenza che chiede silenzio per essere accettata.

Beyond the door
there’s peace I’m sure
and I know there’ll be no more
tears in heaven.”  Eric Cllapton

 Vi abbraccio forte forte strettestretti come sempre 🌹

Con una rosa…

Con una rosa hai detto
Vienimi a cercare
Tutta la sera io resterò da sola
Ed io per te
Muoio per te
Con una rosa sono venuto a te.

20220508_111415
Bianca come le nuvole di lontano
Come una notte amara passata invano
Come la schiuma che sopra il mare spuma
Bianca non è la rosa che porto a te.

20210825_111604

Gialla come la febbre che mi consuma Come il liquore che strega le parole
Come il veleno che stilla dal tuo seno
Gialla non è la rosa che porto a te.

20220514_183152

Sospirano nell’aria le rose spirano
Petalo a petalo mostrano il color
Ma il fiore che da solo cresce nel rovo
Rosso non è l’amore
Bianco non è il dolore
Il fiore è il solo dono che porto a te.

20220514_182449

Come la porpora che infiamma il mattino
Come la lama che scalda il tuo cuscino
Come la spina che al cuore si avvicina
Rossa così è la rosa che porto a te.”

Una persona ha tenuto a sottolineare che i testi delle canzoni non sono poesie perché subalterne alla musica ed io – mi spiace- dissento. Capossela sa il fatto suo…per me🌹

Teniamoci strettistrette anzi strettissimi ❤️

Foto Sherazade non riproducibili

Piangerò ma solo un poco

La separazione da mia madre è stata e continua ad essere dolorosa. È un vuoto che nulla potrà cancellare.
8 maggio mamme e rose ma a mia mamma piacevano le violette e i marron glace’ ❣️

sherazade2011

Mia madre raccontava sempre quanto io fossi ribelle nell’ ammettere le mie colpe impertinenti.

Mia madre sorrideva ricordando quando, avrò avuto tre anni,   per punizione  venivo invitata con  il dito indice e la voce  minacciosa,  ad andare a mettermi con la mia seggiolina seduta in ‘quel’ cantuccio, io petulante rispondessi: “No! Lì no…qua!”

Mia madre mi sussurrava, quando ormai grande mi rannicchiavo a piangere tra le sue braccia, che da piccola niente mi smuoveva al pianto, non un castigo,  non un sopruso, non le ginocchia sbucciate se  intrepida e spericolata cadevo frenando sul brecciolino del vialetto d’estate nell’emulare mio fratello.

Mia madre si rattristava per certe mie durezze, per il mio non essere diplomatica quel tanto che sarebbe bastato per rendermi la vita più semplice.

Ora mi guardo dentro nel silenzio della casa, le finestre brinate e non so neppure io perché questo groppo; eppure ero proprio io a tacciare…

View original post 128 altre parole