Con buona pace dei sensi

Una scadenza particolare anticipa  il Natale con una festa che potremmo definire pagana e che  ci  viene offerta su un piatto d’argento. Che dico,  piatto? Letto, lettino, divanetto, sedile ribaltabile, lavatrice (taluni suggeriscono in fase di centrifuga), tavolo da cucina con o senza postino tanto anche se lui o lei non sono attori consumati devono  allenarsi a cuocere e consumarsi a fuoco lento.
Dopo il giorno della mamma, del papà del nonno, dei ‘diversamente abili’ (dolce eufemismo) e così via, finalmente un giorno tutto da godere soli o in compagnia, perché mie care e miei cari il 22 dicembre sarà all’insegna dell’orgasmo.
Infatti alcuni anni fa, una coppia di pacifisti Usa ha lanciato  questa  bizzarra iniziativa 
22 dicembre
Contro la guerra, il sesso di massa.
“Il Global Orgasm salverà il pianeta”.
 
 il pensiero trainante e: 
“Fare l’amore tutti insieme e veicolare quel gigantesco flusso di energia” 
Imperativo per la perfettta riuscita dell’iniziativa è:
” Pensare intensamente alla pace, prima e durante l’orgasmo, concentrandosi sull’immagine,  di una colomba, piuttosto che di una bandiera arcobaleno o di un garofano rosso infilato nella bocca di un fucile.”
E, nessuna scusa! 
“Non preoccupatevi se non avete un/a partner”  si partecipa anche in piena autonomia.”
Ahhh (sospiro pre-orgasmico) Ohhhh (sospiro del coccodrillo ‘dopo’ che ha consumato il lauto orgasmo ops.. pasto, volevo dire pasto! “Oh tempora o mores”.
Allora vogliamo orga..cioè vogliamo cominciare a orga-nizzarci?i? 
Una volta tanto che nessuno viene a battere cassa, e in tempi di magra il fai-da-te è un manna dal cielo prima che dal cielo scenda la fredda neve e la stella cometa annunci…che Gesù Bambino per quest’anno preferisce non farsi vedere. L’ici sulla grotta è un lusso troppo caro.
Annunci