si può dire felicità?

“Un ragazzino solitario acquattato in un nascondiglio sotto un palazzo antico trova lì pure la storia, tiepida ancora, della guerra e dei bombardamenti.
Un portinaio lo nutre e gli insegna a giocare a carte e gli versa a cucchiaini il racconto di Napoli, insorta all’improvviso a scuotersi di dosso la polvere e gli schiaffi.
Una ragazza vuole da lui la verità del sangue.
La felicità è carica di agguato”.
Il giorno prima della felicità – di Erri De Luca

Con il suo modo di narrare talmente alt (r) o, la sua simbologia così forte,  “La felicità è carica di agguato” che  cattura , insinua in noi il dubbio che forse varrebbe la pena ritentare, tuffarsi nella mischia, e lasciare che l’agguato si consolidi in un accerchiamento, bòoccate le  vie di fuga, complice il languore che cede al suo abbraccio. Felicità.

Due parole (mie) su Erri De Luca con qualche attinenza a quanto accaduto giusto un mese fa a Parigi.
Lo scrittore è sotto precesso per «istigazione a delinquere» per parole dette il 1° settembre 2013 al quotidiano online «Huffington Post». Infatti, in una intervista disse queste parole: “la Tav va sabotata” diventando così uno scrittore alla sbarra su richiesta della procura di Torino.
Quale che sia l’esito giudiziario, la vicenda sembra assumere contorni surreali, in un momento in cui, purtroppo, si discutere di nuovo molto della libertà di espressione, ancora sotto shock per l’attentato alla rivista satirica francese Charlie Hebdo,

E’ stato chiesto a De Luca:
Lo scrittore è sempre libero di dire quel che vuole?
«Non mi disturba una condanna. Come scrittore ed essere umano misuro la libertà con me stesso, nel rapporto tra quello che dico e faccio».
La libertà di espressione non è soggetta a un principio di responsabilità?
«Altroché. Io lo esercito difendendo e onorando lo strumento che usiamo in questo momento, la parola».

Già ma in un grigio giorno di pioggia io volevo aggrapparmi ad un piccolo caldo brivido sussurando la parola f.e.l.i.c.i.t.à

Annunci

49 thoughts on “si può dire felicità?

  1. meo..... laura ha detto:

    la parola è vita
    anche solo con il pensiero
    solo con i movimenti
    bacio

    marcello

  2. Laura ha detto:

    Bellissimo quello che hai scritto cara Shera, anche qua piove, una felice serata a te, bacioni, anche a Sally, ❤ ❤ <3🌷🍀🌹

    • sherazade ha detto:

      Lauretta bella.
      Che pallette! Sole tiepido e dubito pioggia gelida e l umore va a farsi benedire.
      Cmq noi umani teglia media fi lasagne sughetto e mozzarella e valeriana x pulurci la bocca.
      😘

      • Laura ha detto:

        Shera siamo alla fine di febbraio, la primavera e’ vicina, pensiamo almeno a questo, anche il mio umore soffre la pioggia! Buona la tua cenetta, noi polpettiamo con delle patate al timo, pere sciroppate, 🙂 baci cara, ❤

      • Laura ha detto:

        Ecco la ricetta, io non l’ho ancora provata ma mi sembra molto buona, e’ come un budino di riso.

        Ingredienti:
        500 gr di Pasta frolla
        200 gr di Crema pasticcera
        mezzo litro di Latte intero
        150 gr di Riso Arborio
        80 gr di Zucchero
        15 gr di Burro chiarificato
        1 Uovo
        50 gr di Farina
        1/2 cucchiaio da tè di Lievito per dolci

        Mettere a bollire il latte con una piccola scorza di limone, lo zucchero e il burro; quando staccherà il bollore aggiungere il riso e lasciare cuocere piano, a fiamma bassa, girando di tanto in tanto, fino a che il liquido sarà completamente assorbito. Spegnere, rimuovere la scorza di limone e lasciarlo raffreddare. Una volta freddo aggiungere il tuorlo, la farina, il lievito e la chiara montata a neve ben ferma. Aggiungere la crema pasticcera alla crema di riso e mescolare. Stendiamo la frolla in uno strato sottile e foderiamo degli stampi da muffin imburrati e infarinati; ritagliamo l’eccedenza di pasta. Versiamo la crema ottenuta nei pirottini di frolla riempiendo fino all’orlo e mettere a cuocere in forno caldo a 200°C per circa 25 minuti. Tu puoi fare le barchette invece dei cestini con la frolla, baci cara, buon weekend, ❤ ❤ ❤

  3. Cix79 ha detto:

    Mi piace leggere di gente che riflette e discute su questi temi così importanti. Spesso si fa l’errore di credere che quello che è successo è una cosa lontana, una cosa che non ci riguarda; invece sono proprio queste le cose che dovrebbero farci indignare, che dovrebbero smuoverci perchè in realtà riguardano noi!

    Cixringraziasheraperilpost

    • sherazade ha detto:

      Un senso, nel nostro piccolissimo spazio (che io non vorrei in nessun caso maggiore) e proprio quello di scambiarci senza paludamenti pensieri, informazioni, ricette o qualsiasi altra cosa e scoprire che in fondo tutto appartiene a tutti noi.

      sheralafamefalanguirelaparola 🙂

      • Cix79 ha detto:

        Mi hai fatto anche cercare il significato della parola paludamenti che entro 1 ora dimenticherò.. 😀

        • sherazade ha detto:

          maddai non è poi così antica! Non lo sono neppure io 😉 è un ricordo dei racconti di cappa e spada perchè ero un maschiaccio e leggevo Dumas e tutta la saga dei moschettieri ma anche della Roma dei Cesari e dei gladiatori …

          sherassociapaludamentiammèeteliricorderaixsemprehaimè

  4. Elena ha detto:

    Belle parole! Sai che di De Luca ho letto molto poco :-(. Il pezzo è splendido, grazie per averlo condiviso!

    • sherazade ha detto:

      Elena c’è, per me , un altro libretto di De Luca molto emozionante, quasi da ‘ragazzi’ ed è Il peso della farfalla. Sappimi dire, te ne innamorerai e sopratutto se quel pubblico ministero avesse letto questi due piccoli romanzi avrebbe capito chi è il ‘sabotatore’ Erri De Luca.

      sheramasisalagiustiziaèdeabendata

  5. manutenzionepiscina ha detto:

    Bellissimo quello che hai scritto! Mi piace molto Erri De Luca. Buona serata. Annalisa

  6. Ma Bohème ha detto:

    Ciao Shera,
    ho scritto anch’io un post su De Luca, un autore che mi ha sempre affascinato per la poesia del suo linguaggio e la capacità di creare un mondo oltre le nefandezze del reale.
    Ho seguito la vicenda dell’accusa per istigazione a delinquere, ho letto il suo ultimo libro “La parola contraria”. Senza entrare nel merito della questione Tav né in discorsi politici, ammetto che mi ha un po’ deluso non per la sacrosanta rivendicazione al diritto di opinione e di parola, ma per la valutazione a mio avviso superficiale del lettore a cui si sta rivolgendo. Un’analisi, la mia, esclusivamente di carattere linguistico-letterario. Da un maestro della parola come lui sono rimasta sorpresa.
    Buona serata 🙂
    Primula
    p.s. Tra gli altri “Il turno di notte lo fanno le stelle” è davvero poesia. Ecco perché ora mi stupisco.

    • sherazade ha detto:

      Ma Boème
      Non desidero entrare nella questione politica della TAV controversa e contorta.
      Mi era venuta voglia di condividere il mio interesse e le sensazioni che mi suscitano molti scritti di De Luca.
      Un linguaggio semplice che arriva come un uppercut.
      Passerò con piacere a leggerti.
      Sherabientot 🌹🍀

  7. tramedipensieri ha detto:

    Mi piace..una bella persona. Il suo pensiero non fa una grinza, la sua determinazione gli rende merito.

    Buona serata
    .marta

  8. Rebecca Antolini ha detto:

    Non ho mai letto De Luca, ma la mia felicità lo trovo nelle piccole cose della vita… anche se ho paura che prima o poi spariscono anche le piccole cose…

    ti abbraccio Pif

    • sherazade ha detto:

      Pif no, la tua nota saggezza dovrebbe dirti di vivete pienamente “le piccole cose ” senza ansia. Domani ? Domani vedremo, è un altro giorno come recitava Rossella in Via col vento.
      Abbraccissimo Shera

      • Rebecca Antolini ha detto:

        .. dovrei spesso dire “domani” vedoremo domani… ma io sono sempre in ansia per il futuro… e più forte di me…

  9. tiZ ha detto:

    prendo nota del testo bella shera, riguardo la libertà di parola credo non vada mai confusa con l’offesa .

  10. Georges 2679 ha detto:

    Bonne soirée…Bisous

  11. domeniconardozza ha detto:

    il gusto della bellezza! grazie per questo scritto… 🙂

  12. …. ma la felicità esiste? o esiste un accontentarsi di quello che si ha, che a volte è già più di quanto possiamo meritare dalla vita? … buonanotte… vieni a trovarmi? bellissimo blog!!!

    • sherazade ha detto:

      Credo che la felicità esista in forme e percezioni nn classificabili. Attimi che sembrano punture di spillo? Eternità?
      Accontentarsi è un termine che nn mi piace. Direi, meglio, apprezzare e preservare quello che si ha.
      Sherabientot🌷🍀🌹

  13. giselzitrone ha detto:

    Einen glücklichen Donnerstag wieder so schön geschrieben ja der Krieg ist was schlimmes besonders für die Kinder so etwas dürfte es nicht geben .Wünsche dir noch einen glücklichen Tag liebe Grüße und Freundschaft Gislind

  14. il barman del club ha detto:

    purtroppo l’Italia è oltre l’ottantesimo posto come libertà di stampa, e questo lascia percepire di come sono assoggettati coloro che, scrivendo per divulgare la verità, spesso ci scrivono il contrario. Gli esperti dicono che tutte le alterazioni della Storia non vengono fatte con la menzogna, ma bensì con l’omissione: basta solamente non parlare e il gioco è fatto. Ora, la storia personale di Erri De Luca (che è uno scrittore che stimo, soprattutto per la poesia che trasmette con i suoi romanzi, e quello che hai citato ne è la splendida conferma), probabilmente avrebbe bisogno di una discussione più ampia, in relazione alla sua frase, ma il concetto è proprio tutto sulla “parola”: e la frase intera? cosa ha detto veramente? Ci sono delle sovrapposizioni del “potere” le quali non lasciano spazio di parola al cittadino, eterno succube di una classe politica corrotta e corruttibile, ricattata e ricattabile, in un territorio devastato da sperperi immensi. Per questo motivo le “frasi” o anche le “parole” andrebbero considerato in tutto il suo insieme di significati, soprattutto per chi ha il coraggio di esporsi all’interno di una cerchia d’intellettuali sempre abituati a fare i leccaculi.
    Scusa se mi sono lasciato andare, mentre il tuo post è intriso di una poesia sublime, delicata e forte nello stesso tempo, bellissima da gustare in tutti i suoi risvolti umani e letterari. Potrei dire che ti voglio bene, ma sarei banale, e allora ti ringrazio per averci dato un po’ di quella dolcezza che in queste giornate invernali fanno proprio bene !!!

    • sherazade ha detto:

      Ma che bello Barman questo tuo intervento. Ben venga la lunghezza che ti ha rubato tempo, immagino, a una bella giornata di sole.
      Omettere, tacere sono atti peggiori della mistificazione perchè lascia il dubbio e la possibilità di infiocchettare a piacimento l’una o l’altra o l’altra ancora versione che meglio ci rappresenta.
      De Luca ha parlato nettamente di ‘sabotaggio’, di ‘parola contraria’ e per questo perseguibile in quanto tale.
      Ritiene che il giudice Caselli abbia notevolmente esagerato ma che cmq lui si schiera senza riserva con i no-Tav.

      ti/ Vi lascio un link con l’intervista a Erri De Luca interessante e,insomma, chapeau.

      http://www.huffingtonpost.it/2015/01/06/erri-de-luca-processo_n_6421984.html

      sherancheilbenevolereilbenehaunsuoperchè 🙂

      • il barman del club ha detto:

        certo, ma quello che sottolinea è che lui ha il diritto di dire il suo parere, anche in base all’interpretazione di una “parola”, proprio perché siamo sempre succubi delle multinazionali e di tutto ciò che ne consegue… ma rischierei a questo punto di portare il tema in questione su discussioni che esulano dal tuo bel post a allora fermiamoci qui. In fondo, Emily Dickinson diceva che la “parola”, appena pronunciata, proprio in quel momento incomincia a vivere. E se per De Luca, ironicamente, un’eventuale condanna la potrà considerare un premio letterario al suo modo di agire (non ho indagato, ma mi sembra che non gli abbiano mai attribuito un premio), per noi la tua parola pronunciata: “F-e-l-i-c-i-t-à” è ciò che di più bello possiamo conservare nel cuore…

        • sherazade ha detto:

          Lasciando De Luca ai suoi problemi con la giustizia penale(!!!)
          Roma al meglio nel sole ed io a sally….diversamente bellissime nel sole.
          Mentre voi lassù sul lago dorato che dite?

          sheradessoteatime&tea42

      • sherazade ha detto:

        Oggi 1 marzo leggo :”tregua armata nel Pd. Cuperlo : nessun sabotaggio “.
        La sx dà pensava forse All ‘eventualità di fare ‘saltare ‘ in aria il Partito.
        Sheracampanedelladomenica🐶🌹🍀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...