Crisi (anche) dei consumi

La crisi economica non cessa di prendere prepotentemente la scena, ancora lontano il Sunset boulevard, e gran parte degli italiani cominciano ad accusare la difficoltà di mettere insieme il pranzo con la cena. Difficoltà confermata dalla caduta libera dei consumi alimentari.
Lo stesso Istat ha diffuso dati davvero scoraggianti sulle vendite: ipermercati e discount subiscono un meno 2,3% mentre per la piccola distribuzione il calo è del 3,8%.
Poco male (si fa per dire) il risvolto positivo è che si accorceranno le attese alle casse il sabato mattina e gli scaffali saranno belli ordinati e terribilmente invitanti, come canta il mio ‘mito’ the Boss.

“C’è un mondo meraviglioso
dove tutto quel che desideri
e ogni cosa che hai sognato
è sulla punta delle tue dita
dove il gusto dolce amaro della vita
è sulle tue labbra
dove corsie su corsie di sogni ti aspettano
e la fresca promessa della gioia riempie l’aria
alla fine d’ogni giorno di lavoro è li ad aspettarti