To be or not to be

Noi donne, quelle vagamente fortunate, forse un po’ meno oggi, abbiamo una via di fuga quando ci sentiamo insoddisfatte, non tanto di noi quanto di quel fottutissimo mondo che troppo spesso ci fa sentire inadeguate. Inadeguate le più emancipate perchè quelle inutili o petulanti c’è sempre un modo per zittirle.
Ma gli uomini? io parlo per me, adesso.
A me succede raramente non tanto perchè io mi senta immune quanto piuttosto che l’avere avuto da subito un interlocutore importante quale soltanto un figlio può essere mi ha allontanata da tutta una serie di sovrastrutture inutili alla sopravvivenza (e aggiungerei al benessere) del mio nucleo.

Allora cosa voglio dire? Intanto comunicarvi che per un momento non ben quantificato ho alcune cose mie da verificare e risolvere, che Word Press mi ha comunicato i primi 500 followers e che questo mi fa sentire sotto pressione perchè ben oltre una ristretta cerchia (niente cerchi magici di funesta memoria) mi sento il ‘dovere’ di leggere e ricambiare. Non sono la tipa dei ‘Like’ , sono troppo rigorosa per farl e questo mi fa sentire un po’ in affanno, sopratutto in questi ultimi tempi, perchè oltre al lavoro, viaggi inclusi, al volontariato, alle quotidiane passeggiate al parco con Sally, alla palestra, all’occuparmi dell’andamento della casa, alla mia vita affettiva e di relazioni last but not least al blog, ho molto rallentato il piacere massimo della lettura perchè arrivo all’una di notte e mi servirebbero almeno un altro paio d’ore.

La via di fuga?
I capelli! Una nuova me che rilassandosi trovi anche un rinnovamento e perchè no anche quel non so che di odiosissimo da sentirsi dire oltre i cinquanta : ” Stai benissimo! Sei ringiovanita di dieci anni!”

E qui mi serve il vostro consiglio spassionato partendo da questa istantanea di qualche giorno fa:

oggi

Passando a questo taglio di circa tre anni orsono…

capellicorti

capellicorti2

E in rapida successione

capelli rossi

per ritornare

capelli mechati

e poi di nuovo lunghi e ancor più biondi

biondilunghi

Cosa dovrei fare?  Avete cinque giorni lavorativi senno’ faccio di…

testa mia;

Vogliatemi bene e tenetemi nei vostri pensieri, quali che siano 😉

sherabellaeunpocosconsolata