Va pensiero

Eccomi. Devo scrivere mi dicevo oggi.

Ho tanti pensieri che mi frullano per la testa purtroppo  forieri di tristezza e di uno scoramento che sbiadisce ogni positività che vada oltre ad un sentire molto personale che passa attraverso la mia rosa sbocciata a onorare la prima bella giornata di un’ottobrata romana che si prospetta luminosa

bocciolo

vissuta, ora, con la  sensazione di piacevolezza che mi da il mio corpo dopo un’ora di palestra e una doccia ‘caciarona’ tra donne niente affatto modelle…

Di cosa potrei scrivere?  ecco che mi arriva l’avviso della pubblicazione di un amico, non un follower  o un amico  tanto  per.      Ricchezze inaspettate che riserva il web quando di crea empatia anche attraverso un aggettivo o una sola virgola messa al posto giusto come un buffetto sulla guancia.

Ovunque uomini orchi, violenti e prevaricatori, protagonisti negativi,  spesso fanno ombra a tutti quegli uomini sensibili e generosi che incrociamo in mille occasioni. Potrebbero non essere ‘giusti’ per noi ma nulla leva alla loro onestà,  alla generosità di sentimenti.

Ed è leggendo questo amico che non ho trovato più nulla da dire e mi sono guardata bene dal buttar giù qualcosa che non fosse (sia?) un ringraziamento a tutti voi per la serenità che mi procura l’idea che silenziosamente tanti mani amiche in qualche momento e chissà da dove  mi ticchettino un saluto, mi regalino l’inaspettata condivisione dei loro pensieri e delle loro passioni.

Teniamoci strettistretti.    Un abbraccio circolare per voi.

camelia

amorosa-one-sally

Foto sherazade – Rosa e camelia rosa del mio giardino, Sally del mio cuore

L’amico di cui parlo è il Barman e lo trovate  qui :  https://antoniobianchetti.wordpress.com

Annunci

‘Mi piace’ no grazie!

Dite pure quel che vi pare, pensatela nei modi più diversi e, magari , illuminatemi ma a me quel ‘Mi piace’ che ormai imperversa ad ogni pensiero, ad ogni azione, che trovi spazio sul web, NON ‘Mi piace’ affatto.
Quello che vorrei chiedervi è pochi secondi in più per commentarli, sempre che vi piacciano davvero e non si tratti di una visita di cortesia, un tastino che certifica un passaggio perché a dirla tutta a volte mi viene anche da pensare malignamente che in effetti quello che ho scritto non interessi affatto, che non sia stato letto, ma che attestare la propria presenza sia una gentilezza un po’ dovuta da ritornare. Una sorta di Do ut des edulcorato ma sterile.
Recentemente, in messaggio privato, un blogger mi ha confessato che a lui questa opzione serve per valutare l’appeal di quel che scrive, il numero di ‘passaggi’ da incentivare in un tourbillon di ‘Mi piace’ impazziti.
Su Splinder questa opzione salva presenza non c’era e le cose andavano molto meglio con un dialogo che si snodava tra i lettori.
Sarò io? Ma quando all’ennesimo  ‘Mi piace’ vengo informata dal solerte WP che ne ho raggranellati 10 -20 – 30, a me viene da dire ‘ecchisene’ e ancora ‘Possibile che a quasi nessuno sorga un pensiero uguale o contrapposto?’
‘Mi piace’, NO grazie e..senza rancore 🙂