una rosa nella mia bocca (estate)

Non ci sono più,  anima altrove,  ‘dovrei fare’ e non faccio.

Poco importa il mio compleanno  che s’avvicina,  nessuna saggezza ad avvilire  il languore malandrino dell’estate,  il corpo libero, pitone che si srotola verso la luna e col poco di vento arrivano piccoli brividi.

fiori

(foto sherazade Estate  2016)

Mi adagio su di te

Calo il corpo

Sfiorandoti le labbra. . .

Una rosa nella mia bocca

Nella tua il profumo di essa

Pausa estiva?

Ebbene sì ma sono troppo egocentrica per non chiedervi di passare e farmi gli

Auguri  il 21 luglio:

gli anni sono molti e molti dovranno esseri i vostri abbracci a confortarmi!

A voi il mio pensiero affettuoso  da un po’ qui e un po’ là.

P.s:  Vi lascio con piccola perla  consegnataci da Jacques Prévert:

‘Bisognerebbe essere felici non fosse altro che per dare l’esempio’.

e adesso tango!

Insieme a lezione di Tango

“Tango è camminare elegantemente abbracciati. Servono mesi di lavoro perché l’abbraccio diventi uno strumento fisico di comunicazione tra i corpi: l’abbraccio è la dimensione centrale del tango argentino è ciò che lo distingue da tutti gli altri balli.

Danza di coppia, che parte da una “grammatica” appresa e condivisa, una interazione tra corpo-emozioni-mente. Una sorta di codice di comunicazione non verbale che muta in metafora della relazione con l’altro attraverso il proprio equilibrio e la capacità di ascolto.

E’ attraverso l’abbraccio che viene trasmessa l’indicazione sulla direzione, sulle figure, sul ritmo.

Con l’abbraccio il partner guida nella danza la sua compagna e, attraverso di esso, lei sente, legge e reinterpreta la storia che lui, improvvisando nella musica, sta raccontando.”

Tango! splendida metafora d’amore. Voglio il mio Tango., il mio abbraccio tangoso.

Prenotazione gradita.

ps questo video è tratto da un film…quale? con un Antonio che (s)Banderas tutta la sua macha bellezza, certo anche la biondina…
La musica è del grande compositore Astor Piazzolla