stolpersteine

“Stolpersteine” ovvero le pietre d’inciampo.
Dal 1995 l’artista tedesco Gunter Demnig, installa delle pietre della memoria, della dimensione di un sampietrino, su cui è posta una targa d’ottone con un nome per ricordare i caduti del nazzi-fascismo. L’iniziativa è partita a Colonia e sono ad oggi state installate 50.000 pietre d’inciampo in tutta Europa. L’obiettivo di questo artista è collocare un sampietrino per ogni vittima della deportazione.

Nel 2012 alcune delle pietre d’inciampo sono state installate nel popolare Rione Monti a Roma in Via della Madonna dei Monti e in Via Urbana.

Oggi il 10 dicembre dovrebbe essere ricordato, posto alla cima dei nostri pensieri, come la Giornata mondiale dei diritti umani.

Già! ma non bisognerebbe ricordarsi di essere ‘umani’ consapevoli, compassionevoli, gli uni verso gli altri tutti i giorni dell’anno?

E allora questo sarebbe il giorno nel quale fare un esame di coscienza e domandarci che cosa abbiamo fatto noi – singolarmente – per dare umanità al nostro quotidiano in un momento in cui, almeno io, mi sento accerchiata e nello stesso tempo estranea a quanto, il molto, che mi circonda.

Avere rubato durante la notte alcune pietre dell’ inciampo, una ennesima violenza alle vittime ebree, è una cosa obrobriosa sia che sia stata una bravata sia che vi fosse un ‘nascosto’ messaggio intimidatorio fomentato da una politica brutale e disUMANA.

Il mio albero di Natale e di fronte a me. Il riverbero luminoso delle sue luci intermittenti mi ricordano che sono qui a scrivere quasi a pontificare…eppure avrò bene il diritto, il mio diritto umano, di essere molto triste?
auschwitz1
20181209_205628
Teniamoci più che mai strettistretti anzi strettissimi 🌲🌲🌲🌷🌿

Annunci

Love is in the air part 2

Può succedere che per non soccombere al fardello della realtà si sconfini nell’irrazionale?

Un paio di settimane fa mio fratello mi raccontò che Achille  https://sherazade2011.wordpress.com/2017/01/13/love-is-in-the-air/    in tutta la sua esuberanza, visto un altro cane, lo aveva strattonato violentemente tanto da fargli uscire un’imprecazione.

Perdurando il dolore e andato dal medico di base;  questi gli ha consigliato una lastra e dopo la lastra una ecografia e poiché sul rene si evidenziava una massa scura come un temporale  subito un total body.

Bisogna operare immediatamente, ai primi della prossima settimana.

Il male tacendo stava appropriandosi del rene dx ma si è  arrivati in tempo grazie a quel violento strattone che ha causato  uno strappo muscolare e indotto  F. a farsi vedere.

Ecco perché, forse per molti scioccamente, io dico che Achille non è arrivato per caso e , insisto, non è  un caso che dai 12 anni  in su F. sia cresciuto con una pastore belga talmente dolce e protettiva, l’ombra di mia mamma tanto da diventare, lei, Nonna Lalla

Possiamo (anche) dire che il bene chiama il bene e che il bene è circolare e  che Achille, a sua insaputa,  ha restituito in dose massiccia e insperata l’amore con cui era stato salvato nel parcheggio del supermercato in luglio.

Possiamo (anche) non credere a questi eventi o  essere scettici e diffidenti. Le cose accadranno ugualmente, anche se la consapevolezza al  riguardo sarà diversa.

Io continuerò a pensare che la mano protettiva di nostra madre ha fatto sì che Achille arrivasse per salvare la vita, oggi, del suo figlio più piccolo.

Love is in the air.