le tre ghinee

“Il modo migliore per aiutarvi a prevenire la guerra non è di ripetere le vostre parole e seguire i vostri metodi, ma di trovare nuove parole e inventare nuovi metodi. Non è di entrare nella vostra associazione, ma di rimanere fuori pur condividendone il fine.
E il fine è il medesimo: affermare il diritto di tutti – di tutti gli uomini e di tutte le donne – a vedere nella propria persona i grandi principi della
Giustizia, della
Uguaglianza e della
Libertà”.
Le tre ghinee,Virginia Woolf

hallo look at me
La diversità non può fare paura!
Sally e Rufus al parco.

Una Pasqua serena a tutti voi mentre ci teniamo strettistretti anzi strettissimi 🌹💙

Annunci

tra presente e passato

Molta genuina allegria ieri nella nostra non numerosa famiglia: il quarto compleanno di Alessiuccia di cui io sono la bis zia, non so se si dica così.
C’era anche Virginia la nipotina figlia di mio fratello che quest’anno è in prima media e molto eccitata perché per il ponte del primo maggio con la scuola faranno una gita a…Parigi, così come ricordo fu per mio figlio.
Parigi è nella nostra cultura, il suo fascino bohemien ha incantato e stimolato artisti e innamorati di tutto il mondo. Come non ricordare il romanzo Notre Dame de Paris di Victor Hugo oppure il film deglu anni ’50 Il gobbo di Notre Dame?
In stile gotico, la cattedrale fu costruita tra il 1163 e il 1344. Una meraviglia!
Mentre scrivo la cattedrale sta andando a fuoco e una guglia è già crollata come parte del tetto: non a opera di attentatori, almeno dal punto di vista della sicurezza questa ipotesi è stata scartata; vi erano invece dei lavori di ristrutturazione in corso da qualche giorno e qualcosa è andato storto. Molto storto.

Notre Dame
(foto la7)

“Non sono gli eventi ma il nostro punto di vista riguardante gli eventi che è il fattore determinante.”

notte
(foto Sherazade, Sally)

Ora Io non so il vostro punto di vista ma le immagini che stanno scorrendo le sto vivendo con grande angoscia, e neppure è la prima volta , perché in questo nuovo millennio che avrebbe dovuto essere foriero di grandi novità (e lo é anche stato), io vedo sgretolarsi tra guerre e indifferenza un mondo che ha dato connotazione al nostro passato.

Teniamoci strettistretti più che mai 🖤

P.S. leggendo oggi i vari blog sull’argomento vi segnalo quello di un amico di Bilbao che ha saputo descrivere tanto bene senza ricorrere a Wikipedia la storia della Cattedrale di Notre Dame:

https://carmacfoto.blog/2019/04/16/paris-ince

Roses are red (my love)

La ‘mia’ prima rosa per voi.

“Cosa c’è in un nome?
Ciò che chiamiamo Rosa anche con un altro nome serberebbe pur sempre lo stesso profumo”

 

 

 

 

Shera&SallyTeniamocistrettistrettianzistrettissimi

parole (e anche pensieri)

Ghiaccio bollente

sapore di  bacio

nel buio

disinnescata cornucopia

incontenibili emozioni

anima danneggiata

gabbia  oscillante

finestra schiusa

parapendio

volteggiare

massimo inganno

logora gioia

muta

piuma in piombo

illusione

vorticosamente

(angelo mio)

caduto

piangi rugiade.

Te
amo.

La prima camelia (foto sherazade)

Buon fine settimana. Teniamoci strettistrettissimi

Aprile (oggi piove sabbia)

 

(mi affido al vento ai profumi del tempo
agli umori delle stagioni a meridione
pensieri leggeri si uniscono alle resine dei pini
al silenzio lontano delle nuvole)

Un abbraccio circolare

Cartoline da un passato non troppo remoto

 

 

Ai tempi in cui i telefoni cellulari pesavano come incudini e internet era agli albori…parlo solo della fine del secolo scorso (!), era un po’ un dovere per famigliari e amici che partivano mandarmi cartoline che mi regalassero un pezzetto delle loro emozionI.

I moderni MMS – che giungono in tempo reale – anche loro ricchi di colore e sentimentI non sono la stessa cosa: finisco di cancellarli  per memoria piena, li smarrisco con l’ennesimo cellulare che mi rubano…insomma,  ricevo molte meno cartoline.

Gli amici, scelti a caso come i numeri di una lotteria, e  che leggerete (se vi va, non è detto), ci sono ancora tutti:  impigriti mandano MMS, tanti.

All’appello manca quella pazzerella  della mia mamma che  gioca a rimpiattino tra i miei pensieri, e tra nuvole e sole mi guarda sorniona.

 

 

Copenhagen

Sirenetta a Sirenetta…Baci mamma

Ps il viaggio vale la pena, lo rifaremo insieme

 

Venezia

Bellissima domenica di sole. La passerò in treno tornando a Salzburg,

Occhi chiusi a rinnovare sensazioni che occupano i pensieri e  (già) i ricordi.

Lontana e vaga..

 ci ritroveremo a sentirci e a leggerci? A.

 

Emerald Buddah

Ai tre Buddah: smeraldo, sdraiato e d’oro, ho chiesto per te tutto ciò che tu potresti desiderare e quindi aspettati da loro, in avvenire, cose meravigliose!

Da parte mia sempre amicizia e affetto con un bacio a pizzichino. L.

 

Alexander Calder – Louisiana open museum

Grazie per il preziosissimo consiglio, il Louisiana  non è soltanto uno splendido museo ma un posto fantastico vivere! Un bacio I.

 

Marblehead, Massachusttes

Cara rirì,  sto molto meglio ma non mi sento ancora me stessa. Sono pigra, svogliata e non riesco a godere al meglio questi posti che amo tanto. Speriamo che passi. Mi auguro che tu stia bene. La vita per noi ha sempre avuto accadimenti paralleli. Mi farò sentire appena tornerò a Roma a fine ottobre. Ti abbraccio con affetto A.

 1144101_m

Bergamo alta

Carissima, ti ringrazio per la disponibilità e l’accoglienza che mi avete riservato a Sperlonga. Il mese di agosto è stato per me particolarmente difficile. La tua vicinanza è stata un caldo abbraccio e con te ho riscoperto la forza del sorriso. Un abbraccio mentre ti aspetto da me. G.

 

maison-d-ernest-hemingway

S.Francisco de Paula, Cuba – Museo Ernest Hemingway

“Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella corrente del golfo ed erano ottantaquattro giorni che non prendeva un pesce. Nei primi giorni lo aveva accompagnato un ragazzo…”  Baci F.

 

 

Stoccolma

Non mi dire che non è una cartolina proprio con i fiocchi! Enorme e tutta per te. Tutti per te anche i baci, ma siccome sono proprio tanti tanti, qualcuno ne potrai anche offrire purchè ben indirizzato.

Per i saluti  puoi essere di manica larga, no? D.

 06

Oaxaca, Messico

Mia cara,  da infinita lontananza ti penso sempre con tenerezza e nostalgia. Brindiamo a questo anno mascalzone che se ne va (1999) perché ci sia più propizio il futuro. P

 

Reykjavick, Islanda

Cosa c’entri con l’Islanda resta un mistero ma tant’è.. Tanti baci, tuo fratello

: /  :

(Nota – Alcune cartoline non sono le originali e sono state riprese dal Web)