Una primavera a Granada

 

 

Ci sono, poi, uomini che quasi certamente non incontrerai più nella tua vita e che ti rimangono nel cuore perché in un giorno di contagiosa allegria, in cui tutto era stato possibile, anche ballare il flamenco sulle stesse tavole della cueva, piccola e angusta, dove  María La Canastera era regina indiscussa, e tu sentivi la stretta della sua mano mentre nell’altra tenevi il tovagliolo di carta su cui lui aveva scarabocchiato per te poche rime:

.

Tu risa

es

como la fe

justifica

todos mis dogmas

de amor.

Quando

tù ries

yo creo

que

estoy

vivo.

 

Andalusia: viaggiamo con (il) gusto

 

.

Il Gazpacho, piatto estivo dell’Andalusia, diffuso ormai anche da noi in Italia grazie al successo avuto con i turisti, è una  zuppa fredda, ricca di sali minerali e vitamine, preparata con  verdure crude frullate.

Ha origini contadine e dunque si utilizzano prodotti tipici dell’estate ‘mediterranea’.  

La caratteristica principale del Gazpacho è  la grande sensazione di freschezza che si ha nel gustarlo; per questo a volte alla preparazione vengono aggiunti anche cubetti di ghiaccio.

 

Ingredienti per 4 persone:

800 g. di pomodori rossi, 100 g. di mollica di pane raffermo, 1 cipolla rossa, 1 spicchio di aglio, 1 cetriolo, 1 peperone, aceto di vino bianco, olio extra vergine di oliva . pepe, sale.

Fare ammollare il pane raffermo in acqua aromatizzata con un po’ di aceto.
Pelare a crudo i  pomodori rossi, tagliarli in quarti e privarli dei semi. Mondare il cetriolo, il peperone, la cipolla e tagliare tutto a pezzi grossolani. Frullare il pomodoro assieme al pane e a tutte le verdure. Condire con un filo di olio, salare, pepare, aggiustare di aceto e lasciare riposare in frigo per almeno tre ore.  

Nei ristoranti spagnoli il Gazpacho viene presentato guarnito o contornato da ciotoline contenenti piccoli cubetti di pane fritto (o tostato), uovo sodo, ancora cetrioli e peperoni: nulla vieta che lo si faccia anche a casa.

Eee…da parte vostra cosa suggerite di fresco e appetitoso?

.,