noi donne ~ 25 novembre

 Laura Sabbadini ex dirigente  responsabile  del Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali dell’Istat, all’interno di una intervista risponde così alla domanda :

“Cosa risponde a coloro che obiettano che gli uomini vengono comunque uccisi in misura maggiore delle donne?”

“Che è vero e non solo in Italia. Ma gli uomini vengono uccisi da altri uomini per motivi differenti, spesso per criminalità organizzata. Le donne, invece, vengono uccise in quanto donne, mogli, fidanzate, ex compagne. Per contro la percentuale di uomini uccisi dalle loro compagne o ex compagne è bassissima. Per questo dobbiamo parlare di un fenomeno fortemente connotato e strutturale che trae le sue origini dallo squilibrio nei rapporti di genere.”

🌻🌷🌼🌺🌸

E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo i baci lenti sulla bocca,
sul collo, sulla pancia, sulla schiena,
i morsi sulle labbra, le mani intrecciate,
e occhi dentro occhi.
Intendo abbracci talmente stretti
da diventare una cosa sola,
corpi incastrati e anime in collisione,
carezze sui graffi, vestiti tolti insieme alle paure,
baci sulle debolezze,
sui segni di una vita.

Alda Merini

20190401_180644

Io me, Sherazade, il figliolo e la cuginetta Michela

Teniamoci strettestretti anzi strettissime ❤

22 thoughts on “noi donne ~ 25 novembre

  1. maxilpoeta ha detto:

    molto vere queste riflessioni in questa giornata così importante dal punto di vista sociale. Io aggiungo anche che una donna ha la dolcezza dalla sua parte e difficilmente penserebbe di uccidere, una donna genera la vita, per questo ha difficoltà a cancellarla..👍👍👍
    Un caro abbraccio, buon wee end..😊😉🤗👍

    • sherazade ha detto:

      Caro Max La tua grande sensibilità tira in the anche un po’ partigiano perché detto Tra noi la lingua delle donne molto spesso ferisce profondamente.
      Però è vero raramente uccidono…
      Abbraccio forte 💕

  2. fauquetmichel ha detto:

    Dalle notizie di stampa sembra che sempre più donne vengono uccise e uccise dagli uomini. È triste. Sembra che la donna fosse più rispettata ai vecchi tempi. C’è un’educazione indeboli.
    Abbracio, Sherazade.<3
    Michel

    • sherazade ha detto:

      Carissimo Michel, Non credo proprio che la donna in altri tempi fosse più rispettata anzi. Totale proprietà del marito… Non guardiamo alle donne dell’aristocrazia o dei regnanti m’a alla donna comune trattata come bestia da soma e fattrice. Soltanto nel febbraio del mille novecento quarantasei e le donne hanno acquisito il diritto di votare e di essere elette… Mia nonna fu la prima donna in italia a laurearsi in avvocatura Mà passerà ancora tempo prima di avere una donna medico Chirurgo… Ancora lasciami aggiungere che le donne sono Sotto sottotrattate con una punta di accondiscendenza O di meraviglia Quando riescono a raggiungere incarichi prestigiosi.
      Naturalmente noi parliamo delle società occidentali ma quello che sta succedendo adesso in Iran? Una rivoluzione Iniziata dalla uccisione da parte dei miliziani di una ragazza la cui colpa era di non indossare bene il velo.
      Potrei continuare caro amico, ma preferisco augurarti un sereno weekend❤️💚💙

  3. luisa zambrotta ha detto:

    Che bel post, Shera! ❤️❤️❤️
    … e voi siete bellissimi ❤️❤️❤️

  4. Laura ha detto:

    In quella foto sei di una dolcezza infinita, baci Sherabella ❤ ❤ ❤

  5. giovanna ha detto:

    Che bel quadretto familiare. Un abbraccio mia cara.

  6. Paola Bortolani ha detto:

    Cara Shera, non potevi scegliere parole più giuste e più vere. Alda Merini, poi, è sempre così … tra noi. Grazie 🙂 Stretissimissimi

  7. bernard25 ha detto:

    Bonjour SHERAZADE belle photo de votre enfance un petit passage par chez toi
    Agréable Journée
    A Toi qui marches sur la route de ta destinée ! Ce jour est comme un pas de plus que tu fais vers toi-même.
    Tire de ces prochaines 24 heures une leçon de vie, un enseignement de l’existence pour devenir le meilleur de Toi-même
    Bise amicale Bernard
    Avec beaucoup d’avance je te souhaite d’agréable fêtes de fin d’année en famille
    AMOUR SINCERITE BONHEUR ARGENT ET LE PLUS IMPORTANT LA SANTE

  8. Caterina Milanesio ha detto:

    Hai ragione. Le donne, anche in passato, sono sempre state poco considerate dagli uomini. Le donne del passato però non osavano ribellarsi, non lasciavano i mariti perché non avrebbero saputo come mantenersi, accettavano più facilmente le angherie degli uomini perché erano state educate a sopportare….oggi cercano l’indipendenza, la libertà e il rispetto e per questo vengono uccise.
    Che bella la foto di te, tuo figlio e la cuginetta! Siete tutti molto teneri! Un bellissimo ricordo, grazie per averlo condiviso con noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...