La Rondine (*) in cucina

(*) Rondine il nome di mia madre
.
Vola libera e felice, aldilà dei compleanni, 
in un tempo senza fine, nel per sempre.
.

Ero già grande, prima autonoma e successivamente madre  ma ogni qual volta andavamo a cena da mia madre e lei ci chiedeva cosa volessimo mangiare la risposta immancabilmente era   : “Gli gnocchi!”

Mia madre non era una cuoca di quelle come vengono propagandate oggi da tante trasmissioni; aveva imparato tardi a cucina per ‘necessità’ ma aveva molto ingegno e soprattutto senza seguire pedissequamente  alcun  ricettario  sapeva  trovare la dose perfetta e aggiungere quel quid che rendeva ogni cosa ‘sua’. Ci ho ripensato  negli anni e quel quid era l’allegria e l’amore con cui ci accoglieva.  Poi magari si discuteva aspramente  ma all’arrivo della sua crostata ogni diatriba finiva.

Ecco!  È mattina ho appena fatto colazione eppure è come se… eppure nessuno sta cucinando.

3 dicembre.

Giovedì gnocchi. I suoi gnocchi, gioco forza,  ho imparato a farli. Un modo per stare ancora insieme. Bando ai sentimentalismi e organizziamoci!

ingredienti per 4 persone

1 kg. di patate farinose;     110 grammi circa di farina bianca;     110 grammi circa di semola di grano duro;     (se non volete usare la semola fate 300 grammi di farina bianca);   1 uovo;     sale q.b.

preparazione

Lavate le patate (mai le novelle poco corpose) e mettetele a cuocere in una casseruola con acqua fredda leggermente salata .
Quando saranno cotte, pelatele e schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate, e ponetele sulla spianatoia o sul piano del tavolo.
Unite l’uovo, regolate di sale ed iniziate ad aggiungere le farine,prima quella bianca, poi quella di semola di grano duro.
Lavorate bene l’impasto fino a renderlo uniforme e liscio;  a questo punto ricavate tanti bastoncino della grandezza di un dito e da questi tanti pezzettini da 2 cm di lunghezza, distribuendoli sulla spianatoia ben infarinata e fate in modo che non si attacchino tra di loro.
Lessate gli gnocchi in acqua bollente,  leggermente salata, cuocendoli per pochi minuti , a mano a mano che vengono a galla toglieteli con il mestolo forato poneteli in una zuppiera  e conditeli senza lesinare il sugo.

Le osterie romane generalmente li serbono con un sugo molto ricco,  spesso  con l’aggiunta di spuntatura di maiale ad insaporirlo. Un po’ grasso ma gustosissimo.

Io preferisco una leggera passata di pomodoro fresco, fatta cuocere max dieci minuti con un mazzetto di odori e  tanto parmigiano (o pecorino).

Oggi è  giovedì ed è  soprattutto il compleanno della mia mamma, dolce e coraggiosa,  sognatrice e determinata, una “ragazza del ’46” che ha portato avanti le lotte e le conquiste delle donne di  cui oggi noi tutte godiamo.

Buon compleanno Mamma ❣

Teniamoci  strettestretti anzi strettissimi!

46 thoughts on “La Rondine (*) in cucina

  1. silviatico ha detto:

    A quest’ora certe ricette mi stimolano certi languorini…
    Gran donna la tua mamma, complimenti per il ricordo bello.

  2. Sephiroth ha detto:

    Auguri a mamma!! ❤️
    Un abbraccio Shera e quando verrò, gnocchi a pranzo!! 😜

  3. giomag59 ha detto:

    Buon compleanno a tua madre, e buon appetito!

  4. Georges 2679 ha detto:

    Bonne et agréable journée. Bisous

  5. Laura ha detto:

    Auguri alla tua bella mamma, gli gnocchi, che buoni, baci cara, ❤

  6. Mando il mio cuore per te e per tua madre❤💕

  7. Paola Bortolani ha detto:

    Anch’io oggi ho pubblicato la ricetta degli gnocchi! Buon compleanno alla tua Rondine 🙂

  8. fauquetmichel ha detto:

    Buon compleanno a tua madre
    Grazie per la ricetta degli gnocchi
    abraccio ❤
    Michel
    ps: ho visto il tuo Jack Russel a sinistra, nelle foto

  9. lauraluna ha detto:

    Dolcissimo il tuo ricordo, aldilà di ogni retorica, come sono tutti i tuoi post.
    Prova a condire gli gnocchi con il pesto alla genovese, non ti pentirai. ❤

  10. fulvialuna1 ha detto:

    Che bello questo ricordo della tua mamma!
    Una donna speciale se sapeva mixare cucina e gioia.
    Ecco io anche personalizzo tutto in cucina, mi attengo poco alle dosi, vado ad occhio.. I gnocchi ad esempio sono il mio forte, in tutte le salse. prima del secondo lokdown ho ne ho preparati per 15 persone…ma mi diverto. (sono romana e l’inverno le spuntature ci stanno tutte)
    Abbraccissimo ❤

    • sherazade ha detto:

      Come mi sarebbe piaciuto essere tra i tuoi 15!!! Io nn sono mai stata brava in cucina ma gli gnocchi che continuano a piacere moltissimo a mio figlio ho imparato a farli e lo ammetto senza spuntature ma con del macinato. Ma spno buoni anche con il gorgonzola che ne dici!?
      Anche a me mancano molto le cene conviviali Chissà quando potremo Timidamente ritornare alla vita che conosciamo. A volte penso che tutto questo sia un incubo o un libro o un film di fantascienza. Aspettiamo il lieto fine.
      Grazie grazie. Abbraccicaricari 🌷❤

  11. Caterina Milanesio ha detto:

    Accipicchia, mi fai proprio venire la voglia di cucinare gli gnocchi! Prima o poi li preparerò. Anche mia madre era molto brava a prepararli ed io la aiutavo spesso ad arrotolare gli gnocchi sulla forchetta.
    Un abbraccio!

    katherine https://viracconto1.blogspot.com

  12. wwayne ha detto:

    A proposito di ristoranti romani, sei mai stata al Mangrovia?

    • sherazade ha detto:

      Sai perché lo conosco?
      sta in una strada, via Milazzo, a pochi passi da stazione Termini e mi è capitato di tornare da fuori Roma e con mio figlio che mi veniva a prendere ci si fermava a cena. Non ci sono mai andata apposta.
      Ciaoooo

  13. SaraTricoli ha detto:

    cito: “ho imparato a farli. Un modo per stare ancora insieme”
    direi che concordo in pieno…
    Anch’io mi cimento in ricette di mia madre per sentirla più vicina, soprattutto ora che abita più lontano e ci vediamo raramente… la sento più vicina e a volte mi riscopro a chiamarla e chiederle consiglio. La immagino sorridere mentre mi spiega i vari passaggi…
    un abbraccio e auguri anche se in super ritardo, sorry

  14. luisa zambrotta ha detto:

    Che ricetta deliziosa e che bel regalo a tua mamma! 💖💖💖

  15. caterina rotondi ha detto:

    Auguri alla mamma coraggiosa che ha dato tanto..abbiamo dato tanto, sono del 47.
    Abbraccione ❤🌹

    • sherazade ha detto:

      Cara cara Caterina io del ’53! E continuo a fare la mia piccola difficile parte. Purtroppo molte giovani ragazze sono soddisfatte di potersi mostrare più o meno vestite, di andare in discoteca, queste le loro battaglie. Si lasciano troppo facilmente condizionale da un contesto sociale chili svilisce senza che se ne accorgano.
      Il discorso è lungo e allora io ti abbraccio e nel frattempo ti sussurro Buon Natale se non ci rivedremo prima🌲🌲🌲❤

  16. 65luna ha detto:

    Auguri alla mamma e auguri di Buone Feste! Teniamoci strettissimi! 65Luna

  17. Chef V. ha detto:

    Gnocchi in inverno in eterno😜👊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...