Nonviolenza

La prima cosa da sapere è che i curdi sono la quarta etnia più grande del Medio Oriente, sono tra 25 e 35 milioni di persone: e non hanno uno Stato, anche se lo vorrebbero. Oggi la gran parte dei curdi è distribuita in cinque paesi – Iraq, Siria, Turchia, Iran e Armenia – ed è musulmana sunnita, ma c’è grande varietà. Non ha molto senso guardare ai curdi come a un blocco monolitico, perché ogni gruppo nazionale ha le sue priorità e i suoi alleati. Quelli che c’entrano con la guerra in Siria sono tre: i curdi turchi, i curdi siriani e i curdi iracheni, che insieme hanno combattuto contro l’ISIS.

pace?!?!?!?!?!
Foto dal Web

“Dobbiamo avere coscienza che abitiamo un immenso cimitero.”

Aldo Capitini,

Aldo Capitini è stato un filosofo, politico, antifascista, ideatore della Marcia per la Pace Perugia-Assisi e da qui la meravigliosa bandiera dietro la quale per ben due volte anche io insieme a 80/100 mila persone ho marciato per i 24 km che separano le due cittadine. Accanto a me grande amico morto prematuramente Tom Benetollo attivista e poi immaginifico presidente dell’Arci di cui ho scritto (autocitazione!)il primo aprile del 2015.

Aldo Capitini fu uno tra i primi in Italia a cogliere e a teorizzare il pensiero nonviolento di Gandhi.

Un sereno fine settimana strettistretti per creare un filo sottile di speranza a circondarci.

20191011_182430

29 thoughts on “Nonviolenza

  1. Sha'Tara ha detto:

    No matter how we feel, or would react emotionally to the growing violence throughout our world, the only answer that, to me, makes any sense is Gandhi’s “satyagraha” or non-violent non cooperation. How many people realize that the place to practice “satyagraha” is first and foremost in one’s mind and heart? If it does not firmly live there, the outside performance means little.
    Tradotto: Non importa come ci sentiamo o reagiremmo emotivamente alla crescente violenza nel nostro mondo, l’unica risposta che, per me, ha senso è la “satyagraha” di Gandhi o la non cooperazione non violenta. Quante persone si rendono conto che il luogo dove praticare il “satyagraha” è innanzitutto nella mente e nel cuore? Se non vive lì, la performance esterna significa poco.

  2. tramedipensieri ha detto:

    Beh devo leggere qualcosa di Capitini allora…non lo conosco

    Comunque ho letto due libri di Pat Patfoort sul costruire e un manuale sulla non violenza
    Molto interessanti

    Quanti popoli oppressi ci sono al mondo… Sarà possibile una convivenza pacifica prima o poi?

    Un abbraccio serale 🤗

  3. giovanna ha detto:

    Buon fine settimana anche a te carissima.

  4. Laura ha detto:

    Pace fra i popoli, solo quello, hai scritto un bel post Shera, bacioni cara a te e Sally dolcissima, buon weekend, ❤

  5. maxilpoeta ha detto:

    qualsiasi guerra è sempre sbagliata, speriamo che se ne rendano conto quanto prima, a questo mondo non abbiamo bisogno di nuovi conflitti, ma di nuove riappacificazioni…
    Buon wek end, un caro abbraccio 😉

  6. Massi Tosto ha detto:

    Sally simbolo di pace

  7. kowkla123 ha detto:

    mache es dir schön gemütlich und lache mal wieder, Klaus

  8. massimolegnani ha detto:

    è un popolo davvero sfortunato, senza santi in paradiso.
    una delle poche cose certe della guerra di siria è che i curdi sono stati determinanti nello sconfiggere l’ISIS (a differenza dei turchi che hanno sempre tenuto un atteggiamento ambiguo). Trump se n’è già scordato e ha tolto i suoi soldati dalla zona lasciando mano libera a Erdogan.
    ml

  9. Georges 2679 ha detto:

    Qu’il est beau Sally. Bonne soirée et excellent dimanche. Bisous

  10. crimson74 ha detto:

    Cara Shera, che gran casino… anche lì ci sono vecchi accordi per uno ‘Stato curdo’ mai applicati per ovvie ragioni (petrolio); lascia comunque abbastanza basiti la tendenza dei curdi a voler ‘annullare’ quelli trai popoli confinanti che ritengono ‘di disturbo’: già successo con gli armeni, oggi è la volta dei turchi… a pensarci, è un popolo ‘bacato’ che nei secoli ha sempre dato problemi, e il brutto è che l’UE l’ha trattato coi guanti per la questione dei profughi; per fortuna che non si è andati avanti con l’idea demenziale (portata avanti purtroppo anche dai Radicali), di fare entrare ‘sti macellai nell’Unione.

    • sherazade ha detto:

      Caro Marcello io posso seguire ma non più di tanto perché vi sono al di là delle grosse problematiche tanti Rivoli che non riesco a evidenziare.

      Ti segnalo una mia lettura “Kobane Dentro” del giornalista IVAN GROZNY (Edizioni COMPASSO) che per una settimana ha vissuto dentro Kobane insieme ai guerriglieri e alle guerrigliere, ha visto dall’interno una delle più incredibili resistenze di questo secolo, a mio avviso.

      BEL sole petfortuna nostra. Buona domenica!

  11. gaberricci ha detto:

    Un’altra cosa da sapere è che è nato in seno al popolo curdo l’esperimento di democrazia e giustizia aperto a tutti che ha sostanzialmente sconfitto l’ISIS, mentre l’Europa nutriva quello stesso Erdogan che cerca di occupare la posizione lasciata libera da quei criminali…

  12. Ernest ha detto:

    sembra che l’uomo continui a non capire e si diriga verso l’autodistruzione

    • sherazade ha detto:

      Purtroppo la storia ci insegna che guerre e carestie non sono state di insegnamento e che comunque l’autodistruzione e comunque ben lontana torneremo credo ad essere popoli trogloditi dimenticando Anzi distruggendo le culture che ci avevano reso umani.
      Grazie molte.
      🌷

  13. bernard25 ha detto:

    BONJOUR AMIE SHERAZADE

    Chaque jour quelque soit l’heure
    J’allume mon ordinateur
    Ce n’est qu’une petite boîte rectangulaire
    Parfois elle me fais râlé
    Parce qu’elle me fait attendre
    Pourtant elle a le cœur tendre
    Elle t’envoie mes courriers
    Sans jamais se fatiguer
    Elle affiche mes mots
    Sans jamais me dire si c’est trop
    Elle transporte mes images
    Qu’elle affiche sur tes pages

    Maintenant encore
    Elle t’envoie un bisou de ma part
    Te souhaite une très très belle journée
    Profite bien
    Bernard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...