come (as u are)

Come as you are, as you were
As I want you to be
As a friend, as a friend
As an known enemy
Take your time, hurry up
The choice is yours, don’t be late
Take a rest as a friend
As an old
Memoria, memoria
Memoria, memoria
Come doused in mud, soaked in bleach
As I want you to be
As a trend, as a friend
As an old
Memoria, memoria
Memoria, memoria
And I swear that I don’t have a gun
No I don’t have a gun
No I don’t have a gun
Memoria, memoria
Memoria, memoria
(No I don’t have a gun)
And I swear that I don’t have a gun
No I don’t have a gun
No I don’t have a gun
No I don’t have a gun
No I don’t have a gun
(Compositori: Kurt Cobain – Nirvana)
20190131_124009

“La durezza di questi tempi non ci deve far perdere la tenerezza dei nostri cuori.”- Che Guevara

E collegandomi alla durezza dell’oggi e a questa frase vi suggerisco una accurata biografia su Che Guevara curata da Paco ignazio Taibo II “Senza perdere la Tenerezza”

Teniamoci strettistretti Anzi strettissimi

Annunci

62 thoughts on “come (as u are)

  1. maxilpoeta ha detto:

    la bella musica non manca mai ad allietare le nostre giornate. 😉 Tempi duri questi, di belle notizie al mondo ce ne sono sempre meno, ma noi amanti della vita e delle cose belle le andiamo a cercare… 😉
    Buon inizio di settimana.

  2. Laura ha detto:

    Baci cara, bella musica e foto stupenda, buon inizio settimana, ❤

  3. gaberricci ha detto:

    Ti faccio i complimenti per il coraggioso consiglio;-).

  4. Massi Tosto ha detto:

    Sai che quest’anno sono stato nella Aberdeen di Come as you are ??? Ciao Shera Cara

  5. Georges 2679 ha detto:

    Quelle magnifique photo…l’Amour des chiens. Bonne journée. Bisous

  6. Enri1968 ha detto:

    Bel libro che ho e che ho letto. Grazie.

  7. tramedipensieri ha detto:

    Buongiorno Shera 🙂
    non perdiamo tenerezza e gentilezza!

  8. il barman del club ha detto:

    se il Che scriveva questo negli anni ’60, allora mi viene da pensare che il mondo non cambierà mai. Per fortuna ci siamo noi che assimiliamo le sue frasi, così come quelle degli uomini migliori che ci hanno creduto…

  9. kowkla123 ha detto:

    ich wünsche dir eine gute Woche mit vielen schönen Momenten

  10. crimson74 ha detto:

    Mi stupisci coi Nirvana… l’amico di Sally? 🙂

  11. giovanna ha detto:

    Buon inizio settimana!

  12. Chef V. ha detto:

    Sempre fantastica e unica la nostra Shera (hai rispolverato un capolavoro del vecchio Kurt)… uno splendido proseguimento di giornata 😉👍

  13. theburningheart ha detto:

    Yes I have heard about the book I should read it. 🙂

  14. luisa zambrotta ha detto:

    Bella canzone e foto tenerissima

  15. Primula ha detto:

    Il brano dei Nirvana capita a fagiolo, come si usa dire. attualissimo.
    Sally si è trovata un bel fustacchione, ma devo avertelo già detto. 😉
    Un fine settimana in pace e armonia, ci sarà possibile?
    Bacetti 🌷

    • sherazade ha detto:

      No I don’t have a gun…
      ma delinquenti di primo pelo avevano appena sparato a un ragazzo con la colpa di trovarsi lì nel momento sbagliato Mentre il governo se la prende con gli immigrati delinquenti ladri e stupratori…
      Baci amica bella. Sally anche oggi in love💚

  16. bernard25 ha detto:

    Bonjour ou bonsoir mon amie Sherazade

    La mélodie du cœur
    Celle que l’on entend qu’une fois et qui nous transporte si loin
    Au delà des nuages et au delà des paysages

    La mélodie du cœur ne s’invente pas elle s’écoute
    Elle est si belle
    La mélodie du cœur
    Elle nous transporte, fait pousser des ailes d’anges dans le dos
    Qu’elle te transporte au paradis là ou tout est éternel
    Que ce weekend à venir soit une explosion de bonheur avec tes proches
    Bonne journée ou belle soirée
    gros bisous
    Bernard

  17. MARGHIAN ha detto:

    Nirvana mi inquietano un po’. Una frase di Cobain era “I hate the world and want to die”, “io odio il mondo e voglio morire”. La qualita’ musicale c’e, ma penso a quanti giovani in crisi hanno ascoltato i testi, parole che galoppavano su queta musica rock. Terribile.

    • sherazade ha detto:

      Ogni giovane ha avuto i suoi idoli e si è immedesimato chi più chi meno nelle loro canzoni.
      Un po’ quello che sta succedendo oggi con la musica degli emergenti trapper…
      sherabbraccicari

      • MARGHIAN ha detto:

        Infatti. Mah, io pur apprezzando (ma alla grande) la parte strumentale (chitarre, batterie, giri di tastiera eccezionali) di questi brani, rock, hard rock, metal eccetera, da ragazzo e anche oggi amavo canzoni sul melodico, sul calmo…un po’ dipende anche dall’indole. Il caso di dire che questa o quella musica, questa o quella poesia, fa vibrare le “corde” di chi ascolta o legge. Tipo Guccini, “nei libri e nei poeti- quindi anche nei cantanti e musicisti- cerchi te”, insomma. O ritrovi te.

  18. MARGHIAN ha detto:

    Shera, sai ceh Che Guevara venne in Sardegna, e anche nel mio paese? Anziani lo dicono. Il suo fu una specie di “pelegrinaggio laico”, perche’ a venti chilometri dal mio paese nacque Gramsci. Ecco perche’ Guevara da studente venne in Sardegna. La nonna materna di Gramsci era del mio paese, e Gramsci nn rimase nel paese vicino al mio ma visse la giovinezza a Ghilarza, comuque non molto distante dal mio paese, solo 30 chilometri . Ho visto la sua casa Natale, ad Ales, e la casa di Ghilarza di Gramsci. Guevara volle conoscere la terra di chi, per lui, fu un maestro, “insieme” con Marx.
    Ciaosheraabbraccio 🙂

    • sherazade ha detto:

      caro Marghian ho letto con grande emozione il tuo racconto di Antonio Gramsci collocato nell’uno o nell’altro paese che tu conosci e dove hanno vissuto i tuoi cari. Proprio così si tramanda la memoria un vero dono da Non disperdere come sono costretti da giorni a fare i pastori sardi con il loro latte.

      sherabbraccicari 😍

      • MARGHIAN ha detto:

        Amo queste memorie. Gli amici, i familiari e in ufficio mi chiamano “la memoria storica”, e mi si chiede per strada talvolta:”questa casa, a chi apparteneva?”. Lavoro poi in un “tempio della memoria” che e’ l’archivio di stato di Oristano. Mi passano in mano fascicoli di chi ha fatto il militare – e di chi purtroppo ci ha perso la vita- nelle due guerre, di soldati nati negli anni ’70 dell’800. Mi passano in mano i registri scolastici con le pagelle, le note, i voti di Gramsci alle elementari di Ghilarza, che ha fatto poi il ginnasio ad Oristano, e lil liceo classico al “Liceo Dettori” di Cagliari ( i registri liceali sono appunto a Cagliari), e per la laurea ha vissuto e studiato a Torino. Ogni tanto facciamo un evento tipo “la domenica delle carte, “le donne ai tempi delle Lettere dal Carcere”, “il ruolo della donna nelle due grandi guerre”, eccetera. Sui pastori sardi mi piange il cuore, ma non so giudicare, dovrei essere nei loro panni. Forse, permettimi la battuta scontatan, a piangere sul latte vbersato sono i primi loro. Ciaosherabbraccissimo 🙂

        Marghian

  19. MARGHIAN ha detto:

    “sai ceh” , oh mado’, mi viene da scriverlo sempre cosi’. “c h e” 🙂

  20. MARGHIAN ha detto:

    “pelegrinaggio” , eppure so che si scrive con due L.. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...