stolpersteine

“Stolpersteine” ovvero le pietre d’inciampo.
Dal 1995 l’artista tedesco Gunter Demnig, installa delle pietre della memoria, della dimensione di un sampietrino, su cui è posta una targa d’ottone con un nome per ricordare i caduti del nazzi-fascismo. L’iniziativa è partita a Colonia e sono ad oggi state installate 50.000 pietre d’inciampo in tutta Europa. L’obiettivo di questo artista è collocare un sampietrino per ogni vittima della deportazione.

Nel 2012 alcune delle pietre d’inciampo sono state installate nel popolare Rione Monti a Roma in Via della Madonna dei Monti e in Via Urbana.

Oggi il 10 dicembre dovrebbe essere ricordato, posto alla cima dei nostri pensieri, come la Giornata mondiale dei diritti umani.

Già! ma non bisognerebbe ricordarsi di essere ‘umani’ consapevoli, compassionevoli, gli uni verso gli altri tutti i giorni dell’anno?

E allora questo sarebbe il giorno nel quale fare un esame di coscienza e domandarci che cosa abbiamo fatto noi – singolarmente – per dare umanità al nostro quotidiano in un momento in cui, almeno io, mi sento accerchiata e nello stesso tempo estranea a quanto, il molto, che mi circonda.

Avere rubato durante la notte alcune pietre dell’ inciampo, una ennesima violenza alle vittime ebree, è una cosa obrobriosa sia che sia stata una bravata sia che vi fosse un ‘nascosto’ messaggio intimidatorio fomentato da una politica brutale e disUMANA.

Il mio albero di Natale e di fronte a me. Il riverbero luminoso delle sue luci intermittenti mi ricordano che sono qui a scrivere quasi a pontificare…eppure avrò bene il diritto, il mio diritto umano, di essere molto triste?
auschwitz1
20181209_205628
Teniamoci più che mai strettistretti anzi strettissimi 🌲🌲🌲🌷🌿

Annunci

64 thoughts on “stolpersteine

  1. tramedipensieri ha detto:

    Teniamoci strettissimi che sin tempi difficili …

  2. tramedipensieri ha detto:

    Buona serata Shera 🌺🌲🌺

  3. Laura ha detto:

    Shera stiamo stretti con tanto affetto, ti abbraccio cara, bacini a Sally, ❤

  4. lauraluna ha detto:

    Una bellissima opera d’arte che con le pietre appunto ha cercato il tentativo di fissare nella nostra memoria collettiva i segni di un passato che non vogliamo si ripeta perché ha significato morte e dolore.

    Il furto di oggi a Roma colpisce entrambe le cose ma fa ancora più male perché oggi, nel 2018, non ci sentiamo per niente al sicuro da ciò che del passato ci fa tanta paura.
    Non so dire altro, se non che mai come ora dobbiamo davvero tenerci strettissimi.

  5. abenteuer50 ha detto:

    a very nice contribution for more tolerance among the people. Thank you .
    love greetings mona

  6. maxilpoeta ha detto:

    purtroppo questa società è alla deriva, ogni giorno si leggono notizie sconcertanti che mai avremmo voluto leggere.
    Abbracci di cuore, buona giornata 😉

  7. Enri1968 ha detto:

    Resistere resistere resistere.

    • sherazade ha detto:

      caro Enri ti pare semplice oggi? e poi è sufficiente resistere, fare le barricate?
      c’è tutta una cultura da coltivare e salvaguardare Dunque a resistere sarebbe il momento di fare. .. Ma qui nasce il problema più grande!

      sherasolefreddofreddo

      • Enri1968 ha detto:

        Si, non dire ma fare.
        Personalmente c’è una quotidianità schiacciante, nel mio piccolo cerco di non fare o tenere certi comportamenti.

        • sherazade ha detto:

          E fai bene perché sono segnali di vicinanza ma i bisogni primari!?
          sherabuonagiornatasolo1gradoadesso

          • sherazade ha detto:

            ti ho risposto ma nn so dove… all’inizio c’è un refuso devi leggere persone “generose”.

          • sherazade ha detto:

            Ci sono molte persone giri nervose e disponibili come siamo noi tu ed io.
            Per chiarire : l’altro giorno davanti al supermercato La giovane mamma senegalese col bambino di 16 mesi che li staziona stava dormendo in piedi appoggiata al passeggino: le avevano rubato lo sgabello che lei nascondeva la sera dietro una colonna.
            Sono andata nel supermercato ho chiesto a un addetto se poteva darmi una cassetta della frutta vuota spiegandogli la ragione. La risposta è stata negativa perché “le cassette noi le paghiamo…….”
            Il giorno dopo dai cinesi (Ma i cinesi non sono anche loro extracomunitari Come arrivano dove vengono seppelliti quando muoiono?) Con €8 ho comprato uno sgabellino pieghevole è una borsa per trasportarlo.

            Un bisogno primario di questa giovane mamma sarebbe come mi ha detto trovare un lavoro che nessuno le da’ perché non hai il permesso di soggiorno.
            Un bisogno primario sarebbe poter lasciare il bambino al nido perché anche avendo il lavoro non saprebbe a chi lasciarlo…

            mi fermo qui.

            shera🌷

  8. maria cavallaro ha detto:

    cara Shera, io penso che acqua passata non macina più, sebbene il ricordo delle stragi naziste ci dia sempre una grande tristezza, ma ho paura dell’umana stoltezza, che tuttora agisce nell’ombra, ho paura di queste nuove forme di terrorismo che scaturiscono anche dalle menti di giovani elementi, che invece di studiare per migliorarsi e migliorare anche il futuro, si macchiano di crimini efferati senza sapere in nome di chi o di che cosa, solo per il gusto di aver creato il panico che sfocia nella strage di innocenti. Le giovani generazioni hanno bisogno di un’attenzione speciale, di lavoro e cultura e non di idoli fanatici che li sobillano indirizzandoli su vie traverse. Penso che la razza umana stia perdendo la ragione. Ti abbraccio cara.

    • sherazade ha detto:

      Cara Maria come diciamo qui a Roma sintetizzando “il tuo discorso non fa una grinza” tutta questa violenza anche solo verbale chi ci viene scagliata quotidianamente addosso non può che creare purtroppo nei più giovani anche una violenza concreta un sovvertimento dei valori e dei ruoli. Non so come ne usciremo.
      I giovani non sanno i vecchi sopravvissuti se ne stanno andando Rione Monti a Roma è molto frequentato Ma io vorrei sapere quanti che vi passano sanno che cosa stanno calpestando E cosa rappresentano le pietre dell’ inciampo…
      Una partita persa? Non sono più sicura di niente.

      sheraconunabbraccio stretto🦋🌷

  9. Georges 2679 ha detto:

    Bonne journée Sherazade…Bisous

  10. marisasalabelle ha detto:

    quando dico che c’è del fascismo in giro…

  11. kowkla123 ha detto:

    ein regnerischer Gruß kommt hier für dich, ich hoffe, du bist gut in die Woche gestartet?

  12. Primula ha detto:

    Non credo che il passato non possa ritornare. Avverrà magari in forme diverse, l’apparenza cambia e si modifica, ma la sostanza resta. Purtroppo.
    Teniamoci strettissimi davvero ❤️

  13. Marco ha detto:

    Preoccupa anche la demagogia dilagante e l’insistere sul diverso che viene per portarti via qualcosa. Sarebbe da togliere quel “via”

    • sherazade ha detto:

      A me è stata regalata la gioia di una bellissima dolcissima nipote acquisita e due piccoli frugoletti che saranno l’Italia di domani e saranno loro a renderla di nuovo umana, spero 🦋🌲🌲🌲

  14. rodixidor ha detto:

    Ho sentito un commento per radio di qualcuno di cui non ricordo il nome. Sulla vicenda faceva una considerazione condivisibile, diceva che questo gesto meschino ha anche un effetto benefico. tutti oggi parliamo delle pietre d’inciampo, è un modo quindi di rinnovare la memoria.

    • sherazade ha detto:

      È la formula del vedere il bicchiere mezzo pieno certo molti che non sapevano adesso sanno Ma questo non cambia il profondo senso di disgusto per l’atto compiuto.

      Anni fa Che tempo vennero divelti rubati perché hanno un certo valore economico tutti i sanpietrini di una strada ora non ricordo quale.

      Due cose ben distinte ma non devo dirlo a te Certamente.

      🌲🌲🌲🌷🌿shera

  15. […] i blog che ritengo più “creativi, positivi e costruttivi” ci sono quello di sherazade (qui il suo ultimo post), e Bizzarro Bazar, curato dal sempre ottimo Ivan Cenzi; no, avrei dovuto […]

  16. tramedime ha detto:

    Io mi arrendo. Ignoranza e individualismo, rabbia e violenza ci catapultano nell’arena del quotidiano dove tutti lottiamo contro tutti. Non vince nessuno, qualcuno perde. Tendenzialmente si sopravvive per poi arrancare e diventare sempre più brutti.

  17. Harley ha detto:

    Tempi oscuri e misteriosi.

    • allenrizzi ha detto:

      La maggior parte della famiglia di mia moglie fu uccisa ad Auschwitz. Spesso riflettiamo sulle vite perse e sul futuro che è stato alterato per sempre. 🕎

      • sherazade ha detto:

        dear Allen (a Little Funny My second name is Rizzo)
        È in atto e con sempre maggiore virulenza una mistificazione della Storia.
        I nostri vecchi che sono sopravvissuti alla deportazione e ai lager stanno scomparendo.
        Possa Il loro ricordo i loro scritti impedire che questi orrori queste morti non si ripetano.
        Thank you so much for visiting my little blog i deeply appreciate it.

        All my best wishes for this period Holiday.

        Sherazade from Rome, Italy

    • sherazade ha detto:

      Davvero oscuri.
      sherabientot 🌲🌲🌲🌷🌿

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...