Siamo onesti (e seri)

Il giorno 7 luglio un tale  ha fotografato un vecchio signore in canotta seduto su una panchina di pietra di fronte al mare con accanto un fotografia incorniciata rivolta al mare.

Questa immagine sconsolata è diventata ‘virale’ : abbiamo appreso che nella fotografia è ritratta la  moglie, morta dopo una lunga vita passata insieme, testimone silenziosa  di un’assenza incolmabile … che non sia mai! Virale! e giù fiumi di parole e diventa articoletto (retribuito) anche per il buono per eccellenza, il paladino dei buoni sentimenti, il fustigatore dei costumi Massimo Gramellini e il suo buonismo che non ha niente di genuino e che è l’esatta riformulazione dei suoi ormai dilaganti programmi televisivi ben retribuiti.

L’occasione è stata ben orchestrata e alla fotografias strappacore si è associato il dibattito su di un’altra immagine divenuta anch’essa ‘virale’ : Gad Lerner che in uno sfondo bucolico (i bene informati parlano di una sua ‘villa’ a Portofino) maglietta rossa e mani sui fianchi, un orologio rolex al polso,  dichiara la sua adesione ad un manifesto contro Salvini e le sue politiche anti immigrati, campagna ad opera di Don Ciotti.

“Perché non si prende lui qualche immigratuccio a casa sua”  è l’accusa ricorrente. Perché dovrebbe sostituirsi allo Stato? Lui, con altri firmatari chiedono, appunto, che lo Stato modifichi le sue politiche sull’accoglienza.

Il Gramellini, a mio avviso naturalmente, ha fatto il colpaccio in un solo articolo si rende partecipe di  una squallida generalizzata ‘pornografia dei sentimenti’ rubati,  visti dal buco della serratura, privandoli della riservatezza e del rispetto che li avevano generati,  e nell’altro caso si fa  promotore di una morale stantia e  fasulla che vuole il ‘comunista’ come uno straccione eternamente in eskimo e i vestiti usati di via Sannio.

L’abito non fa il monaco o la monaca. Io stessa ho il mio Rolex in oro e acciaio. Non lo metto da anni solo perché correrei seri rischi a girarci per Roma e me ne dispiaccio molto primo perché è ‘il’ regalo della mia laurea e secondo perché essere e agire da persona di sinistra non significa vergognarsi di amare le cose belle che si conquistano con il proprio ‘onesto’ lavoro, prestando attenzione a non ferire la sensibilità dei meno fortunati.

Altro esempio?  io ho problemi di peso e sono quasi eternamente a dieta. Certamente mi rendo conto che vi sono intere popolazioni che questo problema non lo hanno per carenza di cibo. Che faccio ingrasso come una mucca? E’ irrispettoso se questa sera cucinerò un bel rombo su un lettuccio di pomodorini e patate?

Suvvia ! Vi lascio.  Sally mi ricorda che siamo in ritardo e per l’esattezza l’orologio è un Benetton da 50 euro, carino no?

Non teniamoci strettistretti almeno io no perché già sono un bagno di sudore.

Buona domenica e… cominciate ad allertarvi perché il

21 luglio sarà il mio compleanno e Attenti! Gli auguri per me sono importanti.