Ombrelline go home!

Per un  imprevisto quanto tardivo, e per ora unico, rigurgito di politically correct ci si è accorti che la figura della ‘bellezza’ seminuda  ammiccante e compunta che  protegge dal sole, lei stessa bella quanto il sole,  o dalla pioggia, anche di chi può solo ‘guardare ma non toccare’,  il campione assume un ruolo servile e mortificante per l’universo donna subalterno all’Eroe (i).      Dunque La Formula 1 dice addio alle ragazze ombrello  e dal 2018, la griglia di partenza sarà popolata di “performer, vip e invitati” di primo livello (che vorra dire?) scelti di gara in gara dai vari organizzatori.

A me sembra che questo sia il classico caso del guardare al dito piuttosto che alla luna e comunque il discorso sarebbe lungo e bisognerebbe che prendesse l’avvio dal primo movimento femminista e dalle battaglie fatte dalle donne per le donne anche se molte di esse sopratutto delle ultime generazioni tendono a dare tutto per scontato e in un certo senso dovuto. Errore gravissimo.

Quando si dice, che la troppa (superficiale) sicurezza di sé ha reso vulnerabile la figura femminile e soprattutto incide sulla sua autorevolezza, io credo sia vero.     Credo anche le in una buona parte la recrudescenza dei femminicidi ( di cui due venuti alla luce proprio oggi!) sia anche imputabile ad una distorta visione,cui molte donne non sono purtroppo estranee,  che i media ( e loro stesse) offrono  come ‘oggetti’ da utilizzare fine a sé stessi o speculari ad altro.

La cancellazione dell’identità delle donne sta avvenendo sotto lo sguardo di tutti ma senza che vi sia un’adeguata reazione.    ‘Io sono mia’ non era  uno slogan efficace solo per la liberalizzazione dello sputtanamento totale,  della volgarita, dall’esibizione di ogni centimetro del proprio corpo e neppure per  sfondare confini fasulli e negativi con l’illusione di essere padrone delle proprie scelte.

Oggi come oggi (e per quel che passa la sotto cultura al momento) cosa vi sarebbe  di disdicevole nel pavoneggiarsi (perché è questo che fanno queste ragazze non certo  schiavizzate) accanto all’Eroe nella speranza di una notte o di un per sempre o molto più semplicemente a caccia di una visibilità che le porterà nel turbine di altre esibizioni, chiuse in una teca di vetro a fare da piedistallo al conduttore (Flavia Vento), la velina sculettante che riuscirà a conquistare il divo George Clooney (Elisabetta Canalis) e via discorrendo gli esempi vincenti non sono Rita Levi Montalcini, e neppure Carla Fracci o la più giovane e bellissima Eleonora Abbagnato (serve un progetto a lungo termine e tanta fatica e passione vera).

Il corpo delle donne è un documentario girato qualche anno fa  da Lorella Zanardo ed esprime molto bene la solitudine complessiva e il danno che molti comportamenti infliggono al mondo femminile .

Io ero partita da una notizia apparentemente futile e mi sono allargata ma il problema delle ombrelline resta.    Non ne conosco il numero ma ecco che comunque  l’anno nuovo si è aperto  all’insegna di un altro settore che perde lavoro e a discapito del sesso debole.   E se ai giovani disoccupati ‘scojonati’ l’esimio ministro del Lavoro Ugo Poletti ha consigliato di trovare le occasioni andando a giocare a calcetto le ombrelline che ne sarà  delle ombrelline?

“Forse la cosa migliore del futuro è che arriva solo un giorno alla volta.”
(Una citazione di Abramo Lincoln che mi sembra attinente ai mala tempora nostri)

Annunci

58 thoughts on “Ombrelline go home!

  1. B. ha detto:

    Concordo con i mala tempora… e credo che in buona parte sia da imputare proprio a noi demoiselles… protagonismo a tutti i costi la casalinga è su Instagram in pose da diva o da “ombrellina “…. se si vuole essere considerate più un cervello che di un paio di curve bisogna mostrare quello e non queste…

  2. kowkla123 ha detto:

    ein schöner Rücken kann auch entzücken, Klaus

  3. Giuliana ha detto:

    quando si ha poca stima di se come persona si mette in mostra la facciata.

  4. Paroledipolvereblog ha detto:

    Sarei più per il cervello io che per ombrelli e culi😁😁👍

  5. Laura ha detto:

    Hai ragione Shera cara, un altro settore che perde lavoro, poi dicono che c’e’ la ripresa, la presa per il .. ecco cos’e’, un bacione cara, buon weekend, ti voglio un mondo di bene, ❤

  6. Georges 2679 ha detto:

    Je te souhaite une excellente soirée ainsi qu’un beau week-end…Bisous

  7. Sarino ha detto:

    “Forse la cosa migliore del futuro è che arriva solo un giorno alla volta.”
    condivido!

  8. Enri1968 ha detto:

    Non c’è alternativa al futuro.
    Vasco Brondi
    Le luci della centrale elettrica

  9. katherine ha detto:

    Beh, ci sono lavori in cui viene espressamente chiesto alle candidate di essere belle. Pare che un bar lavori molto di più se ha almeno una bella ragazza dietro al bancone. Alla Decathlon non le vogliono solo belle, ma anche giovani, e le sostituiscono appena passa qualche anno. A volte essere belle credo che possa persino essere un handicap: nessuno si rende conto che queste ragazze abbiano anche un cervello!
    Peggio ancora per chi non è bella. Il mondo di oggi si alimenta di apparenze e chi non corrisponde ai canoni della tradizionale bellezza ha vita dura!

    • sherazade ha detto:

      Kath
      Con Lucio moderato della chirurgia estetica un naso aquilino può essere migliorato i denti storti raddrizzati una bella pettinatura un colore di capelli un abito carino non esistono più donne brutte.
      La cura di se stesse non implica esibizionismo a mio avviso.
      Certamente è anche un fattore culturale che Andrebbe modificato ma resta il fatto che fare le ombrelline è una scelta mirata inevitabilmente a un desiderio semplicistico di successo.
      Il famigerato caso di molestie nel mondo di Hollywood è venuta a galla grazie a una inversione di pensiero delle donne
      Dello spettacolo .
      Sherabbraccicarinfreddoliti

  10. Evaporata ha detto:

    La genuina solidarietà tra donne non è mai esistita, perciò siamo costrette ad avere guance come criceti abbuffoni o tette e bocche gonfie come dei salvagente per restare penosamente a galla. Che tristezza.

  11. maxilpoeta ha detto:

    ho sentito di questa notizia alla radio, l’umorismo imperava. Io non penso che togliere certe figure ad una competizione sportiva possa cambiare il mondo femminile, voglio dire non è quello il problema principale, il rispetto verso voi donne dovrebbe venire da ognuno di noi, ogni giorno e ogni momento, non sono le immagini che fanno la società ma i pensieri. 😉

    • sherazade ha detto:

      Caro Max Come avrai letto anche io sostengo la tua tesi guardare il dito piuttosto che alla luna sono convinta come te che sia un fattore culturale ma sono anche convinta che questo sbandierare è mercificare il corpo non possa aiutare in un processo di eguaglianza Edi opportunità altre.
      Tanto più in una deriva dove per un concorso in magistratura il docente richiedeva alle laureate un dress code con minigonna e tacco 12….
      Grazie!
      sherabuonagiornata

      • maxilpoeta ha detto:

        come se per fare i magistrati servissero queste cose! Siamo davvero alla frutta.
        Buona domenica 😉

        • sherazade ha detto:

          Qui piove ma… ho trovato questa massima e cercherò la mia immortalità facendo qualcosa di interessante.
          “Sono milioni quelli che desiderano l’immortalità, e poi non sanno che fare la domenica pomeriggio se piove.
          (Susan Ertz)”
          Sherabientot

  12. Rebecca Antolini ha detto:

    Non quadro da anni la tv italiano, ho ricordo della striscia la notizia e le sellerette, mi domandavo sempre perché queste ragazze mostrano quasi tutto… poi in generale la donna nella tv italiana nelle show mostrano di più che ne ho bisogno da vedere.. ho visto il filmato che hai inserito… preferisco la tv e io show tedeschi ..

    non sono pudica, ma cosi manchiamo a noi stesso il rispetto.. buon weekend cara Shera tante carezze a Sally 🌻

    • sherazade ha detto:

      Buongiorno Rebecca cara e buon fine settimana a tutti voi tre.
      Non è qualcosa che si riferisce solo alla televisione e al mondo dello spettacolo anche per strada a Roma l’abbigliamento piuttosto ‘svestito’. È pur vero che l’amore la simpatia che sfocia in amore nascono da un primo impatto fisico ma attrarre l’attenzione come animali in caccia perenne credo che sminuisca l’intelligenza e le competenze.
      Vento fprte a Roma.
      sherabbraccicari

  13. Nicola Losito ha detto:

    Proprio un bel post, cara Shera! Chiaro e apprezzabilissimo.
    Cari saluti.
    Nicola

  14. Primula ha detto:

    Cara Shera,
    da appassionata di motori, MotoGP soprattutto, mi è capitato spesso di assistere alle gare sui circuiti e, durante le prove, di passare qualche oretta nel paddock popolato da piloti, facce note e splendide ragazzine hostess agli stand delle case motociclistiche, le “ombrelline” del giorno dopo che proprio in tuta non erano. Sai che non sono affatto moralista, aggiungiamo che il binomio “donne e motori” esiste da sempre, ma credimi che in quel contesto vedere quelle splendide giovani ragazze e scambiare qualche parola con loro faceva capire quanto il loro essere lì fosse frutto non di un obbligo ma di una scelta consapevole, il che rende il tutto a mio avviso ancora più patetico. Alla mia domanda «perché non indossi una bella tuta da motociclista?» la risposta è stata (da tutte quelle con cui ho parlato) «sta scherzando? E chi mi guarda più? Sono qui per questo». Ecco, ho pensato anche allora che avremmo potuto parlare di parità uomo/donna solo vedendo un ragazzo sotto l’ombrellino, o un meccanico, e una donna seduta sulla sella con tanto di casco.

    • Primula ha detto:

      Mi è partito il commento prima del mio abbraccio. 😘😘

    • sherazade ha detto:

      Cara Primula mia la nudità vincente continua ad essere l’orizzonte di troppe belle ma soprattutto giovani fanciulle.
      E mi sembra di essere stata chiara come del resto Tu mi confermi che fare le ombrelline è un primo passaggio per diventare veline o se hai fortuna amica di turno fidanzata o addirittura moglie di un attore di un calciatore di un vecchio con tanti soldi.
      Ai miei tempi Forse ai nostri tempi la professione più ambita era quella di fare la hostess perché seppure vestite di tutto punto in quei deliziosi tailleur accollati riuscivano ad accaparrarsi mariti facoltosi.
      Io mi chiedo perché nonostante il 68 e grossi passi avanti ci siano nuove generazioni di donne che fanno tanto affidamento sul loro corpo e qui permettimi un richiamo alle vicende hollywoodiane salvo poi gridare all’orco vent’anni dopo… nulla e nessuna circostanza giustifica la violenza e lo stupro Ma in molte circostanze È anche possibile dire dei no secchi e dare una bella ginocchiata ai gioielli del l’inopportuno.
      Come si fa a insistere per la parità di Salario e uguali mansioni se nell’immaginario collettivo anche se hai un ruolo di potere come Angela Merkel puoi essere definita culona con disprezzo? Se non corrispondi Appunto a quelli immaginario?
      Giornata altalenante tra pioggia e vento forte adesso esco per incontrarmi con un’amica.
      sherabbraccicaribacibaci
      Ps non rileggo Perdona i refusi

      • Primula ha detto:

        Sottoscrivo tutto.
        Una buona notizia: qui splende il sole, ho davanti a me un’alba strepitosa che ammiro dalla finestra ma non fotografo perché fa molto freddo e rimango ancora sotto il piumone. 💤
        Buonissima domenica Shera cara. 😘🌹

  15. MARGHIAN ha detto:

    Ciaosherabuonfinesettimana 🙂

  16. crimson74 ha detto:

    Sono curioso tra l’altro di vedere se anche nel Motomondiale verrà adottato lo stesso metro… Credo che al nocciolo della questione ci sia il vecchio problema della ‘società’ e della ‘responsabilità personale’: perché negli ultimi mesi si è dato molto risalto al problema delle molestie o delle ‘imposizioni’ alle donne da parte della società ‘patriarcale, maschilista, etc…”, ma ci si è completamente dimenticati della libera scelta e della responsabilità personale: perché a dirla tutta, non credo che le ‘ombrelline’ siano tutte sceme che si fanno ‘sfruttare’, anzi tutt’altro: sanno fin troppo bene che stanno lì per mostrare le proprie ‘grazie’ e magari qualcuna si fa notare e conquista qualche copertina. Una bella ragazza ha tutto il diritto di mettersi in mostra; del resto, anche la stessa Zanardo mi pare facesse un discorso più ampio, di ‘modelli’ e di consapevolezza: se insomma una bella ragazza decide di mettersi in mostra, perché sa che non potrà mai vincere il Nobel per la Fisica, che male c’è?

    • sherazade ha detto:

      Caro Marcello Buongiorno tu mi chiedi Che male c’è in effetti nessuno Certo che vincerà al ribasso è abbastanza triste.
      Ho detto anch’io che fare le ombrelline o le veline una scorciatoia scelta non Certamente obbligata e questo vale anche per le attrici è su tutta la questione hollywoodiana sulla quale sono molto scettica per il guazzabuglio che ne è venuto fuori e continua a gonfiare mettendo nello stesso calderone violenze stupri con avance e accettazione di avance.. tardivi ripensamenti alla norma Thurman ieri…
      Bella giornata fredda ma soleggiata qui da noi e non mi hai ancora dato notizie di Aria e Vento.
      sherabbraccicari

  17. bernard25 ha detto:

    Bonjour ou bonsoir mon AMI (ie)SHERAZADE

    Ce jour à n’importe quelle heure de la journée
    J’ai besoin de t’ écrire un petit mot
    Comme quoi je ne ‘oublie pas
    Et j’ai un peu de temps à t’accorder
    Juste une minute pour te dire
    Que je t’envoie un beau sourire
    Et je t’accorde deux minutes pour te donner
    Sur tes joues, deux Gros Bisous d’amitié
    Et surtout quelques secondes pour
    Te souhaiter une excellente journée ou soirée

    Avec du soleil au cœur

    Bernard

  18. Marco Giovanni ha detto:

    ciao ho letto il tuo bel post, e sinceramente la questione e davvero strana, ormai dagli anno ’90 in poi ce sempre stata una “mercificazione” del corpo femminile, un usare il corpo femminile x attrare odiens (in tv) x attrare gente a vedere film, x attrare gente a comprare un profumo ecc, insomma il corpo femminile e un ottimo incentivo x vendere tante cose, ma del resto le sfilate di moda, i programma tv, e i film sono pieni di scene dove la bellezza femminile viene risaltata, e del resto anche x strada in giro si vede la stessa cosa, molte donne si vestono in un certo modo x far esaltare una parte del loro corpo che sia il seno o il sedere, e questo non e un problema ognuna usa il suo corpo come vuole, il problema e la svalutazione che si fa della femmina oggetto, ecco il problema, e la mancanza di rispetto che molti uomini anno x le donne, e questa mancanza di rispetto porta ai femminicidi, agri stupri, dovremo tutti avere più rispetto di tutti, e molte violenze nelle sue varie forme finirebbero

    Marco

    • sherazade ha detto:

      Caro Marco
      grazie del tuo riscontro così bene sul tema.
      Io credo che un aspetto gradevole sia richiesto a tutti ed Indubbiamente al primo impatto una ragazza più avvenente di un’altra ha la meglio.
      Ma il punto è che le nostre madri hanno lottato per avere altro : per essere riconosciute nell’ambito del lavoro in casa e fuori casa, per avere pari diritti in ambito sociale e politico cosa che non è ancora del tutto avvenuta. Siete tornati indietro un po’ alle bionde oche dei telefoni bianchi per passare alle maggiorate alle Jayne Mansfield degli anni 60 Poi abbiamo avuto un 68 e noi donne Abbiamo cominciato a capire a affrancarci come dice quella canzone ‘oltre la gonna c’è di più’.
      Adesso dagli anni 90 in poi per un malinteso senso di libertà sessuale e del proprio corpo Sì eri caduti in quel circolo vizioso che oggettiva la donna togliendole personalità.
      Ancora grazie.
      Sherabientot

  19. banzai43 ha detto:

    Molto interessante (bello direi) l’inserto “Il corpo delle donne”.
    Brava shera.
    In perfetta amicizia.
    banzai43

  20. gaberricci ha detto:

    Mi scuserai se per una volta inclino alla sintesi, ma credo che il problema di un certo femminismo sia che certe femministe volevano essere uomini. E stronzi, per di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...