La crostata della Memoria

Avrei voluto tacere. Ma oggi ho sentito la mia ‘zietta’ Lorenzina , Lorenza Mazzetti. E’ forte e vitalea dispetto dei suoi quasi novan’anni. . Domani l’accompagnerò in un piccolo centro culturale alle porte di Roma dove si racconterà e poi verrà proiettato il suo film.
Ho appena infornato una delle due crostate  che addolciranno le nostre parole.
Abbiamo il dovere di mantenere viva la Storia non solo come bagaglio culturale ma come quotidianità, sentire comune.
Ecco il senso delle mie crostate.

sherazade2011

Roma, simbolo universale della cattolicità, in realtà è una città anche ebraica. Da più di duemila anni vive qui una comunità, la più antica, di ebrei della diaspora e non come ospite ma parte integrante della vita, della storia e della cultura di questa città. Senza la loro presenza Roma non sarebbe più la stessa.

Persino la tradizione gastronomica più antica e verace che unisce la cucina giudaico-romanesca ne risentirebbe. Niente più passeggiate fino al Forno del Ghetto per andare a comprare la crostata di ricotta e visciole, così amata dai tutti i romani che amano cenare in uno di quei ristorantini senza tralasciare le squisite polpettine al sedano che le insaporisce al posto del parmigiano essendo vietato mescolare carne e latte (parmigiano).

Il pane, ne vogliamo parlare?,  che  ha un posto speciale nella tradizione culinaria ebraica poiché considerato pietra miliare dell’alimentazione, quindi fondamento della vita, e che  richiede speciali…

View original post 460 altre parole

Annunci

33 thoughts on “La crostata della Memoria

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    credo l’idea del Creatore era un mondo multiculturale.. il tuo post fa testimonianza 💛🌻

  2. Laura ha detto:

    Brava Shera, buona domenica cara, ❤

  3. banzai43 ha detto:

    Ciao Shera,
    quanto sarebbe bello un mondo senza soprusi, senza sopraffazioni, senza odio, senza invidia …
    Ma con tanto rispetto! Sarebbe ben diverso anche il sacrosanto “Giorno della Memoria”.
    Buona domenica.
    banzai43

    • sherazade ha detto:

      Caro Banzai ed è per questo che avrei voluto tacere e tenere per me questo giorno ma poi mi sono detta che lo devo anche a Lorenza Mazzetti ea tutti coloro che con le lacrime negli occhi hanno la forza di raccontare una ferita insopprimibile per aiutare il mondo a non arretrare a quei tempi bui.
      Tempi che oggi umanamente fanno paura.
      Ti abbracvio e grazie.
      Sherabientot

  4. Emozioni ha detto:

    Sei eccezionale!
    Ti abbraccio e ti auguro buonanotte💫😍

  5. maxilpoeta ha detto:

    è importante mantenere viva la memoria, ci sono testimonianze e parole che trasmettono commozioni più di mille libri.
    Quei piatti che hai descritto devono essere davvero squisiti 😉

  6. Georges 2679 ha detto:

    Je te souhaite un excellent dimanche…Bisous

  7. Nicola Losito ha detto:

    Così sì che la crostata, già buona di per sé, acquista miglior sapore…
    Ciao.
    Nicola

  8. keypaxx ha detto:

    Però non puoi scrivermelo così, impunemente: stai preparando delle crostate e non mi inviti nemmeno?
    Sia chiaro che la crostata è il mio dolce preferito. Amo quella di mele alla follia, quella di ciliegie e in genere qualsiasi cosa dentro la crostata.
    Ne voglio una fetta. Non transigo.
    -_____-
    Grazie.
    Un sorriso per una serena nuova settimana.
    ^_____^

    • sherazade ha detto:

      Caro key
      Siamo ormai qui è da te e anche da altri amici che mi vengono a trovare ormai un gruppo molto affiatato e Chissà che un giorno liberi da tanti impegni davvero non ci si possa incontrare E allora prometto non una fettina di crostata ma una crostata tutta per te!!
      sherabbraccicari

  9. kowkla123 ha detto:

    schönen Sonntag und guten Start in die neue Woche wünsche ich dir, Klaus

  10. il barman del club ha detto:

    purtroppo in quest’ondata di populismo che si sta ampliando giorno per giorno, sento senza remora la frase terribile che dice: “… se non fossero state le leggi razziali il fascismo aveva fatto delle bellissime cose…” Grazie al bip, bastano solo quelle per evidenziare l’ignoranza di un certo tipo di uomini. E allora vengano pure le tue crostate ad addolcire questi giorni che ci riportano alla memoria uno dei periodi più bui della Storia. Conservamene una fetta, perché come Key, anche per me è il mio dolce preferito (!)

    • sherazade ha detto:

      Anche in quel senso (sulle cose buone) una volta tanto Mattarella è stato tranciante e ha detto no “il fascismo fu regime senza meriti” e naturalmente apriti cielo della Destra Salvini in testa.
      Sherasiamomessiasssimale

  11. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Shera.La cultura di un popolo passa anche per la cucina e l’alimentazione (pane ebraicoo per esempio).

  12. MARGHIAN ha detto:

    Ah, a proposito questa ve la voglio raccontare.
    Il Papa e’ in visita a Gerusalemme. Ad un certo punto comanda che si ceni in una atichissimo albergo – ristorante ebraico della citta’, di tradizone plurisecolare, di padre in figlio.
    L’oste, attuale, di religione ebraica, e’ poco conoscitore della religione cattolica, e non sa bene cosa significhi “papa” e chiede qualche informazione al riguardo..
    Il pontefice con il seguito cenano. Poi l’oste, si fa coraggio, si avvicina al Papa e gli dice “scusatemi, non sapevo, ma voi mi e’ stato detto che rappresentate Gesu’ in terra, e’ro questo?”. Il papa: “si’, io rappresento Gesu’sulla Terra..”. L’oste: “allora vi ricordo che c’e anche l’ultima cena da pagare!” 🙂

  13. MARGHIAN ha detto:

    ” e’ro questo?””. “E’ vero questo?”

  14. Primula ha detto:

    Finalmente riesco a passare da queste parti! La zietta dev’essere una donna “tosta”.
    La quotidianita della memoria è necessaria e da alimentare anche con crostate e pane, ben oltre la retorica della “giornata dedicata a” che, il giorno dopo, ripiomba nella nebbia dei vari «non è tutto da buttare…» come ha giustamente ricordato il Barman. Il discorso di Mattarella è per me da incorniciare.
    Sai sempre toccare la nota giusta cara Shera, con il tuo garbo. ❤

    • sherazade ha detto:

      Primula cara eccoti anche qui diciamo.
      Se tacere così come viene imputato al presidente Mattarella significa poi dire parole nette quando serve Ebbene! che si faccia pure per divertire i comici e le vignette.
      Oggi davvero freddo e io un po’ abbattuta fisicamente.
      sherabbraccicari 😙😗😚😘😍

  15. Marco Giovanni ha detto:

    ciao Sherazade
    la memoria e importante per non dimenticare mai, per tramandare ciò che si fa, ciò che si e, il nostro passato e ricco di belle tradizioni che però stanno morendo ma l’unico modo x tenerle vive e che le nuove generazioni le tramandino ecc ^_^ ti auguro una dolce serata

    Marco

    • sherazade ha detto:

      Marco le nuove generazioni tra manderanno quello che noi oggi siamo in grado di dare loro e questo purtroppo non sta avvenendo nelle istituzioni e nella cultura soprattutto.
      Sherabientot

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...