Via Corsaglia

Ma poi perché e chi lo dice che soltanto i grandi uomini (e donne) o semplicemente chi è artefice di passaggi epocali diventa memoria collettiva?

Il ricordo  resta e riaffiora anche attraverso i piccoli gesti di gente comune che ci tiene compagnia bel oltre il loro reale passaggio terreno; gesti che si tramandano e diventano leitmotiv da condividere.

Ieri è stata una bellissima giornata; la più piccolina della famiglia ha compiuto due anni  eppure tornando a casa mi sentivo il cuore pesante carico di tristezza come se tanta spensieratezza in questi miei giorni non mi appartenesse.

(compleanno Alessia, foto sherazade)

Oggi, erano circa le 11, uno scampanellio famigliare.

‘Sono Roberto’

Sally insopportabilmente frenetica.

‘Socchiudo soltanto perché …non sono presentabile’

‘Sto andando per un lavoro…’.

e da uno spiraglio spunta un rametto di ulivo.

Oltre vent’anni fa quando venni ad abitare in questa casa, accanto c’era un negozio di motorini e il titolare il sor Renato era un po’ il nume tutelare della nostra strada.     Il suo unico figlio morì il giorno di un 24 dicembre a 16 anni investito (anche lui aveva colpa) da un autobus.

Presi confidenza e mi fermavo sempre più spesso rientrando a casa e una volta gli parlai di mia madre  del fatto che nonostante nessuno di noi fosse credente lei regalava a noi tre figli,  la Domenica delle Palme,  un rametto di ulivo che io conservavo per tutto l’anno nel portafoglio.

Da quella volta non ci fu anno che io sul parabrezza del motorino e della macchina non trovassi il mio rametto di ulivo benedetto.  Era del sor Renato.

Molte cose  mi legavano a quest’ uomo all’antica che mi raccontava spaccati di vita degli anni ’40, della guerra a Roma, di Monte Sacro una distesa di campi di grano,  della sua povertà e delle gambette ferite dalla paglia delle spighe che loro ragazzini raccoglievano correndo dietro da trebbiatrice per farne a casa un po’ di farina.

Il sor Renato morì nel febbraio del 2008 ma io per la Domenica delle Palme trovai sotto il tergicristallo della macchina  il mio ramoscello di ulivo:    il falegname, Roberto, aveva raccolto il testimone.

Via Corsaglia, figlio in moto e C1, foto sherazade

Così anche stamattina come fosse  una carezza ho allontanato la mia tristezza di ieri ed ho accolto il messaggio di mia mamma, del sor Renato abbracciandomi stretta  al falegname Roberto e naturalmente con le lacrime che scendevano da sotto gli occhiali (che vergogna).

Piangere fa venire gli occhi belli e luminosi, questo lo diceva mia nonna,  e piangere  dopo tanto  struggimento è salvifico : è come tornare a respirare dopo una lunga apnea.

Piccoli uomini? Silenziosi portatori di Pace.

Fiduciosamente sapersi abbandonare, foto sherazade

Annunci

70 thoughts on “Via Corsaglia

  1. Marco ha detto:

    Il bello di vivere sono i rapporti con le persone non cin le cose ….

  2. Laura ha detto:

    Che belle persone Shera, ti abbraccio tanto cara, buona settimana, tanti bacini a Sally che fa la nanna come Willy, ❤

  3. Primula ha detto:

    Non vergognarti delle lacrime cara Shera, sono il segnale che si è ancora capaci di rendere “umana” la vita nel quartiere di una grande città come Roma, o qualsiasi altra. Si tende a spersonalizzare tutto oggi. Ebbene, qualcuno(a) non ci riesce perché la sua natura è bella. ❤
    Che dire di quella meraviglia di Alessia? 😍

    • sherazade ha detto:

      Primula
      quando sento dire che ‘piccolo è bello’ additando l’anonimato della città ebbene io controbatto che anche un solo ‘palazzone’ se vuoi, se sei tu a volerlo anche facendo il primo sorriso, diventa una piccola comunità.
      C’è nel mio palazzo (che poi ha solo 4 piani, una signora vedova che se fosse per lei non magerebbe mai ed allora da vari anni verdure cotte, passati, minestre salgo sù e le lascio appese alla maniglia della porta.
      Non sono del tutto disinteressata: lei mi offre sontuosi aperitivi.
      shera ❤

  4. Heartafire ha detto:

    Love your photographs, especially the motor bike!

  5. Rebecca Antolini ha detto:

    … quanto mi piace la vita vera e semplice di piccole gioie.. poi quelle emozioni ti rendono felice…

    ti abbraccio cara Shera .. bussi a te e Sally ♥

  6. Georges 2679 ha detto:

    Ton chien est heureux et bien jolie la moto…Bonne semaine…Bisous

  7. loscalzo1979 ha detto:

    Che paicevole storia di umanità hai scritto e ci hai fatto conoscere.
    Buona Pasqua in anticipo da parte mia 🙂

  8. lamelasbacata ha detto:

    Una storia tenerissima di fratellanza e amore che trascende il credo religioso.
    Un abbraccio caldo, che sia una settimana dolce come te 😘

  9. lauraluna ha detto:

    Questo brano tenerissimo è commovente e gaio al tempo stesso.
    E questo angolo di Roma è il cangiante teatro di sentimenti veri e spontanei.
    ” Piccoli ( meravigliosi ) gesti di gente comune” che riconciliano col mondo.

    La piccolina della famiglia è fortunata ad avere una zia come te.
    Un abbraccio gratis.

    • sherazade ha detto:

      Alessia è la bambina del figlio di mio fratello quindi io credo di essere la sua bis zia.
      Siccome da circa un anno si sono trasferiti a due isolati da casa mia ci vediamo molto spesso e attraverso la sua gioia di vivere ho cominciato ad apprezzare i bambini piccolissimi che di solito mi infastidiscono lo ammetto!!!
      Sherammorbiditadainsorrisoallegro

  10. Che buone emozioni 🙂

  11. rodixidor ha detto:

    commozione sorridente 🙂

  12. Enri1968 ha detto:

    Bel post, hai una bella sensibilità e diciamo così, ti viene riconosciuta.

  13. Nicola Losito ha detto:

    Tenera, ma importante quest piccola storia di vita vera.
    Nicola

    • sherazade ha detto:

      Nicola un abbraccio affettuoso a te alla tua famiglia ma soprattutto alla piccola Betta augurandoti una serena Pasqua è un ritorno anticipato qui tra noi con i tuoi scritti con le tue fotografie dei vostri viaggi nuovi o passati.

      Sherabientot 🌷🌼🌻🌺🥀

  14. kowkla123 ha detto:

    schöner Beitrag, das Wetter ist hier leider schlecht, genieße trotzdem den Tag

  15. keypaxx ha detto:

    Un bel rapporto da tenere stretto.
    Un sorriso per la settimana.
    ^__^

  16. keypaxx ha detto:

    E tanti auguri per una serena Pasqua.
    ^___^

  17. Sarino ha detto:

    le piccole cose fanno le grandi cose, cara Shera! Questa pagina è un bella dedica a chi vive e sa vivere con semplicità e capacità.
    p.s. Anche mia figlia si chiama Alessia 😉

  18. Ultimamente mi commuovo nel leggerti. I rapporti umani sono la cosa più bella che esista…. peccato si stia perdendo anche questa “tradizione” x fare sempre più nostro l’egoismo individualista ^.^

    • sherazade ha detto:

      Bella bellissima che conosci i segreti di tutti i colori per renderci belle bellissime ti devo contraddire c’è dicotomia totale tra quello che leggiamo di brutto di egoista di feroce e la quotidianità delle persone.
      Ma serve fare credere nella solitudine : divide et impera ovvero dividi e comanda apparteneva agli antichi romani e tuttavia questo sì eh il modello del nuovo modo di governare fomentando rivalità e discordia di popoli di persone da sottomettere….
      Mi sto ‘allargando’ troppo.

      Da queste mie parole può sembrare che io sia un agnellino ma non è così al momento buono so farmi le mie ragioni ma sempre con un occhio alla sensibilità degli altri certamente l’ho imparato col tempo.

      SherabbraccicaricariAugurali

  19. Mél@nie ha detto:

    ciao bella, come stai?… 🙂 j’aime bien ton bracelet – ank = la croix(clé) égyptienne qui ouvre les portes de l’éternité… 😉

  20. lauraluna ha detto:

    Sì Shera cara,
    l’ho visto anni fa e mi è piaciuto,
    Soprattutto ho gradito il contrasto storico, intimistico, realistico e fantastico e l’ho trovato di un’eleganza pittorica degna dei film orientali.
    Ho provato a cercare su you tube ma ci sono solo due brevi scene, penso di farmelo scaricare.
    Mi hai aiutato a ricordarlo.
    Grazie. ❤

  21. luciathinks ha detto:

    Che bella storia, Shera…riesci sempre a commuovermi ❤

  22. theburningheart ha detto:

    A moving piece Sherazade, it’s nice to have such neighbors. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...