due vite a confronto

Il cane è ‘come’ un bambino ma  non ‘è’ un bambino.   Nessuno impone di tenere (prendersi cura di) un cane ma se decidi diventa un obbligo.

Il cane non è un bambino e il nostro amore per lui non deve sconfinare nell’ ‘umano’ anche se nei fatti un cane di piccola taglia ti porta a coccolarlo, sbaciucchiarlo o farlo dormire sul letto.

Il cane non è un bambino ma come tutti i cuccioli acquisisce maggiore apertura mentale e interagisce più o meno a seconda dell’ambiente e dal modo con cui viene coinvolto.

due

foto dal web

Ho sempre vissuto con i cani e nella nostra famiglia ce ne sono stati molti.    L’unico difetto di ‘fabbricazione’ è che i cani hanno una vita media di 10/15 anni.

Nessuno è stato da me  vezzeggiato come la Sallyina :

amorosa one sally

l’ultima arrivata nel momento in cui la mia vita prendeva un ritmo meno frenetico e le nostre passeggiate quotidiane al parco sono qualcosa di bello che non ho mai potuto destinare né a mio figlio né al nostro cane di allora Golia

levriero-afgano-19081715

entrambi costretti durante la settimana a orari rigidi e brevi passeggiate. Ci si sbizzarriva i giorni di festa.

Il cane non è un bambino ma è un compagno imprescindibile per molti di noi e per i motivi più svariati senza mai essere (in genere) un surrogato ad altre assenze. Amare il proprio cane non esclude anzi amplifica nell’educazione di un bambino la sensibilità e il rispetto dovuto agli altri.

I cani non sono bambini ma i cani maltrattati, quelli rinchiusi nei canili lager sui quali lucrano tanti ‘cristianucci’  hanno lo stesso sguardo dei bambini abusati nella vita e nelle pubblicità pietistiche che passano invariabilmente a ora di cena.   Siamo fortunati noi in questa parte del mondo, lo siamo un po’ di più, senza eccedere, in alcuni ambiti ma il mondo non lo salviamo se mettiamo anche un filo di olio extravergine nella zuppa del nostro cane.

cane

foto dal web

Domenica di pioggia torrenziale a Roma.    Eppure tra una goccia e un gocciolone una schiarita ed allora ’liberi tutti’ il parco si è riempito di vita.   Mentre Sally  mi zampettava fianco  incrocio un vecchio obeso  dai lineamenti arcigni, un bimbetto sui sei anni per mano, che vedendomi  bofonchia :

“Ah tutti con ‘sta mania de’ cani …pensassero un po’ ai cristiani e ai bambini che muorono de fame”.     Io che naturalmente nata per non farmi mai i fatti miei  gli chiedo subdolamente:

“Scusi ma che sta dicendo?” e lui di rimando:

“Lo ha detto anche oggi il Papa… tutti maniaci”.

A casa mi documento e scopro quel che Papa Francesco avrebbe detto all’Angelus :   “La pietà non va confusa con la compassione per gli animali che vivono con noi, accade infatti che a volte si provi verso animali e si rimanga indifferenti di fronte alle sofferenze dei fratelli”.     “Quante volte  vediamo gente tanto attaccata ai gatti ai cani, e poi lasciano senza aiuto la fame del vicino e della vicina? No, per favore no”.

Santo Padre, rispondo io, quante volte non saprei ma questa lezione a me non sembra ben impostata.

Un cane non è un bambino ma come un bambino non chiede di essere messo al  mondo.

sally3

Sallyina a due mesi

Ps. Naturalmente io parlo di cani ma il discorso si estende a tutti gli animali di compagnia di cui molti abusano.    Il discorso sugli animali da allevamento, gli animali da laboratorio principalmente  cani, maiali, scimmie e cavie sono un orrore perpetrato ogni giorno e su questo Santo Padre  è meglio tacere?

 

Annunci

86 thoughts on “due vite a confronto

  1. rodixidor ha detto:

    Ah le coincidenze ! 🙂
    Ho letto stamattina questa recensione di un libro che cade proprio a fagiolo …..
    http://www.adelphi.it/libro/9788845930706

  2. sherazade ha detto:

    ‘Fraternità con la natura’, com’è vero ne abbiamo perso completamente il senso.
    sherasenzapioggiamacolvento(freddo)

  3. Giusy Lorenzini ha detto:

     Io ho Ettore, un westy, si hai ragione, sono bambini, teneri, piccoli e desiderosi di affetto…non ci chiedono che questo. Mi domando a volte di fronte a certe persone, chi è l’animale, e chi è l’essere umano. Ciao mia cara, Giusy

  4. Mariantonietta ha detto:

    E’ stata un’uscita un po’ infelice, in effetti, mi meraviglio di lui che di solito è un ottimo comunicatore.

  5. kowkla123 ha detto:

    ist ja niedlich, Klaus

  6. crimson74 ha detto:

    Dipende dal vicino… E dal cane…

  7. phlomis68 ha detto:

    un post ben fatto e ben detto ! Sono d’accordo!
    Buona notte Sheramica 🙂

  8. dmitri ha detto:

    Ma soprattutto: perché -a prescindere dall’argomento e da come la si pensi- dovrebbe avere una qualche importanza quello che dice un uomo, con una bizzarra uniforme, a capo di una graaandissima ONLUS (ahahahahah), che sostiene d’essere il rappresentante in Terra di Dio?

  9. ehipenny ha detto:

    Mi piace papa Francesco per molte cose che ha detto ma su questa mi sono fermata un attimo… Il tuo post è bellissimo e condivido ciò che dici, un cane non è un bambino e non esistono paragoni…

  10. ale89star ha detto:

    Avevo un cane..un pastore tedesco che mi manca tanto..bel post cara 🙂 buonanotte!!

  11. gianni ha detto:

    Bentornata e soprattutto: bau!

    • sherazade ha detto:

      A te Gianni e grazie!
      Sherassopitasoloqb

      • gianni ha detto:

        Oggi è una giornata … giornata! Ahah non ho altre parole e per quanto riguarda cani, gatti e persone, secondo me sono pochi coloro che amano gli animali e non le persone. Tuttavia qualche scenetta di odio l’ho vista anche io riferita agli altri, mentre si sbaciucchia il cagnetto.

        • sherazade ha detto:

          Caro Gianni certamente questo succederà come del resto tante altre situazioni rivelano le pie donne in arpie!
          Gli uomini non lo so perché non mi viene la rima😛!
          Tu la tua famiglia avete un animale con cui condividere il cibo…
          Sherabientot

  12. Rebecca Antolini ha detto:

    .. in questi giorni il papa ha fatto un discorso su come la gente ama i cani e gatti e si dimentica del essere umano…

    Io amo la mia Tatanka e chi ha animali sa il significato di essere amato da un animale ( nel mio caso e Tatanka) credo che lei ama del profondo cuore, una dote che manca al essere umano..

    secondo me la chiesa predica tanto e dovrebbe prima essere lei ad aiutare veramente il prossimo questo sarebbe un vero atto d’amore dare denaro ai chi ne a bisogno..

    la nostra Tatanka ha ornai 11 anni e non ho mai conosciuto una persona cosi leale con una amicizia simile a quella che ho stabilito con Tatanka…

    lei non inganna, basta guardare nei suoi occhi e tu capisci tutto.. se un giorno Tatanka deve mancare perderei il dono più prezioso della mia vita 😉

    • sherazade ha detto:

      Eccoti finalmente ritornata cara Rebecca🌹
      Chissà se il Papa ha un animale un cane un gatto un pesce rosso che gli tenga davvero compagnia disinteressata? Forse non direbbe quello che ha detto e magari lui per primo farebbe di più per una ipotetica vicina di pianerottolo.
      Non voglio entrare nelle politiche economiche della Chiesa che ha beni al sole e in cassaforte che potrebbero oltre che le preghiere salvare dalla fame e dalla malattia milioni di bambini, bambine persone ,insomma
      Come ho detto i cani vivono molto meno di noi ma ti assicuro che la morte di Golia e poi quella di Bimba presa al canile sono stati sì dei dolori molto profondi ma la casa senza la certezza di tornarci e trovare il loro incondizionato sentimento di gioia nel rivederci la rendeva vuota e muta e così un anno dopo è arrivata Sally!
      E aggiungerei per chi non ha cani ma questo vale anche per i gatti ovviamente nessuno è uguale all’altro ed hanno caratteri assolutamente diversi tra loro!
      Tutto bene tu? Come stai?
      Sheraconunabbracciodipioggia 😚🐶

  13. Georges 2679 ha detto:

    Mignon comme tout…bonne journée…bisous

  14. giselzitrone ha detto:

    Wünsche dir einen schönen Dienstag guter Beitrag und schöne Bilder ich hoffe Pfingsten war gut ich hatte Besuch ich wünsche dir eine gute Woche liebe Grüße und Umarmung Gislinde

  15. kowkla123 ha detto:

    super schön, wünsche eine gute Restwoche-!!!

  16. quarchedundepegi ha detto:

    Credo che il Papa sia stato mal compreso; ma credo anche che troppi cani siano maltrattati… perché trattati troppo bene, e non da cani. E credo anche che certi traffici di cani e certi allevamenti di cani “pericolosi” non facciano che nuocere alla “personalità” del nostro amico a 4 zampe.
    Mi sarebbe sempre piaciuto un bastardino, ma non sarei stato libero di muovermi e quindi avrei dovuto trattarlo male.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    • sherazade ha detto:

      Come ho detto il discorso del Papa era meglio articolato ma il ‘succo’ era aspro.
      Non credo si sia mai, nessuno, troppo ben trattati ma capisco anche quello che intendi tu e che evidenzio col termine ‘snaturale’.
      E sempre per citarmi, se nn si è in grado di garantire continuità di cura e di affetto meglio non farsi carico di un animale e bene fai tu a riconoscerlo.
      sheraspettandotuebuonenuove

  17. keypaxx ha detto:

    Sarebbe bello se uomini e animali potessero avere tutti le attenzioni che meritano. Ma, come disse Eastwood, ci vorrebbe “un mondo perfetto”: cosa che il nostro non è nemmeno in minima parte.
    Un sorriso per una serena settimana.
    ^___^

    • sherazade ha detto:

      caro key
      ho visto che hai pubblicato…sono in terribile ritardo, scusami per il momento.
      Infatti non solo non è ‘un mondo perfetto’ ma addirittura ne è lontanissimo anche se ci sono piccole realtà virtuose che lasciano viva la speranza.
      sherabuonmartedìmancheoltre 🙂

  18. Laura ha detto:

    Sei adorabile Sally, ti abbraccio tanto, che bella Sally piccina, vado a dare la pappa al mio cuccioletto peloso, bacioni, ❤

    • sherazade ha detto:

      Sally sta mangiando adesso. Quante volte mangia Willy? sally ancora un piccolo assaggio a pranzo e la zuppetta a cena e naturalmente intervallando con i biscottini 😉 però fa molto movimento (ed io con lei) al parco oltre un ‘ora tutti i giorni e in giardino.

      sherabuonacolazionebuonmartedì

      • Laura ha detto:

        Willy fa colazione con tre minibiscottini, poi pranzo, una vaschettina di umido a scelta, pollo, coniglio, manzo, al pomeriggio qualche biscottino e alla sera cena con poco umido e qualche crocchetta, a volte alterno riso bollito con pollo, carote, pisellini, fagiolini e altre verdurine che adora, le quantita’ sono piccole perche’ lui e’ piccino, pesa 8 kg, 🙂 e’ un vero principino, 😀 Willy non sta mai fermo, corre, gioca, per avere 11 anni e’ molto attivo, ❤ baci cara, buonanotte e buona giornata per domani, ❤

  19. scorpionedargento ha detto:

    Non è per forza detto che chi ama gli animali lo faccia perché non ama il prossimo suo, però a volte si esagera, come quando avevo il bombo piccolo e il maltese sotto il passeggino ma la gente nitava solo il cagnetto, ma forse lo faceva perché il cane di razza e’ status symbol.

    • sherazade ha detto:

      È vero taluni pensano che un cane di razza sia uno status symbol ma questa cosa mi sembra un po’ superata direi che fa molto più figo un bastardino e al posto del pedigree il nome del canile è peggio è il nome del canile e più tu sei bravo lo dico con un po’ di cinismo ovviamente quando dico che Sally
      In modo molto casuale avendo accompagnato un amico l’ho comprata in un importante allevamento di jack russel vicino Roma. Era la più vispa le si è catapultata addosso traballante ea dirla tutta è lei che ha deciso di venire con me.
      Sheraconunabbraccio 🐶

  20. Giò ha detto:

    Beh, non credo che tu abbia alcun dubbio su come la penso… sia su papa cecco che sul rapporto tra esseri viventi umani e non.

    • sherazade ha detto:

      Bach home… ho letto…tutta quella pioggia!
      Caro Giovanni sei il nostro eroe! Senza piaggeria!
      Certo che so come la pensiamo per questo nutriamo Stima reciproca.
      Sherabientot

  21. […] Shera, Cartatraccia, Alessialia, Sara, Raynor, wwayne, Lapinsu, Ilmondourla, signorasinasce, Cal! […]

  22. kowkla123 ha detto:

    wünsche einen schönen Wochenteiler

  23. Nicola Losito ha detto:

    Anch’io amo gli animali, tant’è che in casa nostra ce n’è stato sempre uno e, a volte, anche due (un cane e un gatto). Capisco che in alcune situazioni particolari (uomini o donne anziani e soli, persone malate prive di parenti, eccetera) un animale possa sostituire un essere umano negli affetti, ma se, in situazioni di pericolo o di grossi disagi, si è costretti a scegliere tra un uomo e un animale, la scelta deve essere univoca. Prima si devono salvare le persone. Forse è questo che voleva dire il Papa.
    Un cordiale saluto.
    Nicola

    • sherazade ha detto:

      Ci ho pensato ancora tutto il pomeriggio e, caro Nicola, questa risposta per me non è così univoca.
      Cerco di spiegarmi senza falso buonismo sapendo di incorrere nelle ire del Cielo.
      Un ‘umano’ e un cane (o gatto) stanno per precipitare dalla famosa torre ebbene certamente ‘salverei’ l’umano.
      La scelta diventa davvero difficile e mette in crisi la tua risposta univoca se all’umano si contrapponesse Sally ovvero un affetto concreto, consolidato, all’interno del mio nucleo famigliare. Non un bambino ma come un bambino con tanto di nome. Ecco mi ci dovrei trovare, oggi non posso dirlo perché sono frangenti dove gioca l’istinto e l’emotività.
      Sally mantenuta mediamente bene tra vaccini, vetrinario, tolettatura invernale (l’estate la lavo io) croccantini e ‘zuppetta’ di verdure e carne che preparo io, costa mediamente mille euro l’anno stando in ottima salute….
      I cani (e i gatti) oggi sono assai più delicati di una volta, almeno quelli che vivono in città muoiono molto spesso di tumori o di infezioni. Che fai non li curi?
      Se non avessi un animale domestico (il pesce Bollo è morto suicida all’età di 8 anni fiondandosi fuori dall’acqua) devolverei quel denaro alla costruzione di una scuola o di un canile? Certamente per la scuola, per l’ospedale o quel che sia.
      Da parte mia e delle persone che conosco (salvo una) abbiamo una vita ricca di relazioni, si fa volontariato e si è il più possibile presenti nella vita degli altri se lo accettano.

      Ma non posso farmi carico o essere colpevolizzata a causa del mio cane, Sally, della sorte dei reietti del mondo: a questo pensino le politiche anche quelle della Chiesa.
      sherabuonanoteconlaSallyina

      • Nicola Losito ha detto:

        Certo che se poni in questo modo la questione, non posso che essere d’accordo con te. La politica di uno Stato, le varie Chiese e altre strutture umanitarie devono farsi carico della povertà e dei problemi della gente e non è giusto colpevolizzare le singole persone che devolvono parte del loro affetto sull’animale domestico. Quello che contestavo si riferiva all’interpretazione malevola delle parole del Papa. Ovvio che lui debba preoccuparsi dell’anima e del benessere delle persone credenti e non, mettendo in secondo piano gli animali solo nel caso che si dovesse scegliere tra la vita e la morte degli uni o degli altri.
        Indipendentemente da come uno la pensi dal punto di vista religioso, la vita umana ha un valore superiore anche della bestiolina di casa che amiamo come e più di un figlio.
        Cari saluti.
        Nicola

        • sherazade ha detto:

          Perché la vita umana è un valore assoluto rispetto ad altre? E allora come è chi sancise il valore superiore tra esseri umani? Mi pare che le disparità siano lampanti on questo senso.
          Certo io voglio essere provocatoria ma certamente non è così semplice.
          Buona giornata anche a te Nicola.
          😊🐶

  24. Ma Bohème ha detto:

    Cara Shera,
    approvo l’impostazione del tuo discorso come spesso mi capita e lo sai. Temo tuttavia che le parole di Papa Francesco siano state usate dai media come succede ormai quasi sempre sfruttando anche il suo modo di esprimersi diretto e poco filrato, fatto abituale tra i curiali.
    Fermo restando che un animale è un essere vivente e che se si decide di tenerne uno va accudito e curato, e appurato inoltre che gli animali hanno un effetto terapeutico ormai scientificamente provato, credo che il Papa non alludesse a questo quanto piuttosto alle esagerazioni cui si assiste nelle “gestione” – passami il termine – del cane o del gatto o altri animali da compagnia.
    Ho visto con i miei occhi deliziose creature agghindate come bamboline, snaturando il loro essere. La mamma di una mia alunna veniva ai colloqui con la sua cagnolina adagiata in una borsa imbottita, un collare sberlucicante, le zampette con le babbucce. La cagnolina aveva uno sguardo tenero e dolce e sembrava supplicare “fatemi uscire da qui!” Ecco, credo che Papa Francesco si riferisse a questo e non a un rapporto equilibrato e sano con gli animali che provano affetto e hanno bisogno di amore.
    Comunque, ho notato che il Papa ha parlato di ben altro, molto più scomodo per le coscienze e che nessun organo di stampa ne ha dato il dovuto spazio: lo sfruttamento sul lavoro, i ricchi come sanguisughe, l’invito alla sobriettà di preti, vescovi e cardinali.
    Ti metto qui i link
    http://www.news.va/it/news/papa-ricchi-che-sfruttano-lavoratori-sono-sanguisu
    http://www.news.va/it/news/papa-soldi-e-potere-sporcano-la-chiesa-basta-arram
    Mi sembrano insomma argomenti di sostanza.
    Un abbraccio Shera. Oggi sono io a dirti che ho un freddo da felpa 😳😳😳
    Primula

    • Ma Bohème ha detto:

      sobrietà, ovvio. Mi è sfuggita una t 😀

    • sherazade ha detto:

      Primula cara innanzitutto grazie per avermi dedicato tanto tempo in un momento in cui il tuo tempo deve essere impegnato assai più proficuamente .
      sappiamo entrambe e forse non l’ho detto chiaramente che il papà e il suo discorso era molto ben articolato ma che tuttavia il messaggio che è passato e lo virgolettato al popolino è quello che mi ha sbattuto quasi in faccia il vecchio incontrato al parco che sarà unico riferimento al suo nipotino per molti anni.
      Sappiamo anche che gli estremi zii ci sono in ogni campo ed anche io ho visto cagnolini trattati da bambole ho grossi cani utilizzati come arma da guerra credo che questo sia un’altra cosa ed abbia a che fare con l’intelligenza dell’uomo e il suo rispetto per l’altro da sé.
      Anche a Roma con la felpa la primavera ha dato forfait e allora a pugni chiusi voglio l’estate.
      Buon lavoro buon lavoro buon lavoro!
      Sheraconunabbraccio 😘🐶

      • Ma Bohème ha detto:

        Già, mi ero scordata di commentare la frase del gentleman che hai incontrato al parco. Nello scrivere l’ho rimossa tanto è stupida.
        Che alla base di tutto serva il rispetto per uomini, animali, natura, e che l’intelligenza fait parfois défaut come dicono in Francia, siamo perfettamente d’accordo.
        Ora ripiombo nel lavoro. Il tempo passato a leggervi è per me un piacere, sono in pausa dal mio blog non dai vostri. Non vi lascio!
        Grazie anche per il cappuccino. Fa un freddo boia per essere oltre la metà di maggio. Io detesto il caldo torrido, ma un po’ di tepore ce lo deve regalare questa pazza stagione!
        Baci&abbracci
        Primula

  25. Julian Vlad ha detto:

    Non fa una grinza!
    Tenerissima la foto della Sally a 2 mesi 🙂 🙂

  26. wolfghost ha detto:

    Sicuramente un bel post! Forse io sono più… tenero con il Papa che, secondo me, ha semplicemente dimenticato che in Italia ogni frase può essere estratta dal suo contesto e usata strumentalmente per attaccare questa o quella “classe”. Di fatto non si può dire che abbia torto, ma il senso della sue frasi deve essere inteso come “non dimenticate chi ha bisogno”, il riferimento agli animali è stato solo un esempio… che però è stato tolto dal contesto e usato come frase a sé stante. La responsabilità non è tanto del Papa e nemmeno di quei poveri “imbecilli” che ci sono “caduti” (che evidentemente erano già di parte e non vedevano l’ora di avere il “la” per dire “Vedi? l’ha detto anche lui!”), ma della stampa il cui unico scopo è di “vendere” notizie scandalistiche e clamorose. Ed ecco che un esempio, un confronto, è diventato un attacco contro una “classe”, ovvero quella dei proprietari di animali, addirittura facendo sparire da molte testate giornalistiche su carta stampata, sulla TV e sui social, il significato dell’intero discorso del Papa 😀 E poiché l’Italia, come del resto il mondo, pullula di persone che non vedono l’ora di attaccare il prossimo… il resto è fatto.
    Detto questo, concordo pienamente con quanto hai scritto: la nostra società è fondata sulla… dicotomia e questo esempio non fa eccezione, come se prendersi a cuore gli animali volesse dire non potersi prendere a cuore le persone. “Questo o quello”. In fondo è il vero problema della nostra società.
    http://www.wolfghost.com

  27. massygrifo ha detto:

    ciao. questo è un bellissimo posto. complimenti per il blog.
    credo che ti seguirò… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...