Cave canem

“Molestava la ex fidanzata 65enne
80enne arrestato per stalking
La denuncia è scattata domenica mattina dopo che nell’ennesimo appostamento figlio e genero della vittima sono stati presi a schiaffi. “

Questa notizia mi ha fatto inizialmente sorridere “Ma come – mi sono detta – lasciarsi andare a simili intemperie in età tanto avanzata nella quale di dovrebbe acquisire una certa pace dei sensi a vantaggio di una maggiore attenzione alle cose del mondo! Siamo andati, davvero, proprio tutti fuori di senno!”

Il nostro codice penale prevede il reato di stalking – dal termine inglese “to stalk” = fare la posta, braccare la preda. Con esso si intendono tutte le condotte persecutorie – quali comportamenti invadenti, di intromissione, con pretesa di controllo, minacciando costantemente la vittima con telefonate, messaggi, appostamenti, ossessivi pedinamenti – verso una persona e che interferiscono nella vita privata della stessa.
Lo stalker (uomo o donna,  sia chiaro) agisce nei confronti di una persona che è vittima in quanto legata a lui da un rapporto affettivo o non basato su una relazione che può essere reale, ma anche solamente immaginata.
Il fenomeno prende il nome di “cyberstalking
auando l’azione di stalking è attuata tramite l’utilizzo internet, posta elettronica, chat, sms e messaggistica istantanea e si caratterizza per l’assenza di contatto “fisico” con la vittima, pur mantenendo condotte minacciose o moleste.

Purtroppo è lo stesso web ad agevolare il controllo del perseguitato: basti pensare al tracciamento dei movimenti tramite applicazioni di geolocalizzazione quali Foursquare, Facebook Places, ovvero alla costante quantità di informazioni reperibili in rete (a messi a disposizione da social network, blog, newsgroup, mailing list, ecc.).
Il rovescio della medaglia è che con gli stessi mezzi il ‘perseguitato’ ha modo di rintracciare il suo persecutore.

Come difendersi?
Innanzi tutto, è importante un uso consapevole del web, proteggendo la propria privacy, evitando di pubblicare e diffondere i propri dati personali (soprattutto relativi ai luoghi di residenza e di lavoro) e avendo sempre l’ accortezza di non lasciarsi prendere da immediate fascinazioni. Insomma alemeno agli albori della conoscenza vale il vecchio adagio

“Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”

E noi? Noi blogger? Stesso ragionamento utilizzando anche  un altro proverbio:

“Prevenire è meglio che curare”.

Fermo restando che anche in rete il reato di stalking una volta comprovata l’identità dell’autore costui (o costei) viene punito a querela della persona offesa.

In una intervista Sting ammise di essersi riferito  a sé stesso, alla rottura del suo primo matrimonio per chiudere un testo che non esitò a bollare “cattivo, geloso e possessivo”

Concluso un estemporaneo adulterio, un procuratore legale crede di poter riprendere la sua vita normale con la moglie, ma l’amante lo perseguita ossessivamente..
Film ‘vecchiotto’ ma ben strutturato e incalzante.

(immagini prese dal web)

Annunci

52 thoughts on “Cave canem

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Il stalking viene sempre più presente … non so cosa succede a noi … non si salva nemmeno l’età..

    a volte mi sento perseguitato dalle brutte notizie nel mondo (anche se non guardo al tv e leggo giornali) … e purtroppo non posso liberarmi di questa forma di stalking… e poi il marketing via tel e una fastidiosa forma di stalking mi viene istintivo la voglia di buttare via il tel.. da pocco tempo si fanno ora anche il marketing attraverso i cellulari… 😦

    cara Shera un abbraccio Pif ❤

  2. rodixidor ha detto:

    commentare troppo è stalking ?

  3. Francesca ha detto:

    La notizia certo ha fatto sorridere anche me 🙂 da persona che si è trovata in una situazione del genere, grosso modo, ma risoltasi bene, posso pensare solo una cosa: dare sempre il giusto peso ai comportamenti e alle parole, anche se a volte non è semplice. L’amore è amore, certa roba no… ossessione… cattiveria… può sembrare scontato, ma non lo è. E il comportamento… aspettarsi sempre le conseguenze, approfittarsi della libertà che può dare il cellulare o i mezzi di comunicazione in generale alla lunga può essere molto fastidioso. Non sempre si sa chi c’è dall’altra parte, non sempre si sa se l’altra persona è disposta a farsi da parte e possa usare la nostra buona fede contro di noi. Saranno banalità, ma da persona ingenua quale sono ho dovuto farne tesoro più di quanto voglia ammettere.

    • sherazade ha detto:

      Ci voleva un argomento tanto serioso per fare riemergere dai suoi libri la dolce amica mia e di Sally 😉
      Proprio perchè non sempre siamo in grando di valutare l’altro (a) è necessario essere molto accorti. Non diffidenti! Semplicemente – sopratutto in questo strano mondo del web – aprirsi poco a poco e sopratutto non mantenere in essere situazioni che possono da subito risultare equivoche.
      Dubitare di qualcuno o non averne fiducia corrisponde a porre in essere un equivoco.

      sheradessoprontadunafettinadicastagnaccio 😉

  4. Georges 2679 ha detto:

    Avant c’était le harcèlement et maintenant c’est la cyberharcèlement.
    C’est une véritable plaie.
    Bonne soirée et belle chanson de The Police
    Bisous

  5. Laura ha detto:

    Quando lavoravo in ufficio, tanto tempo fa, c’era un tipo che veniva in agenzia a chiedere di continuo informazioni, le prime volte non ci ho fatto caso e sono stata gentile con lui ma poi e’ diventato insistente e mi aspettava la sera quando chiudevo l’agenzia, io mi sono preoccupata e allora ne ho parlato in casa, mio marito che allora era il mio fidanzato e i miei due fratelli (tieni presente che sono alti e robusti, 😀 ) venivano a turno ad aspettarmi quando uscivo, a volte entravano dentro e stavano con me, il tipo non l’ho mai piu’ visto, 😀 a me questa gente fa troppa paura, ti abbraccio cara, buona serata, io ho fatto la torta di verza e salsiccia, buonissima, 🙂 ❤

    • sherazade ha detto:

      Lauretta, sole di giorno e freddino la sera. Cuoce la m minestra per fare la prima vellutata (con crostini abbrustoliti) e parliamo invece di cose serie.
      Ma non parliamo di quei terribili casi in cui lo stalking sconfina in drammi ma dell’altrettanto serio problema che crea una persona che come per te si ‘impuntava su una sua ‘visione’. Come dice Georges sopra adesso ancor più grave è questo ‘moderno’ (è la modernità, Bellezza)’modus operandi’ di stalkeraggio prima subdolo e poi via via più virulento-velocissimo! che dilaga nel web.
      E a questo mi riferivo io in particolare perchè parecchi casi si stanno susseguendo di cui ho sentito parlare.
      L’incertezza poi di non avere certezze inquina il piacere di dialogare e fare virtualmente e virtuosamente nuove amicizie.
      Credo che il non segreto sia quello di andarci con i piedini di piombo, non cedere a improvvise infatuazioni.
      Corro, tu starai cenando e noi…quasi.

      sherabbraccionissiminsiemeaWillyeSallyarfffarff

  6. kalosf ha detto:

    Alle passioni, agli istinti non c’è età… Una volta chiesi ad un frate anziano se alla sua età (aveva superato gli 80) fosse più facile vivere la castità. Sai che mi rispose? “Peggio figlio mio, peggio!!!!”… Interessante… Come a dire che a certe dinamiche non c’è età..

  7. avvocatolo ha detto:

    il web è pieno di sciroccati! E non puoi avere idea quanti ne ho beccati!

    • sherazade ha detto:

      E potresti caro avvocatolo raccontarci un episodio e dirci se vi è un comune denominatore a tuo avviso?
      Sherainattesa

      • avvocatolo ha detto:

        Mah la dinamica nel mio caso è sempre uguale: inizia con adularti… legge tutti i tuoi post… li conosce persino meglio di te… i tuoi pensieri anche più banali sono importanti e contano per lui /lei… sembra avere guarda caso tutti i tuoi interessi fosse anche che ti interessi di poesia Polacca di sopravvissuti alla seconda guerra mondiale… e poi lo switch improvviso. Basta una scintilla qualsiasi e tu diventi il demonio e giù insulti… loi tu banni e loro passano alla cerchia dei tuoi amici…ogni tanto mandandoti messaggi da lontano…ecco non so se si è capito ma questo è lo schema che nel mio caso ho visto già tante volte sempre noiosamente uguale

  8. Rebecca Antolini ha detto:

    Ciao Shera 😉 abbi una buona festa di San Martino un abbraccio Pif .. vedi anche qui https://rebeccaantolini.wordpress.com/2015/11/11/la-festa-di-san-martino-con-le-lanterne/

  9. giselzitrone ha detto:


    Wünsche dir einen schönen Mittwoch,ja wegen einen Pfirsich Lach..ja die Welt ist nicht gerecht liebe Grüße und eine Umarmung Gislinde

  10. Julian Vlad ha detto:

    Every breath you take… quanti ricordi. La canzone principe della mia adolescenza, Sting avrà pure bollato il testo come “cattivo, geloso e possessivo”, ma rimane un grande pezzo, uno dei pochi in inglese di cui conosca a memoria il testo. Non avevo mai visto il video, e di ciò di ringrazio 🙂
    A parte la nota affettiva personale, approvo e sottoscrivo la tua raccomandazione a essere accorti, sul web come nella vita reale. Perché il mondo si sa è pieno di pazzi, che fino a un attimo prima sembravano persone a modo e normalissime, e un attimo dopo rimpiangi di aver dato loro retta.
    Io stesso ho avuto a che fare con una persona che ciclicamente, per ben 15 anni, rispuntava fuori tutta pizza e fichi dicendosi cambiata e più matura, e finiva per farmi oggetto delle sue manie ossessive a tamburo battente. Per fortuna poi si è sposata, non invidio quel poveretto. Prevenire è meglio che curare, come giustamente ci ricordi. Anche se io preferisco usare una versione self-made: prevenire è meglio che reprimere 😉

  11. sabato83 ha detto:

    C’è gente su foursquare che ha addirittura la propria abitazione tra i punti d’interesse. Assurdo.

    Comunque lo stalking in Italia è veramente una cosa terribile, anche perché non è punibile fin quando non viene commesso reato. Io conosco una persona a me vicino, che ha denunciato l’ex per stalking. Questo ancora oggi continua a girarle intorno, ma fin quando non commetterà reato o fin quando non lo beccheranno sul fatto, non gli faranno mai nulla. Immagina che vita!

    • sherazade ha detto:

      Caro Sabato!
      Io l’ho presa dal punto più difficile è decisamente tragico che può prendere lo stalker e chi è oggetto di stalkeraggio
      ma certamente però mi volevo riferire al mondo in qualche modo forse meno cruento perché non scorre sangue ma altrettanto dilaniante del web dove certamente con una grande iniziale prudenza si possono fare amicizie che durano anni anni anni come del resto evitare brutti inconvenienti.
      Sheraconunabbraccio

  12. Mi vengono solo i brividi e purtroppo viviamo in un paese che non ci tutela neanche! E la rete? una cosa oscena… e la mia paura aumenta ogni giorno di più visto che ho una figlia di 10 anni che prima o poi mi chiederà di iscriversi ai social! Lì dovrò controllarla continuamente perché nessuno lo farà! un abbraccio tesoro

    • sherazade ha detto:

      Credo che i genitori con figli adolescenti debbano avere mille occhi eattenti a ogni avvisaglia!
      Un po tutti però ci sentiamo inattaccabili e succede che perdiamo l attenzione .
      sherabbracciaoooo 😴😴

  13. quarchedundepegi ha detto:

    Il film “vecchiotto” è bellissimo… e ha dei momenti allucinanti.
    Buona notte.
    Quarc

  14. ergatto ha detto:

    ma quale pace dei sensi !! Nell’era del viagra ….. comunque quello che fa paura è la mancanza di rispetto per il prossimo, se è no..è NO ! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...