Siamo acqua che scorre

C’è un dialogo fra i corpi che esprime

e dirada le nuvole in cui l’anima fa capolino

non è un fare sesso tout-court

si svelano debolezze e dolcezze

non più mediate dall’ abito

chè scoprirsi rende vulnerabili

timorosi bambini alla prime armi

tra carezze e passione, parole e sussurri e

nell’ improvviso languore che sfuma gli slanci

ci si può anche prendere sul serio.

Una involontaria carezza

un sospiro tiepido di appagamento

il vibrare di una corda

tante piccole note solitarie

modulate e ripetute

sul pentagramma dei corpi sedati

legano un discorso musicale breve e intenso

interrotto dal pick-up che si alza.

Scorre veloce l’acqua nella doccia.

doccia due