Donne e motori

Seppure da una angolatura diametralmente opposta all’immaginario maschile tutto sessuale, il binomio donne e motori mi rappresenta.
Certamente, le donne le vivo alla Thelma e Louise: complici,amiche, sempre stupefacenti, stronze, antagoniste. Al primo anno di università mi sono lasciata innamorare ed ho amato follemente una mia coetanea ed è stato bello e brutto allo stesso tempo perché tra noi c’era una differenza di fondo che io avvertivo e subivo attraverso il suo fascino, il suo essere – credevo allora – disinibita.
Luce riflessa. Altri tempi, chissà.

Dunque i motori. In uno stop and go tipico delle ore di punta, qualche giorno fa, stanca, sulla mia C1 tra mille suoni sono stata attratta da un borbottio ringhioso e profondo un po’ da leone scontento, affamato.
Fa capolino sul retrovisore e mi si affianca una Ferrari California bianca
Ferrari

ma il traffico era rallentato ed io mi godevo quel ronfare sordo: un antico ricordo a quando S. entrò nella nostra vita tra i timori e le ansie di mia madre.
Presto divenne il nostro (di mio fratello e mio) padre di riferimento e forse il ‘modello’ dei miei futuri compagni. Molto bello perché allora i piloti dell’aereonautica militare ‘dovevano’ essere alti, eleganti nei modi e soprattutto belli. Top gun ante litteram che mi conquistò soprattutto per un altro motivo.
Arrivava su di una Lancia Spitfire decappottabile
Spitfire

‘fichissima’ con la quale ci scarrozzava tutti e quattro, il vento tra i capelli, lungo la strada che portava ai lago di Avigliana dove si passava il pomeriggio.

Ma come se questo non bastasse era capitano pilota di C119 i cosiddetti ‘vagoni volanti’
C119

Ce n’era di che anche per una bimbetta infiocchettata.

Troppo presto S. è volato altissimo fino ad essere invisibile quando in una missione di peace keeping abbatterono il suo aereo (e morirono tutti) ed io sono cresciuta facendo radicare la sua passione per i motori.

Dopo avere lavorato qualche tempo alla Alfa Romeo di Los Angeles sono rientrata a Roma portandomi una meravigliosa Giulietta spyder
Giulietta

e ci sono scesa soltanto due anni dopo quando ormai prossima al parto era diventato difficile, fastidioso e pericoloso lo sfregamento del volante sul pancione.

E se riuscite a immaginarmi provate un po’ a mettere accanto a questa molto gravida giovane donna una biondissima levriera afgana, Perla
levriero-afgano-19081715

dono di addio di un innamorato abbandonato . Davvero una vera fanatica. E allora?
Correva l’anno… oggi ‘ruzzico, come si dice a Roma su una piccola C1
c1braccialetti

scelta con gran cura e secondo criteri di un utilizzo razionale, vezzeggiata come un gioiellino tanto che, in mezzo al traffico, arriva a fare la furbetta con una Ferrari e sul sedile del passeggero dell’ormai attempata ex velleitaria fanciulla scruta l’orizzonte la magnica Sally-ina
C1sally

Donne e motori e tanta vita.

(foto dal web e di sherazade)

BARBRA STREISAND – THE WAY WE WERE https://youtu.be/zHHB4xh-Mvo

35 thoughts on “Donne e motori

  1. Laura ha detto:

    L’ultima foto con Sally e’ stupenda, bellissimo il tuo racconto Shera, un abbraccio cara, passa una bella serata e buon inizio settimana, ❤ ❤ ❤

  2. manutenzionepiscina ha detto:

    Bellissimo post Shera! Adoro le auto, fin da piccola mio padre me ne parlava ogni giorno. La mia preferita, che non potrò mai comperare, resta la Maserati. Buona serata Annalisa 🙂

    • sherazade ha detto:

      Annalisa, insomma siamo donnine dai gusti super.
      Nonostante i tempi io per una di queste macchine (potendo ovvio, davvero) nn mi vergognerei affatto. Certo un po’ una ostentazione ma…intanto ammiriamole queste curve.

      sherasìguardare

  3. Rebecca Antolini ha detto:

    bellì racconto.. quando ero ragazza avevo un debole per il BMW mi piaceva la serie 5 nei anni 70 … ancora oggi divento pazza per il BMW attualmente mi piace da muorire il BMW i8 😀 e un’auto strafighissimo a parte il prezzo da partire € 139.650 … e così rimane un sogno … sarebbe però fighissimo fare un gioro con la Tatanka in questo modello qui http://www.bmw.com/_common/shared/newvehicles/i/i8/2014/showroom/02_at_a_glance/visions-02.jpg
    e quasi trasparente lo ho visto gia dal vivo e veramente il massimo della BMW …. un bacio alla bella copilotoa Sally

  4. colpoditacco ha detto:

    Io ho una Peugeot 107… praticamente la gemella della tua C1 😁😁

  5. avvocatolo ha detto:

    Gioie e dolori ma più gioie via!

  6. Bloom2489 ha detto:

    Che racconto affascinante 🙂 Per la Ferrari California sarei saltata dal sedile anch’io *_*
    buona serata

  7. haffner ha detto:

    Niente Ferrari, nessuna BMW, solo una Audi 4 station wagon.
    In compenso una bici da corsa, ultima delle 9 che ho avuto prima.
    Una Orbea Orca Gold monoscocca in carbonio, con gruppo Shimano Dura Ace, guanitura F.S.A. K-Force Light Mega exo, ruote in carbonio Fulcrum Racing Speed XLR, sella SLR Monolink full carbon, reggisella Orbea Orca Monolink Carbon, attacco manubrio Orbea Carbon Pro, manubrio Wing Carbon, pedali Time X-Presso 15 in carbonio e cuscinetti in ceramica, tubolari Continental Competition pompati a 10 atmosfere. Peso totale 6460 gr, costo 8700 Euro + 2400 Euro per le ruote in carbonio da montagna Token T33 SL a profilo basso e peso di soli 1060 gr.
    Potenza massima 420 Watt, quella prodotta dalle mie gambe, silenziosa, veloce sul piano, leggera in salita, da brivido in discesa.
    Occhio alle curve.
    haffner

    • sherazade ha detto:

      Hafff. ..nerrr
      ohhh intanto anche l Audi A4 mi piaceva molto c’è ne sono di belle auto.
      Ma questa tua bici nn ha nulla da invidiare. Una domanda è possibile installare un seggiolino per una ospite serale in abito lungo 😄
      shwrahchemagnificenzapedalaresuegiu

  8. ergatto ha detto:

    bello il cagnetto…. anzi.. “a” !!

  9. crimson74 ha detto:

    La Ferrari bianca mi sembra un apice di tamarraggine di rara pregevolezza…. comunque complimenti per la Giulietta Spider…

  10. Miriam ha detto:

    Mi ero goduta ieri questo simpatico post e per me anche nostalgico… la Ferrari bianca non la avrei voluta neanche se mi pagavano, da 7 anni ho eliminato le macchine… se non ne posso fare a meno le affitto, mi sto trovando benissimo. Ma sono stata sempre nei centri storici… ed anche adesso nella mia nuova casa.
    Shera buona notte cara, ricambio con un abbraccione

    • sherazade ha detto:

      Buon …giorno !
      La macchina a Roma nel centro e impossibile ma da un quartiere all’ altro spesso è indispensabile soprattutto se sei donna è ti sposti da sola la sera . A me piacciono i motori e la Ferrari al di là di tutto rappresenta un mondo di uomini ‘veri ‘ come appunto il vecchio capostipite. Di loro si è perso lo stampo mentre le auto si fanno in serie ( Tempi moderni di Chaplin) .
      Shhherasilenzio

      • Miriam ha detto:

        A Roma stavo a via Sistina, ed era comodissimo di giorno la metro e la sera tardi il taxi (quelle volte che serviva)… e se non volevo fare salite a piedi da piazza di Spagna l’ascensore per Trinità. Comunque io adesso ho un’altra vita…. ed il mio metro non può essere “normale” Io penso che anche i maschi si fanno in serie, lo stampo si è perso per l’Uomo. Notte

  11. keypaxx ha detto:

    … Gioie e dolori. Vecchia ma sempre valida.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

  12. adrianoluciani ha detto:

    Ciao!
    Sei stata nominata per il Liebster Award 4.0
    Se ti va di partecipare, qui troverai il regolamento.
    https://nonsonosteinbeck.wordpress.com/2015/05/12/liebster-award-4-0/

  13. laurent domergue ha detto:

    Sage ChéreAzade …!!!

  14. tachimio ha detto:

    Un bel post cara Shera ma molto belle le foto di quelle ”macchinette”. Un cugino di mio padre aveva in tempi molto lontani una 850 spider dove entrare ricordo non era molto agevole, ma che divertimento ! Beitempiandatimoltolontaniahimè

  15. Fabio ha detto:

    Qualcosa me tocca da vicino…donne e motori. Sulla California ci sono stato a capote aperta, se non sono diventato sordo quel giorno poco ci è mancato….ps lo so latito peggio del libanese, ho azzerato la mia socialità per svariati motivi

  16. sallychef ha detto:

    Graaaaaande Shera! 😉 Graaaaande Donna!
    Ho sempre amato la Jaguar che mio zio guidava indossando i guanti, molto snob 😀
    Ho guidatato una Testarossa per dieci minuti, avevo vinto una scommessa con il proprietario …….
    oggi ho una lancia Y ROSSA!!
    Donne e motori = grandi emozioni
    besos
    Sally

    • sherazade ha detto:

      Oh Sallyina come hai ragione e basta con queste frasi fatte contro le donne hai notato che per ogni occasione ne hanno comiata una? Ma hai anche notato come in una settimana, questa, quante donne siano state uccise?

      sherasiamodonneconorgoglio
      besossissimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...