Donne (dagli occhi grandi)

“La zia Daniela s’innamorò come s’innamorano sempre le donne intelligenti: come un’idiota “.

“Io non ti amavo per la tua intelligenza», disse la zia Clemencia con un sorriso. «Però smettesti di amarmi per la mia idiozia», disse lui.”

“La gente fatica a sopportare la felicità altrui”, le disse Cubillas per consolarla. “E se la felicità viene da ciò che sembra una buona intesa con qualcun altro, allora è decisamente insopportabile”.

Angeles Mastretta – Donne dagli occhi grandi

Vorrei dedicarvi questo bel libro che parla di donne nel giorno che, come altre ricorrenze, cerchiamo di sottolineare a volte con dubbio clamore.
Una ‘festa’ che dovrebbe segnare sempre nuovi traguardi ma che basterebbe insegnasse e mantenesse con forza un comportamento che ritengo basilare (e tutto il resto a seguire) : il rispetto, nel rispetto non tanto della parità ma della differenza. Rispetto della differenza che significa non omologazione a un modello altro da noi.

Torniamo al libro che racchiude una serie di racconti molto brevi di un universo al femminile dove le donne sono protagoniste a tutto campo.
C’è l’amante, la moglie, la bambina, la nonna, la sognatrice, la disillusa, la pazza, l’insicura, la lavoratrice, la ricca, la viaggiatrice.
Lottano, piangono, si scoraggiano, ridono, amano, tradiscono, muoiono in quel vortice che è la vita.
Donne per le quali “l’amicizia tra uomini e donne è un bene imperdonabile”,
donne che hanno “un tale subbuglio nel cuore” che per ventilarlo lasciano le porte aperte, “così che chiunque poteva entrare e chiedere affetto e favori senza neppure bussare”,
donne che danno baci “di quelli che le donne innamorate regalano perché non sanno più dove metterli”,
donne che prima di morire scrivono sul loro diario “Credo che l’amore, come l’eternità, sia un’ambizione. Una bella ambizione degli esseri umani”.
Donne dagli occhi grandi.

Buon 8 marzo care amiche e cari amici, un abbraccio.

Annunci

24 thoughts on “Donne (dagli occhi grandi)

  1. nuvolesparsetraledita ha detto:

    Come hai ragione: basterebbe il rispetto e molto si risolverebbe. Cercherò il libro che consigli e lo leggerò. Grazie, Shera

  2. banzai43 ha detto:

    Ciao sherissima shera. Gran scelta Angeles Mastretta. Anni addietro, dopo aver letto quel libro (ed altri suoi) lo passai a mia moglie che, talvolta, ancora lo menziona.
    Ho parlato recentemente di Te con alcuni amici, della Tua intelligenza, del Tuo impegno. Sono certo di poter, anche da parte loro, fare a Te ed a tutte le donne, impegnate o no, felici o no, povere o no …. a Voi tutte, insomma, compagne indispensabili della nostra vita, i MIGLIORI AUGURI D’OGNI BENE.

    banzai43 (il milanese).

    • sherazade ha detto:

      caro Banzai,
      sai che la nostra ‘antica’ amicizia mi ha sempre fatto un grande piacere perchè le massime (in pochi brevissimi concetti) che riporti sono sempre ‘up to date’ e fanno pensare ed io che sono petulante spesso ho a che ridire…ma ti prego, non mi fare arrossire (di piacere),
      sherAAAuguriaccettatintuttisensiextuttenoidonne

  3. Francesca ha detto:

    Il rispetto. Se ci penso… sto imparando ora cosa significhi rispettarsi anche per farsi rispettare. E ogni giorno è una piccola ribellione, perché non ho mai saputo rispondere con un secco no alle aspettative degli altri. Avessi cominciato prima…

    • sherazade ha detto:

      Rispettarsi. Tersite cara.
      Tu hai sottolineato non solo la richiesta di rispetto ma del rispetto che noi dobbiamo a noi stesse che forse è ancora più difficile da ottenere perché ci coinvolge nel profondo dei nostri sentimenti e ci mette in discussione.
      E allora se non lo conosci, o se nn lo conoscete, tanti anni fa mia madre che era ‘una’ testarda molto coinvolta e impegnata nel percorso delle donne mi diede da leggere un libro …con una bella fotografia di Man Ray in copertina)

      “Quando non ci piacciono il suo carattere, il suo modo di pensare e il suo comportamento, ma ci adattiamo pensando che se noi saremo abbastanza attraenti e affettuosi lui vorrà cambiar per amor nostro, stiamo amando troppo.”
      “Quando confonde amore e sofferenza, una donna sta amando troppo. Quando accetta una relazione che lede la sua dignità e non la rende serena e felice, ma ciononostante non riesce a interromperla, sta amando troppo…”
      “Amare in modo sano è imparare ad accettare e amare prima di tutto se stesse, per poter poi costruire un rapporto gratificante e sereno con un uomo “giusto” per noi.”

      Bella dolce Fraci mangia i tuoi dolcetti e sorridiamo davvero anche se c’è poco da sorridere guardandoci intorno.

      sheraccidentiquantasaggezzaufff

  4. tramedipensieri ha detto:

    Amare se stesse é moro primo un grande impegno.
    Da portare avanti sempre…

    Un abbraccio
    .marta

  5. Laura ha detto:

    Hai ragione Shera, il rispetto, nel rispetto..il libro e’ molto bello, baci tesoro, buona domenica dell’8 marzo anche a te, tante coccole alla tua Sally, ❤

  6. Ma Bohème ha detto:

    Il senso del rispetto è innato, non si può imparare. Questa è almeno la mia esperienza maturata parlando con tante donne e anche uomini.
    Ed episodi a cui ho assistito mi hanno dimostrato che c’è ancora molta strada da percorrere. Purtroppo.
    Buona domenica e buon 8 marzo!
    Primula

  7. rodixidor ha detto:

    – Ma che occhi grandi che hai ?!
    – Son per guardarti meglio. …..
    – Ma che bocca grande che ….
    GNAMM
    Buon 8 Marzo 🙂
    ( Bello “non amarmi per la mia idiozia” )

  8. il barman del club ha detto:

    a vole amare troppo comporta l’epilogo di provare troppo dolore per credere ancora nell’amore… Il mondo esiste nell’incredibile equilibrio fra la dolcezza e la violenza; e la bellezza continua a rifiorire ogni volta dentro a questa inesauribile voglia di vivere: sia se continuiamo a innamorarci o se continuiamo a essere soli. Sarà sempre così… come disse un poeta: “… e tutte le ferite subite per la vita / col rossore di una guancia / in bellezza si tramuteranno”

    • sherazade ha detto:

      Caro barman la tua risposta va “presa con le pinze ” e con i distinguo che ben sappiamo.
      Mal d ”amore è quasi ascritto nel dna dell amore. Altro è la violenza inflitta o subita in nome di un amore malato.
      Sheraneversaynever🌸🌷🍀

  9. manutenzionepiscina ha detto:

    Il rispetto mi cara è quasi scomparso nella testa e nei comportamenti delle persone.
    Ci sarebbe molto da dire ma soprattutto molto da fare educando le persone al rispetto.
    Auguri carissima! Annalisa 🙂

  10. domeniconardozza ha detto:

    Bellissimo Shera… a volte le soluzioni sono vicinissime… il rispetto! Basterebbe così poco.. ma purtroppo pochi lo vedono .. sarebbe un passo grandissimo!
    Un abbraccio!

  11. giselzitrone ha detto:

    Wie schön und guter Beitrag liebe Grüße und eine gute Woche wünsche ich dir Umarmung Gislinde

  12. giselzitrone ha detto:


    Danke lieber Gruß und Küsse Gislinde

  13. laurent domergue ha detto:

    J’avoue je suis aussi un homme d’intérieur …!!!

  14. sherazade ha detto:

    Laurent. .. Je le sai bien. Bisous 😙😘😚

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...