Il vento forte dei ricordi

Ho la febbre da due giorni e sono completamente afona.

Voi direte ‘poverella’, invece no più o meno tutti quelli che mi sentono di primo acchitto mi dicono di non fare la scem(n)a perché mentre riesco a tirare fuori un ‘Pronto’  abbastanza normale poi a seconda di come è ostruito il naso o urticante la gola mi viene fuori una voce a falsetto che non ricordavo da quando mio figlio si trovava nella fase di passaggio della pubertà.

Alle solite telefonate a un certo punto ieri me ne arrivata una davvero inaspettata, impensabile anche perché nei miei ricordi la chiusura non era stata da parte mia un invito a risentirci.

Un vecchio amico di oltre trent’anni fa con il quale per arrotondare  gli spicci da studentelli, il padre era un pezzo grosso di una importante agenzia di viaggi,  facevamo  gli interpreti-accompagnatori nei pullman di stranieri che volevano visitare la costiera amalfitana con sosta a Pompei.

C. non è mai stato un adone ma non vuole dire niente ho avuto uomini decisamente meno attraenti fisicamente ma che mi piacevano un sacco.  Lui non mi è mai piaciuto, quando si dice ‘a pelle’ vuol dire proprio questo,   oltre qualche bacio rubato o concesso per sfinimento.     C.  è quello che in un momento di tira e molla, mi disse: “…almeno una volta  fallo per amicizia”.  Ci rimanemmo diversamente malissimo.

Separato e risposato, ci aveva tenuto a dirmi con una sua laureanda ‘molto bella’ (come a dire che l’unica stronza che non lo aveva preso in considerazione era stata sempre io), era definitivamente sparito.

La telefonata di ieri mi ha lasciata di stucco.

La mia voce doveva essere talmente irriconoscibile che per due volte ha ripetuto il mio nome e mi è parso comunque sollevato dalla mia  risposta affermativa. Non ci siamo detti nulla,  stavo come sto e l’ho pregato ‘eventualmente’ di richiamarmi: “No, al cellulare no perché in casa prende male”.

Stavo ripensando  alla mia totale indifferenza, in fondo perche?   Una persona che ha condiviso con me momenti divertenti, spensierati, tutto sommato una bella persona,  avrebbe potuto essere un’amicizia importante ed invece, a quanto pare, il sesso , o l’amore, negati possono condizionarne la riuscita. A volte, come i bambini, ci si impunta sul ‘Non mi piace’ ma in questo caso nessuno aveva facoltà di insistere perchè se una persona in quel senso lì non ti piace, a meno che non sia di mestiere, mica  te la devi far piacere per educazione.

Non so cosa succederà ma spero di mantenere il giusto à plombe per non ferirlo,  spero che abbia una buona vita,  anche se questa seconda affermazione è vagamente ipocrita.

Sono stati giorni di grande fermento questi. La Grecia e andata ad elezioni ed ha vinto la sinistra radicale di Alexis Tsipras.  Lo stesso giorno ci ha lasciato Demis Roussos, un cantante greco molto conosciuto in Italia e questa canzone, non mi vergogno a dirlo mi ha davvero strappato qualche lacrima, il perchè è tutta un’altra storia.

 

46 thoughts on “Il vento forte dei ricordi

  1. Fabio ha detto:

    Vino cotto e brodo di gallina, la farmaciopea di mia nonna avrebbe consigliato questo, Riguardati!! Spernacchiami da parte mia il prossimo inquilino del quirinael

  2. sherazade ha detto:

    Vin brule’in piemontese. Mi hai dato un idea nn ci pensatti.
    Sheracheaspernacchiareaspettiamo

  3. tramedipensieri ha detto:

    Una voce unica…e questa è una canzone stupenda…..
    grazie

    stammi bene
    guarisci presto
    un abbraccio
    .marta

  4. Cix79 ha detto:

    Buona guarigione prima di tutto…
    Di solito, nella mia esperienza, questi ritorni di persone di vecchia data non portano a nulla di buono.. o a nulla in generale 🙂
    Magari a te va meglio pero’!

  5. Laura ha detto:

    Shera come va, passata un po’ la febbre, se ti consola ci sono parecchie persone cosi’, anche mia figlia e’ ben presa, ha starnutito adesso, 😀 e Willy e’ saltato sul letto 😀 baci cara, anche Demis ci ha lasciato e mi dispiace molto, 😦

  6. smilepie ha detto:

    andrò controcorrente.. ma ho la nausea di sentire parlare della grecia del figlio di papà e di quelli che in italia esultano x lui.. Il cantante nn lo conosco..
    spero vada meglio.. io sono x la vitamina C .. ; )

  7. tiZ ha detto:

    poi tornano e non si sa da dove.. è che alla fine quando il tempo è passato non di tutte le persone manteniamo un ricordo positivo, se due strade si dividono un motivo ci sarà.

  8. giselzitrone ha detto:

    Einen schönen glücklichen Donnerstag wünsche ich dir ja Erinnerungen sind was schönes und man sollte sie bewahren,ja ich weiß nicht was ich über die Walen sagen kann,vieleicht ist es ja ein guter Mann?Grüße und Küsse an dich Gislinde

  9. foodnuggets ha detto:

    A volte ritornano. E succede sempre quando meno te lo aspetti. Ti chiedi: perché?

  10. rodixidor ha detto:

    “… almeno una volta … per amicizia” però è divertente, no ? 🙂

  11. il barman del club ha detto:

    cosa vuoi che ti dica, evidentemente gli piacevi davvero, però anche a me non gustano molto le persone che riemergono dal nulla e si fanno vive dopo molti anni, a meno che l’amicizia non si sia interrotta per cause diverse. Io scelgo sempre il caso, nel senso che se dopo tanti anni rincontro una persona in maniera inaspettata e c’è il piacere sincero del rivedersi, allora va bene, altrimenti sa tutto di aria fritta. Però visto che sei in ebollizione, regalagli un po’ del tuo calore…

    • sherazade ha detto:

      Caro barman… nn essere impertinente.
      Sii logico nn l ho fatto x ‘amicizia’ e adesso dopo 15 anni solo perché sono calorosa dovrei?
      Ci sono amicizie o anche solo simpatie sepolte nel tempo alle quali a volte ritorni col pensiero e sorridi, nn in questo caso e senza motivo :il vuoto tanto che oggi al suo invito nn mi è stato difficile dirgli che era del tutto inutile. Ha incassato bene a onor del vero 😜
      Io poi sono particolarmente sospettosa a questi improvvisi ritorni con o senza fiamma.

      Sheratesechiediscusabbracciosemifreddo

      • il barman del club ha detto:

        certo scherzavo… in fondo la vendetta è un piatto che si consuma freddo, altro che calore !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • sherazade ha detto:

          manno’ barman. o forse era la sua la vendetta progettata.
          Magari sarà lui un signorone irriconoscibbbile (pelatino lo era già in altri tempi) mentre io sono una Pimpa pimpante che Sally tiene in costante allenamento 😉

          sherachepoivoimasculinvecchiateanzitempocmq 😉

  12. Marisa Cossu ha detto:

    Evidentemente ti pensa ancora…ciò che non ha ottenuto nemmeno per “amicizia” lo stimola ancora a cercarti. Leggi bene in te stessa ma non fare la crocerossina. Con amicizia. Marisa

  13. katherine ha detto:

    Insomma, a suo tempo l’avevi veramente conquistato, tanto che non è mai riuscito a dimenticarti, oppure la ferita per essere stato respinto brucia ancora adesso e spera che tu, con gli anni, ti sia ammorbidita e sia disposta a fare ciò che rifiutasti a quel dì.Chissà…la mente umana è strana e gli uomini pure! 😀
    Buon weekend!

  14. niphus ha detto:

    Bel post!

  15. Roberta Russo ha detto:

    Cara, spero tu stia già meglio.
    Sempre delicato Demis

    Un abbraccio
    R*

  16. Elena ha detto:

    Riprenditi presto!!! Un abbraccio! PS questi “resusciti” non mi piacciono mai molto, ma dipende!

  17. Georges 2679 ha detto:

    Bien beau ton billet et j’aime beaucoup les chansons de Demis Roussos…….soigne-toi bien
    Bonne soirée et bon dimanche
    Bisous

  18. Antonio ha detto:

    Ho riacceso la radio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...