Ave Maria

«Allora Maria disse: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”. E l’angelo partì da lei».
Su questo testo è stato costruito il dogma della divinità di Gesù.


Franz Schubert

Ossessionati dall’integrità fisica. […] Esegeti, teologi, commentatori di tutti i generi hanno puntato su questo passo per affermare la verginità di Maria

La costruzione culturale della Madonna.    Ci troviamo ancora una volta di fronte alla mentalità ebraica dei seguaci di Gesù.[…] Il coito rende impuro il maschio, che è tenuto a rituali di purificazione per ritornare degno del rapporto con Dio, unico vero sposo dell’ebreo. Il corpo femminile è il «contenitore» della cosa più sacra: l’essenza della mascolinità, lo sperma

La donna ideale e la Madonna.    Vergine, vergine, vergine… Questa parola, che risuona di continuo, riflette, senza che più nessuno si accorga della sua fisica brutalità, la vera ossessione degli uomini

Un corpo perfetto.    La teologia cattolica ha costruito a poco a poco, con la «Madonna», quello che gli uomini di tutti i tempi e di tutti i paesi hanno desiderato e tentato di costruire con le donne. (…)Immacolata concezione significa che la Madonna è stata concepita senza il peccato originale. (…) Essa perde qualsiasi concretezza biologica e diviene ciò che gli uomini desiderano: un corpo femminile perfettamente chiuso.
Il prototipo della madre.    Questa madre non parla di sé, ma della funzione di madre, così come la vogliono gli uomini: essere per il bambino.

La non-scienza teologica.   La sterminata bibliografia mariana (16.685 titoli in vent’anni, dal 1948 al 1968) non «nutre» il pensiero perché non apre nessuna possibilità di crescita: è un non-pensiero, la non-scienza per definizione. […] Di fatto, le proposizioni intorno alla Madonna non possono essere oggetto di discorso, né negativo, né positivo, perché appaiono chiaramente collocate nell’ambito dell’affabulazione (166).


bach-Gounot

I concetti che ho riportato (e mi scuso se qualcuno di voi si possa essere sentito feito, non è nel mio intento) sono stati estrapolati dal libro La Madonna di Ida Magli (1925), scrittrice e docente di Antropologia culturale all’Università di Roma, autrice di importanti saggi tra cui anche Gesù di Nazareth.
Negli ultimi anni, da giornalista e pubblicista, si è occupata di temi di attualitò politica: Sulla dignità della donna (la violenza sulle donne, il pensiero di Wojtyla), Sesso e potere e altri ancora.

34 thoughts on “Ave Maria

  1. musicamauro ha detto:

    fra questi anche quello che lei definisce invasione islamica dell’Europa 😦

    • sherazade ha detto:

      Certo Mauro ma questione sarebbe diventata molto complessa ed io ho spesso timore di ‘ammorbare’ con troppi ingredienti.
      Certamente nel tempo non la si può definire una donna progressista, anzi, ma il tema diventa altro e ci porta fuori dalla Madonna.

      sherabbraccioegrazieapresto

  2. tramedipensieri ha detto:

    Post molto, molto interessante! 🙂
    Grazie per averlo pubblicato.

    Un forte abbraccio
    .marta

    PS: Musica stupenda!

    • sherazade ha detto:

      marta cara
      le due Ave Maria sono oggetto di grandi contese su chi preferisce questa o quella… io questa ;).
      Molti se ne sono appropriati da Maria Callas a Placido Domingo a Boccelli, a Celine Dion che ti dedico.

      sheraunabbraccioprefestivo

  3. sherazade ha detto:

    musicamauro

    conoscevo la versione di De Andrè e di lei mi pare di avere letto sul tuo blog.
    Su Ida Magli ho volutamente omesso le sue posizioni sull’Islam successive al movimento femminista perchè da parte mia nn sono da prendere in considerazione.

    sheraconuninchino 😉

  4. Laura ha detto:

    Bellissimo post Shera, grazie, la musica e’ bellissima, lo sai che mio marito fino a poco tempo fa, prima dell’operazione, ha cantato l’Ave Maria in chiesa, quella di Gounot, da brividi, un bacione cara, buon weekend, dopo c’e’ Natale, 😉 ❤ ❤ ❤

    • sherazade ha detto:

      La canto spesso anche io…spolverando mi dò alle voci cristalline dell’opera.
      Io ancora non so quale delle due Ave Maria mi piaccia di più, forse Schubert ma quella di Gounot si canta meglio, credo.

      sherabbraccionixstasera

  5. cat ha detto:

    Always was fascinated with Mary because she is the ultimate female victim … and yet she remained strong enough to do her thing …

  6. il barman del club ha detto:

    se ti piace la lirica e la canti pure ti dono questa bella versione di Dominique Maglorie…

    Se poi dobbiamo intraprendere un discorso sul concetto dell’immacolata concezione, allora si potrebbe aprire un bel dibattito e sulla trasformazione che la religione ha compiuto nei secoli per occultare il corpo femminile e costruire intorno alla bellezza sessuale tutto il concetto del peccato. In fondo Maria era soltanto una giovanissima fanciulla data in sposa troppo presto: chissà se si potrebbe parlare di sfruttamento di minorenni (?)

    Altro regalo: un film carino che in maniera molto ironica parla proprio di questa “storia” (ma forse lo hai già visto)

    • sherazade ha detto:

      Barman
      Se conosci il libro della Magli saprai che tratta molto duramente e con grande lucidità la strumentalizzazione maschilista di Maria.
      Grazie del “regalo” . Si amo l opera e la canto, retaggio di meravigliosi pomeriggi invernali seduti al tavolo della cucina ~ ancora a Torino~ mia madre che si divertiva a cucire e noi due bambini a giocare mentre la radio trasmetteva opera lirica …ma anche teatro. Quotidianità dove l arte ti entra dentro e ~a tua insaputa ~ ne sei parte.
      Addopo adesso Sally reclama la palla.
      Sheralparvobruttotempouhuhggioloso

      • il barman del club ha detto:

        la strumentalizzazione maschilista di Maria è una delle tante maniere per dominare ed essere come al solito manipolatori della società, soprattutto nei confronti delle donne. Ho visto per l’appunto una trasmissione dove si indagava sulle problematiche accadute in questi ultimi anni in India, ebbene, si mettevano a confronto le tipologie di una società completamente cambiata dalla dominazione inglese, molto puritana, mentre prima di loro c’era una convivenza molto aperta e molto integrata fra i due sessi, non è casuale che il kamasutra era stato scritto su quelle sponde, poi irrimediabilmente cambiate da chi ha imposto la sua idea repressiva.

    • sherazade ha detto:

      Caro barman

      “Il corpo femminile è il «contenitore» della cosa più sacra: l’essenza della mascolinità, lo sperma” forse questa concezione dek possesso della donna è intriettata nell’inconscio maschile della violenza?
      Sposa bambina la Madonna. Troppe ancora vengono comprate e sposate-violate appena in pubertà.

      Tornando al nostro faceto:
      come nn ringraziarla salvo il fatto che ai cadeaux nn ha unito il mio ‘solito’ margarita da sorseggiare seduta stante o appoltronata?
      Alle due versioni e ai video c’è un perchè e sono 1. il violino di Schubert è quello del mio beniamino David Garrett e per il secondo brano mi è piaciuta la versione da strada ‘sporcata’ dai rumori del traffico quotidiano: la musica è per sempre, dovrebbe essere sempre da sottofondo perchè…nonono melassa troppa melassa 😉

      sheramachefreddochefafaqui

  7. quelfilosottile ha detto:

    Molto interessante come post , bella la canzone di De André.
    Un forte abbraccio Cara Shera e buon fine settimana
    Ti rinnovo i miei più sinceri Auguri di Buone Feste ! 🙂
    Rosy

    • sherazade ha detto:

      Rosy cara,

      che dire? è bello e niente affatto superficiale, lo dico per chi a volte mi sente parlare di ‘una mia amica’ e scopre che parlo di noi del blog, ritrovarci anche per farci gli auguri. A me fanno gran piacere e con un abbraccio li ricambio

      sheradicuorecuore

  8. Francesca ha detto:

    Bell’argomento… conoscendomi ne parlerei per ore. Quando mi capita di discutere con persone credenti, io diciamo che non lo sono (credo che ci sia Dio, ma che fondamentalmente qui ci abbiano capito fino a un certo punto), chiedo sempre per quale motivo debbano così impuntarsi sulla verginità di Maria. Molto semplicemente, se fosse vergine o no, cosa cambia? Senza tutto il retroterra di concetti quale purezza… nel concetto più scarno… perché concentrarsi su qualcosa che nulla a ha che fare con quello che dicono essere il fondamento della loro religione… la resurrezione di Cristo? Così come – scioccamente forse – non capisco perché il simbolo della religiosità debba essere la croce e la morte di Cristo, e non solo il suo trionfo nella vita contro la morte. E poi, perché appropriarsi di una figura femminile marginale e renderla enorme, tanto più enorme di quanto non fosse originariamente, al punto di farne una figura intercambiabile con Cristo. Questo, però, mi pare sia un esito quanto mai tardo, così come l’affermazione dell’Immacolata Concezione, che è dogma che interessa Maria e non strettamente Gesù, un dogma, fra l’altro, osteggiato fortemente e attribuibile alle correnti più popolari della religiosità cattolica. Tutto questo si può allargare alla Valtorta, una mistica che scrisse tantissimo sulla vita di Cristo, ma che non è riconosciuta dalla chiesa cattolica. Eppure… ci sono molti credenti che si reputano cattolici e da questi scritti desumono se inequivocabilmente il tal personaggio avesse i capelli biondi piuttosto che gli occhi chiari. Non capisco Shera, proprio non capisco. Che cosa ha a che fare per la salvezza della mia anima sapere se Maria era o meno vergine, pura o no? Cosa ha a che fare con la salvezza della mia anima sapere che Maria aveva gli occhi celesti?
    Per questo non posso che trovare Ida Magli estremamente interessante.

    • TADS ha detto:

      la “sceneggiatura” di cui parliamo è stata elaborata nel tempo, aggiustata, corretta, plasmata, interpretata. cristo nasce da una vergine fecondata dallo spirito, maria è una prescelta trasformata in icona, il tutto è un puzzle, un mosaico in cui gli elementi si incastrano. studiare la religione da ateo è di gran lunga più interessante, si colgono strategie e percorsi che sfuggono ai credenti.

      • sherazade ha detto:

        TADS,
        mi devi scusare se latito da te e da me.
        Questa tua seconda aggiunta la trovo in sintesi tutta condivisibile. La Chiesa vive di dogmi e dunque assolutamente vero che prendendone le distanze emergano contraddizioni nella rappresentazione stessa non solo del rito mariano ma più in generale sui ‘partecipanti’ difensori della fede.
        L’immagine femminile che troviamo nella Bibbia è spesso il prodotto delle proiezioni maschili e viene degradata (o idealizzata) in base al contesto storico e culturale del tempo.
        Penso che se sei d’accordo mi piacerebbe pubblicare il tuo contributo in modo da continuare a discuterne.

        sheramoltiabbraccicariAAAuguriespesiallaproleovecifosseilcanceancheallui 😉

  9. sherazade ha detto:

    Francesca, se tu volessi, io volutamente nn faccio per un tipo di mio modo di accennare e lasciare poi andare la discussione.
    Quando questo, raramente avviene, io ne sono molto orgogliosa.

    Quando la Magli parla di ‘Corpo perfetto’ sottende proprio questo che la verginità della Maria è strettamente strumentale al Maschio: madre e inviolata, speculare al maschile proiezione di Dio.

    Ma aggiungo un altro concetto estremizzato, forse, però fondante nel primo femminismo storico:
    “Con la biografia di santa Teresa di Lisieux […] mi sono resa conto ancor meglio che al centro della storia percorsa dall’Europa, l’immagine ideale della Donna è inamovibile, ossia fondante. Ma dire «immagine ideale della Donna» significa dire ancora una volta che il creatore dei significati è l’uomo-maschio, e che il suo porsi nei confronti della femminilità (il modo concreto di vivere il sesso ne è soltanto la conseguenza) non è «reale» (Premessa: la de-realtà della vita in Occidente”

    Devo uscire per cosette inerenti al Natale. Piove fa freddo e ho le….madonnine|

    sherabbraccicaricariassaicarissimi

    • TADS ha detto:

      la magli può dire quel che vuole, non significa che il suo pensiero sia verità, dà una interpretazione di parte, tra l’altro molto opinabile

      • sherazade ha detto:

        Io opino molto sull’ultima parte del pensiero di Ida Magli ma condivido molto sulla Madonna e la visione storica in cui la colloca ma certamente tutto è discutibile .

  10. giselzitrone ha detto:

    Sehr schöner Beitrag wünsche dir einen schönen besinnlichen vierten Advent lieber Gruß und Freundschaft Gislinde

  11. Elena ha detto:

    Interessante questo post! Grazie per averlo pubblicato, un abbraccio e buona settimana

  12. Rebecca Antolini ha detto:

    Cara Shera, abbi un sereno Natale con la tua famiglia che veglia la pace su ti voi.. con amicizia Rebecca ♡

  13. TADS ha detto:

    buongiorno Shera,
    Il concetto è molto più semplice. Lo scrivo da ateo, maria è la madre del figlio di dio, concepito dallo spirito santo, in quanto tale non in grado di deflorare purezze e verginità, non solo, era la sposa di Giuseppe e quindi altre strade “fisiche” avrebbe legittimato l’adulterio, vero spauracchio religioso per i credenti. La natura ha inventato la verginità per proteggere le femmine da infezioni e batteri nel periodo di maggior rischio, quello infantile e pre menarca. Non so fino a che punto sia giusto e produttivo strumentalizzare una cosa ovvia per “partorire” concezioni finalizzate a una lotta di genere. La chiesa è certamente maschilista ma fino a un certo punto, esiste un solo dio ma una miriade di madonne, per non parlare di un grande potere gestionale femminile esercitato per secoli nei conventi e nelle curie. Il corpo perfetto è da intendersi come puro, vergine, quindi integro, tradizionalmente la dote più richiesta, il dono più prezioso ma questo non è un valore maschilista. In questi millenni anche la filosofia ha cercato di interpretare su vari fronti la verginità fatta totem per scongiurare paure, insicurezze e pericolose destabilizzazioni sociali, lo Stato famiglia costituiva la società, ne era colonna portante. Io penso si debba leggere la cosa al contrario, la negazione incentiva il vizio, quindi il peccato, il peccato è sempre servito alla chiesa per esercitare il potere, ergo si è trasformato in impura l’ovvietà della natura per gestire meglio le masse. Anche l’adulterio maschile veniva punito. Lo scrigno prezioso che custodisce lo sperma è un derivato dell’onanismo, pratica che considerava la terra un ne preziosissimo da fecondare, anche questa non mi pare pratica maschilista

  14. sherazade ha detto:

    TADS, dal cellulare ho letto come ‘secondo’ l’altro commento che scopro essere il primo.
    Ribadisco che credo che la donna e le madonne nn siano altro che un corollario molto marginale alla rappresentazione del Dio Padre. Vogliamo parlare dell’anima delle donne? Prima di decidersi ad ammettere che l’anima ce l avessero anche loro la Chiesa ha esitato per secoli, ha convocato concili, vi furono scontri tra teologi. Alla fine ha dovuto arrendersi. Quanto alla verginità…il ‘mia o di nessun altro’ è ricorrente nelle violenze contro le donne. Lo stupro come atto di guerra. Tutto ci porta ad una visione antica della donna involucro ‘sacro’ o da contaminare.

    Sheraebasta

    • TADS ha detto:

      credo che su questo ci sia poco da discutere, gli uomini tentano di arginare/controllare la sessualità femminile da migliaia di anni prima di cristo. probabilmente tenteranno di rifarlo in futuro, di questo ne sono quasi sicuro, magari proprio attraverso finte aperture della chiesa.
      perdonami ma la visione della donna come involucro sacro o da contaminare è una gran belinata, dubito faccia ancora proseliti.

      TADSebasta 😀

  15. sherazade ha detto:

    TADS involucro sacro in quanto contenitore del figlio di Dio e quanto allo spregio dello stupro è ordinaria amministrazione in ogni guerra anche le attuali.
    smuacchete

  16. ilmirtillorosso ha detto:

    Cara Sherazade, prima di buttarmi nel Natale passo qui da te e ti abbraccio forte forte.
    Ci si rilegge più in là.
    Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...