Fermo immagine

Happy Anniversary!
You registered on WordPress.com 3 years ago!
anniversary-1x

Sono andata a ritroso, Primi post su WordPress a novembre di 3 anni fà – orba di Splinder che ci aveva sbattuto la porta in faccia – e questo è quello che scrivevo registrando una situazione di disagio (diciamo così molto eufemisticamente) e di metereologia balzana ove io ‘lamentavo’ un novembre soleggiato.
I due protagonisti della fotografia dall’anno scorso non li ho più visti,
Io continuo ad andare a fare le mie passeggiate al parco con Sally.
I figli crescono e le mamme invecchiano. Noi due ce la caviamo.

novsallyparco

“Tu chiamali se v(p) uoi clandestini” – 30 novembre 2011

E’ ARRIVATA QUALCHE GIORNO FA UNA BARCA A VELA, ALTRI UOMINI E DONNE “CLANDESTINI”: IL MARE HA RESTITUITO TRE CADAVERI, UN NUMERO IMPRECISATO DI DISPERSI FORSE GIÀ FUGGITI AL NORD OPPURE MORTI.

OGGI È ARRIVATO UNO YACHT (I NOVELLI CARONTE SI CAMUFFANO SOTTO RICCHE MENTITE SPOGLIE) CHE SI È INCAGLIATO AL LARGO: TRA I TANTI DUE DONNE GIOVANISSIME CON I LORO BAMBINI ANCHE LORO “CLANDESTINI” TUTTI VIVI E RICCHI DELLE LORO SPERANZE A DISPETTO DELLE SOFFERENZE GIÀ PATITE E DEI RACCONTI DI CHI QUEL VIAGGIO LO AVEVA INTRAPRESO GIÀ PRIMA DI LORO.

“CLANDESTINI” CHE RUBANO IL LAVORO AGLI ITALIANI, “CLANDESTINI” CHE CADONO DALLE IMPALCATURE IL GIORNO STESSO CHE VENGONO ASSUNTI, “CLANDESTINI” CHE SUDANO NEGLI ALTI FORNI PIUTTOSTO CHE NELLE PIZZERIE.

“CLANDESTINI” OVUNQUE CHE CI ASSEDIANO, CHE FANNO PAURA ANCHE QUANDO SI SPEZZANO LA SCHIENA NEI CAMPI PER PORTARSI SOTTO I PONTI TRE ARANCE PER CENA E CINQUE EURO, SI MA ‘NETTI’!

“CLANDESTINI” INVISIBILI CUI LO STATO ITALIANO NON RICONOSCE LORO ALCUN DIRITTO FORMALE SE NON LA MERA SOPRAVVIVENZA IN ATTESA DI RIMPATRIARLI.

“CLANDESTINI” INVISIBILI ANGELI CUSTODI POSTI A FIANCO DEI NOSTRI GENITORI ANZIANI O MALATI CHE DIVERSAMENTE SAREBBERO RELEGATI IN LUSSUOSE QUANTO VI PARE MA SEMPRE “CASE DI RIPOSO” ANONIME E SENZA IL CALORE DI UNA VITA VISSUTA NELLE PROPRIE QUATTRO MURA.

IO NE CONOSCO MOLTI DI QUESTI “CLANDESTINI” UOMINI E DONNE CHE HANNO LASCITO NELLA LORO TERRA I PROPRI CARI ED ACCUDISCONO I NOSTRI.

IN QUESTI ULTIMI GIORNI DI NOVEMBRE CHE A ROMA SONO SOLEGGIATI E TIEPIDI COME IL PIÙ MITE SETTEMBRE, ALL’INTERNO DEL PARCO DOVE IO PORTO A SPASSO LA MIA SALLY, APPENA DI LATO DELLA STRADELLINA DI GHIAIETTO STANNO DUE FIGURE: LA PRIMA SEDUTA SU UNA SEGGIOLETTA ROSSA DA REGISTA E LA SECONDA SU UNO SGABELLINO. PASSANDO A VOLTE PERCEPISCO IL BRUSIO DELLE LORO PAROLE, OPPURE, COME OGGI, IL VECCHIO SIGNORE È IMMERSO NELLA LETTURA E CONDIVIDONO IN SILENZIO L’ULTIMO SOLE

OGGI NON HO RESISTITO E DI NASCOSTO, A LORO INSAPUTA, HO SCATTATO QUESTA FOTOGRAFIA.

solecondiviso1

TU CHIAMALI SE PUOI CLANDESTINI

Annunci

34 thoughts on “Fermo immagine

  1. tramedipensieri ha detto:

    Grazie Schera un bellissimo post che condivido….

    • sherazade ha detto:

      che tristezza marta trovare tutto come fosse oggi.
      Solo, forse, io avevo tre anni in meno ed era meglio?
      Sally è una giovin cagnolina tutta briosa ma il resto?

      sheraunabbracciocarocarobuonWE

      • tramedipensieri ha detto:

        Il resto è triste…più di tre anni fa.
        Come se la crisi l’avessero generata loro..
        Io discuto e m’infervoro…niente da fare: dicono che rubano il lavoro…
        Ma se quei lavori non li vuol fare nessuno?
        Boh…

        • sherazade ha detto:

          marta
          ‘quei’ lavori gli italiani nn li vogliono fare però è comodo trovare un capo espiatorio.
          Ma credo vi siano forti ragioni di sfruttamento e di mancanza di tutele. Forse i nostri ragazzi non andrebbero a lavare i piatti e fare i camerieri in altri Paesi se in Italia il lavoro fosse regolamentato e i datori di lavoro non fossero autorizzati a giocare al ribasso.

          sheraunabuonanottesenzapioggia

  2. viola ha detto:

    Buon compleanno al tuo blog e felice fine settimana .un abbraccio di affetto 🙂

    • sherazade ha detto:

      violetta
      del compleanno m’importa pochino. Assai più mi rattrista il nulla cambiato, anzi peggiorato di anno in anno per arrivare alle ‘guerre tra poveri’ di questi ultimi giorni.

      sherabuonissimoWEancheattè

  3. katherine ha detto:

    beh, come sempre ci sono i vari lati della medaglia. C’è chi li sfrutta pagandoli molto meno di quanto dovrebbe fare con gli Italiani, chi li fa lavorare in nero, e qui siamo noi italiani ad essere sfruttatori e profittatori, ma ci sono anche quelli che vengono qui per delinquere, che si appropriano delle case altrui ( si parla proprio in questi giorni di quei poveretti abitanti delle case popolari a Milano che non possono più uscire di casa temendo di non potervi rientrare, che addirittura vengono picchiati e cacciati dalla propria abitazione dagli abusivi che si installano prepotentemente a casa loro, senza pagare nulla), che spacciano,rubano,violentano…
    Ci sono poi tante brave persone che si occupano dei nostri anziani, come dici tu,ma sono piuttosto rumene o albanesi,di africani che facciano i badanti non ne conosco,però ne conosco tanti a cui devo consegnare il classico obolo di un euro per poter parcheggiare la macchina…

    • sherazade ha detto:

      Caterina

      Tu sapevi che esiste un comitato popolare di lotta per la casa per quanto attiene non già al singolo atto – gestito poi in prima battuta dalla malavita – ma all’ occupazione di interi edifici pubblici non utilizzati? Comitato autogestito con regole ferree.

      A Roma, io posso dire di Roma, tutti gli edifici (un complesso enorme) dell’ex Regina Elena (Centro tumori) trasferitosi praticamente fuori città, erano lasciati andare in totale abbandono e dopo sette anni ormai fatiscenti, furono ‘occupati’ e oltre centosettanta famiglie vi andarono a vivere quasi tutte in lista di attesa da decenni nelle liste del Comune. Credo ne siano rimaste la metà.
      Un altro esempio? la scuola elementare proprio all’angolo di casa mia. Un edificio che fu ristrutturato e mai riutilizzato ed ora a distanza di anni i vetri sono rotti, i muri scrostati, il giardino della ricreazione un ammasso di rovi…però da alcuni mesi vedo dei panni appesi ad alcune finestre, uno stendino nel cortile e varie biciclette. Scuola occupata? Direi cattivissima gestione.

      Tutti il resto Kathy va bene ma anche il tuo pensiero di solito così pacato riflette un disagio generale che non attiene al singolo individuo, onesto o disonesto, italiano, rumeno o africano, ma alla politica che si compiace del suo pontificare e si ascolta compiaciuta perché parlare è più gratificante e meno faticoso del fare.

      Le etnie e la scelta del loro lavoro è diversificata. Gli africani per lo più li trovi a fare lavori molto pesanti ad esempio nelle acciairie, negli alti forni non vedi thailandesi, ne a raccogliere pomodori, né cinesi lavorare nell’edilizia lì sono per lo più albanesi, o rumeni o russi.

      Mi sono allungata troppo. Ti abbraccio mia cara amica splinderiana e ancor prima blogger. Sei stata la mia Maestra pazientissima ma adesso sono diventata bravina anch’io nel destreggiarmi tra testate e sfondi 😉 vero?

      sherAlchimieperfette

  4. Laura ha detto:

    Questo e’ il fatto, nulla e cambiato, Shera, hai ragione, anzi, e’ sempre peggio! Bella la tua Sally, piu’ piccola, buon anniversario, 🙂 un abbraccio e buon weekend, ❤

  5. Rebecca Antolini ha detto:

    Buon anniversario… emi auguro ancora con tanti anni con te qui in WP un abbraccio la tua Pif e tante carezze a Sally

    • sherazade ha detto:

      Buongiorno a voi bella famigliola.
      Buonissimo sabato a carezza a Tati.
      Sherasallynsieme

      Ps hai notizie di Gisele “in pausa”?sta bene?

      • Rebecca Antolini ha detto:

        Gislinde e in ospitale per un controllo… lo fa sempre periodicamente… torna presto..

        anche a te è alla tua famniglia un buon sabato tanti baci a Sally da parte mia e di Tatanka

  6. luigi ha detto:

    buon compleanno…
    3 anni sono abbastanza…lunga vita al tuo blog
    p.s., sò tornato eh???

  7. Nyno ha detto:

    Tre anni fa
    raccontavi quello che succedeva oggi
    che tristezza.

    Io se vado a leggere quello che scrivevo tre anni fa, mi viene solo da piangere. …
    Ti bacio.

    Nyno

    • sherazade ha detto:

      Nyno mi prendo
      tutto il bacio perchè la tristezza è generale nel constatare che stiamo peggiorando e le aspettative sono (quasi) zero.

      sheranellapioggiaeneituoniviolenti

  8. gageier ha detto:

    Hallo einen schönen Sonntag wünsche ich dir und einen guten Start in die neue Woche Klaus

  9. ipitagorici ha detto:

    Non è cambiato proprio nulla negli ultimi 3 anni, forse l’Italia è pure peggiorata.
    In Liguria abbiamo avuto un’alluvione peggiore di quella del 2011! E la politica ? E l’assenza di speranza nel futuro ?
    E il ciclico odio verso il diverso, in tutte le sue forme ?

    • sherazade ha detto:

      Pitagorici, questo è con vergogna di pochi e l ‘egoismo dei molti. Quando un presunto benessere viene a mancare si manifestano i peggiori istinti. Non risolvono nulla anzi rendono tutto ancora più drammatico.

      Sherazadebuonasettimana

  10. il barman del club ha detto:

    cosa vuoi che ti dica cara Shera: “cambiare tutto per non cambiare niente” ? Viviamo in tempi complicati, e la situazione sta peggiorando in continuazione. Viviamo nell’alternanza del visibile e l’invisibile e a volte quello che non si vede è ancora peggio di quello che si vede. La crisi ha amplificato certe situazioni ed accentuato le distanze. ma il concetto è sempre il solito: chi ha un lavoro (decente almeno e retribuito come dovrebbe essere) se la cava o almeno lo fa in base alle sue esigenza, familiari e non. Chi non ce l’ha, rischia di precipitare nella disperazione…

  11. il barman del club ha detto:

    qua ancora acqua, tanta acqua, solo acqua: piove, piove, e non vuole smettere…
    Un saluto bagnato !

    • sherazade ha detto:

      Sai, caro barman? molti non rischiano la disperazione già ci stanno dentro.
      MI spiace essere così sfiduciata ma i tempi dei ‘ristoranti tutti pieni’ di berlusconiana memoria mi hanno aperto fin troppo gli occhi.
      Quanto alla retribuzione ti faccio l’esempio mio personale.
      Circa 25 fa, marito latitante totale, in affitto, anche se poi sono riuscita a com.pe.ra.re casa! ho cresciuto un figlio proprio perchè avevo uno stipendio dignitoso, anzi buono, Oggi non sarebbe possibile se nn tirando la cinghia e certamente la casa di là da venire.

      Mi spiace sentire di quanta acqua ancora vi stia flagellando. Vi sono davvero vicino e vi penso. A te in quel di Como, Caterina in Piemonte e tanti altri ancora che non conosco e che soffrono e tremano.

      Crolla il terreno e, come dicevi tu, tutti giù perterra ma senza cantare. Giù e basta.

      sherabuonacenabbraccianchequimoltopiovosi

  12. keypaxx ha detto:

    Beh, complimenti per l’anniversario.
    🙂
    Per quanto riguarda le problematiche socio-politiche, che scrivere? Non basterebbe lo spazio commenti e nemmeno il tempo che ho a disposizione stamani. Non sono un politico e nemmeno un sociologo. So soltanto che, da quando sono su questa terra, non ho mai vissuto un periodo peggiore di questo e in tutti i campi. Speriamo. Perché se al peggio non c’è fine… ahimé.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

  13. giselzitrone ha detto:

    Danke liebe Freundin bin wieder aus dem Krankenhaus zurück lieber Gruß und Freundschaft.Gislinde

  14. hugove52 ha detto:

    Hallo, ik wens je een fijne week.

  15. sherazade ha detto:

    same to you Hugove 😉 with thanks

    sherazade

  16. Topper ha detto:

    Buon compleanno. Hai scritto tre anni fa quello che succede tuttora, che succedeva anche più di tre anni e che succederà ancora a lungo, forse in maniera peggiore. Mi auguro sempre che un giorno la strada possa cambiare ma su certi temi non solo non cambiamo strada, non ci muoviamo proprio…

    • sherazade ha detto:

      a me sembra, caro Ale,
      che addirittura ci siano dei paurosi salti indietro sul tema delle tutele. Che le disparità aumentino e con loro il disogio sociale.

      sheraaltrochelucedeltunnelsiamodentroinverticaler

      • Topper ha detto:

        Questo è un ulteriore aspetto. Punti di vista, dicevo ieri. Cambiare strada, stare fermi, andare indietro sono metafore: di fatto, comunque la guardi, va sempre peggio. Ci sono due classi, non solo sociali, due livelli e sempre meno punti d’incontro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...