chiedimi se sono felice: oggi mo(l)to!

Il 6 maggio di quest’anno, ed ebbi anche a scriverne qui, “Ci” fu rubata la moto che il pargolo era riuscito a (ri)comprasi (tra me e lui di furti di motorini e moto siamo ‘esperti’) aggiungendo alcune rate per coprire il costo che ha finito di pagare lo scorso mese di luglio. Eccolo qui ignaro del futuro sul suo grintoso  Yamaha T-max 500.

Fortunatamente l’assicurazione ha praticamente rimborsato tutto e le voila nuovamente in sella al suo bolide a due ruote il casco pronto e via a festeggiare aggrappata come un bradipo al suo esile corpo. Felicità impudente e violenta.

Io so che vi chiederete ma perché questo benedetto ragazzo insiste a volere questa motona e questo modello che va – a dispetto di antifurto, catena, e garage la notte – ‘a ruba’?
La risposta è scontata per lui e in qualche modo anche per me. Un ragazzo della sua età minimo si comprerebbe una Smart o un altro modello, lui no, estate e inverno prima motorino e poi moto.
Incidenti da parte sua nessuno mentre da parte di automobilisti sconsiderati alcuni. Lo stesso è valso per me. Dopo l’ultimo furto ho desistito definitivamente.
Qualsiasi sia il mezzo che guidiamo è dagli altri che dobbiamo guardarci e addirittura prevedere le mosse.

Felicità? Oh! lui non lo dava a vedere ma quando l’ho accompagnato a ritirarla gli ridevano gli occhiali! Riuscire e rimettersi in sella e completamente con le sue forze economiche gli ha dato un friccicore e anche a me, un senso di orgoglio, di onnipotenza per quel metro e ottantacinque che avevo covato con fatica, partorito con gran dolore e con tante aspettative e batticuore sempiterno per lui che man mano cresceva.

Giro d’onore e battesimo con aperitivo fino al punto più bello da cui si vede tutta Roma sdraiata, riconoscendone dall’alto ogni riferimento: Lo zodiaco.
La magia di quella vista, il sole vivido,  la figura snella in controluce che si staglia, non so se potete immaginare quell’attimo di sospensione misto a smarrimento (no, non è un sogno) che io ho provato.
Mio figlio. Felicità.

Felicità

Sound truck Blues Brothers http://youtu.be/o_manjmO1N0

Annunci

28 thoughts on “chiedimi se sono felice: oggi mo(l)to!

  1. viola ha detto:

    Tuo figlio é bello come la mamma .viaggiare con la moto é comodo sopratutto nelle grandi città dove c’è sempre tanto traffico.buona serata 😊

  2. tramedipensieri ha detto:

    Son commossa.
    abbracci
    .marta

  3. Elena ha detto:

    Evviva! Io ho fatto incidente in motorino da ragazzina ma da adulta ho sempre amato l idea dello scooter ….ma ora ho desistito 😦

  4. vagoneidiota ha detto:

    Magica donna.
    Magica mamma.
    Jill scott – the fact is

    • sherazade ha detto:

      Niente di magico caro, dolce, vagone, almano non solo da parte mia ma dalla comunione che c’è tra me e mio figlio che sicuramente è più gentile e malleabile di me.
      Se nn fosse che a tren0anni li si definisce ‘ragazzi0 io direi di mio figlio che è un uomo gentile.

      sheragraziedelsottfondomusicale 🙂

  5. sportelloutenti ha detto:

    Sono contentissima per lui 🙂
    Capisco il suo desiderio di indipendenza economica e di movimento. Mio fratello, mia cognata e nipoti si muovono praticamente per dodici mesi l’anno (salvo pioggia o gelo) con motorino, scooter o bicicetta per evitare il trafficio caotico di una città che è sempre bloccata da qualcosa come lavori. manifestazioni, “papa day”, partita allo stadio, ecc….
    Elisatantiabbracci

    • sherazade ha detto:

      eggià Elisa
      a Roma è l’unico mezzo che da sicurezza, certezza, di arrivare dove devi e in tempi rapidi, insomma in orario anche con una guida accorta senza infrazioni.

      sherabbraccissimissimi

  6. Quanto amore… bellissimo!! un abbraccio e buona domenica
    Manu

  7. banzai43 ha detto:

    Ciao shera,
    innanzi tutto buona giornata. Complimenti, poi, a Te e al Tuo ragazzo per il nuovo scooter. Quanto al loro furto, Yamaha e marche maggiori, sono vittime costanti. Poco più di un anno fa è stata la volta di mio figlio, che la macchina non la usa quasi mai e con la moto si reca in ufficio e da quasi ogni altra parte. Poi il rimborso ed un nuovo scooter. E’ la vita, ma è un vero fastidio.
    Roma … accidenti, è da troppo tempo che ne sono lontano, ma a me, milanese doc, mi manca e tanto. talvolta me la faccio ricordare da Antonello Venditti o da qualche telefonata o colleganento Skype ad amici che vi abitano. Fammi un piacere, apri la finestra e manda alla tua bellissima città un bacio per me.
    Graziesheragrazieroma.
    banzai43

    • sherazade ha detto:

      Banzai
      èrima di tutto ben ritrovato :=)
      La Yamaha va a ruba ma che fare? Del resto nn è che mio figlio non lo sa. E cmq è uno tra i mezzi di citta e fuori città tra i più sicuri e comodi.
      Ti aspettiamo e spero di essere annoverata tra gli amici di cui nn ti scorderaial tuo passaggio qui.

      sherallorarrivederciRoma

  8. cordialdo ha detto:

    Ciao e felicità futura a mamma e figlio ed anche alla cagnolina comodamente accoccolata sul grembo della “mamma”!
    Ciao, Shera, un abbraccio. Osv.

  9. cucinaincontroluce ha detto:

    Anche tu lo guardi e ti innamori… lo stesso è per me con mio figlio… ci sono mamme che si disperano quando crescono perché perdono quella morbidezza e quel profumo di bambino, ma a me piace tanto vederlo crescere e diventare un ometto bello come il sole: ecco, questa è la felicità più grande! Quando loro stanno bene e sono felici noi mamme siamo al settimo cielo.

    • sherazade ha detto:

      cucinaincontroluce
      ecco, le mamme, quelle fortunate, hanno una marcia in più ma forse anche qualche batticuore di troppo.
      Però è vero ‘ i figli so’ piezz e core’.

      sherabbraccicaricari

  10. ipitagorici ha detto:

    Complimenti per il nuovo/vecchio motorino ! Dove si trova questo posto da cui vedere tutta Roma ?

  11. giselzitrone ha detto:

    Danke dir liebe Freundin war Glück mit der Versicherung gut das sie das Geld erstattet haben.Wünsche dir eine gute und glückliche Woche.Lieber Gruß und Freundschaft.Gislinde

  12. ELIZABETH C.L. ha detto:

    TIENES UN BLOG MUY INTERESANTE , FELICIDADES , HOY SOLO EH LEIDO ALGUNOS POST PERO YA REGRESARE CON MAS TIEMPO A SEGUIR LEYENDOTE , QUE TENGAS UNA BENA SEMANA Y DESDE MEXICO TE MANDO UN SALUDO … 🙂

  13. TADS ha detto:

    lo sapevo che sotto la scorza dura si nascondeva un “core de mamma”,
    la moto è una filosofia di vita

    • sherazade ha detto:

      La mia nonna savoiarda che si fregiava del titolo di ‘mammacagna’
      per la volontà con cui vigilava sulle tre figlie femmine -si era in piena guerra – quando nacque mio figlio mi disse: ‘scordati di essere donna. Da oggi il tuo compito è di essere madre’.
      Consiglio subito depennato. Ho tenuto ben separati i due ruoli.
      il ragazzo ci ha messo molto di suo ma per me il suo benessere è stato ed è prioritario e un po di merito sarà anche mio. Sembrerebbe strano ma sono riuscita anche tra alterne vicende a vivere il mio essere donna.
      Ora che lui è alto il doppio quando di china a darmi un bacio, hsi ragione TADS ! di me resta solo lo spasimo di una madre stupidamente fe.li.ce.
      sherapappolosanzidipiu

  14. keypaxx ha detto:

    È di sicuro motivo di orgoglio. E sono felice per te.
    Un sorriso per la nuova settimana.
    ^___^

  15. Nicola Losito ha detto:

    Vedere la gioia negli occhi di un figlio: anche questa è felicità.
    Nicola

  16. giovanotta ha detto:

    core de mamma.. :- )
    buongiovedì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...