mutatis mutandis

Virginia Wolf, Durante un attacco aereo a Londra.

“La notte scorsa e quella precedente i tedeschi erano sopra la nostra casa. Adesso sono tornati. È un’esperienza strana, trovarsi sdraiati al buio ad ascoltare il volo di un calabrone che in ogni momento potrebbe pungerti fatalmente. È un rumore che interrompe il fluire calmo e continuo di un pensiero sulla pace; …”

E ancora :

“Finalmente tutti i cannoni hanno smesso di sparare. Tutti i riflettori si sono spenti. Il buio naturale dell’estate ritorna. Si sentono nuovamente gli innocenti rumori della campagna, una mela cade per terra. Un gufo grida, spostandosi da un albero all’altro. E qualche parola quasi dimenticata di un vecchio scrittore inglese mi viene in mente: “I cacciatori si sono alzati in America …”. mandiamo dunque queste note frammentate ai cacciatori che si sono alzati in America, agli uomini e alle donne il cui sonno non è ancora stato interrotto dai rumori della mitragliatrice, con la speranza che vengano ripensate, generosamente e caritevolmente, e forse rimaneggiate fino a diventare qualcosa di utile.
E adesso in questa metà buia del mondo, a dormire!”

Da La Repubblica 27 luglio2014

“Razzi da Gaza dopo la tregua di Hamas. Netanyahu: “Violano il loro cessate il fuoco”
Si continua a sparare da entrambe le parti. In mattinata, la tregua approvata dallo Stato ebraico per venire incontro alle richieste della diplomazia internazionale ha retto solo per poche ore. Poco dopo le 8.30 ora locale sono risuonate in gran parte del paese le sirene che annunciavano l’arrivo di altri razzi, lanciati da Hamas.”

foto sherazade – Roma,  Parco delle Valli

Da parte mia è tutto, la notte dormiamo e salvo i tuoni di un’estate che non vuole decollare ‘la’ guerra la leggiamo e per crudele che sia  possoiamo  solo immaginarla perchè abbiamo la fortuna di essere nati, sì in un Paese dei campanelli che troppo spesso ci indigna ma sostanzialmente vivibile. Cerchiamo di essere generosi.

 

Annunci

26 thoughts on “mutatis mutandis

  1. vittoriot75ge ha detto:

    Per ora…

  2. il barman del club ha detto:

    mai dire mai cara… è da troppo tempo che l’America ci sta provando con una guerra dalle “nostre” parti per risollevare al sua economia disastrata (vedi voce “medio oriente” o “Ucraina” e altro ancora). Il nostro tempo è troppo simile alla crisi che cent’anni fa scatenò la prima guerra mondiale. Ci riproveranno… garantito! La fortuna è che che Russia e Cina non sono stupide, così come Germania e Francia, anche se a rimetterci saranno sempre i più deboli… sempre loro! Sempre noi!

  3. tramedipensieri ha detto:

    Non è che siamo (e siamo stati) troppo generosi da vent’anni a questa parte…ma questo popolo non si stanca mai di subire..??

    Ricordo sempre la poesia di “…di chi venne a prenderli e nessuno disse niente…”

    Speriamo…non è che ho molte speranze in verità …

    Buon domani Shera
    🙂

  4. cat ha detto:

    … but who started it first??? … and who was there first??? … and who is proecting what??? … and why was it taken from them??? … home land is homeland … I would fight for my homeland too, no matter what … there must be another way for peace on this planet … http://www.youtube.com/embed/RN8B1xvCxI0?rel=0 … Love, cat.

  5. keypaxx ha detto:

    Le guerre demonizzano gli uomini e li rendono creature prive di cuore.
    Terribile realtà.
    Un sorriso con l’augurio di una serena e ricca estate.
    ^___^

  6. sallychef ha detto:

    le immagini brutali che giorno dopo giorno la tv ci mostra, sembrano volerci abituare alla morte. Le grida, le lacrime, la paura di quella facce mi angosciano. E sono qui impotente, inerme difronte a quella scene.
    Sally

  7. luigi ha detto:

    solidarietà ai palestinesi, ma se permetti, anche solidarietà ai morti israeliani…davanti a Dio siamo tutti uguali, e non si spara da una parte sola purtroppo..
    buona serata

  8. sportelloutenti ha detto:

    Mia mamma, che comunque sfollò da Torino a Fiano in campagna perchè casa sua fu bombardata dagli Inglesi, mi raccontava che da ragazzina andava a vedere dalle colline la città bombardata che veniva illuminata dalle bombe come un macabro spettacolo di fuochi d’artificio. “ero bambina, mi affascinava e mi terrorizzava allo stesso tempo” queste le sue parole
    ELisachehaunfreddocane

  9. thescouse ha detto:

    Tuona Zeus e tuona Ares, idem Atena…..o cambia il vento o ci sarà una bella tempesta

  10. wolfghost ha detto:

    Hai assolutamente ragione. Però… credo che in fondo anche l’indignazione per cose molto meno importanti possa servire a impedire la nascita di semi molto più pericolosi.
    Un caro saluto! 🙂

    http://www.wolfghost.com

  11. Elisa ha detto:

    questa guerra comunque arriva dentro le nostre case almeno il tempo di uno zapp…e poi dimentichiamo. Abbiamo altro da fare

    • sherazade ha detto:

      Non proprio x tutti Elisa.
      Non possiamo fare molto ma almeno manifestare il nostro dissenso e silenziosa partecipazione, questo si può e si deve fare.
      Sheraunabbraccio

  12. Elena ha detto:

    Meglio la pura notizia senza fronzoli e immagini , ma x i Tg non sarebbe così interessante 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...