Gaza, quale Dio?

Cari amici scusate se non sono molto vacanziera e se per il fine settimana condivido lo stralcio del testo giratomi da Marisa Conte.

Il nostro, il mio, è un piccolo spazio leggero ma a volte non si può proprio, neppure qui, chiamarsi fuori perchè ci viene chiesto di essere presenti, come possiamo ma presenti senza nascondere la testa nella sabbia come gli s.t.r.o.n.z.i.

“Israele sa di essere sotto l’occhio del mondo, opinione pubblica e Governi, anche quelli che, pure, lo sostengono, sempre e comunque. Può permettersi qualunque azione illegale che ad altri non è consentita ma deve far finta di non esagerare, di agire per autodifesa, alimentando, incessantemente, il mito del pericolo sempre imminente di un nuovo Olocausto per il suo Popolo.

“Come può Israele ottenere la pace, se non ha la volontà di delineare un confine e porre fine all’occupazione?”, ha detto Phillip Gordon, responsabile per il Medio Oriente della Casa Bianca.

A fine giugno, Lars Faaborg-Andersen, inviato dell’Unione Europea in Israele, ha affermato che “Gli Stati dell’UE stanno perdendo la pazienza, a causa della continua crescita di insediamenti israeliani illegali, nei Territori occupati palestinesi

E i bambini palestinesi quanto tempo hanno per trovare un rifugio (che non c’è, in quel lager che è la Striscia di Gaza), prima che cadano le bombe israeliane?

L’Olocausto palestinese si trova nei numeri.

 

In due giorni di assalto israeliano:

58 morti, saliti a 78 al momento che scrivo,
di cui 13 bambini, 7 donne e 36 vecchi
450 feriti, di cui 103 bambini, 46 donne e 283 vecchi
1033 bombardamenti di cui 144 razzi dal mare, 747 raid aerei e 142 cannoneggiamenti
312 case distrutte, 53 totalmente e 259 parzialmente

Ieri, è stata colpita la Torre dei Giornalisti, a Gaza City, e diversi di loro sono rimasti feriti. I giornalisti di RT hanno accusato Israele di terrorismo e di crimini di guerra.

Siamo alla 3^ Intifada o alla 2^ Nakba? “E’ l’insurrezione palestinese o, ancora, la pulizia etnica israeliana?
Anche se le terminologie differiscono, dalla prospettiva di Israele non c’è contraddizione tra le due; sono passi complementari verso lo stesso scopo, vale a dire un solo Stato ebraico.”.

Petizione online: http://firmiamo.it/spazio-in-rai-all-informazione-sulla-palestina#petition

AGGIORNAMENTO al 14 luglio 2014

Gaza, nuovi raid di Israele: 172 morti in 7 giorni. Razzi dal Libano e dalla Siria

Offensiva nella notte: 40 obiettivi colpiti, sale il bilancio delle vittime palestinesi. Missili sul Golan e sulla Galilea occidentale, nessun ferito. Oltre 17mila i civili che hanno abbandonato la Striscia

Annunci

43 thoughts on “Gaza, quale Dio?

  1. Topper ha detto:

    Ma ci sono i Mondiali! Ne possiamo riparlare dopo la finale?

  2. Rebecca Antolini ha detto:

    In questi giorni ho deciso quasi niente pc.. ma qui devo rispondere… e forse anche sfogare… parlano delle cose pallose (mondiali) che a me personalmete frega cosi tanto come la sfera vuota dei calciatori… tutto il denaro buttato nei venti per i mondiali sarebbano stato utile per aiutare a questa gente … le foto fanno capovoglere lo stomaco .. le tv in tutti il mondo dovrebbano interompere tutti trasmisioni di che cavolo so io e fare notizie su queste cose.. finche noi tutti ci svegliamo e urliamo per la giustizia..
    ma che essere ci siamo? ci frega veramete cosi pocco? ho fatto la petizione … e il minimo che posso fare ..
    si dovrebbe boicotare la tv e le tramessioni del mondele e andare per strada e gridare la rabbia e urlare per chi non ha più voce…
    ma ci sono troppi menefreghisti …

    scusa se mi sono sfogata… e mi sono anche sforzata ad non dire altro

    • Rebecca Antolini ha detto:

      Dio? Anche lui una invenzione per tenerci sotto il pugno… altrimenti e un menefreghista come noi… scusate

      • sherazade ha detto:

        Rebecca
        lo dici a me che sono agnostica 🙂 ma questa è anche una guerra di religione.
        Io sono stata nei territori occupati con e per lavoro del Parlamento europeo e ti assicuro che Gerusalemme mi ha commosso, sono rimastra attonita da quanto filo spinato e pietre e case diroccate, bambini mutilati nella striscia di Gaza e l’opulenza di Israele.
        Non vi è senso a questa guerra ma è radicata nell’animo di ognuna delle due parti.

        shera

        sher

        • Rebecca Antolini ha detto:

          io da sempre ho avuto bisogno a credere in un Dio… ma ora mi rendo conto… che questo Dio non esiste… troppa ingiustizia nel nome suo .. troppe guerra a causa di lui… se esiste un Dio farei fine a queste cose.. mah.. mi auguro che dopo la morte c’è un luogo migliore per vivere.. e ci sono momenti in cui io sarei già pronta per la partenza.. quando vedo questo e cose mi vergogno di essere incapace a fare qualcosa…

    • sherazade ha detto:

      Rebecca
      se ti riferisci a Topper siamo troppo amici e ironizzava e lo avrai notato dalla mia risposta.
      Purtroppo il calcio coinvolge troppi interessi economici per essere preso per le corna.
      Ma la guerra, quella vera nella crudezza delle immagini – non di repertorio ma inviatemi da una persona che conosco – dice che l’umanità non troverà mai pace e che la guerra è insita nel dna disumano degli uomini.

      sheraunabbracciomiacara

      • Rebecca Antolini ha detto:

        non mi sono rivolto a Topper… parlo in generale … a me il clcio da la nausea… nemmeno se mi pagano mi guardo una partita…
        la guerra e colpa del nostro menefeghissmo.. dove non si guardagna nulla non si aiuta…
        sempre stato cosi questo sono le leggi fatto dal uomo civilizzato…

        • sherazade ha detto:

          uomo civilizzato e disumanizzato, già, questo è.

          • Rebecca Antolini ha detto:

            chiamo l’uomo civilizzato perchè ci sono ancora culture che sanno vivere in armoni con la natura e se stesso.. finche non incontrono l’uomo civilizzato… preferisco essere primitiva e vera peccato che non sono nata cane

  3. sherazade ha detto:

    no Topper
    credo che anche quello del calcio sia un discorso molto ma molto serio e che dovrebbe essere affrontato.
    Certo non c’è paragone.

    sherapioggiasenzapinetoeneppurealPigneto 😉

  4. tramedipensieri ha detto:

    Una vergogna
    Un levare la pelle a strisce vedere queste immagini
    E viverle….?

    Nessuno vuole fare niente. Dalle e con le guerre si guadagnano soldi. Non interessa a nessuno la pace. Nessuno farà mai niente.

    • sherazade ha detto:

      Marta, hai ragione la guerra alimento un grande mercato da quello delle armi a quello dei media. Cosa realmente accada è spettacolarizzazione.

      sherabuonanottedimezzapioggia

  5. vagoneidiota ha detto:

    Ho solo voglia di piangere.
    Ogni immagine, ogni parola, un pugno allo stomaco.

    • sherazade ha detto:

      Hai ragione vagone,
      e noi ‘allegramente’ facciamo le riforme alla nostra Costituzione con un puttaniere conclamato (tutto il resto è farsa antica): vedo i nostri Padri costituenti raccapricciare nelle loro bare.
      Siamo lontani anni luce seppure con il nostro 8% di povertà aasoluta dal valore immenso che ha una singola vita umana.
      Non avrei m3esso le foto dei bambini se non fosse che arrivano da una persona che non ha in mente di fare scoop.

      sherachealtrodirechefare?

  6. Francesca ha detto:

    …sai che non so proprio che dire? penso solo al rilievo mediatico che hanno conferito alle facce in lacrime dei tifosi del Brasile durante e dopo la partita. Come se loro stessi non avessero già abbastanza problemi, ma lasciamo stare.
    Questo momento è particolarmente critico, lo sto seguendo su internet, ormai ho smesso di vedere la televisione, guarda caso l’unica cosa che ho visto ultimamente è stata la semifinale succitata. Non so più cosa pensare di questo conflitto, a volte mi viene da chiedermi se ci potrà mai essere una fine. Sarò ingenua… o solo scoraggiata…

  7. Shera, scusami non ce la faccio a commentare, o almeno, non in maniera educata.

  8. semprecarla ha detto:

    Mi sento morire nel vedere l’orrore di un fiume di morte ….

  9. rodixidor ha detto:

    C’è poco da aggiungere. Dobbiamo esserti grati di ricondurci alla realtà,

  10. Dinanzi certe immagini non riesco a dire una parola…non esistono per commentare un orrore così immenso

  11. ergatto ha detto:

    La moda di sempre è criminalizzare qualsiasi atto israeliano e mai il contrario. I media fanno fatica a riportare chi mette i propri civili sui tetti obbligandoli a non scendere per fare da scudi umani ! Poi ovviamente utilizzano i morti inevitabili per impietosire il mondo con foto drammatiche. Io vorrei vedere l’atteggiamento di un qualsiasi popolo, anche beota come il nostro , a fronte d’un continuo assillante bombardamento da parte dei “martiri” . Per la cronaca riferita dai corrispondenti non venduti sul posto si sappia che i “maledetti” sionisti prima di bombardare inondano di messaggi, volantini, inviti via radio i civili ad allontanarsi dai posti che saranno presi di mira…. peccato che i “poveri” palestinesi obblighino i compatrioti a salire sui tetti e restarci !

    • sherazade ha detto:

      ergatto
      evidentemente anche noi al di là della nostra ‘estraneita’ non riusciamo ad essere obiettivi o meglio equidistanti.
      Il problema esiste è ingiusto oltre che drammatico quando coinvolge le popolazioni, i bambini ma anche quelli che non vediamo e dimentichiamo e sono (perdonatemi se bestemmio) gli animali.
      Esistono troppe verità che sovrastano a giocano con la vita dimentichi che ben oltre la politica esistone le persone.
      Io, le persone che mi informano così come le foto tragiche che ho inserito, le conosco e non sono faziose.
      Volantine e sms mi sembra quasi una barzelletta : Stiamo per spararvi, nascondetevi!

      sheragraziedellatuaopinione

  12. giselzitrone ha detto:

    Einen schönen Sonntag für dich das ist ja sehr schliemm man hat keine Worde dafür und die Kinder müssen wieder darrunder leiden eine schlimme Welt. liebe Grüße und einen guten Sonntag Freundschaft.Gislinde

  13. il barman del club ha detto:

    non c’è mai limite al peggio, anzi, probabilmente sarà sempre “peggio”: violenza sovrapposta ad altra violenza, gli uni verso gli altri, e non si
    vedrà mai la fine, finché non finirà l’umanità, in Palestina come in altri posti dove i genocidi sono all’ordine del giorno. Come diceva Cronin: “e le stelle stanno a guardare”. Vedere quei bambini sventrati vien proprio voglia proprio di piangere…

    • sherazade ha detto:

      Barman,

      quel ‘tappeto’ di innocenti ancora più innocenti direi, grida vendetta, ma è proprio quello che stanno facendo e la scintilla che ha fatto scattare questa ultima azione di guerra.

      Tu hai visto Il giardino di limoni? E’ di parecchi anni fa e sta a sottolineare che la ‘questione palestinese’ si trascina ormai da troppo tempo.
      Ci sono guerre e genocidi ci cui si parla poco o solo in momenti di gravità assoluta.
      Questa mondo non ha, non lascia, Pace.
      sheramentrefuoripiovemilamentoperlezanzare

  14. sherazade ha detto:

    Pare forse fuori luogo ma in proposito, parlando di terra palestinese ‘rosicchiata’ da Israele vi segnalo un film semplice nel suo svolgimento ma chiaro nel significato.

    IL GIARDINO DI LIMONI I racconta la battaglia legale di una donna palestinese in difesa del proprio limoneto e affronta il lungo conflitto israelo-palestinese descrivendo l’inatteso coinvolgimento della moglie del Ministro della Difesa israeliano.

    Lo spunto narrativo è tratto da una vicenda reale che ha avuto per protagonista il ministro Shaul Mofaz, che ottenne di tagliare gli ulivi del suo confinante, un agricoltore cisgiordano, nonostante il ricorso di questi alla Corte Suprema d’Israele.

    Qui potete trovare una recensione al film scritta da me nel 2009 in partenza per questi luoghi martoriati:
    https://sherazade2011.wordpress.com/2009/07/11/partire-partiro/

    sheravolteunpiccolifilmdicemolto

  15. TADS ha detto:

    buongiorno Shera,
    non la farò tanto lunga, avevo intenzione di scrivere un post in merito nei prossimi giorni, non lo farò perché avrei messo giù più o meno quello che hai postato tu, quindi mi limiterò a commentare da te con alcune “integrazioni”

    1) gli ebrei gestiscono il 75% del capitale mondiale, gli interessi economici europei e statunitensi dipendono dal loro, questo conferisce a Israele un potere per molti incomprensibile

    2) altra anomalia è la classificazione dei morti, i tre ragazzi israeliani rapiti e massacrati valgono più di mille bambini palestinesi uccisi dai raid, non è una novità, ce lo insegna la storia, i 6.000.000 di ebrei uccisi da Hitler valgono molto più dei 30.000.000 di russi uccisi da stalin

    3) sono decenni che Israele si appropria di territori invadendoli, la cartina geografica ufficiale è ben diversa da quella reale

    4) l’esercito israeliano è l’UNICO AL MONDO che ha licenza di uccidere civili, bambini, donne e vecchi senza pagarne le dovute conseguenze

    5) Israele la pace non la vuole, la pace porterebbe al disarmo, questo per loro sarebbe inconcepibile

    buona giornata, diciamo così

    TADS

  16. sherazade ha detto:

    Buon giorno TADS
    accetto con grande piacere la tua lucida integrazione perché così a me piacerebbe fosse per ogni post:arricchimento di vedute in ohni senso.
    La cosiddetta questione palestinese nn avrà msi soluzione se Israele continuerà a rosicchiare terra.
    anche a te suggerisco questo film, leggero ma nn x questo meno illuminante, che è
    Il giardino di limoni, pensa, del 2008 sulla scia fi un conflitto altrettanto cruento.
    Sono stata in Palestrina con una delegazione del movimento x la pace. Abbiamo avuto riunioni sentito testimonianze convissuto tra le macerie. Un popolo stremato che nn vedeva futuro. Siamo anche stati in Israele co
    n le sue belle case ordinate i bambini ben vestiti. Qualcosa forse nn quadrava né allora né oggi. La comunità internazionale tace presa dsi singoli interessi personali.
    Buona giornata TADS se così vogliamo.
    Sheraunabbraccio

  17. TADS ha detto:

    sono stato anche io da quelle parti, più volte e in zone diverse, la realtà è che gli Israeliani considerano gli arabi un popolo inferiore e lo “ghettizzano” in aree ove compiere incursioni, rastrellamenti e massacri…
    tutto questo ti ricorda qualcosa???

    ricambio l’abbuaccio

  18. thescouse ha detto:

    I poveri palestinesi sono carne da cannone, nel nome di un sacrosanto diritto all’esistenza di una popolo/razza/religione, sono a loro volta stati sacrificati dal menefreghismo occidentale (in alcuni casi collusione), dalla miopia politica di alcune frange palestinesi, dai leader di diversi paesi arabi, buoni a cavalcare la loro causa, solo per assicurarsi consensi, dai giochi di equilibrio strategico della regione.
    Piccole considerazioni: operazioni di polizia vengono trasformate in raid dell’esercito che detto tra di noi è il beta tester dell’industria bellica americana….

  19. sherazade ha detto:

    Grazie Fabio.
    Parlare diventa non inutile, no ma quasi irrispettoso nei confronti di tanto strazio.

    buonanotte o buongiorno

  20. sabato83 ha detto:

    Purtroppo questa guerra non finirà mai. Sono dei fanatici, che lottano tra di loro da 2000 anni. Più si va avanti e peggio sarà, mentre tutti stanno a guardare…e spesso a fregarcene.
    Riguardo Dio…beh, ci ha lasciato il libero arbitrio…forse il Dio punitore del vecchio testamento, in questo momento non ci starebbe male.

  21. Andrea Magliano ha detto:

    Non ho molti strumenti e argomentazioni per parlare.
    Mi aggiungo all’orrore di quest’ennesima carneficina che si sta consumando nel silenzio di molti media… Ricordando però che lo stato di Israele è anche un’ ‘invenzione occidentale’ per avere un ulteriore controllo in Medio Oriente. E con la netta sensazione che di morti ce ne saranno molti altri ancora…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...