ARSURA

“Per lungo tempo, i certificati e le dichiarazioni autenticate sono stati il simbolo di una burocrazia asfissiante e vessatoria, che imponeva ai cittadini adempimenti, oneri e costi burocratici senza limiti: obbligati a correre da un ufficio all’altro per trasmettere dati personali già in possesso delle pubbliche amministrazioni. L’autocertificazione ha dunque rappresentato il primo segnale di una rivoluzione nei rapporti fra cittadini e amministrazione: da sudditi ad utenti o clienti, i cittadini; da strumenti di vessazione a servizi per la collettività, le amministrazioni. Internet, in questo “nuovo” rapporto, gioca un ruolo essenziale. È infatti sulla Rete che si possono trovare tutte le indicazioni utili, prontamente messe a disposizione. Un’Amministrazione, quindi, un po’ meno “dinosauro”, un po’ più moderna. Ecco tutto quello che c’è da sapere ….
Chi deve accettare l’autocertificazione:
– le Amministrazioni pubbliche;
– i Servizi pubblici ecc…
Fai valere i tuoi diritti
Informazioni sulla semplificazione, sull’autocertificazione, sui nuovi diritti dei cittadini e sulla riforma dell’amministrazione nei siti Internet:
http://www.governo.it
http://www.funzionepubblica.it

Perché mi chiederete?
In questo periodo decisamente NO per mio figlio la ciliegina è stata anche la perdita del portafoglio con a) patente; b) Carta di identità; c) bancoposta.

Dunque si va dai carabimìeri a sporgere denuncia e nell’attestato di smarrimento – tramite il collegamento in rete – vengono riportati sia i dati della patente che i dati della CI.

Non convinta che tutto si sarebbe risolto in quattro e quattrotto dico a mio figlio di prendersi un giorno di ferie.
La mattina con le foto, la denunzia dei carabinieri e mammà al seguito si va in circoscrizione: marca da bollo da euro5.50 più carta bollata di uguale valore, aspettiamo la sano mezz’ora e finalmente allo sportello una gentile impiegata ci dice perentoriamente che non avendo altro documento servono due testimoni. Due testimoni dico io? Senta c’è la denuncia dei carabinieri con tutti gli estremi dei documenti se lei si collega constaterà lei stessa che mio figlio ha la carta di identità. Ci sono io, la madre, e poi mi scusi ma con  l’AUTOCERTIFICAZIONE della legge Bassanini del 1997 come la mettiamo?
“La mettiamo signora cara che dovete ritornare con un secondo testimone perché noi non accettiamo l’ autocertificazione”.

In zona abita una mia cara amica che in motorino ci raggiunge e…questa è fatta ma si è fatto anche mezzodì.

E ora di nuovo dai carabinieri con un documento valido e due foto perché la patente arriverà tramite loro in una ventina di giorni, a casa, contrassegno (circa 20-30 auro).

Bancoposta! La barzelletta. Intanto bisogna andare alla sede centrale, evvabbè non è lontanissima.
Documento valido, numero del conto xxxxyy denuncia, un correntista pensa di potere prelevare dal suo conto. NO! Deve farsi un assegno auto intestato. Mio figlio non usa gli assegni ma non c’è stato verso. Per ritirare soldi suoi dal suo conto ha dovuto farsi fare un assegno circolare a suo nome.

Le disposizioni relative all’autocertificazione sono raccolte nel D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e l’osannante incipit che ho trascritto risale a marzo 2001!

Solo per essere poco poco disfattista, permettetemelo! ieri era il 19 giugno 2014 e allora io vorrei sapere ma davvero vogliamo prendere tutti per i fondelli?
La riforma della pubblica amministrazione bla bla bla che non decolla neppure nelle leggi che si è data oltre dieci anni fa?

E intanto la giornata di ferie se n’ ghiuta!

Signori miei siamo alla frutta e visto che è fine settimana e pare riprende il caldo una fetta di anguria per tutti a placare la sete di semplificazione che è diventata arsura.

 

Annunci

38 thoughts on “ARSURA

  1. vittoriot75ge ha detto:

    Porca tr**a (e scusa…) ma cosa di aspetti da dei perfetti analfabeti informatici?
    Per alcuni internet è solo un mezzo per scaricare film porno, invece dovrebbe servire prima di tutto a semplificarci la vita e torglierci dai cogl**ni (e scusa…2) questa maledetta burocrazia cartacea.

  2. Pinzalberto ha detto:

    La patente a me è arrivata dopo 3 mesi.

  3. acasadisimi ha detto:

    ciao bella! sono passata per un saluto perché sto partendo per le vacanze! ci sentiamo tra qualche giorno!!!! h proprio bisogno di staccare la spina! un bacio!
    Simi

  4. tramedipensieri ha detto:

    Urge fetta D’anguria! (Grazie!) ..
    ….almeno la masticazione mi impedisce di dire parole di cui potrei pentirmi 😦

    BuonFine settimana
    Ciao
    .marta

  5. Francesca ha detto:

    Da mettersi le mani nei capelli – o addosso a qualcuno, ma lasciamo stare. Questo mi fa venire in mente tutto quello che serve per aprire un’attività. Un anno è stato poco, ti dico solo questo. Non parliamo poi di quello che deve fare un poveraccio per tenerla aperta, l’attività. La questione burocrazia è veramente uno dei più atroci nervi scoperti di questo paese troppo spesso al limite dell’assurdo. Meglio una fettona d’anguria và 😦

    • sherazade ha detto:

      Franci
      per aprire un’ attività, oggi, servono i soldi per chiudere senza debiti.
      Un giovane meccanico che circa un anno fa aveva rilevato l’attività proprio difronte al mio palazzo, chiuso da due giorni, oggi gli ho chiesto spiegazione (tanto per nn farmi mai i fatti miei).
      CHIUDE perchè a distanza di un anno non riesce a guadagnare quanto basta per essere in attivo e vivere. Le scadenze di giugno o hanno dissanguato.
      Ritorna sotto padrone a 1,300 euro e in busta paga risulta part-time. Prendere o lasciare. Ecco come si incentiva l’imprenditorialità dei cosiddetti giovani ultra trentenni.
      Sono nera.
      Sapessi sempre più spesso mi vergogno di non avere problemi. Non di essere ricca ma di avere una casa mia, la tranuilllità economica e però tremo per il futuro di mio figlio, per il vostro domani. Eggià a me succede e nn a chi dovrebbe agire per evitare questa deriva.

      sherabbraccistriminzitiedebolicarezzinaaJack

      • Francesca ha detto:

        Mi scrivi cose che vedo tutti i giorni e questo non so più se mi spaventa o mi suscita rabbia. Tu non vergognarti, hai guadagnato quello che hai, cosa che non tutti possono vantare. Quelli che hanno imposto un sistema bizantino di scadenze, burocrazia disumana, regolamenti spesso inutili… c’è di tutto. Pagamenti che non arrivano mai, sub-appalti… la piccola impresa, le partite Iva sono veramente allo sbando. Ho anche provato a scrivere di queste cose, senza successo, al tempo (un annetto fa) non interessava. Poi è scoppiata la bomba sociale e non so come andremo avanti. Veramente. Avrei tante cose da scriverti che in questo spazietto non ci stanno tutte: si affollano per uscire dalla testa. Non saprei nemmeno da dove cominciare. Che terribile momento storico.

        Jack è un amore come sempre, fra qualche giorno lo vado a trovare e gli farò avere la tua piccola carezza 🙂

        • sherazade ha detto:

          Francesca,

          vivere è anche farsi carico di quello che ci circonda. Una sensibilità che dovrebbe essere di tutti. Trovo difficile non vedere.
          ” Ho anche provato a scrivere di queste cose” ma io sarò felice di conoscerle.

          Oggi sono stata al mare era bellissimo non troppo caldo e neppure troppa gente. Il mare mi rinvigorisce mentalmente e mi fa stare bene.

          sheracisonoanchelerondinistasera

          • Francesca ha detto:

            Oggi è stata una bella giornata anche qui, anche se il caldo mi butta un pochino giù. Sai, non è stato un bel periodo nemmeno per me, ma ci stiamo riprendendo…

            Il mare fa bene… un po’ mi manca, anche se preferisco il mare d’inverno…

  6. crimson74 ha detto:

    La cosa non mi stupisce: BancoPosta purtroppo è un’azienda, e quindi può decidere di agire come più gli aggrada; quando ancora non avevo un conto in banca, ma mi venivano pagati regolarmente dei lavori, era sempre un casino perché se vai a cambiare un assegno ma non sei correntista, ti fanno sempre dei problemi… alla fine, molto antipaticamente, feci fare i bonifici sul conto di mio padre; sulla carta d’identità, la questione dei due testimoni c’è da sempre o quasi: analogo episodio capitò ad un mio amico ed andammo in due a testimoniare…. Adesso mi farò due risate con l’invio dei moduli delle tasse pre-compilati: ci saranno errori a valanga…

    • sherazade ha detto:

      La legge Bassanini sull autocertificazione è del 2000. La cosa più importante x semplificare nn sarebbe mettere in atto quel che di buono è stato fatto? Rideremo e verde.
      Partita e fetta di cocomero?

      Shera

    • sherazade ha detto:

      ps. per crimson
      se nn vuoi disturbare tuo papà ti offro col cuore le mie coordinate bancarie ;).
      Per il resto ti ripeto la legge Bassanini e l’invito ai cittadini di documentarsi parla chiaro.
      Avrei dovuto impuntarmi e perdere tutto il giorno. Lo sai che quando ci si vuole mettere in contatto con ‘il’ dirigente nn ci si riesce mai?.
      Ti prendono per stanchezza o per ignoranza.

      sheraItalianononochepena,buonal’anguria 🙂

  7. cordialdo ha detto:

    A chi ti ha detto “””non accettiamo l’autocertificazione” come se fosse una facoltà imnece che un obbligo, avresti dovuto faere una pernacchia e chiamare i carabinieri e fare verbalizzare e con quel verbale, dopo l’dentificazione della “cazzara” dietro lo sportello, denunciarla alla magistratura.
    Io sono andato in pensione, pubblica amministrazione, senza presentare nemmeno un documento non nel 2014, molto prima, e nessuno si è permesso di dirmi “qui non accettiamo l’autocertificazione”.
    I due testimoni potevano servire qualora tu (tuo figlio) avessi deciso di fare un documento riassuntivo contenente tutti i dati di tutti i documenti necessari sotto forma di “Atto di notorietà” perchè im quel caso i testimoni firmando affermavano che fosse cosa nota che il sig….era nato a ..il… ecc. blablabla!
    La prossima volta mettile un dito dove se lo merita quella signora. Ma dopo lavalo e disinfettalo!

    • sherazade ha detto:

      Osvi
      il fatto è che io sarei anche andata oltre a discutere ma ti prende un tale scoramento e ‘loro’ è su questo che fanno affidamento.
      Il punto è, sono, i proclami di cui sopra che cozzano violentemente con la realtà di 13 anni dopo.
      Dunque quando sentiamo blatera di riforme di cosa parlano?
      Riforma del sistema giudiziario quando un condannato in via definitiva per un reato come frode fiscale siede a discutere della sorte del mio Paese?
      Un puttaniere baciapile contro ogni morale che ci ha rappresentato nel mondo ai più alti livelli? In odore nn di santità ma di mafia?

      Sono profondamente avvilita dalla militante piena di generosità è nata solo rabbia e disgusto.

      sheraltrocheresisterequidobbiamodesistere

      • cordialdo ha detto:

        E che oggi detta le leggi con uno che governa senza avere mai ottenuto un mandato popolare per farlo e che racconta cazzate perchè coloro che si professano gli eredi di un grande Partito come fu quello di Enriuco Berlinguer, pur di governare, accettano qualsiasi compromesso applaudendo. Stiamo vedendo anche la colonizzazioine di Sel. Cosa non sa fare l’odore del potere!!!
        La coerenza è un tabù come la conoscenza della storia anche di quella recente attraverso la quale comprendere come e perchè sia stata governata per oltre vent’anni da un delinquente che continua ad essere ricevuto al Quirinale, occupa la sede del Parlamento per le sue conferenze stampa, maltratta i presidenti, specie se donne, del tribunale dove è sdtata chiamato a testimoniare, e non si presenta a quello dove è imputato come a Milano, dove, peraltro, lo trattano tutti in guanti bianchi! E gli Intaliani continuano ad essere indifferenti aspettando che arrivi un nuoco fascismo, il partito nazionale già annunciato da Renzi che fondamentalmente si distingue dal primo solo per l’età! Ciao Shera, Un abbraccio. Osvicheresistefinchècelafa.

  8. melodiestonate ha detto:

    dico io che Italia non funziona nulla..mangiamoci sta anguria va……bacio

  9. sabato83 ha detto:

    Ricordo un bel po’ di anni fa, che persi la carta d’identità. Andai ai carabinieri, che mi dissero di aver bisogno del numero della carta. Allora vai alla circoscrizione e fattelo dare. Poi ritorna dai carabinieri e fai la denuncia. Poi ritorna ancora alla circoscrizione, paga e ti fai rifare la carta. Totale? Mezza giornata per riavere un cavolo di documento…e per fortuna gli uffici erano abbastanza vicini…

    Comunque tutto questo è assurdo. Siamo nel 2014, ed ancora non ci sono sistemi informatizzati ad aiutare l’utente e cittadino…

  10. TADS ha detto:

    vengo a te per svelarti un mistero… un antico mistero…!!!

    tutto il poema chiamato “ODISSEA”, nasce da una cosa banalissima, durante una scappatella nel nostro paese, Ulisse perse il portafogli con tutti documenti dentro, migliaia di anni fa il preveggente Omero descrisse, seppur romanzata, l’attuale burocrazia Italiana.

    Buona domenica

    TADS

    • sherazade ha detto:

      TADS
      niente di meglio che iniziare la giornata – che x altro si preannuncia soleggiata – con un sorriso sdrammatizzante e un buongiorno torinese di quel le mattine frizzantine e limpide nelle quali da corso francia con un dito disegnavi i contorni delle
      montagne.
      sheracappuccinooppurcaffecaldoxte

  11. giovanotta ha detto:

    aah buono il cocomero! 🙂
    per i documenti smarriti ormai ho fatto il callo.. del resto chi gira sui mezzi con la borsa aperta ha quel che si merita.. (ora almeno tengo documenti e soldi separati..).
    Per il resto tocca armarsi di santa pazienza e alla fine si riacquista la propria… identità, sia a piedi che in macchina.. Buona settimana!

  12. katherine ha detto:

    Ossignur, non immaginavo proprio una tale odissea! Mio figlio,proprio per il timore di perdere la patente, l’ha sempre tenuta in macchina dietro lo specchietto retrovisore, ma ora che ha anche la moto, diventa un pasticcio ricordarsi di toglierla ogni volta che prende la due ruote. Così l’ha messa nel portafogli, speriamo in bene! Peròcon il conto in banca non ci sono problemi: basta presentarsi per prelevare,qualcuno che lo conosce lo trova sempre!
    In ogni caso…poveri giovani! Che futuro avranno?

  13. sherazade ha detto:

    Kathy
    questi giri di borse e portafogli sono micidiali 😉
    Come va la scuola? hai finito o stai per finire?

    sherabbraccissimi

  14. sherazade ha detto:

    scusami Viola ma sono un po’ impicciata 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...