A volte piangere fa bene

Ho visto un film.
Ho pianto un bel po’ ma, insomma, bello e struggente come ogni film dove metti nello shaker ‘un amore tanto grande’, una figlioletta malata terminale, l’impossibilità di ritrovare l’unione all’interno della coppia, il dilaniarsi reciproco fino al gesto estremo di lei e la decisione del marito di darle, finalmente, una dolce morte.
E’ stato fantastico mescolare le mie lacrime con quelle dei protagonisti, un po’ meno essere estranea alle scene iniziali di amplessi molto passionali tra il vedo non vedo ma sento, oh da quel che intravedevo e sentivo… ancor più ad arrovellarmi e a chiedermi come fossi il confessore di me stessa: ‘Quante volte figliola’.

E fino a qui ho scherzato ed adesso arriva il peggio destreggiandomi sul giudizio degli attori, la trama e i miei perché. Forse tralascio i miei perché. Devo andare dal dentista e già sono in fibrillazione sul count down.

Il film è “The Broken Circled Breakdown” ovvero Alabama Monroe per noi in Italia.
Racconta la storia d’amore totalizzante tra Elise e Didier (Johan Hendelberg, musicista e autore della pièce treatrale da cui è stato tratto il film) che si conclude in tragedia con la morte per cancro della loro figlioletta.
Ognuno reagisce al dolore a modo suo ma Elise sceglie di buttarsi sul misticismo. In un piccolo uccello che si poggia sulla finestra vede la sua bambina, le stelle diventano i suoi occhi che la portano sempre più lontana da Didier, che assai più pragmaticamente lotta contro il dolore  e cerca per entrambi  una via di uscita. Il divario diventa incolmabile anche nei recital del gruppo di  bluegrass in cui continuano ad esibirsi insieme. Disarmante  impotenza  difronte al male che inevitabilmente  si infliggono. pur non volendo.

Nel film parte integrante è la musica: the way of life insisto in quel tipo di musica che spazia dal blues al country. Musica che a torto viene considerata old style e che invece è piena di vigore moderno. L’America che ha affascinato Didier:    “Quello che mi ha appassionato tutta la vita è l’America. Da qualunque parte vieni arrivi tu e puoi ricominciare da capo ..è un Paese per sognatori…” .
Praticamente ogni scena è enfatizzata,meglio, accompagnata da una musica ora allegra ora piena di tristezza tra tutte spicca The Wayfaring Stranger.

Veerle Baetens ha fatto completamente suo il personaggio di Elise ed è di una bravura mozzafiato. Un esemio questa canzone.


…e ora scappo dal dentista, dolore, dolore ma senza red carpet 🙂

Annunci

27 thoughts on “A volte piangere fa bene

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Questo film sicuramente mi piace io dipendente dalla musica country e bluegrass.. poi ho letto abche il drama.. una cosa che tocca sicuramente il cuore..

    anche io in questi giorni piango tanto e mi emoziono facilmente forse l’età…

    mi sono auscoltato le due canzoni qui e ho gli occhi l’enesima volta bagnati…

    azzz il dentista iero proprio l’altro ieri…speriamo va tutto benen tvb Pif

  2. Francesca ha detto:

    …deve essere bellissimo, questo film. Il videoclip mi ha fatto arrossare gli occhi, quasi piangere. Appena potrò lo vedrò. Mi hai intenerito e non poco.
    ps. stamani sul presto passeggiata in bicicletta, poi tradottasi in osservare le cime degli alberi mentre il vento le scompiglia. E pensi a una sola cosa… viva la vida 😉 ormai voglio farla mia questa frase… teniamoci stretti i momenti belli…

    • sherazade ha detto:

      Cara Francesca
      ora ti svelo un segreto (che segreto non sarà più) Viva la vida è il secondo album dei Coldplay un gruppo inglese con più gloria che infamia che a me piace con un rock melodioso e un po’ ammiccante. Non geniali ma molto piacevoli. Usci nel 2008 ed io a Natale di quell’anno organizzato una parlamentare che si occupa a tempo pieno e con passione della questione palestinese, andai per la seconda volta a Gerusalemme. Il ‘nostro’ angelo David era ancora di là da venire.
      Questa canzone apparentemente cosi spensierata nei toni fu molto discussa per il significati e i molti riferimenti biblici.
      Ti lascio la versione Coldplay con il teso e potrai capire le ragioni 😉

      E cmq questo cd da allora è in macchina e quando sono un po moody
      lo suono e lo risuono tutto l’album.

      sheroracenaperquelchepotromasticare…

      • Francesca ha detto:

        Mi lasci tanti spunti di riflessione 🙂 l’ho sempre sentita senza “sentirla”, senza sondarne le profondità… a ben vedere è più di quel che sembra. Te ne parlerò ancora, ci voglio pensare su.
        ps. ti lascio un piccolo ricordo (non è abbastanza succoso da essere chiamato segreto 😉 ). Mi hai fatto venire in mente una canzone di questo stesso album, dimenticata (un peccato) per qualche tempo. Era la canzone che mi ricorda di quando incontrai la mia migliore amica. Te la lascio, così la ascolto nuovamente anche io…
        Forse non è la più bella, ma è un pezzetto della mia storia.

        …quante cose mi aiuti a ricordare 😉

  3. vetrocolato ha detto:

    Sembra un filmone.
    E io adoro i filmoni.
    E i libroni.
    Tutto ciò che finisce in oni.
    Lo guarderò sicuramente.

  4. sherazade ha detto:

    Sentilo e …guarda il Christ adesso è pure tornato singolo: pubblica un intero cd e lui single…che contraddizione

    sherahahachestupida

  5. giselzitrone ha detto:

    Schöne Videos liebe Grüße von mir wünsche dir einen wunderschönen Tag,hier in Köln ist nur Regen kein gutes Maiwetter.Lieber Gruß und Freundschaft.Gislinde

  6. crimson74 ha detto:

    Ero indeciso tra questo e quello della ‘camminatrice solitaria’ nel deserto australiano… Ho preferito il secondo, e credo di aver fatto bene… (cinico) 😉

    • sherazade ha detto:

      amma Cri’
      e fatti un piantarello ogni tanto.
      La camminatrice vorro vederlo anch’io fusse ca fusse la volta bona che dimagrisco per interposta… camminata?

      sherarelaxxx

  7. Capita anche a me di piangere guardando un film….mi commuovo ed e’ piu forte di me
    Se sono sola a casa e’ meglio…in compagnia mi vergogno un po’
    Non c’e’ nulla di male ma chissa’ perche’ le invento tutte per nascondere le lacrime
    Comunque sono liberatorie…
    ciao 😉

    • sherazade ha detto:

      è così, un po la storia in cui ti immergi e un po l’alibi per dar sfogo ad un nostro malessere.
      E’ vero per pudore cerchiamo sempre di soffiarci il naso..allergia, dai.

      sherafreddosmasoleggiataRomaxfortuna

  8. acasadisimi ha detto:

    buon pomeriggio cara amica! ho un compitino per te nel mio ultimo post! la book nomination! baci!

  9. giselzitrone ha detto:

    Danke Küsse…Gruß Gislinde

  10. Rebecca Antolini ha detto:

    Ciao Shera… sono disperata… ho una domanda a te… questo film lo hai visto in tv, sul DVD o cinema????? Sto per impaziere ho cercato in web il film da aquistare (anzi lo fa Gianni) e non è disponibile per ora… poi eraviamo in negozi dove si vendono DVD attuali… ma nessuno ha il filn “Alabama Monroe” dimmi dove lo hai visto o comprato … 😦

  11. sherazade ha detto:

    il film è appena uscito. Non si trova in dvd.
    Provo cos’

    http://www.cineblog01.tv/alabama-monroe-una-storia-d-amore-2014/

    Non serve registrazione. shera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...