Pensieri collegati (turbolenze

 

Si sono sommati pensieri su pensieri e ricordi.

Tutti collegati tra loro dal gomitolo della vita e della morte. Ricordi che si sono risvegliati in questi ultimi giorni dopo un viaggio più lungo del previsto.

Io, esausta,  con quel piccolo ovetto  perfetto sul ventre dolorante e mio marito che mi abbraccia forte e piangiamo insieme di gioia (finirà ma non il sentimento  che in quel momento ci ha fatto sentire  invincibili).

Il senso di sospensione nella penombra quando ho tenuto stretta la mano di mia madre che si andava raffreddando. Il bacio prolungato sulla sua frante distesa, cosi’ da sempre senza una ruga. Il sorriso. La pace ritrovata non più scalfitta dalla sofferenza.

I pensieri si inanellano  veloci e per muoversi si collegano a mille appigli.  La nostra vita rimane così appesa e tentata tra il fermarsi e il fuggire. Placarsi o prendere coraggio e  dare battaglia.

“Domani nella battaglia pensa a me”. 

 lei e luca

domani-nella-battaglia-pensa-a-me

Le riflessioni, le lucide e spietate constatazioni in merito allo svolgersi degli eventi della vita, alla loro casualità ed imprevedibilità e alla loro mancata concatenazione. 

Il titolo è tratto dal Riccardo III, ed è forse più che altro accattivante.

Non è una detective story ma è costruito con una sapiente dose di suspense.

Se vi fidate un po’ di me, leggetelo. 

…e comunque Buona domenica

Annunci

23 thoughts on “Pensieri collegati (turbolenze

  1. Sai cosa ti dico? Mi fido di te e lo compro..poi ti faccio sapere
    ps posso farti una domanda?
    Ho visto nel tuo blog le foto di un jack russell e’ il tuo?… somiglia al mio e non resto indifferente quando ne vedo altri….a me ha portato tanta gioia e gli voglio un bene infinito

  2. sherazade ha detto:

    Dire mia e un parolone. Noi siamo suoi. Niente è più dolce di lei. Cosa anomala x la sua razza molto autonoma e attaccabrighe. Lei Sally e la bimba di casa la mia compagna di passeggiate quotidiane perché a mille spiriti.
    se vai nella colonna dei tag alla voce jack russell troverai molto di lei leitmotiv della nostra vita perché mio figlio lo ha rimbambito quanto me. Raccontami il tuo?

    Sherabuonadomenicadisole
    i

    • il mio?…
      è vivace, affettuoso, coccolone..praticamente uno spettacolo
      Porta gioia a tutta la famiglia ed è il primo ad essere cercato ogni volta che varco la soglia di casa.
      E’ la mia compagnia!
      Somiglia molto al tuo..ha gli stessi colori!!
      Buon martedì 🙂

  3. Eleonora ha detto:

    Letto alcuni anni fa, attirata dal titolo, quanto mai accattivante, allora come ora, per me. Ottimo scrittore, in seguito ne lessi un altro suo, che ora non ricordo. Piuttosto originale, ma probabile, l accadimento del racconto. Resta, questa frase, una bellissima esortazione!!

  4. Francesca ha detto:

    …sai che parlando di ricordi (sul modo in cui ne scrivi sai cosa ne penso, mi emozioni sempre e poi diventerei ripetitiva… hai una capacità di raccogliere tanti momenti in poche parole, credo veramente come pochi…), ne hai suscitati anche in me? Considerando poi che si tratta di ricordi sopiti, tanto meglio. Quel libro credo sia uscito intorno alla prima metà degli anni ’90, periodo in cui ho iniziato a guardarmi intorno e “crescere” – dal ’92 per me andò tutto più in fretta. Capaci fu un pugno nello stomaco, per me significò tantissimo. Tornando al libro, ha occupato i miei piccoli sogni di lettrice senza che io sapessi di cosa trattasse, solo per quella copertina così elegante e… accidenti… cosa non è quel titolo? Una frase bellissima: “Domani nella battaglia pensa a me”. Un titolo che mi ha perseguitato per anni, ma evidentemente non ero abbastanza curiosa da indagare ulteriormente… e mi reputavo troppo piccola per leggere e capire un testo che mi sembrava inavvicinabile. Che sia giunto il momento? Grazie per avermelo ricordato, è passato tanto tempo… lo cercherò e lo leggerò più che volentieri.
    …e buona domenica 🙂 domani ho una scusa in più per fare una passeggiata a Firenze e prendermi un bel libro per il viaggio…

    • sherazade ha detto:

      Grazie Francesca x questa bella sintonia.
      il mio essere essenziale arrivando al cuore (delle cose) mi viene dalla mia lunga pratica fi assolvere s una parte dei miei compiti lavorativi :”buttami giù una mezza paginetta…”…di un testo di cinquanta cartelle.
      Però x quel che riguarda me cala un sipario sul mio profondo senso del pudore dei sentimenti che mi coinvolgono.
      sherastrassajeconabbraccio

  5. vetrocolato ha detto:

    Mi hai molto incuriosita, lo leggerò.
    Bacio.

  6. tramedipensieri ha detto:

    Consigliato da diverse persone…mi sa che è arrivata l’ora 🙂
    grazie

    buona domenica!
    .marta

  7. banzai43 ha detto:

    Forse, stabilito che Ti considero assai intelligente (non gasarti!,) lo comprerò e, cosa ancor più importante, magari lo leggerò.
    Per ora a Te, figlio, cagnina ed amici Tuoi tutti: “Buon inizio settimana”. Fatti sentire.

    banzai43

  8. acasadisimi ha detto:

    ma come sei brava!! ma immagino di non essere la prima che te lo dice! catturi l’attenzione con poche parole semplici ma raffinate ed essenziali! baci!
    Simi

  9. katherine ha detto:

    Ho letto un po’ di recensioni sul libro. Sembra interessante, ma un po’ difficile e io, in questo momento, ho bisogno di leggerezza. Ne terrò conto, comunque!
    Per il resto, a maggio saranno cinque anni che mio padre mi ha lasciato, mentre qui a casa tutto parla ancora di lui. Mia madre è morta dentro da parecchi anni ormai e, in questo momento, stiamo facendo il possibile per farla ancora camminare un pochino, ma ci riesce solo mio marito.
    Il nostro Terry è come una scheggia e ha preso proprio tutto dai padroni: sempre dinamico e di corsa, non disdegna dormire fino a tardi nel fine settimana e ama i viaggi, visto che non mi dà il tempo di salire in macchina che già ha preso il mio posto. Devi vederlo come osserva il panorama dal finestrino! Le cagnoline poi, gli piacciono proprio tutte!;)

    • sherazade ha detto:

      Kate non c è bisogno che ci diciamo troppe cose noi lo sappiamo. Ci conosciamo da così tanto tempo che il silenzio è un abbraccio.
      Terry vi tiene tutti occupati sul presente. Hli animali senza rumore dissolvono i cattivi pensieri.
      Sherapuntoacapo

  10. sallychef ha detto:

    certo che mi fido!!! 😉
    grazie per i tuoi pensieri
    Sally

  11. sherazade ha detto:

    Nu raccomando
    se leggete questo libro ricordate che se vi piace è un mio suggerimento ma…ma allora può anche essere che voi od io non lo abbiamo letto con lo stesso ‘mood’ : anche il momento e la predisposizione emotiva nostra concorre alla lettura di un libro.

    sherancoragrazieapresto

  12. Topper ha detto:

    Come non fidarsi? Aggiunto alla wishlist.

  13. ranafatata ha detto:

    Bellissimo, sono d’accordo!

  14. sherazade ha detto:

    Ranuccia 🙂 🙂

  15. […] potevo capire. Per anni il suo ricordo ha resistito, finendo poi col perdersi. Quindi è arrivata lei – cui devo già tante scoperte e riscoperte -, a ricordarmi della sua esistenza: ho accantonato […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...