Domande scomode.. relax

Scrive Hesse:”…tutto il visibile è espressione, tutta la natura è immagine è linguaggio e colorato geroglifico…sono fratello di tutto ciò che ammiro e che sperimento come mondo vivente; della farfalla, dello scarabeo, della nuvola, del fiume, dei monti; perché lungo il cammino dello stupore sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell’unità, dove una cosa, una creatura, dice ad ogni altro.
“Tat twam asi” (“Questo sei tu”).

Rileggendo questo suggestivo passaggio (niente avviene per caso) mi sono interrogata con non poco sgomento se,  nella rozza sciatteria del quotidiano,  Hermann Hesse potrebbe ancora accendere un barlume concreto di speranza fugando l’orrore e lo sconforto insito nella risposta che sorge immediata:

“Tat twam asi”
“ ..sì, ma cosa?”

Credo di avere bisogno di tempo, mi sono smarrita.

Annunci

30 thoughts on “Domande scomode.. relax

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    tutti abbiamo il momento di relax… per tornare in frorma… 😉 ti abbraccio Pif

  2. Francesca ha detto:

    Si, la domanda è oltremodo corposa 🙂 il tutto sembra un racconto zen, di quelli che ti sgombrano la mente di ogni pensiero

  3. naffo ha detto:

    Hesse ha ragione da vendere (Siddharta?): siamo tutto ciò che ammiriamo e vediamo nel mondo vivente, dalla farfalla alla montagna, della stessa natura e della stessa origine.
    Sembra il cantico delle creature, forse c’è una relazione?
    Buddha > Cristo > S. Francesco = Buddha > Hesse
    Per una volta i materialisti concordano: polvere di stelle è ciò di cui siam fatti, poetico e scientificamente corretto.
    Polvere di stelle. Tutto il resto è a discrezione della nostra immaginazione, un diritto inalienabile.

  4. sherazade ha detto:

    naffo
    il pensiero positivo di Hesse, di cui sopra ogni cosa amo il libro Narciso e Boccadoro ancor più di Siddhārtha o del Lupo della steppa, ma che potrebbe essere anche quello di Gandhi o di Cristo o come hai suggerito tu di Francesco hanno un obiettivo comune nella comunione e interazione di tutto il vivente.
    Laudato sii, o mio Signore,
    per tutte le creature,
    specialmente per messer Frate Sole,
    il quale porta il giorno che ci illumina
    ed esso è bello e raggiante con grande splendore:
    di te, Altissimo, porta significazione.

    Laudato sii, o mio Signore,
    per sora Luna e le Stelle:
    in cielo le hai formate
    limpide, belle e preziose. (Francesco)

    Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla.
    Prendi la speranza e vivi nella sua luce.
    Prendi la bontà e donala a chi non sa donare.
    Scopri l’amore e fallo conoscere al mondo. (Ganghi)

    sherazademerciemercie

  5. momix ha detto:

    rifarsi la domanda nella vasca da bagno, potrebbe trovare una risposta.. 😉

  6. cat ha detto:

    So love Hermann … lovely write, Sher … smiles …

  7. Elisabetta Lelli ha detto:

    SheraCara,
    se vedi spuntare un altro paio di piedi, beh, sono i miei 😉

    EliStancaAvvilitaFeritaNeiSentimentiDaUnAmico… che è qui.

  8. naffo ha detto:

    Sìssì,
    anch’io ho letto Hesse, prima grande passione adolescenziale, ma non tutto. Il punto interrogativo stava a significare se la tua citazione è tratta da siddartha, visto che sa d’oriente, o da altro. Oltre ai libri che hai elencato ricordo di aver letto solo “il Giuoco delle perle di vetro”… ma la memoria…
    Accetto consigli letterari.

  9. sherazade ha detto:

    Eli
    nn ho visto nulla. Notte.
    Shera

  10. giselzitrone ha detto:

    Wünsche dir einen guten und schönen Mittwoch liebe Grüße und Freundschaft.Gislinde

  11. il barman del club ha detto:

    si ma cosa…? Già, ma cosa? Ci capita spesso di smarrirci perché è tutto diventato più complicato, o al peggio, confuso, ingarbugliato, per non dire, imbrogliato (?), in un mondo dove la condivisione delle creature è equilibrio di un intero ecosistema. Però attenta a non scivolare nell’acqua pensandola come origine della vita, basta una distrazione per affogare nella quotidianità. C’era un attrice che si rilassava nella vasca da bagno leggendo libri erotici… chissà, forse è una soluzione, o forse ancora inseguiamo orizzonti incontaminati dove correre liberi insieme al vento circondati da animali che corrono insieme a noi. Poi ci svegliamo e bisogna riprendere la nostra giornata… Forse, nell’attimo del relax, non dobbiamo porci troppe domande. Chissà, probabilmente aveva ragione l’attrice appena citata…

    • sherazade ha detto:

      Barman,
      sarò seria. Il chi sono e cosa ci faccio io spesso me lo domando, anzi sempre più spesso me lo domando quando chiudo il libro e spengo la luce. In quei momenti del buio non ancora sonno. Mi prende rispetto alla vita non tanto alla mia.
      Nella nuova casa per mia fortuna non ho il bagno (no! si, la doccia) e allora per me è un gran relax la vasca schiumosa degli alberghi che frequento abbastanza spesso per lavoro.
      Non mi distraggo e non affogo ma certamente anche li rimugino.
      Quanto all’attrice, lo dico?, l’autoerotismo in solitudine mi mette tristezza.
      sheraunavascaperdueoppureilmare

  12. cookingwithluca ha detto:

    non te sei smarrita, sei nella vasca solo che coperta dalla schiuma……ahahhaha
    leva la schiuma dalla faccia, spanna lo specchio e vevi che ti ritrovi shermanhesse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...