(sul ponte sventola) Bandiera bianca

Borghezio: “La Idem?
Puttane nelle istituzioni”

Ma poi ci fu il Maestro Battiato che parlò di troie e troiaio riferendosi al Parlamento italiano ma in quel caso lui chiarì che era un’espressione colorita per definire un mercimonio generalizzato. Dovette dimettersi da assessore, lui.

L’europarlamentare Borghezio (è stato poi espulso? Dal PE), non è un neofita. Ricordate in quell’occasione se la prese sempre con una donna, Cécile Kyenge, Ministra del Governo italiano in carica, indirizzandole una volgarissima battuta razzista.

Sarebbe troppo facile obiettare che l’attuale ministra per le Pari opportunità di questo Governo , Josefa Idem, passerà alla Storia dello Sport internazionale per le molteplici medaglie d’oro vinte per l’Italia, e non certo per l’epiteto affibbiatole da codesto rubizzo e volgare rappresentate del sesso forte, quello che verso la mezzanotte non disdegna una ‘toccata e fuga’ per qualche dieci euro.
Quello di cui non riesco a capacitarmi è che un uomo che evade le tasse o porta capitali all’estero o commette qualsivoglia reato contro il patrimonio viene definito mascalzone, furfante, furbetto, e una donna debba essere etichettata sempre e comunque come una puttana.

Abbiamo assistito tutti noi impotenti (gioco forza), attoniti , alla mancanza di rispetto, al progressivo degradare del linguaggio , al non rispetto delle istituzioni e di ciò che dovrebbero rappresentare.
Quello a cui non voglio e non potrò mai adattarmi, adattarmi no, ma porre tra me e gli ‘altri’, è una sorta di barriera anestetica contro il linguaggio virulento, la violenta delle parole e delle azioni che colpiscono le donne. Il genere femminile in quanto tale.

Certi non personaggi alla Borghezio dovrebbero venire ignorati , e in questo i media sono colpevoli nel fare da megafono a certi comportamenti che reiterati ormai non ‘sputtanano’ più l’autore ma feriscono ogni donna nella sua dignità di persona. Rendono ‘luoghi comuni’ atteggiamenti inaccettabili, autorizzano nei fatti ogni violenza contro le donne.

Quanto alla ministra Idem se ha fatto, come pare, dei pasticci ai danni dell’erario pagherà ma per piacere, evadere le tasse non significa essere una puttana e comunque visto che è il ‘mestiere più antico del mondo’ perché non cominciamo a preventivare di mettere tutte queste prestatrici d’opera a partita Iva e multare sia loro che i clienti in assenza di ricevuta fiscale? Altro che Imu sì, Imu no.
Io ci farei un pensierino ma purtroppo questo è un Paese bigotto di vizi privati e pubbliche virtù dove una disadattata minorenne marocchina viene riconosciuta dall’ intero Parlamento nipote di un leader straniero.

Ecco, allora, che il termine neutro ‘troiaio’ trova purtroppo parecchie applicazioni come asseriva il Maestro Franco Battiato