Nessuno è perfetto

Io credevo da donna di mondo quale mi sono maldestramente reputata che più o meno nulla mi avrebbe lasciata basita dopo l’incontro ravvicinato con un pube maschile completamente rasato.
Invece quella a lasciarmi, oggi, a bocca spalancata è una pratica ormai sdoganata non più solo appannaggio di spogliarelliste,  ballerine bourlescone o professioniste del sesso.
Parlo della tintura dei peli pubici che non si limita a ‘ritoccare’ il colore originale dei capelli ingrigiti ma può spaziare, come del resto i capelli, dal fucsia, al turchese, al rosso, al biondo, insomma tutti i colori dell’arcobaleno laggiù al centro del mondo.
La chimica ci si è impegnata e ha fatto passi da gigante, dunque non è più necessario andare dal parrucchiere, basta l’acquisto in profumeria di un kit “fai-da-te” di tinture con una ‘formulazione specifica che non irrita, non macchia e dura fino a cinque settimane’!
Scopro, scorrendo l’articolo, che la mitica Marilyn Monroe usava anche lei  la corrosiva acqua ossigenata per schiarire i pelini rivelatori.
Le mirabilie non sono finite.  Su richiesta (pagando!) è disponibile un super extra kit provvisto di speciali stampini (non chiedetemi, altro non so che quel che leggo) per procedere ad un taglio personalizzato.
Riporto dall’articolo:
“Il colore si può far precedere da un taglio.  La cosiddetta ‘brasiliana’ cara a Naomi Campbell e a Gwyneth Paltrow, lascia una sola striscia verticale… Il taglio Hollywood invece è la rasatura totale (ma allora esclude il colore) mentre il Tiffany Box è a forma di astuccio di gioielli, più d’effetto se la tinta è celeste chiaro”.

Personalmente in occasione della nascita del mio pargolo credo mi sia stato praticato lo style Hollywood un vero tormento quando nei giorni successivi i pelini cominciarono a ricrescere provocando un’irritazione fastidiosa all’inguine.

Arriva l’estate e ‘noi donne’ iniziamo a pensare al bikini e soprattutto in vista di quell’appuntamento andiamo dall’estetista per una depilazione più duratura e meno invasiva della classica rasoiata.
Certamente la sgambatura dello slip richiede l’utilizzo della ceretta depilatoria. Io lì mi fermo anche se…visto che in questo periodo ho i capelli con delle mecheses biondo-rosse forse sarebbe il caso di provvedere  di conseguenza.
Ma l’articolo mi lascia insoddisfatta perché non si sbilancia sul maschio pensiero di un Walter di fronte a una Jolanda brasiliana di un bell’azzurro fluorescente.
Lavori in corso? Deviazione? Devianze?

Nessuno è perfetto, si sa.