Aprile, quasi Pasqua

Via la pagine di marzo ecco aprile nel calendario da muro, gentile e molto apprezzato omaggio del mio oculista, perché tutto incentrato sulla ‘romanità’.

Leggo a scelta.

Proverbi del mese:
– “La prim’acqua d’aprile vale un carro d’oro con tutto l’assile”.
Aforismi del mese:
– L’amore è il grande agguato che la natura ha teso agli uomini per propagandare la specie. (Schopenhouer)
Saggezza popolare:
– Chi ccarezze te fa o tte l’ha ffatta o tte l’ha dda fa’.
Le bellezze di Roma:
– Palazzo Farnese (descrizione)


Cucina tipica:
Budino di ricotta
Ingredienti : 400gr di ricotta, 4 uova, zucchero, farina cannella, arancia candita, un limone, rhum e sale.

Dopo aver passato al setaccio la ricotta aggiungere 2 cucchiai di farina 4 di zucchero, un pizzico di sale, la buccia sgrattata del limone, l’arancia candita, 3 tuorili e un uovo inteero infine un bicchierino di rhum.
Amagamare bene tutti gli ingredienti unire i 4 albumi montati a neve e mescolare delicatamente.
Versare in uno stampo da budino imburrato e leggermente infarinato.
Cuocere in forme a 180° per circa 30minuti.
Lasciarlo quindi freddare, trasferire in un piatto da dolci cospargere di zucchero in polvere e un po’ di cannella.

Voilà! Un dolce semplice, leggero e che ha il sapore della Pasqua.

Annunci

15 thoughts on “Aprile, quasi Pasqua

  1. luigi ha detto:

    si torna a sorridere, ed era ora:)))))
    buona domenica delle Palme a te, vatti a prendere il rametto d’ulivo mi raccomando, e non strafogarti troppo di dolcuimi..mica è ancora Pasqua, ma poi scusa, la tua silhouette che fine farebbe????

  2. sherazade ha detto:

    ah Luigi!
    tocchi un…rotolino scoperto. Da un mesetto circa sono a dieta davvero ‘seria’ perchè l’inverno e le serate buie mi hanno invogliata a spizzicare dolcetti e sbevucchiare un bicchirino. Qualche polentina (senza usei) di troppo e il chilo è fatto!

    sheracondividecongliamicimapiluccacomeunuccellino 😉

  3. giovanotta ha detto:

    anch’io ho girato non uno ma 3 calendari!.. ed è ogni volta come pensare di iniziare qualcosa di nuovo.. poi l’illusione finisce il 2
    (un po’ come le diete insomma 😉 però la tua ricetta la conservo,
    mi sa proprio di buono..
    ciao!

    • sherazade ha detto:

      ah giovanotta
      come condivido quel tuo senso di ansia e di successivo spaesamento e mi piace anche il paragone con il secondo giorno di dieta 😉
      Io tengo i denti ben chiusi epperò questa torterella che potrebbe anche essere in versione scaglie di cioccolato anzichè arancio candito, non me la leverà nessuno, giuro!

      sheramiraccomandotieniminformataeh?

  4. azalearossa1958 ha detto:

    Chi carezze tte fa……………

    Quanto vero!!!!!!!!!!!!!!1

    Azazàchenonèmortaedèriapparsaqua!

  5. sherazade ha detto:

    Azaleuccia
    ma se io ti avessi qui altro che carezze x il piacere di rivederti 🙂

    sherabaciabbraccituttisenzaterzifini

  6. ConteMax ha detto:

    [passa, legge, mette su un’aria intellettualoide tipo Moretti dei poveri e pensa; “”ma quanto sei romana!” e se ne va via pensando al budino che mangerebbe anche con le mani. Sbaciucchia la padrona di casa con impeto sospetto, accende una sigaretta, abbassa il capo e ricomincia a lavorare]

    • sherazade ha detto:

      max
      so’ romana di 30anni. MIa mamma era nata a Roma ma la mia nonna materna torinese da generazioni dunque..
      Ma Roma nel suo essere disrdinata, caotica, male amministrata (sempre peggio) riesce ad essere di una bellezza sconvolgente.
      Conoscendone tutte le peculiarità la si ama ancora di più.

      sherasususunagiratinada’stebandexchèmainonfarlaperl’orologiNOCK?

  7. wolfghost ha detto:

    ahahah molto bella quella di Schopenhouer! 😛
    … ehm… l’assile… sarebbe l’asse? 😐

    Buona Pasqua!! 🙂

    http://www.wolfghost.com/

  8. Marcello ha detto:

    L’uso del vocabolo ‘assile’ merita da solo tutto il post… 😉

    • sherazade ha detto:

      Infatti ha stupito anche me 😉
      Bellss calendario carta ruvida color crema e tante vedute di Roma ‘antica’ in color seppia. Ogni mese una ricetta, tante perle di saggezza popolare, la storia qb dei monumenti, delle ville, dei parchi.

      sheraecmqunpezzettinodipostcel’homessopureioioio

  9. Marcello ha detto:

    Dolce m’è d’aprile, dormire sull’assile…

  10. stefanover ha detto:

    Per una Pasqua di pace… pensaci : gli agnellini ad un mese
    di vita vengono strappati alle madri, e costretti a lunghi viaggi
    terribili su TIR strapieni, per arrivare a un lurido macello in cui
    gli animali terrorizzati vengono appesi a un gancio per una zampa,
    seviziati e lasciati morire dissanguati.
    Prima di essere appesi sentono l’odore del sangue
    e le urla di terrore dei loro compagni… tutto questo
    solo per un crudele e infame rito religioso !
    Non potrebbe esistere un motivo più futile di questo per
    sottoporre questi cuccioli a tanta sofferenza, e alla morte.
    Ogni anno a Pasqua vengono massacrati 2 milioni di agnelli,
    Fa la cosa giusta, quest’anno non stare con gli assassini !

    • sherazade ha detto:

      Caro Stefano
      “Fa la cosa giusta, quest’anno non stare con gli assassini !”
      Da molti anni NON partecipo a questi riti cruenti siano essi a base di agnellini o tacchini o animali destinati ai nostri rituali religiosi.
      Ho modo di controllare la provenienza della poca carne che consumiamo cosi’ come compro uova di galline rigorosamente allevate a terra (non in capannoni).
      Non sono vegeteriana e me ne dispiaccio.

      sheracheunAuguriopersonalesarebbestatomoltogradito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...