Un talento ‘scandaloso’

 

Quando sarò morto a chi importerà?”, si domandava Farrok Bulshara e si rispondeva ironico: : “A me no di sicuro”. Di sè aveva detto: “Voglio essere il Rudolf Nureiev del rock’n’roll”. Invece, è diventato “solo”  Freddie Mercury, la voce potente e ricca di mille sfaccettature dei Queen, la band che negli ultimi quarant’anni è stato difficile superare per i suoi  capolavori ma soprattutto grazie al carisma del suo leader.
Il 24 novembre del 1991, Freddy Mercury moriva di polmonite, annientato dall’AIDS nel riserbo totale,
in  contrasto con la stravaganza spesso definita oltraggiosa che ‘osava’ sul palco. 
Due giorni prima di morire Freddy Mercury dichiarò alla stampa:
Desidero confermare che sono risultato positivo al virus dell’HIV e di aver contratto l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere riservata questa informazione fino a questo momento al fine di proteggere la privacy di quanti mi circondano. Tuttavia è arrivato il momento che i miei amici e i miei fan in tutto il mondo conoscano la verità e spero che tutti si uniranno a me, ai dottori che mi seguono e a quelli del mondo intero nella lotta contro questa tremenda malattia 
La mia canzone preferita? “Bohemian Rhapsody”, forse.
Penso anche alla trascinante We are the champion diventata un coro da stadio e, come molte belle canzoni, abusata tanto da perdere la percezione delle note.
Altre le mie canzoni preferite:  “Somebody To Love”, “I Want To Break Free”, la lungimirante “This is the word we created”e la trascinante “Innuendo”. 
Vent’anni senza una delle voci più straordinarie e originali del rock. Freddy Mercury, eccentrico fino alla provocazione, da amare o detestare senza mezze misure e dunque per quel che mi riguarda,

Io lo amo!  VOI?

 

Annunci

17 thoughts on “Un talento ‘scandaloso’

  1. matemauro ha detto:

    Oh yeah! 😉
    Bohemian Rhapsody aver all! 🙂

  2. katherine ha detto:

    Ah piace moltissimo anche a me! Peccato per la sua brutta fine, aveva ancora moltissimo da dare al mondo della musica. In ogni caso, credo che le sue canzoni resteranno immortali.

  3. rudiae ha detto:

    bellezza, potenza vocale, pezzi evergreen e immortali, consegnati alla storia per la storia: Impossibile non farsi trascinare da un simile cocktail di fascino musicale. Ho avuto la fortuna di cantare Bohemian Rhapsody in un arrangiamento per coro con un’orchestra che suonava per noi ed è stato bellissimo… è proprio il caso di dire “MAMMA MIA!!!”
    bacio canterino…

  4. Massenzio ha detto:

    Ciao, Sherabella! Finalmente ho portato un po’ di armi&bagagli in giro, e finalmente riesco anche a venire a trovare amici e persone care. Arrivare qui nella tua nuova casa e trovare un ricordo del caro Freddy è un tutt’uno: quindi, in pieno stile “bei tempi” ti dedico idealmente “You take my breath away”, brano in cui c’è tutto il Freddy del mondo in un branco che amo particolarmente.

    buonviaggioSheracaranellatuacasacaldaedaccogliente

  5. luigi ha detto:

    io lo seguivo dal primo album…e l’ho seguito fino alla fine, persino dopo…

    luigi

  6. avante ha detto:

    Non vorrei essere fustigato o passare per quello che sono ,uno senza ali, ma sinceramente nè lui nè tantomeno la sua musica mi ha mai suscitato scosse telluriche interne. A quel gruppo associo sempre un vecchio mangianastri che un mio amico usava a mò di clava per scassarmi le trombrette d’eustachio.Mamma mia quante volte faceva passare quell musicassette. Cmq molti pianti sono .levati per commemorarne la morte e altrettanti per il declino del gruppo.
    Ve lo immaginate se fosse ancora vivo ? L’idolo invecchiato.Che Tragedia! poteva , fare la fine di Bono ,impiegato all’Amnesty international o come Sir John ridotto a cantare per matrimoni e funerali e arrabattare una famiglia alla famola strana, o come Sting diventato mistico o l’ultimo degli scarafaggi ridotto a passare alimenti alle fiammette di turno. Bah…la morte per gli idoli è stata sempre la miglior via d’uscita.

    selosentitumelosentoanchioedicopurechemipiacetAAAnto 😉

  7. sherazade ha detto:

    nAAAturalmente

    posto agli ultimi se son cotAAAnto puntigliosi e spericolati.
    Nessun giudizio(perchè mai), Si puo’ definire delle ‘linee guida’ per impostare cosa deve o non deve piacere (amare) e poi a tutti?
    Nella seconda metà degli anni settanta mia mamma si risposava e ci trasferivamo negli States e lì io sognavo e ballavo con i gruppi rock inglesi :Led Zeppelin-Black Sabbath-Aerosmith-iDeep purple Grandi!!!, gli americani KIss,AC/DC, led zeppelin ed era vivissima la musica dei Doors nonostante Jim Morrison fosse già morto.
    I QUEEN e sopratutto Freddy Mercury mi piaceva per la sua voce, per il suo sapersi adattare a canzone volutamente melodiche e sopratutto per la sua grande capacità di tenere la scena. In quegli anni l’AIDS era una malattia pressocchè sconociuta ed associata ad un “brutto vizio e/o malattia” l’omosessualità. Era gradioso il ‘genio e sregolatezza’ che moriva di droga o di alcool ma l’omosessualità mai!
    Il comunicato stampa che Freddy Mercury rilasciò due giorni prima di morire fu un atto coraggioso, uno dei primi.
    Come sarebbe oggi? Certo un residuato un po’ patetico come quelli che tu hai citato o forse no! Morire giovani e famosi è un buon vantaggio.
    Quasi quasi ci faccio un pensierino : nè troppo giovane nè troppo vecchia, gradevole quanto basta per nn dire. “Ma guarda la poverina e pensare che AAAi suoi tempi…”

    sheryndomitasulsuovialeilsolochetramontamaconserenitàrappacificata

  8. sherazade ha detto:

    …e per il mom. lo stomachino della Sally reclama brandendo per la casa la sua scodella. Bando alle ciance.

    sherabuonacenaeunariverenzatutteetutti 🙂

  9. azalearossa1958 ha detto:

    “Who wants to live forever?” su tutte♥

    ps: non so come fare a risponderti in pvt come hai fattu tu, quindi te lo chiedo qui: mi permetti di rendere pubblico il tuo commento? Credo sia giusto che appaiano tutte le voci, le pro e le contro.
    GrazieSherasempreattentaeprecisa♥

  10. sherazade ha detto:

    Azaleuccia,

    quando ho scritto il mio commento da te mi è apparsa la scritta ‘in moderazione’.
    Io ho i commenti ‘liberi’ un po’ x nn faticare troppo e sopratutto xchè non li temo a meno che nn siano particolarmente ‘accidiosi’, o volgari cosa che è successa davvero raramente.
    “Who wants to live forever?” io NO e dunque cerco di vivere il più quietamente possibile sopratutto in questo spazio che mi concedo il lusso di man-tenere un po’ fuori dalla sarabanda quotidiana.

    sherabonnedimanchemachereamie

  11. banzai43 ha detto:

    Ciao shera,
    eccoTi risistemata presso di me col nuovo link. Così non ci perderemo di vista.

    Un abbraccio. Buon fine settimana.

    banzai43

  12. strangethelost ha detto:

    Io non amo Freddie Mercury !! LO ADORO da quando lo ascoltai la prima volta,tanto che ho dedicato il mio primo post su WP proprio a lui

  13. crimson74 ha detto:

    Beh, ti basti sapere che i Queen sono stati la mia prima, vera ‘fissa’ musicale (o almeno, una delle prime): credo comunque che il fatto di avere una mente musicalmente molto ‘aperta’ dipenda molto dal fatto che i Queen abbiano giocato una grande parte nei miei primi ascolti musicali: in effetti sono stati un gruppo più che mai ‘vario’, sempre pronto a sperimentare qualcosa di nuovo (con risultati non sempre riusciti e comunque sempre rimanendo nei canoni del pop – rock).

    P.S. Per quanto riguarda gli ‘avvisi’: in realtà non ho ben capito come funzioni: qui sotto vedo la scritta: notificatemi nuovi post via mail, ma io non uso questa funzione per non ingolfare la posta elettronica: preferisco passare di tanto in tanto per vedere se c’è qualcosa di nuovo… 😉 Un saluto, buona domenica!!

  14. sherazade ha detto:

    Quoto il pensiero di Crimson nel ribadire la poliedricità dei suoni dei Queen.
    Penso anche che questo gruppo, come molti altri, senza la loro ‘voce’ non avrebbero (e alcuni non hanno) resistito nel tempo.
    Il patetico tentativo di ridare – credo l’anno scorso – nuova vita immettendo nel gruppo una voce nuova, abbia nuociuto sia al gruppo che al solista. Non si puo’ nei pregi e nei difetti sostituirsi a qualcuno che ci è entrato nel cuore e nell’immaginario collettivo.

    Ciao Strange, bienvenida 🙂

    sheraodordirisossino

  15. azalearossa1958 ha detto:

    Il gruppo con più cover-band in assoluto, pare…

    ps: sono riuscita a mettere anch’io qualcosa in “About”!!!
    WOWOWOW!

    Azaleachesisenteunpo’pionieraeunpo’rinco….

  16. ipitagorici ha detto:

    Grandissimo Mercury, che voce, che presenza scenica, grande autore.
    Grandissimi i Queen, anche il chitarrista Brian May è un mio personale mito.

    Che peccato la prematura scomparsa, però senza quella, forse, non sarebbe il mito che adesso celebriamo, morire giovani sembra una condizione necessaria per entrare nell’albo degli indimenticabili !

  17. sherazade ha detto:

    ipitagorici
    molti solisti di grandi gruppi sono morti fra tutti Jim Morrison dei The doors!

    Chissà forse anche lui sarebbe un vecchio grintoso (un po’ patetico) alla Mick Jagger .

    Sheramoriregiovanicontruibuiscealgrandemito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...