Il sesso degli angeli

 

 

Non credo che  dichiarare la propria omosessualità sia un fatto di semplice ipocrisia.
Il coming out cioè dichiarare apertamente il proprio orientamento sessuale, è un atto travagliato, spesso ritardato, a volte mai espresso, per un senso di colpa culturale,  di inadeguatezza soprattutto nei confronti dei propri cari, delle persone che per lo più concepiscono la sessualità in termini canonici (la Chiesa) o costituzionali (vedi lo scivolone di Massimo D’Alema).
Questo incivile utilizzo di  outing (rivelare senza averne diritto l’omosessualità altrui), questa gogna mediatica,  nata dalla provocazione di Aureliano Mancuso leader della comunità Gay (lanciò il sasso ed ora nasconde la mano) di denunciare, peraltro senza prove, dieci  politici del Pdl che votarono contro la legge sull’omofobia pubblicando i loro nomi su un sito internet non porta a nulla e – io credo – per le ragioni che ho detto poco sopra ma soprattutto, perché la sessualità, o meglio l’orientamento sessuale,  è un fatto privato e nulla deve avere a che fare con il ruolo che ognuno di noi è chiamato a svolgere nella società, sì, anche in parlamento in un momento tanto grave.
Certo, oggi, nel magma putrido di cui siamo circondati è difficile pensare in buona fede e scindere il pubblico dal privato ma io voglio farlo per non cadere, come dire?, nel trappolone che siamo tutti ugualmente corrotti, chi più chi meno.
Del resto vorrei levarmi un sassolino nei confronti dell’onorevole del Pd Paola Concia (promotrice della legge contro l’omofobia)  che dopo tanto pugnare per il bene comune e  aver tuonato la sua rabbia urbis et orbis, lei che cmq poteva, è subitamente conVOLATA  a  nozze con la sua Bella in Germania, segno lampante di distinzione tra chi può e chi non può permettersi certi escamotages. Anche questa è incoerenza di sinistra: andare contro le proprie leggi o, meglio, aggirarle.
Chi mi conosce sa bene quanto so’ essere draconiana nelle mie posizioni femministe eppure io sono contraria alle quote rosa che certamente faciliterebbero le donne nella società ma non educherebbero a sceglierle per qualità ma per sesso (debole e dunque da tutelare).
Pene maggiori per chi fà torto a un gay, a una donna, a un bambino a un vecchio, o brucia un immigrato meglio se nero, a un barbone?
Dati alla mano abbiamo visto che la pena di morte, ove ancora barbaramente  praticata,  non costituisce un deterrente.
Inculcare il senso di pari dignità, di pari diritti. Assumere ognuno singolarmente e a discapito delle apparenze, comportamenti onesti, questo è quello che dobbiamo imparare e non a farci giustizieri o portatori di rivalse:

 

“ah! TU non hai firmato la legge contro l’omofobia?
Allora IO denuncio la tua omosessualità”.

 

Tristissimo!  sarebbe come ammettere che ogni decisione, ogni nostra scelta è schiava delle pulsioni sessuali, e dunque andando a ritroso ecco rispuntare le attenuanti  per le donne che in quel periodo commettono reato, magari dinuovo le attenuanti previste per il  delitto d’onore, oppure imputare alla moglie o all’amante di un giudice (lei che non glie l’ha data) il rigore di una pena.

 

 

22 thoughts on “Il sesso degli angeli

  1. Simonedejenet ha detto:

    Di fronte a certe cose, mi viene voglia di sedermi e aspettare. Specialmente quando tutti devono prendere posizione. E tutto il dibattito politico mi dà questa sensazione di inutile starnazzare – fatto salvo il tuo bellissimo post, s'intende 😉

  2. sherazade2005 ha detto:

    Simone

    a me sta montanto tale un senso di nausea che sono sempre lì lì per vomitare poi stringo i denti e chiudo la bocca. Ogni tanto però qualche giudizio rigurgita quando proprio non ce la faccio più.

    Quello che mmi sgomenta e mi indigna è l'assoluto azzeramento del 'fare politica'  – non di dx o di sx, non importa – ma della politica.

    Il 'dente per dente', il  'metodo' Boffo sono vigliaccate per chiunque possibile che ci si deva abbassare, adeguare al peggio? 

    sheraperfortunacheSilveradoèsemprelàxaccoglierci
    http://cinema-tv.corriere.it/film/silverado/02_29_65.shtml

  3. stefanover ha detto:

    della propria libertà sessuale ho postato da me,
    e qui ribadisco che siamo un paese dove il sesso è libero,
    ma l'amore vietato…  

    qui si permette (con la scusa della maggiore età) qualsiasi deviazione/depravazione sessuale…
    persino quelle mortali…

    se invece si tratta di amore (anche tra due persone dello stesso sesso) allora son guai !

    ovvio che il sentimento fa più paura del "divertimento"
    sempre che si possa considerare "divertimento" il farsi male e/o
    far male agli altri…

    ricordiamoci che certi "personaggi" circolano liberamente tra di noi, interagendo anche con i nostri bambini,

    e se condanniamo i gay, non si capisce perchè lasciamo libertà ai feticisti, ai sadomasochisti, ai pedofili, ai necrofili, ai zoofili…
    ed a tutte le altre stronzate che passano per "sex divertissment",
    certa gente andrebbe curata profondamente. 

  4. ilmaredentrome ha detto:

    interessante argomento. ed è vero, prima di tutto ci vuole correttezza di pensiero ed intenti. in fondo della propria sessualità nessuno deve rendere conto. anche se i giudizi sterili non piacciono nemmeno a me.

  5. luigi7 ha detto:

    a volte ti dimentichi che siamo la repubblica delle banane…è tutto giusto ciò che scrivi…ma pare che non gliene freghi niente a nessuno (parlo dei politici)…quanto alla lista, mi pare una pagliacciata…

  6. KatherineM ha detto:

    Ogni persona deve essere tenuta in considerazione per le sue capacità, il carattere, i sentimenti, la sensibilità,  il sapersi rapportare agli altri. Ogni persona è unica e non si può generalizzare. La vita di ciascuno è vita privata e non deve essere giudicata da nessuno.
    Poco alla volta i pregiudizi spariranno, già si cominciano a vedere le prime aperture, i matrimoni, di recente la possibilità di esternare le proprie tendenze sessuali anche nell'esercito, cosa che prima era proibita.
    Io ho sempre pensato che ciascuno sia libero di amare chi vuole, sia che appartenga al suo stesso sesso, sia al sesso opposto.
    Purtroppo ho avuto un'esperienza negativa con un collega gay, ma spero si tratti di un fatto isolato.
    Anni fa avevo un collega di sostegno molto gentile, disponibile ed educato, di cui tutti conoscevano le tendenze omosessuali. I colleghi maschi lo prendevano in giro, ma noi donne lo consideravamo un amico e lo rispettavamo. Un giorno l'avevo invitato a venire con il suo alunno insieme a me e alla mia classe a visitare uno studio di registrazione.Sapevo che aveva una seconda attività di cantante e pensavo gli interessasse. Al ritorno, siccome il suo alunno sembrava un po' stanco, mi aveva detto di proseguire con i miei ragazzi mentre lui ci avrebbe raggiunti camminando più lentamente. Invece non l'avevo più visto, ma sul momento non vi avevo fatto caso. Si è poi scoperto che si era attardato in un luogo appartato per mettere le mani addosso al ragazzino che,in un secondo tempo, aveva poi violentato.E' stato in prigione per questo.
    Ero rimasta sconvolta da questo fatto. Avrei messo la mano sul fuoco sulla correttezza di quel collega, invece…Insomma, non tutte le persone cosiddette "normali" sono buone, ma nemmeno tutti i gay sono santi, vittime del pregiudizio. E' difficile capire le persone…

  7. Lindadicielo ha detto:

    Appoggio il commento di Stefano, totalmente.
    Inoltre, no, non sentivo la mancanza di questa iniziativa da stato di polizia.

  8. sherazade2005 ha detto:

    Kathy

    la brutta esperienza che racconti rientra, credo, non nel fatto che il professore fosse omosessuale quanto piuttosto pedofilo. Brutta storia quando di mezzo ci vanno i bambini e quanto, poi, queste esperienze incidano nella psiche fragile di un bambino che crescerà con una idea negativa, o deviata, dei rapporti con la sessualità.

    sheracomesempregraziedellatuagenerositàdicommenti

  9. sherazade2005 ha detto:

    sostengo ilmaredentrome

    quando dice che non bisogna affidarsi a commenti tout-court.

    Linda

    aberrante è qualsiasi gioco al massacro e mi pare che questo sarà il lascito più gravoso che ci lascerà il pensiero(?) berlusconiano.
    Insisto: la sessualità NON puo' e non deve incidire nell'adempimento dei propri compiti sociali. 

    Peppino Englaro è rimasto in Italia a portare avanti con grande dolore la sua lotta per liberare sua Figlia Eluana da una vita non vita
    Paola Concia ha fatto un putiferio e si è andata a sposare in Germania.
    Aureliano Mancuso ha invita alla delazione e poi si è tirato indietro passando il testimone a un blog anonimo.
    Ecco cosa intendo per coerenza.
     

    Infine non sono del tutto d'accordo con Stefano (e dunque con te).

    sheradessofiniscoilmiopaninoepoialavoro

  10. sherazade2005 ha detto:

    Luigi

    qualcosa di più di una pagliacciata. Da sinistroide avrei anche potuto rallegrarmi "Ben fatto!" da persona dico che è stata fatta una violenza mirata.

    sheramaiepoimailapoliticadevessereprevaricazione

  11. crimson74 ha detto:

    La tua considerazione sulla Concia, mi stimola un paragone, sempre sull'incoerenza di sinistra: mi ricorda quelli 'di sinistra' pronti sempre a denunciare l'emergenza abitativa, e che poi di sera se ne vanno a dormire negli attici con la vista… la coerenza è merce rara, a sinistra come a destra… Quanto al punto in questione,  in effetti lo sbandieramento delle altrui abitudini oltre ad essere una scempiaggine, manco provata, peraltro, serve pure a poco…

  12. sherazade2005 ha detto:

    Crimson

    la Concia è stata la prima firmataria per la legge contro l'omofobia. 
    Visto l'affossamento ha aggirato l'ostacolo (e la legge italiana).

    "Quei" politici di sx che nn citi ma che conosciamo prendono uno stipendio che negli anni ha permesso loro di comperare una (due? una barca?) bella casa. L'anomalia a mio avvisa sta nel fatto che prendano stipendi da capogiro non che poi utilizzino i loro soldi.

    Essenziale è che "quei" politici in Parlamento portino avanti le battaglie di tutti (teoria che in questi tempi lascia perplessi molti di noi).

    E ancora non credo che sia necessario 'anna pe' stracci' o riesumare l'eskimo per essere di sinistra.

    sherachelasxd'oggilavede(quasi)troppomorbida

  13. sherazade2005 ha detto:

    Vorrrei dire a Stefano

    che elencare le 'perversioni' sessuali e definire chi le pratica come 'malato' mi sembra molto difficile.
    Sadomaso, bondage, slaving, scambismo, feticismo  (poi altri nn so) vengono regolarmente praticati e penso che la rete sia un ottimo intermediario. 
    Stranamente l'omosessualità e stata sempre condannata e riconosciuta come infamante. E tale è ancora in buona parte del mondo come lo era (lo è?) in Italia fino a meno di 50anni fà.
    Il sesso e tutto quello che lo riguarda dagli albori dell'uomo  è stato al centro dei sui pensieri esaltato nelle arti usato al maschile e femminile nelle peggiori  torture.
    Fermo restando che la pedofilia – oggi, non così per il passato – resta un reato ed è reato tutto quello che si compie contro la volonta dell'altro o plagiandolo. 
    La 'posizione del missionario' non è l'unica praticata dallepersone 'sane di mente' il Kamasutra ne descrive alcune davvero assurde.
    I sex toys esistono da che esiste l'uomo e dico uomo perchè è da meno di 50 anni che la donna ha potuto appropriarsi della propria sessualita e questo solo in una parte del mondo. Donne sante o puttane.
    Le mutilazioni genitali servono proprio a mantenere il controllo da parte dell'uomo sulla sessualità della donna e l'infibulazione è la peggiore.
     Quindi per quel che mi riguardanon voglio definire la  normalità posso solo dire cosa e fin dove arriva la mia normalità.

    sheratantacarnealfuocomamiandavadifarlo

  14. pyperita ha detto:

    La lista aveva come scopo di smarcherare l'ipocrisia di chi è pubblicamente omofobo e boicotta ogni iniziativa per favorire i diritti civili o promulgare leggi contro l'omofobia e poi nel privato è gay.
    Certamente un'iniziativa discutibile ma comprensibile se spinta da rabbia per un trattamento discriminatorio che va avanti da troppi anni.
    Il fatto è che pubblicare una lista di nomi senza uno straccio di prova, di foto, di documentazione, non ha significato nulla, anzi si è rivelata una grande sciocchezza perchè nessuno le ha dato rilievo e facilmente i diretti interessati hanno tradotto il tutto in battute e grandi risate.

  15. anonimo ha detto:

    Pyperyta

    hai detto "ma comprensibile se spinti da rabbia" in linea di principio non bisognerebbe mai fare qlc senza – come diceva mio padre 'contare fino a 10' – ancor più se come sottolinei tu  stessa il tutto poi viene ridicolizzato dalle battute ironiche (e dalle mogli solerti) dei coinvolti.
    La politica dovrebbe essere altro.
    La legge sull'omofobia va benissimo ma non sarebbe più saggio e-du-ca-re al rispetto della persona quale che essa sia?

    sherynnervositadaquestotempodioso

  16. anonimo ha detto:

    ops scusami pyperita x la 'y' in più

  17. crimson74 ha detto:

    Per carità non dico che per essere di sinista bisogni condurre uno stile di vita monacale… tuttavia, come si dice, l'esempio conta… Non dico nemmeno  che debbano fare come D'Alema, che viveva in una casa degli enti ad affitto agevolato, quella è una presa in giro di segno opposto…. insomma, una via di mezzo ci deve essere…

  18. sherazade2005 ha detto:

    Crimson
    abitando a roma entrambi sappiamo che cos'è l'ostentazione .
    Sentivo, gira su youtube, la raccapricciante intervista di una adepta del presidento..operaio che tra l'altro dice che lei non si puo' certo mettere addosso "uno straccetto" da cento euro o una collanina di piripicchio ma almeno un dolce&gabbana da mille euro (in su) e gioielli "importanti"!
    Perchè dico questo? perchè senza cadere nelle beceraggini di queste affermazioni, credo che una camicetta ben rifinita, un pantalone che non fa le borse sotto il sedere, insomma, in linea di principio piacciono.
    Tu sei troppo giovane per ricordare che anche a sx c'era tutto un rituale da mantenere persino la macchina (la Skoda) era un must.

    sherancorainmanichedicamice(tta)appiccicosaxi25gradiattuali

  19. romanticaperla ha detto:

    Quante cose rendono l'uomo biasimevole, disonorevole, infamante, indegno, riprovevole, vergognoso,purtroppo siamo a questi livelli.

    e Buonanotte mia zukkerosa Sherina
    ♥ vany

  20. avante ha detto:

    Dunque… non so se sia un dramma,o una fortuna imbattersi  in questo giornalino liceale e che basti  questa minima  rappresentazione di pseudo- verità per far sbellicare dalle risate qualcuno o imbarazzarlo. Certo è,nulla è fonte di maggior imbarazzo e dunque di maggior speculazione quando si parla di tendenze sessuali.Però le chiamate di correità e liste di ipotetici politici sodomiti è un  espediente   bruciato in  partenza. Tornassero loro, a  fare quello che riescono meglio , ovvero accusare di omofobia chi non la pensa  come Grillini.
     Se mi si permette, in difesa della Concia vorrei dire che l'on. si è unita  con una tedesca   quindi per una questione  tutta loro(chiamala opportunità di coppia) si sono  decisi di fare il grande salto  in Germania.Vedi shery  in Italia  chi prova a dare il  buon esempio passa per  fanatico.Mentre  ti sto  scrivendo  sto  sentendo la trasmissione  Piazza  pulita(una noia, con uno spolvero della nuova polizia del costume ,gli scriventi de Il Fatto), e mi convinco  sempre più  che preferisco dei politici in cui non credere , anche perchè la parola "credere"  riferita  a Loro  è sprecata.Mi basta  sentirmi dire  "staremo a vedere"  è sono  più tranquillo.
    Seconda cosa:Inculcare il senso di pari dignità e di pari  diritti  mi pare  troppo e se così  fosse  la terra sarebbe  di colpo un paradiso  però se togli una consonate su quell'azione  ti accorgi  che  le buone intenzioni oltre a lastricare la via  per l'infderno alla fine  posso anche far male.
    A me pare che l'amore libero resiste oggi come principio generale della nostra società ed è anche  l'ossimoro su cui si fonda il caos  sentimentale e se la maggior parte della gente vive liberamente i propri desideri cresce al contempo il  bisogno di punire  i perversi. E se avessimo paura della libertà che ci siamo  dati? Mi  pare che nei commenti tra le  righe lo si  legge .
    Come  diceva Baudelaire ,più la civiltà si allontana dalle tracce del  peccato originale più regredisce allo stato animale ma non  bisogna  dimenticare  il paradosso  dello strano ritorno alla bestialità,la quale prescrive un'animalità sterilizzata, asettica, depilata ed,asservita all'igiene .Meno male che ci sono gli angeli a non mortificare la severità del piacere.

    Zanzareformicheinsttichecopulanodicontinuocolcaldochecè
    maquestinonsisbaciucchianomai?

    buonanottemisscamicettasudatAAA

  21. sherazade2005 ha detto:

    AAAh mi ci voleva proprio
    di chiudere questo postettino con una granucola di osservazioni lievi e ponderose.
    Mi pare che sulla lunga distanza qui e là siamo d'accordo che questa lista ( peraltro già nel dimenticatoio) non sia stata una bella mossa. La delazione non lo è mai.

    Vorrei ribadire che nn sono una moralista in fatto di scelte o inclinazioni o natura sessuale.  L'omosessualità però si porta dietro secoli di condanne religiose e anche scientifiche ("è contronatura"). Non è necessario 'crederci' del tutto ma è assolutamente indispensdabile che ognuno accetti la diversità che è poi quella di cui ognuno di noi, per un verso o per l'altro, è portatore fosse anche pensieri (Voltaire).

    Tivvù? che tristezzAAA! come ho scritto su twitter "2 inutili talk show politici, stessi attori, due gare canterine e il resto..il resto noia mortale"..

    sheraprontallagiornatalmareanchedomaniconlasuacagnola

    ps un film da nn perdre La pelle che abito 

  22. antares666 ha detto:

    Il punto è che la Natura è il Male. La mia religione condanna ogni forma di sesso come opera della corruzione, ma reputa l'omosessualità in ogni caso migliore del rapporto tra uomo e donna, perché non porta al peggiore di tutti i crimini, la fecondità. Il connubio tra i sessi, che qui chiamano "scopata", lo reputo abominazione ed escremento, perché origine di questo Inferno terreno.
    Un abbraccio e buon fine settimana a te, carissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...