Testamento biologico

Il colmo per una tizia (quasi) sempre a dieta come me?
L'alimentazione forzata…

Il voto finale alla Camera, oggi, sancirà di fatto l’ accanimento politico sul Testamento biologico.
Una inaudita violenza al libero arbitrio individuale che molto probabilmente lo renderà anticostituzionale e dunque impugnabile, decideranno i giudici, quelli comunisti a seconda della sentenza.
 
Io me ne frego.
Io – qui e ora – chiedo ben altro ai miei cari, a mio figlio (perché ingiustizia  nell’ingiustizia sarebbe sopravvivergli), chiedo che quando niente potesse fare più presagire una vita dignitosa, in linea con i miei desiderata che comunque lascerò loro, mi stringano le mani,  mi abbraccino e mi piangano morta,  perché da quel momento non voglio più che soffrano per un corpo  in decomposizione, un’anima che non è più. Non si rovinino la vita in inutili veglie. Vivano. Si lascino alle spalle l’onnipotenza dell’uomo sull’uomo che non ha nulla di divino perchè non lo ricongiunge serenamente al creato.
Un ultimo bacio sulla punta delle dita e senza più voltarsi  consegnino quell’involucro svuotato nelle mani dei becchini in camice bianco.  

Questo  il mio contro testamento e  lo Stato che approverà oggi una legge ingiusta che trasvalica i suoi poteri, sulla mia pelle, se ne faccia carico.
 
Però…mangiare, bere e dormire tutto gratis. Vi pare poco?

 

Annunci

32 thoughts on “Testamento biologico

  1. sherazade2005 ha detto:

    ……………….
    e io vedo i tuoi colori veri 
    che risplendono dentro te 
    vedo i tuoi colori veri 
    ed è per questo che ti amo 
    quindi non avere paura 
    di mostrarli 
    I tuoi colori veri 
    I colori veri sono belli 
    come un arcobaleno 

    Sono andata a sentire il concerto di CYNDi LAUPER ieri sera.
    Una donna che nel corso della sua vita artistica non ha mai rinnegato la qualità dei suoi testi pur riuscendo a essere una 'star' popolare a un vasto pubblico.
    E' stata una bella serata che mi ha portata indietro di così tanti anni…così tanti che mi sono sentita un fringuellino (e mi ci sento ancora nonostante questo post pieno di rabbia).

    A maggior ragione voglie essere lasciata morire serena regalando un ultimo sorriso a chi mi ama. 
    Sono vanitosa e voglio essere ricordata per il mio sorriso, seppure l'ultimo.

    sheraconunabbracciocircolarepienodiserenità

  2. Kaliparthena ha detto:

    La possibilità di scegliere tra arrivare fino in fondo (anche se in stato vegetativo ed alimentati e ventilati artificialmente) oppure porre termine alle proprie sofferenze dovrebbe essere un diritto inalienabile dell'uomo. E' una vergogna che imperi ancora una mentalità bacchettona e che questa leda un fondamentale diritto. Non si può che essere arrabbiati….

  3. crimson74 ha detto:

    Il problema di fondo è che si tratta di una materia che propone una casistica talmente diversificata che una legislazione, che sia generica o puntuale è comunque destinata ad essere inadeguata. Lascia perplessa la motivazione di fondo: "Non volevamo, ma i giudici"… come se poi la formazione di una giurisprudenza (peraltro non vincolante) in materia fosse inammissibile… Poi è chiaro che su questo si innestano le pressioni religiose… Io ho comunque l'impressione che cambierà poco e che spesso pazienti, familiari e medici decideranno le sorti del malato nel chiuso delle stanze d'ospedale, a prescindere da qualsiasi norma…

  4. stefanover ha detto:

    la Lauper coll'andar degli anni si è alquanto raffinata, diventado un'artista moooolto brava, di garbo e di nicchia !

    il testamento biologico mi fa scompisciare… che sia già incontinente????

  5. sherazade2005 ha detto:

    Ste'

    concordo su quanto hai detto (e se lo dici tu che sei del mestiere) su Cyndi,
    ti sarebbe moooolto piaciuta.
    Un suggerimento sulla tua battuta con un0altra battuta: se sei INcontinente conviene espatriare magari in uno di quei paesi europei più  longimiranti e laici del nostro la cui politica si è sempre trovata invischiata con i molti desiderata dell Stato del Vaticano, ovviamente dietro restituzione in bacini elettorali telecomandati.

    sheramallorasiparteconbanjolinoppureno?

  6. sherazade2005 ha detto:

    Crimson

    io credo non serva legiferare affatto basta riconoscere il testamento biologico come valore aggiunto della persona.
    Come per il divorzio, per l'aborto o la fecondazione assistita prendere atto di queste possibilità NON significa imporle a chi non lo desideri.
    Io vedo una ennesima violenza alla laicità oltre che al diritto di ogni individuo/cittadino di preredigere – nello specifico – le linee guida che definiscano quali cure riterrà opportuno accettare e quali no.

    come dice del resto  Kali

    ognuno di noi ha una diversa percezione dello stare, e in quali condizioni, stare al mondo. La MIA percezioni di 'qualità della vita' non potrà mai essere uguale a quella di un altro individuo per ragioni culturali, religiose e di semplice paura del nulla.

    Secondo quela mente bacata di Berlusconi, Eluana Englaro era ancora in grado di procreare. E qui mi fermo (inorridita).

    sheralcaldomanontroppopavental'uscitadalcovo.

  7. sherazade2005 ha detto:

    Se non lo avete visto vi segnalo questo bellissimo film di alcuni anni fa, prima ancora che 'scoppiasse' il caso di Eluana Englaro 

    l caso di Ramon Sampedro, è molto diverso da quello di Eluana. Ramòn poteva parlare con i suoi cari, ascoltare musica, baciare una donna e vedere il tramonto sul mare. Ma è proprio questo il punto, come si può sindacare sulla dignità di 1 vita? Cosa siamo di fronte alla volontà di una persona di disporre della sua esistenza? Non c'è nulla di scontato riguardo a questo tema. Quante persone in quelle condizioni hanno ritenuto la loro vita DEGNA di essere vissuta. Ma sta a noi giudicare?

    sheradavveroNONperdetequestofilm

     

  8. KatherineM ha detto:

    Io so che mio padre voleva parlare con noi, ascoltare i nostri discorsi, essere informato sulle notizie del mondo, ascoltare la musica e poter ridere e scherzare…non importava se non aveva più la forza di muoversi o camminare, se dovevo essere io a lavarlo, pettinarlo, vestirlo…Lui era comunque vivo, sentiva, provava gioia, dolore, amore, e poteva interagire con noi. Quella era ancora vita.
    Ma quando gli hanno messo l'ossigeno 24 ore al giorno impedendogli di parlare, quando si è reso conto che non poteva nemmeno più mangiare perchè quel piccolo sforzo gli faceva mancare il respiro, quando l'ultima crisi respiratoria gli ha portato il cuore a 200 pulsazioni in un mare di sudore, quando ha visto l'infermiera mettergli il pannolone, ha fatto una smorfia di dolore e ha chiesto di morire in pace. Non l'ho portato in  ospedale…è rimasto lì con noi, nella casa che tanto amava, in cui erano vissuti i suoi nonni, i suoi genitori, e in cui vivranno sua figlia e..chissà, suo nipote. Se n'è andato nel sonno e tra le mie braccia. Anche se per me è stato un dolore senza fine, so che era questo che voleva.
    Vivere è qualcosa di più che respirare e vegetare. Ogni uomo chiede di vivere, ma non di essere tenuto semplicemente in vita.

  9. sherazade2005 ha detto:

    Kathy

    mi hai fatto venire le lacrime agli occhi perchè io, per pudore, non ho voluto parlare di mia mamma. Un po' come per tuo papà ce la siamo (ri)portata a casa e se n'è andata con un bellss sorriso pacificato.
    Mia mamma al di là del testamento biologico aveva da tempo scritto e consegnato a noi suoi figli una lettera e noi l'abbiamo lasciata andare perchè come dici tu:

    Vivere è qualcosa di più che respirare e vegetare. Ogni uomo chiede di vivere, ma non di essere tenuto semplicemente in vita.

    sherativogliobenecaracaramicamia

  10. luigi7 ha detto:

    io sarei per il libero arbitrio…ognuno decida secondo coscienza, chi vuol staccare la spina lo faccia pure, chi come me crede che solo Dio ha potere sulla vita e sulla morte, non lo farebbe mai..mio padre è morto in ospedale, dopo essere andato in coma, ma è morto naturalmente, come avrebbe voluto lui, e io..non ho mai chiesto il miracolo di farlo guarire, ho solo pregato che chi ha potere decisionale, decidesse per il meglio, e cosi ha fatto…una legge sul testamento biologico non ha molto senso, vuol dire imporre la proprioa volontà ai non credenti, e non lo trovo giusto..poi, ognuno la veda a modo suo…mi pare evidente che c'è un abisso tra chi crede in Dio e chi no, quindi, qualunque cosa si legiferi, si scontenta qualcuno…meglio, ripeto, lasciare alla propria coscienza…

  11. strangetheblog ha detto:

    Sarò di poche parole,penso che ogni essere umano abbia diritto a vivere
    ma sopratutto a morire con dignità.Senza nutrire con la forza una persona che o e già morta mentalmente,o che per sua disgrazia è ancora cosciente ma non vorrebbe prolungare la sua agonia.
    Ho dempre detto ai miei che preferisco la morte al vegetare inutilmente.
    ma per come vanno le cose in Italia c'è poco da ben sperare !!!
    Liùchepreferirebbetanto morirenelsuoletto !!

  12. Kaliparthena ha detto:

    Come hai detto giustamente, c'è qualcuno che pensa che bastino due ovaie ed un utero per procreare… E questo qualcuno è il presidente del consiglio. Cosa aspettarsi da un simile governo? Era impossibile che da tanta ipocrisia potesse scaturire una legge eticamente corretta.
    Non mi stancherò mai di ripeterlo: io ho il massimo rispetto per chi crede e per chi decide di vivere fino in fondo. Mi addolora vedere che, invece, i diritti dei laici (ed anche di chi crede in modo personale e "relativistico") non siano rispettati. Così come sarebbe assurdo imporre l'eutanasia, è assurdo anche negarla. La legge vieta la tortura, allora perchè impone le sofferenze ai malati terminali?

  13. sherazade2005 ha detto:

    Vi sono molto grata e continuero' questa interessante discussione che chissà, questo è il mio cruccio, se sia sfata affrontata con altrettanta onestà.

    Vorrei solo chiedere a Luigi

    cosa si è di 'volontà divina' il mantenere vivo(???) un nulla (l'Anima dove starà ormai?) attraverso il  mero  funzionamento di macchinari ingeniosissimi?
    Vado oltre: ingaggiare una lotta contro la volontà divina poichè quel non corpo senza le macchine sarebbe morto, non è un'anatema?
    E se per una semplice appendicite (tornando alla questione meramente fisica) dobbiamo firmare i documenti relativi al consenso informato in questo caso non è piu' possibile?
    Ricordi una signora che rifiuto' di ambutarsi una gamba in cancrena pur sapendo che il rifiuto avrebbe significato morire ma lei disse cmq il suo NO ritendo che la sua qualità della vita da amputata non sarebbe stata 'vivibile'?

    aheraoradicenancoragrazieconabbracci

  14. timeline ha detto:

    Io la penso esattamente come te ed ho già lasciato scritto ciò che voglio…sperando vivamente che possa essere possibile.
    Le persone che si accaniscono non sanno cosa voglia dire vivere accanto a chi si trova in quella condizione…

    Mare dentro è un film che non dimenticherò mai.

    unsorrisogratoeabbracciante

    Blue

  15. strangetheblog ha detto:

    CIAO SHERA;VEDO CHE IL DIBATTITO VA AVANTI;MEGLIO COSì !!

  16. sherazade2005 ha detto:

    strangetheblog, blue cara, Kalip-pina

    una massa di incompetenti, di gente senza morale, o una moravale asservita al >Vaticano, utenza di voti,  ha decretato sulla vita e sulla morte di ognuno di noi.

    Quello che per me continua ad essere inaccettabile è che financo un medico che non mi conosce con questa legge abbia l'ultima parola non già la mia famiglia o le mie "ultime volontà" lasciate in vita quando ancora in grado di "intendere e di volere".

    Io sono una che se ne frega, non crede (sfortunatamente, forse) nell'aldilà e nella pace eterna ma in una vita di-gni-to-sa qui che sia anche il percorso per una morte altrettanto dignitosa, vecchio stile, quando al cappezzale dei moribondi c'era tutta la famiglia, qualcuno che a turno ti teneva la mano.
    Vorrei non dovere privare i miei cari dell'immagine di me che 'serenamente' me ne vado.
    Così è stato per mia mamma che ha avuto una brevissima malattia che l'ha stroncata in meno di un anno.
    Alle grandi sofferenze si suppliva con le cure ma nei momenti brevissimi di lucidità era LEI!

    sheranonèunbruttodiscorsomaunbuonpensiero.

    ps ma poi non ci sarebbe ora qualcosa di molto più determinante per la vita su cui legiferare? o questo era un conto in sospeso, pre-elettorale dovuto?

  17. sherazade2005 ha detto:

    sheraperchèaqualcunonsfuggalavisione

  18. luigi7 ha detto:

    @shera

    ma infatti!! io sono contro la legge, questa legge..qui ognuno deve decider secondo coscienza…ognuno per sè…trovo assurdo che decidano gli altri per noi..poi, se tu vuoi staccare la spina fallo..ma fallo secondo las tua coscienza…non x' lo dice una legge…è piu chiaro adesso???
    ognuno deve essere libero di fare ciò che la sua coscienza dice…ok?
    LIBERTA' DI SCELTA…

  19. Masso57 ha detto:

    Ciao Shera! Alzo la testa un attimo e ti dico che questi sono, nei confronti del Vaticano, peggio, molto peggio degli Integralisti islamici. I Papibani peggio dei Talebani: questi ultimi almeno hanno un fondamento religioso, all’interno di uno Stato confessionale, nel quale esprimere una legge morale. I Cicchitto& company, invece, dovrebbero essere rappresentanti di un popolo all’interno di uno Stato laico per definizione e Costituzione: invece, sono solo degli ignobili leccaculo che voglio vendicarsi di essere stati messi in scacco, loro e le loro camarille d’oltretevere, da un piccolo, grande uomo come papà Englaro.

  20. sherazade2005 ha detto:

    Luigi caro

    io ti chiedevo un'altra cosa: come la 'vivi' tu la questione di alimentazione e respirazione 'forzata' che hanno tanto poco di divino e molto di tecnica?

    sherabuonfinesettimana

  21. sherazade2005 ha detto:

    Massimo

    esponiamo le stesse motivazioni politice e etiche quando intendo etico aggancio il termine alla laicità.

    sheraunabbracciomenoaccaldatodiieriforse+didomani

  22. Kaliparthena ha detto:

    I mie genitori sono cattolici, eppure non vorrebbero mai trovarsi nella situazione di essere alimentati o ventilati artificialmente. L'accanimento terapeutico è un'invenzione umana, non divina. Comunque confermo il mio rispetto per chi crede si debba soffrire fino in fondo, sfruttando tutte le possibilità che la scienza offre. E confermo la mia richiesta di rispettare, però, anche la volontà di chi vuole morire piuttosto che vegetare.
    Che un medico debba decidere per noi, è aberrante. Come hai detto giustamente, si può rifiutare un intervento salvavita quale un'appendicectomia in fase d'addome acuto, o una trasfusione in caso di perdita abbondante di sangue, ma si deve accettare l'alimentazione artificiale? E' assurdo… non ci sono parole!

  23. anonimo ha detto:

    a presto grazie a tutti e tutte. baci baci

  24. anonimo ha detto:

    opsheranonloggata

  25. luigi7 ha detto:

    la scienza ci mette a disposizione mezzi e strumenti per poter salvare le vite umane…è nostro dovere provare, non staccare spine…io ai miracoli ci credo, e forse è questa la differenza…se io avessi un parente stretto messo come Eluana, non staccherei la spina, ma pregherei e continuerei a sperare in un miracolo…poi, se non funziona, sarà Dio a riprenderselo/a…e io accetterò la sua decisione…
    buon sabato

  26. romanticaperla ha detto:
  27. scudieroJons ha detto:

    Questa legge è una vendetta per il caso di Eluana Englaro.
    Ratzinger non può tollerare che in un paese che ancora considera sottoposto alla sua legge possano accadere queste cose, e che addirittura qualcuno decida quando una persona deve nascere e quando deve morire.
    Perciò, come la legge sulla fecondazione assistita viene continuamente contestata in tribunale, accadrà anche per questa legge sul testamento biologico, fino a quando, sotterrata la classe politica che adesso ci governa, le leggi saranno cambiate.
    Se non credi nell'aldilà fai bene, significa che vedi le cose chiaramente, e non permettere a nessuno di dirti che sei sfortunata, e nemmeno devi dirtelo da sola.
    Ciao : )

  28. antares666 ha detto:

    A dispetto delle loro leggi infami, quando deciderò di abbandonare la prigione del mio corpo, i politicanti e i loro servi non potranno fare nulla per impedirlo. Si narra che Socrate fosse rinchiuso in carcere, e i suoi aguzzini infierivano su di lui. Ma Socrate ha detto loro queste parole: "Tanto domani non sarò più qui, e voi non ci potrete fare nulla".
    Un abbraccio e buon fine settimana a te, carissima Sher

  29. romanticaperla ha detto:

    Dici bene, non c'è più nulla di semplice nemmeno morire.
    Non ci troviamo di fronte ad un semplice dilemma bioetico, ma ad una sfida radicale, che investe né più né meno che il senso stesso della presenza dell’uomo nel mondo. Gli stessi tragici temi dai quali eravamo partiti, le sofferenze dei malati terminali, i testamenti biologici, appaiono in qualche modo rimpiccoliti e banalizzati. Riflettendo sulla sua morte, l’uomo arriva ben presto a scoprire che riflette non su di un evento, su di un qualcosa che, pur se ineluttabilmente, prima o poi gli avviene; riflette piuttosto sulla sua mortalità, su ciò che egli è. Può essere, questo, un pensiero così inquietante da esigere di essere esorcizzato. Che dietro tante istanze odierne favorevoli all’eutanasia non si celi forse il più grande, il più vistoso, il più fallace esorcismo che mai l’ umanità abbia creato?

    1 Bacione e bentrovata Sherina
    ♥ vany

  30. sherazade2005 ha detto:

    Piccola Vany,

    dici qualcosa di 'illuminante' : la paura di mettersi a nudo difronte all'ineluttabilità della propria fine.  Questa un'eventualità che cmq non puo' prescindere dal libero arbitrio che consiste nel definire secondo le proprie capacità e sensibilità e credo, il limite oltre il quale  la morte  puo' essere considerata il principio opure 'il nulla'. 
    Bentornata a te dalle tue vacanze parigine e dal tuo mare 

    Marco

    inutile sottolineare la mia condivisione al tuo pensiero e grazie per la citazione di Socrate.
    Domenica, bonne dimanche mon chér Marco

    scudieroJons

    molto piacere di averti qui, grazie.
    E' un'amara consolazione pensare che che questa legge è un colabrodo anticostituzionale e dunque pressocchè inapplicabile.
    Pero' vi sarà sempre una parte più debole, impreparata e soprattutto emotivamente molto provata che alzerà le braccia non già al volere divino ma all'arroganza altrui.
    Vorrei pero' aggiungere una riflessione sull'aldilà. Non so sia un bene crederci o meno. Penso che anche questa – se meditata – sia una libera scelta che io rispetto nella misura in cui non viene ad intralciare il mio essere agnostica (non atea che cmq fà presupporre l'esistenza negata di un Dio).
    Non mi sento nè fortunata nè sfortunata, semplicemente esprimo un diverso rapporto con la vita (e la morte).

    sheraconuninchinoeunsorrisoperfartisentireatuoagio 

    Luigi

    io credo che le spine non andrebbero mai attaccate NON saccate.
    Credo vi sia un limite oltre il quale la morte è morte perchè il corpo da solo non ce la farebbe a trovare le risorse per sopravvivere.
    Quando non si sia dubbio difronte a un elettroencefalogramma piatto da mesi, credo che ogni intervento debba essere considerato accanimento terapeutico se non ha il preventivo consenso del diretto interessato ed è nell'eventualità che costui non sia in grando in quel momento di esprimere i suoi desiderata che viene dato lo strumento del Testamento biologico.
    Cioò detto una buonissima domenica anche attè bastian cuntrari mio

  31. sherazade2005 ha detto:

    VORREI INFORMARE CHI AVESSE LA FORTUNA DI PASSARE PREMI DI NOTTE…

    che stasera alle ore 23.30 su RAI5 verrà trasmesso

    MARE DENTRO di cui vi ho qui dato alcuni assaggi.

    sheraunabuonavisioneatuttivoicareecariamici

  32. Latesha ha detto:

    Great aretcli, thank you again for writing.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...