muore una stella

Si è spenta ieri l’ultima vera grande Star del cinema americano
Elisabeth Taylor., Liz.

Io non posso, né voglio,  certo competere, misera formichina, con i giudizi e le analisi e i ricordi che di lei hanno già dato Vittorio Zucconi, Natalia Aspesi, Maria Pia Fusco e la ‘nostra’ Sofia Loren, ma certamente con lei io sento che si sta inesorabilmente chiudendo il cerchio dei grandi attori che hanno fatto la storia del grande cinema americano che attraverso le sue opere ha raccontato tanti frammenti  – dolorosi e tracici –  della (sua) Storia, dei sentimenti e delle contraddizioni nelle quali ognuno di noi ha potuto identificarsi a volte sperando, a volte dandosi pace.
 
Mi  mancherà la bellissima Cleopatra, i suoi magnetici occhi viola, la capacità di vivere sanguignamente al di sopra delle righe il suo unico, burrascoso,  grande amore con Richard Burton.
 
Una grande star, malata, che la morte (ac)coglie come uno qualsiasi di noi.

 

 

16 thoughts on “muore una stella

  1. Lindadicielo ha detto:

    dio, quanto era bella… Bella e tempestosa Liz, addio.

  2. luigi7 ha detto:

    diciamo pure tranquillamente che se ne è andata l'ultima vera diva di Hollywood…ormai restano le attricette…

  3. sherazade2005 ha detto:

    Linda

    Luigi

    rileggendo mi era accorta di avere ripetuto più volte l'aggettivo 'grande'
    ma poi ho deciso che fosse l'aggettivo giusto.

    Che tristezza il paragone con l'oggi con la nostra CINECITTA' che per mancanza di fondi (non scordiamoci che nella voce 'cultura' rientra a pieno titolo anche il cinema) verrà smantellata.

    Tanti dei 'grandi' divi americani hanno lavorato a Roma oltre a Liz Taylor e tanti grandi film sono stati girati negli studi d Cinecittà.

    sherachesaràdinoichenonsappiamosalvaguardareilnostropassato

  4. Simonedejenet ha detto:

    Non l'ho mai sopportata, finché non vidi Riflessi in un occhio d'oro. Da lì in poi non ho più smesso di amarla. Chissà se diveggia anche lì dov'è ora.

  5. anonimo ha detto:

    Come a ciascuno di noi accade, l'età aveva mutato anche Lei. Lei fisicamente, non il suo spirito indomito incapace di contenersi, piegarsi alle convenzioni, rinunciare ai capricci,

    Mancherà un poco a tutti. A chi l'ha amata ed a chi no. 

    Certo sta finendo un'epoca marcata abbondantemente anche da Liz. Se va avanti così, col trionfo dell'infornatica, non potremo che innamorarci di cartoni animati resi umani. Di cosa parleremo allora?

    Bye,bye,carasheraebuonanotteconl'uomocheamicheècertamenteincarneedossa.

    banzai43

  6. luigi7 ha detto:

    si ma il problrma è che oggi manca la materia prima: o ci accontentiamo della Bellucci e della Ferilli???

  7. pyperita ha detto:

    Le dive per me dovrebbero a un certo punto fare un passo indietro per evitare di finire nelle cronache quando ormai sono solo donne, magari di una certa età. 

  8. antares666 ha detto:

    Questo dovrebbe far meditare sulla natura corruttibile e transeunte della bellezza del corpo…
    Un forte abbraccio e buon weekend a te, carissima Sher

  9. Kaliparthena ha detto:

    La morte è davvero democratica e per fortuna non fa distinzioni tra chi è celebre e chi non lo è.
    Liz incarnava la diva del passato: capricciosa, eccessiva, viziosa, piena di gioielli… credo che le star del futuro saranno le antidive: donne che considereranno la recitazione come un qualsiasi lavoro. Operaie dello spettacolo. Margherita Buy, secondo me, potrebbe essere un'anticipatrice dei tempi.

  10. crimson74 ha detto:

    Grandi attrici ce ne sono ancora; dive, che accomunino la grandezza della recitazione a comportamenti bizzosi, molte meno: in genere o ci sono grandi attrici molto serie, o attrici mediocri che riempono le pagine dei giornali di gossip… Comunque, certo queste dipartite possono dispiacere, tuttavia ci restano i film, il che non è poco…  

  11. romanticaperla ha detto:
  12. avante ha detto:

    Mi accontenterò di una cometa

    micAAAlaconoscevotanto(maioveramenteachiconosconelmondodelcinema)nessuno

  13. KatherineM ha detto:

    Poco alla volta le grandi star se ne vanno tutte e qui sulla Terra non ne restano uguali…E' triste!

    Katchesisentepartecipeallatuanostalgia

  14. rodmanalbe ha detto:

    grandissima

  15. Rudiae ha detto:

    L'arte rende immortali i grandi. restano le loro opere a consegnarli costantemente a chi vorrà ancora goderne!

  16. sherazade2005 ha detto:

    Grazie molte e scusatemi per la latitanza.

    L'ultimo comcetto di Rudina in fondo ci include tutte e tutti.

    Forse, io aggiungerei, che atteggiamenti da Diva o da Star, oggi dsarebbero un po' anacronistici e persistono goffamente nel mondo della musica chesso'  con Madonna o Michael Jackson, prima, Lady Gaga o Beth Ditto o… ma sinceramente niente a che vedere con le grandi rock .band 'dei bei tempi andati' .

    Pero' non dobbiamo lamentarci se oggi abbiamo alcuni ottimi professionisti tutti dediti a opere di bene (il che non guasta).

    sherachedapiccolaeradrammaticacomeunaeleonaroDusecontantoditenda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...