Voglia di Primavera

    “Primo sintomo di confusione intellettuale (svegliandosi dopo sogni di donne affascinanti e di vari irriferibili atti consumati con loro; la memoria, quelle stupefacenti stanze di realtà perdute, diventa iperattiva lasciando una chiara sensazione di gioco d’azzardo…roulette).
L’enumerazione dei mobili della camera da letto – un comodino, una notte d’amore, due notti d’amore, tre notti d’amore…
No, no.
Nel bagno prima seduta d’esercizio al sorriso.
Primo impulso d’amore attivo: un umido bacio mentre mia moglie si mette le scarpe.
Lei mi fissa:
 
“Oh, è primavera” dice.
    
La mia supposizione è che la primavera sia la via naturale per dipingere l’adolescenza come un qualcosa che si possa attraversare di nuovo.”
 
Primo amore e altri affanni, Harold Broadkey –  Fandango ed.