Slum Symphony

 

 

  

…perché la vita non è sempre quella che si è sognata.

  
Si parla tanto di azioni positive: eccone una che nasce dall’incredibile carica di umanità e di elevate esperienze messe a disposizione di una tra i progetti sociali più innovativi del panorama internazionale: il Sistema di Orchestre Infantili e Giovanili del Venezuela che da oltre trenta anni opera in questo paese.
 

Il Venezuela ha un sottosuolo ricchissimo ed è stato da sempre segnato da forti contrasti sociali tra immense ricchezze ed altrettanto immense baraccopoli.
In questo contesto è nato e si è radicato il Sistema di Orchestre  voluto negli anni ‘70 dal suo fondatore, il Maestro José A. Abreu Anselmi. Il progetto racchiude un insieme di 157 orchestre con relativi nuclei didattici disseminati su tutto il territorio che portano lo studio gratuito della musica, proprio in quelle zone dove sono più alte le probabilità di incorrere nei rischi della vita di strada, del degrado familiare e della criminalità comune.
Attraverso questa fitta rete viene offerta l’opportunità a circa 300.000 bambini (all’inizio del 2004 erano 125.000 ) dalle Ande sino all’Amazzonia di poter studiare musica partendo dai primi rudimenti utilizzando una metodologia che si identifica col gioco. 


 
Tra tutte si è distinta per il suo valore artistico l’Orchestra Sinfonica Giovanile Simon Bolivar, con componenti che vanno dai 12 anni ai 25 anni, spesso in tournée per il mondo dagli Stati Uniti, alla Spagna, all’Italia, coinvolgendo nei loro recital artisti del calibro di Placido Domingo, dei Maestri Giuseppe Sinopoli, Simon Rattle e Claudio Abbado ed altri ancora.
 
Da questa vicenda artistica, è stato tratto un documentario presentato al Fiction  Fest 2010  di Roma, girato in stile cinematografico, che ha seguito periodicamente, per ben cinque anni (dall’inizio del 2004 sino alla fine del 2009), alcune storie di questi bambini divenuti ragazzi,  di diverse condizioni sociali, ed area geografica del paese, nel loro percorso  quotidiano, sia musicale che di vita, oltre che ‘fissarli’ nell’eccezionalità dei concerti.
Attraverso l’impegno e la dedizione si è riesciti a far  appassionare alla musica classica centinaia di migliaia di bambini  portandoli innanzi tutto ad avere un miglior rapporto con il mondo che li circonda e a ‘sognare’ un avvenire migliore. A tentare una scelta diversa.
Questa è la sfida degli insegnanti di musica:
“Mi è capitato di dovermi buttare per terra con i bambini mentre facevo lezione, a causa di improvvise sparatorie tra bande rivali, e di vedere lo sguardo di ammirazione di alcuni di loro nei confronti di chi aveva un’arma e sapeva usarla. Fare in modo che  quello sguardo di ammirazione si trasferisca verso chi sa suonare uno strumento musicale è la grande soddisfazione e il grande regalo che ci dà questo lavoro. Fare in modo che quell’arma venga sostituita da un violino o da un clarinetto, dà un nuovo senso alla loro vita.” 
 

 
Un lavoro duro, costruito con tenacia e umiltà, partito dal desiderio di mettere a disposizione le proprie capacità (non i propri soldi) per appassionare una gioventù dilaniata  accompagnandola in questi quattro anni trascorsi, attraverso cambiamenti forti dall’infanzia all’adolescenza. Quattro anni segnati anche da grandi difficoltà e da lacrime lenite dai progressi ottenuti stringendo tra le braccia un arma tanto docile,  dolce e melodiosa.
 
Chi ha detto, dunque, con tanta sicumera che:
 
“con l’Arte non si mangia!” ? Già..ma sicuramente si vola alto e leggeri.
 

A SLUM SYMPHONY
Allegro crescendo
Sabato 11 dicembre
Ore 21.30 RAI3

 

 

 

22 thoughts on “Slum Symphony

  1. KatherineM ha detto:

    La musica, unita alla passione, all'impegno, al desiderio di realizzare un sogno, può veramente fare miracoli!
    Togliere i ragazzi dalla strada e trasformarli in concertisti: queste sono soddisfazioni che nessuna ricchezza potrà mai eguagliare!

  2. sherazade2005 ha detto:

    Kat

    tu meglio di chiunque altro poi confermarlo, tu che della musica fai il tuo e il loro pane quotidiano.
    Guarda il documentario (o registralo) perchè è molto emozionante.

    Non so perchè mi fà pensare al recupero in forma cinematografica del lungo percorso dei componenti del Buena Vista Social Club.

    sherAlchybuonanottte

  3. eretico2004 ha detto:

    perchè il destino non è quello che sogniamo?

    Perchè esso non dipende solo dai nostri desideri, ma da tutti quegli altri delle persone che ci stanno intorno.

    La musica non è virtuosismo, ma prova d'orchestra. Persino un violino può dare il meglio di sè se collocato in un contesto collaborativo più grande che lo trascende.

    Federico Fellini ne ha fatto ,secondo me, il suo film più grande  e più poetico riferendosi al contesto dell'Italia del terrorismo e delle stragi.
    Un messaggio che sembra essere di una attualità allarmante oggi dove "ciscuno strumento si è messo a suonare per sè".

    I pericoli aumenatano giorno dopo giorno riecheggiando in un contesto internazionale sempre più precario ove la cooperazione sembra stare cambiano se non siflacciandosi.

    Quello che dice il maestro con rimpianto è il motivo per il quale la musicaa può fungere da metafora, ma che mai potrà ahimè sostituire la realtà..soprattutto se è una realtà sempre più proiettata verso il tramonto della politica come progetto comune.

    Ciao

  4. sherazade2005 ha detto:

    errr  caro,
    buongiorno.

    La mia non è una domanda ma un'affermazione, purtroppo conclamata.
    La musica, non puo' certo cambiare il mondo ma sicuramente la capacità di estraniarsi, di 'volare in un altrove'  che ci rende leggeri, privi di fardelli per quel che puo' durare. Ma se si soffoca anche una sola boccata di ossigeno è un dono.
    L'imparare a produrre musicalità secondo le regole dello stare insieme rispettando e dando spazio ora all'una ora all'altra voce sono le stesse di una società 'sana'.
    Grazie di avermi ricordato il Maestro Fellini.

    sheraunabbraccioemiraccomandoprontopersabato11

  5. crimson74 ha detto:

    Pensare che una cosa del genere se la sono inventata in Venezuela, che non ha certo la nostra tradizione musicale… forse è vero che 'chi ha il pane non ha i denti'. Certo un Governo come quello attuale ha gravi colpe, ma mi pare che alla base ci sia da parte nostra ormai un dare troppo per scontata la cultura, il patrimonio, il paesaggio… Credo sia diffusissimo il retropensiero secondo cui 'tanto il Colosseo sta sempre là' (cito il Colosseo essendo romano), senza pensare che il tempo passa e per quanto ben costruito, pure quello ha bisogno di cura e manutenzione… Il problema forse è che di arte  e cultura ne abbiamo accumulata troppa, e quindi il suo valore per noi diminuisce… In Venezuela invece ne hanno poca, e allora ci si mettono di impegno per aumentarla e valorizzarla…

  6. crimson74 ha detto:

    http://crampi.splinder.com/post/23710872[..] CULTURA Tra ieri pomeriggio e ieri sera ho seguicchiato "La Valchiria", meritoriamente trasmessa dai Rai 5 sul digitale terrestre, oltre che da Radio 3 (ma qui la diretta della 'prima' de "La Scala" è un'abitudin [..]

  7. sherazade2005 ha detto:

    crimson

    l'ascolto della musica classica e operistica alla radio è un ricordo chiarissimo e carissimo legato alla mia mamma: noi seduti a disegnare e lei a fare altro ma attenti alla musica e delle 'arie' che io ancora oggi cando a tutta gola mentre 'sfaccnedo'.
    Ho sentito anche io La Valkiria diretta da Daniel Barenbom che tra la'ltro
    viene da una famiglia ebrea argentina.

    sherabuonafestaeallaproxgliauguri 

  8. sherazade2005 ha detto:

    ps.

    La manutenzione dei nostri beni culturali spetta a fondi e personale qualificato da parte dello Stato. Noi dobbiamo seguire norme di buona educazione civica a cominciare (cosa assai diffusa) di scaricare dal finestrino cicche , cartacche ecc. o andando a fare un pick nik riportarci indietro le vettovaglie e le buste ormai inutili.

    shershersher

  9. luigi7 ha detto:

    detta in modo oxfordiano, questa è una bella palata di m…. in faccia ai nostri politicanti….un paese come il nostro, ridotto a terzomodista, un paese terzomondista (ilVenezuela) con mentalità culturale da grande potenza…assurdo ma vero…

  10. romanticaperla ha detto:

    Queste gioie violente hanno fini violente
    Muoiono nel loro trionfo, come la polvere da sparo e il fuoco,
    Che si consumano al primo bacio.

    Romeo & Giulietta. Atto II. Scena VI.

    William Shakespeare

    Quoto il comm. di Kate.

    1 abbraccio Sherina vany

  11. azalearossa1958 ha detto:

    Queste sono le belle storie del Natale che andrebbero appese all'albero, un albero da tenere in mostra per 365 giorni!!!

    Azazàeccolaqua!

  12. stefanover ha detto:

    "Nelle ultime ore è trapelata la notizia che la Rai avrebbe deciso di chiudere per l'anno prossimo la trasmissione di Licia Colò 'Condominio Terra'. La trasmissione, nata dopo 6 anni di 'Cominciamo Bene AnimalieAnimali', è molto seguita, ha costi di produzione ridotti e rappresenta un fondamentale punto di riferimento per le battaglie in difesa degli animali e dell’ambiente". 

     

    "Dopo le coraggiose prese di posizione di Licia Colò nella trasmissione, in particolare sul tema caccia, la lobby dei cacciatori si è scagliata con veemenza contro la conduttrice, persino con interventi sui vertici del servizio pubblico radiotelevisivo di importanti esponenti della maggioranza – Se davvero la Rai dovesse chiudere una trasmissione che rappresenta una voce libera su un tema che non ha diritto di cittadinanza nei palinsesti televisivi verrebbe messa a tacere una delle poche voci che tratta le tematiche animaliste ed ambientaliste, tutto ciò in barba alla democrazia".

  13. sherazade2005 ha detto:

    Luigi
    …eggià quasi più di una palata ma credo che navigandoci non abbiamo modo di accorgersene.

    sheracherespirancorainsuperficie

    Azaleuccia

    una bella immagine che a me è venuta in mente proprio per 'rallegrarmi' un poco.

    sherachedi'stitempinonhamolteragionixrallegrarsi

    Vany

    kath ha sempre ragione e qui più che mai parlando di qualcosa che conosce molto bene come l'insegnamento della musica e i poteri di questo 'sublime' linguaggio.

    sherabbracciancheattèdi

    stefano

    scusami il rimbrotto ma se una volta tanto si parla di qualcosa di positivo perchè non ci si deve 'acco(r)dare'?
    Insomma una che è una cosa buona perchè sbilanciarla in questo modo? 
    (fermo restando che condivido quello che hai scritto)

    sherancheattèunabbraccio

  14. sherazade2005 ha detto:

    meno 3 giorni a

    A SLUM SYMPHONY
    Allegro crescendo
    Sabato 11 dicembre
    Ore 21.30 RAI

  15. acquacotta ha detto:

    felice di vedere come un paese povero con buone intuizioni può dare una svolta positiva alla vita della sua gente, ma divento  triste ed invidiosa di assistere impotente al degrado del mio paese diventato ricco per pochi.

  16. Lindadicielo ha detto:

    Avevo letto di questo miracolo… e mi rimane ancora, addosso, una bella commozione.

  17. sherazade2005 ha detto:

    acquacotta

    'invidia': una 'sana' invidia.

    Linda

    che meraviglia constatare che cìè chi investe nelle proprie capacità invece che risolvere tutto con (gradite, certo che sì) donazioni.

    sherancoranegliocchiunagiornatadelgranbelsole

    mancano  2 giorni a:

    A SLUM SYMPHONY
    Allegro crescendo
    Sabato 11 dicembre
    Ore 21.30 RAI

  18. romanticaperla ha detto:
  19. luigi7 ha detto:

    ti stai preoccupando di gironzolare per fare i regali di Natale???' mi raccomando..sabato pomeriggio e domenica pomeriggio sono consigliatissimi…
    BUON WEEKEND

  20. sherazade2005 ha detto:

    Luigi…

    ne sono così convinta che…giro alla larga perchè via del corso due sere fà era questa:

    sheracasettamaprontaperunacenettallabrava

  21. Kaliparthena ha detto:

    Credo che la musica possa operare davvero dei miracoli. La musica può guarire, può innalzare, può educare e può anche sfamare. Stasera alle 21:30 mi sintonizzerò sicuramente su RAI3

  22. antares666 ha detto:

    Ho continuato il thread sui disservizi nel mio blog, onde non creare in questa sede incomprensibili off topic…
    Un abbraccio e buon fine settimana anche a te, carissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...