La moda al tempo della crisi (criiisi?)

 

 

La collezione dei ‘nostri’ D&G  (dio li fà e poi li dovrebbe accoppare) per il prossimo inverno taglia quel noioso, lungo e snervante passaggio che si vive tra il weekend sulle nevi e l’appartamento in città: il traffico e le miglia di distanza.

Così, nei mesi freddi che verranno (non vi allarmate, parliamo dell’inverno prox)  andare in ufficio con la tuta da sci o all’aperitivo con gli stivali da Yeti diventerà la norma. Pista da sci e metropoli unite senza soluzione di continuità.

Il guardaroba sarà principalmente composto da lana a lavorazioni pesanti con i classici motivi norvegesi , riprodotti anche sulle maglie e sugli abiti di chiffon leggero. E, siccome l’ispirazione va seguita alla lettera, anche sui jeans e sui bustier di denim. Il gioco dei volumi è presto fatto caldissima sopra: (ma sempre mini, corto, oppure extra large, a vestaglia) e nuda nudissima sotto (gambe al vento e abiti leggeri come una brezza estiva).

La pelliccia è la  ciliegina su questa torta congelata: borda giacchini in stile Chanel, scalda i mega cardigan che fanno la parte del cappotto, e trasforma tutti gli stivali in Moon Boot da città.
E finalmente la sera, fresche come rose, eccoci pronte in camicioni da sera di chiffon bianco e trasparente indossati con giacche maschili di velluto nero.

 

Come dire: l’arte di vendere  sogni bislacchi a sempre più lavoratrici alle quali la dieta forzata della crisi (crisi???) ancora concede il parrucchiere una volta al mese e la consequenziale lettura di queste scempiaggini.

 

Ossignur! che faccio dei miei boots senza "moon"?

 

Annunci

38 thoughts on “La moda al tempo della crisi (criiisi?)

  1. MauroPiadi ha detto:

    È il bello è che c’è qualcuno che ci sguazza…

    Ma io mi chiedo: se continuano con queste scempiaggini, lo fanno a ufo? Non credo, vuol dire che qualcuno/a che direttamente o indirettamente ci crede c’è.

    Quanto al nuda, nudissima sotto… bah! Durante le sfilate che si vedono ogni tanto ai tiggì se ne vedono tante nudissime sotto, ma poi quei vestiti chi li compra? Tu ne hai mai visto qualcuno in giro?

    E allora torno a ripetermi il dubbio amletico: se pubblicizzano tanto simili scempiaggini, possibile che lo facciano al vento?

    Mauroamletico

  2. sherazade2005 ha detto:

    Maure’

    ti ricordi vagamente "Il popolo ha fame? dategli delle brioches"?

    Sempre, quando il disagio è maggiore si vende fumo.
    La modo è la possibilità di andare una volta al mese dal parrucchiere (oppure ogni 2,3 ) e sognare questa borsa, quel ‘modellino’ adattabile anche se ‘taroccato’..
    Chi si vede in giro? basta avere il giro ‘giusto’ . Oppure accendere la televisione a qualsiasi ora del giorno e si vede la volgarità dell’interpretazione casereccia di qualcosa che di per sè è geniale ma non è moda ma espressione di ingegno creativo.
    Avrei da raccontarne delle belle sulle mie mini mini che piu’ mini ic’era solo la mutandina n pieno inverno a new york..

    sherasivvabèmaimieibootschefo’libuutt?

  3. MauroPiadi ha detto:

    Sìsì, questo discorso lo capisco, Shera.

    Allora mi spiego meglio: i Versace, i D&G e compagnia bella brutta guadagnano un pipozzo (per i non romani = bis-pozzo ) di soldi; posto che le loro "creazioni" saranno acquistate sì e no da… boh? vogliamo dire 2 000? facciamo 10 000 persone, va’… come cappero fanno a guadagnare il suddetto pipozzo?

    Ecco la mia domanda, il mio dubbio amletico…

    Maurochedimodaedipubblicitàcapisceunacippaunmesenoel’altropure

  4. Soulboarder ha detto:

    E certo che i moon boots sono quanto di meno sexy esista. Eppure io seguo parecchio le sfilate su fashion tv o tv moda (quella della Jo Squillo, per la quale ho un assoluto ed incontrollabile debole) e quel che vedo è notevole. Embé, sono uno di quei rari uomini che non si  annoiano per niente a sentir parlare di moda, mentre mi smandibolo di sbadigli se solo si nomina la parola "pallone".
    Tutto sommato trovo che di scempiaggini ce ne siano molte di più altrove contando che invece la moda è il fiore all’occhiello del made in italy :-))
    Aloha

  5. anonimo ha detto:

    Risposta alla domanda posta ai piedi della foto: "Sbattitene". Tanto sei certamente bellissima ugualmente!!!

       banzai43

  6. Simonedejenet ha detto:

    Però, vedi, per l’emozione ti tremava la mano 😛

  7. Rudiae ha detto:

    E potevi pure postare una foto dell’ultima tendenza del prossimo inverno, no? QUindi sarà di moda il treccione di maglia stile pescatore di salmoni? Benissimo: comincio a sferruzzare da subito e per il prossimo inverno sarò pronta! Passo su ttutto ciò che è pelo vero e finto… e mi soffermo sulla giacca di velluto e la camicia di chiffon che sono dei classici del mio guardaroba. Ecco, per fortuna sto già apposto… per il prossimo inverno.
    E’ l’imminente estate che mi preoccupa. Vogliamo mettere un po’ d’ordine in questo calendario? MI ricordi quali sono le tendenze della prossima stagione cara Shera… spero di potermi "arrangiare" pure per quelle ché già il parrucchiere una volta al mese è un problema.  

    (tu rifai il guardaroba pure al blog…. per fortuna è gratis! )

    baci di sole splendente

  8. MauroPiadi ha detto:

    Di solito quando ricevo complimenti sono "timido" e tendo a nascondermi, ma stavolta no, questo post l’ho sentito come poche volte mi è successo, perciò i complimenti, il tuo affetto e la tua amicizia me li tengo cari… 

    Maurocheèfattocosìenonpotrebbeesserealtrimenti

  9. ozne ha detto:

    Se certa roba si produce e si pubblicizza vuol dire che c’è gente che compra e non credo siano solo 1000 o 10.000 come ipotizza Mauretto.
    Magari fanno "li buffi" come diciamo a roma (debiti) e si tira avanti, poi un giorno ci si trova davanti a situazioni come quella americana o peggio ancora argentina. I presupposti ci sono già, mi sembra di aver letto che la crisi in argentina sia scaturita dai debiti dei comuni, il fallimento di Scapagnini a catania e la situazione debitoria di tante altre città e paesi italiani ci fanno temere il peggio. Aggiungo che in periodo di forte recessione vedere beni voluttuari in commercio a prezzi esorbitanti mi infastidisce in quanto prova provata che  la forchetta ricco-povero si è ulteriormente allargata come del resto avviene fisiologicamente sotto i governi berlusconazzi. Buona giornata, Shera.
    Enzoacheserveilconsumismosfrenatoecompulsivo?

  10. stefanover ha detto:

    la pelliccia proprio non te la passo !
    mi spiace ma io aborro qualsivoglia pelo estirpato
    con la forza e la violenza a qualsiasi altro essere vivente!
    e poi, dai, diciamocelo è roba dell’età della pietra…
    suvvia non ti basta il tuo, naturale e personale?
    NO FURS PLEASE!

  11. iolosoxchecero ha detto:

    anche io ho visto di sfuggita qualcosa della sfilata di D&G e ho notato l’assenza del sotto a fronte di elegantissime giacche sopra. Mi ci vedo a venire in ufficio conciata così…  Non mi è piaciuta, invece, la tanto celebrata (e a detta di qualcuno commovente) proiezione del dietro le quinte, quello che doveva essere nelle intenzioni l’omaggio alle sarte: mi è sembrata piuttosto una perfetta ricostruzione: erano tutti truccati, tutti con la messa in piega, tutti in posa. Un bel film, ecco cos’era. Mah. 

  12. anonimo ha detto:

     Mauro

    Made in Italy –
    "Uno dei settori primari dell’economia italiana -"fatto" di quasi 70mila aziende che operano nel tessile, abbigliamento, concia, pelletteria e calzature – nel quale, peraltro, l’Italia ha una assoluta posizione di leadership a livello internazionale.
    Sistema moda italiano  nel 2008 ha prodotto un valore aggiunto di 27,4 miliardi di euro pari all’11% della ricchezza prodotta da tutta l’industria manifatturiera italiana; 41,9 miliardi di euro (l’11,5% del totale) di esportazioni; 16,5 miliardi di euro di attivo della bilancia commerciale; un milione di occupati, il 61% dei quali è donna".
     Questo in soldoni! Cio’ non toglie che l’ enfasi e il rilievo da film di Tim Burton lascino  le donne ‘comuni’ un po’ strabiliate difronte al linguaggio e all’esibizione di – appunto – un mondo oltre la favola dove non esistono cocchi ma autobus da acchiapparecorrendo.

    sherarrivatachissa’comesanaenonstanchissima
     
     

  13. anonimo ha detto:

     E di conseguenza 

    ioloso ha ragione quando si domanda ‘chi si potrà permettere’ simile abbigliamento in ufficio?

    sheraciodolcezzamandaviailclownchefatristezza

  14. sherazade2005 ha detto:

    stefano

    c’è una preoccupante scivolata verso l’età della pietra per volgarità e violenza e l’avere ‘sdoganato’  la vergogna delle pellicce ne è un sintomo.

    sherachexl’invidiadelleamicheèesentedacerettevarie

  15. sherazade2005 ha detto:

    Rudina sferruzza rudina
     
    Tu che sei mani di fata ben oltre la crostata.
    Tendenze? Maddai proprio tu che con ‘unostraccetto’ sei proprio una straffffffff…
    Aspettiamo l’estate e via tuttoooooooooo.
    Sherabaciunpocoavvelenati
     
    Simo’
     
    Sei il solito maligno. E’ una fotina piccina assai sgranata.
     
    Mr. Soul
     
    Mi scusi l’impudenza ma lady soul che ne pensa vedendoti appiccicato a quella meraviglia di donna che è Jo Squillo??

    sheratroppocicciosapercompeterecon’stegambe

  16. MauroPiadi ha detto:

    Momento. Io non parlavo del settore dell’abbigliamento tout court, ché a quello si riferisce il Made in Italy… Io parlavo proprio e soltanto di quei vestiti che si vedono in quelle sfilate con le "strafffff…" (come dici tu), mezze quando non tutte nude; quante donne vanno vestite così? Era a quel numero che mi approssimavo con le 2 000-10 000… Non mi dirai che D&G guadagnano sui vestitini della Standa e dell’Upim, no? (A propo’, ma esistono ancora Standa e Upim? Vabbe’, comunque quel tipo là…)

    Ma a quanto pare non riesco a farmi capire… 

    Maurounpo’stancounpo’affrantounpo’scogl…stasera

  17. stefanover ha detto:

    uh… vero, si avvicina il ritorno all’uomo del mesozoico,
    all’età del ferro… alla terza guerra mondiale…
    (sempre che non ci spazzi via prima un cataclisma naturale),
    quell’attimo di intellettualità faticosamente conquistata negli scorsi anni,
    si sta erodendo di fronte al comodissimo menefreghismo dilagante…

    talvolta non commento i miei commentatori…solo per una mera questione temporale! Mi fa però moooolto piacere leggervi/ti. grazie ! baci!

  18. KatherineM ha detto:

    Dai telegiornali ho appreso che la moda per il prossimo anno prevede tacchi vertiginosi, così alti che una indossatrice, alle ultime sfilate, è caduta ben due volte dai tacchi mentre sfilava in passerella, tanto da doversi sfilare le scarpe per riuscire a tornare in camerino. Non mi dispiace sembrare più alta, ma rischiare l’ospedale è effettivamente un po’ troppo! Pazienza…vorrà dire che anche quest’anno non sarò alla moda!

  19. azalearossa1958 ha detto:

    Le sfilate di moda?
    Vedo solo quello che passa il tg quando capita che non cambio canale.
    abiti assurdi indossati da modelle assurde (a proposito: qualcuno mi sa spiegare come mai sono sempre imbronciate per non dire in****ate nere?)
    Come fanno a guadagnare tanti soldini? Avete letto "Gomorra"? Ecco, così.

    Azaleacolmalditestaenonèunascusaperilmaritochetantonunjefrega….

  20. sherazade2005 ha detto:

    azaleuccia

    malditestacomune anche se moooolto da lontano fà mezzo gaudio?
    Credo che le modelle sian  incas -molto incass – perchè nun mangiano!
    Io arrivo la sera stanca e cmq, apprescindere, sedermi a tavola, spizzicare cose buone, magari un filetto di aringa con burro – dico burro – sul pane – dico pane – nero e berci sopra mezzo bicchiere che poi diventa un altro mezzo… perchè si sa che i bicchieri son mezzi vuoti e bisogna che, invece, siano mezzi pieni…insomma queste si ritirano con una lattughina nello stomaco  ma ci pensi? Taglia 38-40 con il problema di non ingrassare di mezz’etto.

    sherachemalditestapensarealcostuminochenonbastaunaveladicatamarano

  21. sherazade2005 ha detto:

    Kathy parli te!

    che dovrei dire io dal mio 1.60? fuori moda sempre perche’ da sempre mai messo i tacchi. In moda da quando Carlà (accento sulla a) ha portato in auge le mie ballerine  ma sta di fatto che io sono conosciuta per cadere in continuazione. La’ltro giorno in ufficio come se avessi visto la madonnina ..puffete su tutte e due le ginocchia. un tonfo incredibile.

    sherAlchyxteunbacio

  22. sherazade2005 ha detto:

    stefano,

    per quel che riguarda i commenti, quel paragone cacciatori-pedofili mi continua a frullare. mi sa che devo scrivere qualcosina di articolato in proposito.

    sheragraziexavermicapito

  23. sherazade2005 ha detto:

    mauretto

    let me tell u again
    "Cio’ non toglie che l’ enfasi e il rilievo da film di Tim Burton lascino  le donne ‘comuni’ un po’ strabiliate difronte al linguaggio e all’esibizione di – appunto – un mondo oltre la favola dove non esistono cocchi ma autobus da acchiapparecorrendo.

    Non a caso ‘ho paragonate le sfilate  a un film di tim burton (approposito esce il 3 marzo in 3D questo suo ALICE da non perdere! come tutti del resto).
    Io davvero sarei affascinata, anzi come una bambina che gioca con le sue Barbi, lo sono davanti ai colori agli azzardi, alla spudoratezza degli accostamenti.
    Mi indigno quando tutto ciò diventa specchietto per povere allodole e come dice

    Enzo

    ci spendono e fanno carte false per quella firma.

    sheratinformechel’UpimmestaviadelTritonemaiopreferiscoZaraagalleriaSordi

  24. romanticaperla ha detto:

    Ma tesoro hai già imbiancato le pareti?
    State rimodernando!! ♥ baci

    Caffè x te e per me!
    ♥ vany

  25. Soulboarder ha detto:

    LadySoul è una donna comprensiva. Sa bene che, per definizione, non mi si può vietare nulla. E poi tra le donne eleganti ed affascinanti lei è naturalmente ai primi posti! ;-D))
    Aloha

  26. Leslunatique ha detto:

    Sei un ricordo da non dimenticare,
    di quelli da tenere sempre in un cassetto che si apre spesso e non nel baule in soffitta.
    Le nostre mani sono sempre unite sui sentieri argentati.
    Un abbraccio, ti arriverà col vento.

  27. sherazade2005 ha detto:

    per vany-ina con cui sorbiamo il cappuccino

    per lady soul che si ‘sorbetta’  il suo indomito consorte

    per lelunatiques che ci permette di attingere ai suoi pensieri

    e chi da queste bande passerà…comunque per un saluto

    sheraunaviolettafasempreprimavera

  28. xxxmarcoxxx ha detto:

    MIa dolce signora, prendo la mia violetta e la porto con me a londra.

    Questo video era più adatto al post precedente ma come vedi non sono molto presente per tanti ragioni e tuttavia ‘Il mio canto libero’ libero sarebbe se ecc..

    marcoprolissosperiamononvengacensurato

  29. BacioBelladonna ha detto:

    "Non esiste salvaguardia contro il senso naturale dell’attrazione"
    A.G. Swinburne

  30. anonimo ha detto:

    mmmma che ve ne pare di queste selvagge calzature da panterona?

  31. MauroPiadi ha detto:

    Io invece proporrei la ghigliottina per chi ha ideato queste:

    Mavoidonnenonglimeneresteall'inventore?

  32. MauroPiadi ha detto:

    Prima comunque di essere tacciato di conservatorismo, tengo a sottolineare che io adoro il progresso, come in questo caso…

    Maurounpocoosé

  33. MauroPiadi ha detto:

    Ci tengo infine a precisare che, nonostante il mio amore per la modernità, c'è un accessorio di abbigliamento che per quanto mi riguarda non passerà mai di moda:

    Mauroche…Honi soit qui mal y pense… 😉

    P.S. Mi rifiuto di usare le  nuove emotico, non si capiscono e fanno schifo! Perciò torno agli albori delle chat, quando si usavano i segni di interpunzione…

  34. anonimo ha detto:

    ohhhh  yo penso mi sa che sì come sei forbito 'interpunzione' ;=))
     ecmq con riferimento al tuo commento a me il 1980 im più rosso me gusta sisisisisì

    sheracheconstotempoaltrochemutandoniquellidilanadellebisbis

  35. MauroPiadi ha detto:

    Eccerto… in quelle brume nordiche…! :-DDD

    MauroinmanichedicanottacheaRomasisuda… 😉

  36. Rudiae ha detto:

    Che bello 'sto. Sta diventando meglio di Marie Claire! Immagine patinate a gogò!

    io con un straccetto addosso?! Ma quando mai!

    bacicuriositu sai perché

  37. antares666 ha detto:

    Un immenso abbraccio a te e grazie del video 🙂
    Per fortuna la settimana sta per finire…

  38. sherazade2005 ha detto:

    rururu

    Marie Claire? una santa? e quando si festeggia???

    anzi ti serve una cosuccia per la tua festa? comandi signora.

    sheraperservirlainchinoincluso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...