Casualità di un sorriso

 

29 settembre

Seduto in quel caffè
io non pensavo a te
Guardavo il mondo che
girava intorno a me
Poi d’improvviso lei sorrise,,

 

.

",,,..lei sorrise…" e se non lo avesse fatto? E se lui non fosse stato pronto a recepirlo (forse a cercarlo)? Quanto c’è di casuale e quanto è dovuto  alla nostra indifferenza, alla nostra estraneazione?  Predisporre il proprio animo al sorriso. Non mi viene in mente altra soluzione.

.