E andando a ritroso: presenti!

 

 

“Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare…

 

Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava in fondo al cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla.

 

Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo.

 

Alexis de Tocqueville

La democrazia in America – 1840

 

23 thoughts on “E andando a ritroso: presenti!

  1. hariseldom ha detto:

    hai trovato la fonte giusta per denunciare una situazione come quella che attraversiamo. Meno male che ogni tanto leggiamo anche cose profonde e vere nel mondo virtuale. Con ammirazione

  2. anonimo ha detto:

    il potere i beni materiali e tutto ciò che si impone sugli altri e predomina fa parte della storia di questo mondo.
    Il più forte o colui che ha più potere e che quindi risulta più forte, sovrasta il più debole.
    A volte l’onesta è suprema alla viltà.
    Una legge che purtroppo ci accompagna da secoli e non credo si riuscirà a spezzare.
    Un bacio principessa

  3. DreamLady ha detto:

    semplicemente favoloso questo passo di Tocqueville! sembra essere stato scritto oggi e per noi… poveri e vuoti rappresentanti di questo mondo occidentale in declino…

  4. sherazade2005 ha detto:

    Giuseppe,
    un caro amico e compagno Umberto Coldagelli scrisse anni fa un saggio proprio su questo tema di Torqueville e per me è stata una scoperta fondamentale.
    Tutto è scritto nel passato e forse la pena è non riuscire ad imparare nè arginarn le conseguenza: tutto si riproduce all’infinito in un eterno supplizio di Tantalo.

    Ammirazione? ti prego

    sherasenzartenèparte

  5. sherazade2005 ha detto:

    si, piccola dreamlady
    niente da aggiungere. solo una sottolineatura: ho l’arroganza (abbiamo) di crederci ‘diversi’, almeno in parte non subalterni a questo gioco truccato anzi liftato.

    sherabacinoncertosoleggiatimadatempofarlocco

  6. DreamLady ha detto:

    ho volutamente usato un ‘noi’ quasi pleonastico per non ergermi al di sopra della media… Sì, siamo diversi/e, rifiutiamo a parole e talvolta con le nostre azioni questo gioco truccato, ma non basta. Purtroppo.

    rosscheoravanelsoleapasseggiar 😉

  7. sherazade2005 ha detto:

    Dreamy

    quando tutto è detto è a ‘noi’ stessi che dobbiamo rendere conto.
    Ma guardandomi intorno la malafede impera e le verginità tutte ripristinate.

    sherasantissimanonvergine

  8. sherazade2005 ha detto:

    Patri cara,

    quello che dici è giusto ma ‘forse’ nel progredire della storia, e la storia stessa ci ha insegnato a debellare e livellare le ingiustizie piu’ macroscopiche che oggi, vediamo riprendere nuovo vigore magari camuffate sotto nuove forme piu’ subdole.

    ur Princess solo per te :=))

  9. xxxmarcoxxx ha detto:

    ecco perchè sei unica.
    riesci ad essere cosi’ tante cose e ogni volta stupisci (e colpisci) nel profondo.
    Giornata di lavoro caotico tutto un fare e disfare.

    ti abbraccio forte.
    m.

  10. unocosi ha detto:

    Tutto quello che ci sorprende, è già successo, ma non abbiamo abbastanza memoria per ricordarlo.

  11. romanticaperla ha detto:

    E’ proprio vero che le cose passano poi tornano..
    Molto rappresentativo nel mondo contemporaneo questo pezzo di Tocqueville!!
    Grande Shera.
    Baci vany

  12. ranafatata ha detto:

    Lucidissima e attualissima, questa citazione: complimenti per averla scovata!

  13. sherazade2005 ha detto:

    marcu’
    buonino che poi pensano che ti ho ‘assoldato’ x fare la claquetta.
    lavora e nobilitati :=))

    a.

  14. sherazade2005 ha detto:

    unocosi’
    mi permetto di dissentire: non è che non ricordiamo quanto, piuttosto ( vale almeno per me) che non abbiamo tutti gli strumenti culturali per fare paragoni, analisi.
    Credo che ‘compito’ degli intellettuali sia proprio quello di ‘aiutarci’ nella comprensione.
    Per questo la scuola e l’educazione al ragionasmento sono basilari nella formazione.
    Certo, poi sta alla curiosità intellettuale, alle oportunità che vengono ad aggiungersi.
    Anche la ‘semplice’ lettura di un blog :=))

    sheraconunabbraccioalcaroamicoUno

  15. sherazade2005 ha detto:

    Ranuccia cara

    ho scoperto le mie carte: la frequentazione di un ottimo amico che mangiava pane e Tocqueville!
    Certamente poi me lo sono andata a ripescare da sola.
    Il tempo non migliora e allora massaggiamo lo spirito.

    unabbraccionedamarrossocaldo, tranquillomaprofondo

  16. sherazade2005 ha detto:

    Vany-ina
    corsi e ricorsi..ora ri-corro a sbirciare da te.

    sher

  17. avante ha detto:

    Bisogna anche mettere in conto la possibilità che risiede nell’essenza dell’uomo di pensare di scegliere e di realizzare azioni che scaturiscono dalla propria iniziativa e dal grado di responsabilità che si assumono difronte la collettività. Ed anche se la realtà del fenomeno del potere ha raggiunto una misura tale da caratterizzare la nostra situazione quotidiana io credo che possedendo una natura normale e formata delluomo , in fondo si corrono meno rischi di degenerazione.

    AAAinfondoancheleihatantissimopo(d)tere ;))

  18. sherazade2005 ha detto:

    EEEtnava

    condivido quello che dici ma con alcuni distinguo.
    E’ vero che mai come questa volta una sostanziosa maggioranta mi ha portato a rileggere in chiave attuale qualcosa che era stato parte di un ragionamento lontano nel tempo e seppure sia possibile fare dei distinguo, credo che questi abbiano poca incidenza.

    Cx cx e cx ma proprio a roma 3 giorni doveva venire a rompere i
    ‘maroni’ bush? Città blindata, strade deviate, soldati in tenuta da guerra.
    Ma che paese è?

    sheramegliol’argentinlmenoforsenonpiove

  19. aglajaGE ha detto:

    “Tutto è scritto nel passato e forse la pena è non riuscire ad imparare nè arginarne le conseguenze: tutto si riproduce all’infinito in un eterno supplizio di Tantalo”.

    E’ talmente bello e crudele ciò che hai scritto che lo ripropongo e lo faccio mio.

    Un abbraccio desolato

    A.

  20. FlavioRoma ha detto:

    Niente di nuovo sotto il sole.

  21. sherazade2005 ha detto:

    Aglj chissa’ com’è che a volte si epsrime assai meglio le sensazioni di dolore e restiamo mutianche quando basterebbe solo un “grazie”?
    Pudore dei sentimenti?

    sheratrasolenuvole

  22. sherazade2005 ha detto:

    Flaviuccio

    tu sai bene che in zona di sole se n’è visto assai poco e proprio per rivendicazione sindacale della sottoscritta: natale è natale, il 21 marzo il 21 marzo ma – santissimi numi – a giungo SOLE!!!

    sjerinsherellalavitaNONè bella

  23. aglajaGE ha detto:

    Forse la desolazione atterrisce.
    Forse inaridisce.
    Forse.

    A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...