Bilanci e bilanci.

 

 

Ciclone Nargis:il bilancio "oltre 100mila vittime".

La natura si ribella ancora violentemente.

Invade, travolge, uccide.

Il regime birmano al potere da oltre 50 anni, blinda il Paese e a tutto’oggi non ha autorizzato l’intervento umanitario delle agenzie internazionali e neppure delle Nazioni Unite.

Disperazione e morte.

Nel cielo plumbeo,  cadaveri e carcasse riemergono dalla marea che recede.

Rose  rosso sangue – prigioniere – si ergono mute.

.

.