Un sottile filo rosso sangue

Per i giovani (sia dx che sx) che lo ostentano sulle magliette ma sanno poco di lui – una sorta di nonno rosso dell’utopia – il Che per la mia generazione rappresenta l’arcangelo di una rivoluzione latinoamericana che continua a essere necessaria.

Paco Taibo  squaderna alla portata di tutti il Che, questo  grande equilibrista, raccontando con grande attenzione e sensibilità, senza cadute, le mille sfumature, la tenacia e l’idealismo, le idiosincrasie, le letture preferite, gli accessi d’asma, gli innamoramenti anche quelli piu’ “carnali”.  Il Che, l’eroe che per tutta la vita fu avventuriero, vagabondo e romantico, convinto che “bisogna essere duri senza perdere la tenerezza”.

Sono molto disorientata, sono troppo fedele al mio vissuto politico per non sentirmi profondamente ferita non tanto dalle elezioni ma per la dicotomia che verrà a crearsi tra me e la mia città, tra me e il sindaco che dovrà rappresetarCI nel mondo.

Alle soglie del 1 maggio e tante altre festività pericolosaMENTE in bilico, questo è il libro che vi consegno per questo secondo lungo ponte verso la frenesia di un non luogo che ci fagociti, formiche impazzite fra treni e autostrade.

Un libro per compagno di stanza. E l’amore lo si può fare anche in tre.

Il bambino testardo una sera d’estate decide che non vuole fare la pipì nel vasino. I genitori insistono ma niente, il bambino non demorde. Allora il padre gli promette un regalo, qualsiasi regalo. Il bambino accetta, fa pipì, poi guarda il cielo: «Voglio la luna». Ma il padre non può dargliela e il «fanciullino» si arrabbia: «E io rivoglio la piscia mia!»

.

.

Annunci

41 thoughts on “Un sottile filo rosso sangue

  1. sherazade2005 ha detto:

    cx

    sono stata censurata per 48ore!!!!

    casuale?

    sherachenoncredeallecasualità

  2. hariseldom ha detto:

    IL dottor Ernesto Guevara detto il Che perchè usava spesso questo intercalare. Perdiamo Roma e forse è pra che si faccia una sana autocritica e si colgano le differenza sostanziali della nostra società rispetto al passato. Ci sono fasi che vanno attraversate e non puoi farci nulla.

  3. FlavioRoma ha detto:

    Ernesto Che Guevara è stato un sognatore coerente che ha illuminato un secolo.
    Le cose, oltre a dirle, le ha fatte ed alla fine ci ha rimesso la vita per un tradimento.

    Altro discorso per Alemanno: diamogli la possibilità di dimostrare quello che vale.
    Sono stati sedici anni in cui Roma ha conosciuto due sindaci: Rutelli e Veltroni.
    E la gente, nel bene o nel male, ha scelto il nuovo e non la minestra riscaldata.
    Faremo quello che hanno fatto per tanti anni quelli della destra, aspetteremo che torni la nostra occasione, ci lamenteremo di quel che non ci piace, protesteremo per eventuali attentati alla democrazia.

    E ricostruiremo la politica da dove s’inizia: dalla gente.

  4. FlavioRoma ha detto:

    Non sei stata censurata: non entravano i commenti a questo post, ma tu eri leggibile.

  5. sherazade2005 ha detto:

    Flavio,
    io mi inchino davvero alla tua pacatezza che è spiazzante.
    ‘Noi’ possiamo dirceli apeertamente i dubbi prima su Rutelli e nel secondo incarico su Veltroni e la sua Roma
    Ollivuddiana con molti tappeti rossi e poco, sempre meno, attenzione al quotidiano travaglio dei cittadini.

    Alla fine il voto è risultato coerente:
    molto bisogno di sicurezza, legalità? non direi dati gli esempi.
    Errori macroscopici del pd e la malafede di continuare a scaricare tutto sulla sinistra arcobaleno.
    Il volare basso, avere cassato il “da dove veniamo”, il rifarsi una verginità che non ha pagato neppure in poltrone…troppe cose.

    sto vaneggiando ma il mio notorio distacco tra blog e vita per un mom non ha retto: straripa dalle mie viscere come un tremento male di pancia.

    sheraltrochemareMONTAGNA

  6. Rudiae ha detto:

    Commenti riapparsi (un po’ modificati nella forma…è un caso che sia tornata la giustifucazione a SINISTRA???!!)…bien!

    hasta la vista!

  7. sherazade2005 ha detto:

    seldom.
    sta per piovere (evviva! alla Prevert rispecchia il mio cuore).
    Addopo :=((

    sherasenzafamiglia

  8. KatherineM ha detto:

    Io sono sempre in ritardo…ultimamente non ce la faccio più a fare tutto!
    Mi accorgo che hai avuto un po’ di problemi con il template ma ora hai risolto. Sono contenta. Ormai sei diventata bravissima!
    Non so cosa aspettarmi da questa situazione politica…non resta che stare a vedere!

    BUON PRIMO MAGGIO!

  9. DreamLady ha detto:

    sai che concordo con la tua delusione (o meglio la nostra) ed i segni ‘premonitori’ ci sono tutti… allo stesso tempo, visto che la democrazia questo ha scelto, combattiamo con le armi dell’opposizione e cerchiamo di ripartire per ricostruirci. Hai detto bene, non hanno vinto loro… siamo noi ad avere perso.
    E incrociamo le dita

    rosssiracusanaconilsolefinalmente

  10. nesia ha detto:

    Anche il “Che” è stato fregato da uno di sinistra un po’ più a destra di lui.saluti nesia

  11. sherazade2005 ha detto:

    Nesia, pungente e ‘centrato’
    come non mai la tua riflessione.

    Un abbraccio bella donna del nord.
    Che mi dici della primavera?
    (il sol dell’avvenir lo vedo maluccio)

    sherazzarolachefreddo

  12. sherazade2005 ha detto:

    Dreammina

    zitta zitta buona buona; tu cancella questi momenti e vivi questi giorni in tutto lo splendore dell’isola che più isola non si può (ma si potrebbe …niente politica).

    sherachesprimesanasanissimainvidia

  13. sherazade2005 ha detto:

    Kathy! prenditi tutto il tempo.
    Un’amicizia consolidata come la nostra non chiede affannose presenze :=().

    Pero’ se passi (ma chi lo sa lo dica)
    come faccio a sistemare il pasticciaccio della data doppia all’inizio del blog??

    sherachedevesempreimparare

  14. sherazade2005 ha detto:

    Cannelliiiiiiiiiiina??

    il ‘center’ è ricomparso, il nero evidenzia lo scritto, il boldino chi se ne frega piu’…

    Stasera seppioline e spinaci

    sherablahhhhchetristezzen

  15. anonimo ha detto:

    Ad Udine Regione e Provincia alla destra e Comune alla sinistra, a Roma Provincia alla sinistra, Comune alla destra……
    Che contino ancora gli uomini?
    Mi preoccupano le ronde…prima per gli extracomunitari, poi per i diversi di ogni genere? Poi pensando a che grande comunicatore era il Che perchè la sinistra masochista non ha fatto una legge che impedisse di sprofondare all’35°posto per quanto riguarda nella libertà di stampa? E chissà dove arriveremo…….

    MarcodalbuioNE

  16. anonimo ha detto:

    prima di inviare dovrei controllare gli errori 🙂

    RiciaodaMarcodalnero/verdeNE

  17. sherazade2005 ha detto:

    vedi Marco del NE

    è questo il punto (e devo mio malgrado condividere un grillo pensiero) ai cittadini è stato scippata la possibilità di scegliere autonomaMENTE. E’ stato dato un piatto riscaldato ‘o questo o questo’.
    Lasciamo perdere poi tutte ledistorture, gli errori di valutazioni.

    L’inseguire il ricordo di Guevara attraverso questa sua biografia è stato per me un atto dovuto al mio idealismo, alla forza delle idee, all’utopia.

    Chiudo con una battuta: a te fan paura le ronde (e ci saran anche manganellate, vedrai) ma che dire di noi donne col braccialetto? oh ce ne saranno di ogni tipo da giorno, da gran sera, da barca, trendy, casual ecc. ma quando a stuprare e malmenare sono i ‘nostri’ uomini a casa che si fa? Ma questa è un’altra storia,
    Fermiamoci al braccialetto da passeggio.

    sheraincertatrabraccialettocollare?

  18. xxxmarcoxxx ha detto:

    Me pareciste
    tremendamente hermosa, ricordi la poesia?
    Sole, sole dinuovo. Asciugherà le tue tristezze temporali.
    Buona giornata dolce ‘compagna’.

    xxxmillexxxpiùmillemarco

  19. romanticaperla ha detto:

    Quando saprai che sono morto
    di Ernesto Guevara de la Serna

    Quando saprai che sono morto
    non pronunciare il mio nome
    perché si fermerebbe
    la morte e il riposo.
    Quando saprai che sono morto di
    sillabe strane.
    Pronuncia fiore, ape,
    lagrima, pane, tempesta.
    Non lasciare che le tue
    labbra trovino le mie dieci lettere.
    Ho sonno, ho amato, ho
    raggiunto il silenzio.

  20. hariseldom ha detto:

    nel 1981 bevevo merlot e si mangiava un panino al parco di Belluno. C’era un guerrigliero dell’ERP alla festa dell’Unità e raccontava del CHE e di come il partito comunista boliviano lo avesse fregato per ordine dell’Unione Sovietica. IL CHE quanti figli ha avuto? La sua camicia la semanera che lavava una volta a settimana, non sopportava il freddo il CHE. Errori della sinistra? quale sinistra? Errori nel PD colpa di Veltroni? La sinistra è un termine torppo generico e forse dovremo iniziare a capire la gente sul serio. Se non capiamo la gente, in questo paese la destra governerà ancora per molto tempo.

  21. sherazade2005 ha detto:

    Dolce Vany

    grazie per queste tue ‘perle’ preziose.

    un bacio e un abbraccio che basti fino allunedi’

    shery

  22. sherazade2005 ha detto:

    Hariseldom

    bene ti invidio perchè bevevi buon vino e perchè già sento anch’io il rimpianto (cx che sentimentalismi!)
    di quell’atmosfera.
    Ho cominciato piu’ tardi io la mia è stato una scelta (alla grande) ma tardiva anni ’85 rientrata dagli Sates.
    Io credo che la sinistra, un approcio di sinistra della vita, soprattutto nel quodidiano sia ancora necessario per il rigore e la nettezza con la quale definisce i valori dell’onestà e del rispetto.
    I diritti e i bisogni sono stati persi di vista per troppa supponenza, per distrazione, per mantenere uno status quo personalistico.
    Un ‘sano’ avvicendamento nei privilegi che questa politica tutta italiana assegna ai nostri rappresentanti. Da qui o scollamento con il tessuto sociale.

    sto farneticando? l’aria diepida e luminosa entra dalla finestra.. fuori
    a Piazza del Parlamento da stamattina cori leghisti, saro’ io ad andare in montagna.

    SherazconlaZdura

  23. sherazade2005 ha detto:

    ps. non sono dislessica ma la tastiera è duretta ed io ‘molle’.

    sherasssssssconlaSstrascicata

  24. Rudiae ha detto:

    Bacio
    solo un bacio e corro al suon di marce…

    cari saluti dalle ancora molto rosse Marche

  25. hariseldom ha detto:

    penso che sia giunto il tempo di scrivere qualcosa di nuovo, di ragionare in modo diverso dal 1848 ad oggi poco e nulla di nuovo sotto il sole. Ma lo spettro non c’è più e nemmeno Das Kapital ha poi davvero vinto. Allora “che fare”? Che sinistra è quella di Pecoraro Scanio all’ambiente? di quali principi solidi era coperto il PDC? che senso ha dire come dice Bertinotti che si deve fare opposizione prima ancora di votare? La sinistra non c’è oggi, questa è la dura realtà, perchè non c’è stato un ricambi generazionale schiacciato tra una logica di visibilità a tutti i costi e una logica da sottoproletariato pseudorivoluzionario dall’altro. La sinistra va costruita, partendo dai valori condivisi e con lo scopo di governare e non di fare opposizione. Scusa lo sfogo principessa delle mille e una notte

  26. anonimo ha detto:

    Rudin Rudella aspettami contatto il mio ‘passaggio’ e mi fiondo e poi? come la mettiamo?
    Io sono paurosetta e mi devi mettere nel lettone tra te e il maritozzo :=()

    Freddo il vento ma non soffia la bufera eppure ho male di gola.

    sherabbraccienientebacinfettosi

  27. anonimo ha detto:

    haris

    intanto mi cito per confermarti che facciamo lo stesso ragionamento (e come noi molta ‘base’)

    “Io credo che la sinistra, un approcio di sinistra della vita, soprattutto nel quodidiano sia ancora necessario per il rigore e la nettezza con la quale definisce i valori dell’onestà e del rispetto.
    I diritti e i bisogni sono stati persi di vista per troppa supponenza, per distrazione, per mantenere uno status quo personalistico. ”

    MOlto è cambiato e il dito lo punto’ Ingrao per primo all’XI congresso e ne pago’ le conseguenze.Fu il primo a sgoganare il pensiero della differenza, a parlare di donne e di giovani, del nucleare, dell’ambiente, del sud del mondo, dell’ “unicità dell’individuo”.
    Quanto indietro siamo ancora in tutti questi temi che sono patrimonio della sinistra.
    Leggo sull’online di Repubblica che Napolitano approva il discorso di Fini come “bello”. Vorro’ leggerlo.

    SCUSATEMI tutti per il tono volutamente politico ma a volte anche io sento la necessità – qui – di manifestarmi.

    sheramaistataexcomunistamattentalcambiamento

  28. irazoqui ha detto:

    non ho simpatia per rutelli nè particolare antipatia per alemanno.
    mi piacciono il che e, più ancora, rosa luxemburg ma non piango per l’esito di queste elezioni più di quanto avrei pianto, questa volta, per qualunque esito elettorale.

  29. Soulboarder ha detto:

    Ho letto parecchie cose su di lui a partire da Latinoamericana che è poi la storia del viaggio in moto. Splendida. Pochi sanno che il mitico basco copriva una pelata, già in giovane età. Si certo, finire sulle magliette può sembrare irriverente ma è anche segno immortalità. Un abbraccio Aloha

  30. sherazade2005 ha detto:

    ira
    anche questa tua distante disaffezione ‘ci’ ha portato a questo.

    sheraz

  31. sherazade2005 ha detto:

    Mr soul

    senza comprometterti tidedico un delicato, breve pensiero di un mio giovane amico poeta di granada:

    Te-retengo
    Ahora
    quando
    miro
    a las
    estrellas
    te
    re-tengo.
    (nella sua evidente semplicità, ognuno ha la sua stella, le sue stelle, che identifica in tanti volti amati.

    Take care Mr. Soul !

    sheradel1maggiolanguidamentemalata

  32. sherazade2005 ha detto:

    BUON 1 MAGGIO
    (con un pensiero solitale e forte di cambiamento e di rispetto per i lavoratori senza tutele, senza speranza),

    sherastaccalaspinafinoanuovordine(enonOrdineNuovo)

  33. madkaine ha detto:

    posso essere dissacrante ? no ? beh lo sarò lo stesso …

    E BASTA CON QUESTA MITIZZAZIONE DEL 68 !!!!!!!!! Non ne posso più !!!!!!!!
    Possibile che ormai essere di sinistra oggi si limiti a parlare “della meglio gioventù” … Non so ma io 37enne del 68 ne ho le scatole piene. Basta !!!

    Oggi o esiste una sinistra CATTOLICA che sa solo imitare la destra immegerdola di perdonismo e buonismo o una sinistra senza IDEE che si limita a guardare con nostalgia ricette cmq sconfitte dall storia.

    Ma iniziare da zero… dall analisi della società con pensiero scientifico e non sociologico … da tesi-antitesi-sintesi… e da qui formulare PROPOSTE .. IDEE ????

    va beh scusa lo sfogo…..

  34. sherazade2005 ha detto:

    Maddino caro

    ecco diresti mai che ne hai le scatole piene della rivoluzione francese?
    sapendo che la democrazia nasce da quel mom storico cosi’ come il novecento si libera di lacci e laciuoli con il ’68? ti avevo segnalato in ‘tempo reale’ letto il tuo pensiero, che su rai 3 ‘Che tempo che fa’ Glucksmann ne stava parlando:

    http://www.chetempochefa.rai.it/TE_videoteca/1,10916,1088437,00.html
    Io sono molto modesta e m,i piace agganciarmi a qqlc che puo’ supportare il mio pensiero con parole e pensieri semplici.

    Un bacio bel tenebroso :=))

    sherAlchyhafattotris

  35. madkaine ha detto:

    hai ragione. Non direi mai male della rivoluzione francese. Ma le due cose se permetti sono un po’ diverse. Quella ha cambiato il mondo … per sempre. Lo ha reso migliore. Il 68 è tutto da vedere. E poi io parlavo male della mitizzazione “tutta italiana”. Onestamente mi sembra che troppo spesso si guardi a quel periodo con un sospiro di malinconia… e soprattutto la sinistra abbia smesso di guardare avanti.

    Penso di + ai ragazzi del 68 che a quelli di oggi … (che infatti non votano + a sinistra)

  36. madkaine ha detto:

    SMACK ! un bacio solare!

  37. sherazade2005 ha detto:

    Maddy il tuo bacio solare e la tua ‘solarità’ anticipate da una cena mexana e un margarita mi fanno stare un palmo sopra terra.

    Hai ragione quanto riguarda la sx, scusami se ho travisato le tue parole.
    bacissimoricambiatoallagrande

  38. ciobi ha detto:

    L’anomalia italiana è costituita semplicemente dal fatto che nel nostro paese non esiste la sinistra. Non esiste in termini politici, etici, sociali, progettuali.

    Esiste quello che Revelli definisce “Le 2 Destre”.
    E tra l’originale e la copia di solito si predilige sempre l’originale…

  39. sherazade2005 ha detto:

    Revelli ama stupire e non sono d’accordo con lui. esiste una sinistra confusa, spersa, ma NON due destre.
    Sul primo pernsiero sono pienamente d’accordo con te.
    grazie

    sherapprezzamoltoquantoriportato

  40. ciobi ha detto:

    Beh allora mettila così. Esistono due coalizioni entrambe completamente prone ai poteri forti. Che seguono esattamente le stesse politiche economiche e sociali con leggeri accenti diversi su qualche marginale questione.
    Le politiche antipopolari dei vari governi di centrosinistra sono lì a dimostrarlo. Si trattava di berlusconismo senza berlusconi.

    Un Bacio.

  41. sherazade2005 ha detto:

    ecco. ora conconrdo..soprattutto sul
    bacio :=))

    sherannuisceringraziando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...